search menu
play_arrow

WidgetWeb

News line del 06 Maggio 2024 18:15

regia 06/05/2024


Background
share close


Speaker 0: E

Speaker 1: Newsline sera.

Speaker 2: E alle diciotto e sedici una buona serata a tutti voi. Ci ritroviamo dopo la pausa della weekend con la Newsline serale, le notizie del giorno, Firenze Toscana di approfondimenti, le interviste in diretta e servizi della redazione. Questo è il menu consueto. Naturalmente faremo il punto su quello che è capitato a Volterra. Quindi il crollo di una porzione di mura peraltro dieci anni dopo un episodio analogo nel duemila quattordici quindi cercheremo di capire cosa sta accadendo in una delle perle, dei gioielli, no?

Della della Toscana e dubbiamente Volterra città estremamente affascinante un po’ fuori dalla diciamo dalle grandi traiettorie però veramente splendida e con un patrimonio archeologico di di sedimentato nei secoli dall’età romana e prima ancora da da insediamenti neolitici fino ai nostri giorni per cui immaginate quanto sia delicato, no? Tenere tutto EEE riuscire peraltro I crolli poi si sommano dalle nuove scoperte sapete relativamente proprio agli insediamenti romani quindi da una parte c’è da ehm riportare alla luce tante cose, dall’altra c’è da conservare quella quella quantità enorme di di beni archeologici che che che ci sono e che è fondamentale manute nere, quindi ne parleremo con il sindaco di Volterra Giacomo Santi, la pagina politica naturalmente come sempre molto guarnita in in questi giorni siamo davvero a rush finale manca più o meno un mese alla alla tornata elettorale amministrative europee quindi sentiremo di quello che accade a Scandicci con l’accordo tra il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle mentre ancora si attende quello che potrà capitare a Firenze e oramai siamo agli sgoccioli perché come sapete entro lotto le liste devono essere consegnate, controfirmate, bollinate, pena, l’esclusione dalla tornata elettorale e parleremo anche poi del resoconto e la sanità fatta dal partito democratico regionale e del referendum sul Job Act perché mentre Nardella ci sta pensando a firmarlo così come già fatto per come sapete il referendum della CGL per l’abrogazione del Jobs Act voluto da Renzi quando era la segretaria del Partito Democratico, l’attuale segretaria del PD ha detto che lo firmerà il sindaco Nardella candidata alle Europee per il Partito Democratico ha detto che ci sta pensando e ha fatto un appello a non dividersi mentre certamente lo firmerà l’assessore al lavoro del reggione toscana Alessandro Ardini arrivata poco fa la nota che conferma questo.

I numeri alla tramvia sono davvero straordinari per quanto riguarda Firenze, primo trimestre duemilaventiquattro, un aumento del venti per cento rispetto al duemilaventitre, parleremo di sicurezza nelle aziende ai noi In un giorno estremamente triste per quello che riguarda la sicurezza ancora una volta ben cinque morti sul lavoro e questo a meno di due mesi dai cinque morti sul lavoro a Firenze e dal dal migliaio di morti che che ci sono sempre ogni anno in in Italia come sappiamo il tema della sicurezza quanto mai delicato è stato presentato un progetto dei dei bandi per la sicurezza nelle imprese sentiremo l’intervista al presidente della Camera di Comercio Leonardo Basilichi invasioni poi state sentendo no? La grande serata il grande pomeriggio giovedì siamo media partner davvero con tante cose intorno al tema della guerra e ehm in con comitanza ed anche in alleanza ideologica potremmo dire in continuità ideologica con più che contiguità con la mostra di di Kiefer al al al Palazzo Strozzi e poi insomma altre cose. La storia iniziale, la storia iniziale la dedichiamo a una vicenda un po’ particolare ehm che riguarda l’università e gli studenti gli esami il benessere psicologico ma la racconteremo

Speaker 0: tra pochissimo insieme con Andrea Montigiani Tiff Nel verano, come una patata Non vedi che è un patato In cui si trova Un colore blu Si trova In cui si trova Un colore blu Si trova In cui si trova Un colore blu Si trova In cui si trova Un colore blu Si trova On the ground like a wild potato Don’t go on the patio Beware of the pool Blue bottomless pool It leads you straight right through the gate that opens on the pool

Speaker 3: You’re living in your

Speaker 0: own planet, Idaho You’re living in your own planet, Idaho e quindi

Speaker 2: e allora la storia sta più o meno così sapete perché parliamo spesso il tema del benessere psicologico è un tema molto sentito soprattutto dopo il covid comunque c’è una maggiore attenzione su questa tematica in generale poi dopo il covid visto che insomma le patologie tutte le le le analisi tutte le indagini che ci dicono e sono aumentate soprattutto in ambito giovanile allora c’è una c’è una grande attenzione così anche in ambito universitario no? Sono stati lanciati dei progetti per il benessere psicologico degli studenti questo da una parte dall’altra però c’è il tema che magari vengono come dire non non non ci sono proprio le condizioni ideali

Speaker 0: a livello di studio

Speaker 2: per determinare questo benessere psicologico questa cosa qui fa un po’ a cortocircuito e questo cortocircuito oggi l’hanno portato in piazza insieme con il proprio malessere gli studenti e una parte degli studenti dell’Università di Firenze una manifestazione proprio sul tema del benessere psicologico legato agli appelli la seguita per noi la manifestazione Andrea Montigiani di TIF.

Speaker 4: Ciao Andrea buon

Speaker 2: appomeriggio, buona serata. Ciao Domenico,

Speaker 4: buonasera a te. Che ci dicono questi ragazzi? Sì c’è stato un sitino, una protesta alla manifestazione dalle dodici alle quattordici al polo di scienze politiche

Speaker 5: a Novoli che in realtà coinvolgeva

Speaker 4: in questo caso il Polo, ma era per la rivolta a tutti gli studenti dell’Università di Firenze perché a settembre il Consiglio dei corso di scelte politiche di Firenze ha deciso di ridurre da otto a sei gli appelli annuali per gli studenti e da tempo si parla di cambiare I metodi didattici cercando di rinnovarli e quindi gli studenti si lamentano proprio del fatto che invece di rinnovare con metodi studi co-innovativi c’è stata questa decisione che per loro a cui loro non sono assolutamente d’accordo e per questo protestano in una manifestazione organizzata congiuntamente dalle associazioni UDU, Unione degli Studenti e degli universitari di Firenze, il coordinamento di studenti di sinistra e associazione CSX, contropunto questa decisione che si unisce in maniera più ampia a un discorso legato come dicevi anche te prima al benessere psicologico, della salute mentale, perché? Perché questo poi porta inevitabilmente a maggiore stress, vissuto da studenti con maggiore stress, appunto visti anche I dati in aumento degli ultimi anni di studenti che purtroppo perdono la vita o appunto storgono la vita per ansia e tres correlata allo studio non solo. Per questo appunto ho raccolto le loro voci

Speaker 2: oggi appunto al polo di di Novole. Le ascoltiamo, le ascoltiamo.

Speaker 4: Grazie Andrea, buonasera

Speaker 6: e buon lavoro a te. Grazie a voi. Quest’anno il Consiglio di Corso di Scienze Politiche del ristruttore di Firenze ha deciso di ridurre gli appelli attuali

Speaker 0: da otto a sei.

Speaker 6: La decisione è stata presa nel primo Consiglio di Corso tenutosi a settembre con il cambio dei nuovi rappresentanti. È stato fin da chiaro subito la comunità studentesca dei rappresentanti che fosse già una decisione presa e che la discussione che si era fatta durante il consiglio fosse solo unicamente una formalità. Da anni si parla qui di rinnovare I metodi didattici, di farla di forma didattica. L’unica cosa che I professori sono riusciti a fare concretamente è stata quella di rudurre gli aperli. 500 studenti si sono opposti a questa manovra e quando l’abbiamo presentata all’interno del Consiglio di Scuola I professori l’hanno quasi demigrata mettendo in uscita.

A testimonia del fatto che il ruolo degli studenti all’interno dei processi decisionali vale poco se non 0. Non tengono in conto nessun tipo di variabili inerenti alla salute mentale. Vogliono organizzare il nostro tempo rispetto a come dobbiamo studiare, non tenendo conto di tantissime altre cose che potrebbero essere cambiate. In Un’Italia, che sempre più studenti si suicidano per un’università, il nostro consiglio di corse invece di parlare di sanute mentale parla di produttività.

Speaker 7: Gli appelli in verità riguardano l’ambito del benessere psicologico in senso ampio sia per chi è lavoratore, chi è fuori sede, chi è il rischio di andare fuori corso. Io per esempio parlo per persone che sono neurodivergenti e che hanno difficoltà a preparare più esami nella stessa appello, a poter dare gli esami nello stesso appello, due esami a distanza di due giorni, tre esami a distanza di due giorni. A quanto abbiamo capito è per ricercare una sorta di eccellenza del Dipartimento che può richiedere più fondi al Ministero, però appunto noi pensiamo che l’eccellenza e la migliorazia per cui funziona questo sistema di fondi, non valga la pena di mettere noi in condizioni di dovertare meno esami, anche perché non c’è nessuna correlazione tra il fatto che meno esami portino più produttività, se questo deve essere il tema centrale. Per esempio l’economia è già stato fatto e anche lì non c’è stato modo di fermare questa diminuzione degli appelli. L’altra scuola che potrebbe risentire, ne quannovoli, è Giudisprudenza.

Speaker 8: È sicuramente un percorso che non parte oggi, non finirà oggi. Finirà, noi ci auspichiamo nel momento in cui poi ci sarà una risposta da parte del corpo docenti. In realtà questa misura parte come un provvedimento sperimentale di qualche anno fa che si è prolungato nel tempo anche per via del fatto che c’era il Covid e quindi togliere appelli in periodo Covid sembrava un volertiale, una mazzata ulteriore su una situazione che già non era rosea. Fatto sta però che ora formalmente il Covid è finito. Nella realtà no, perché le persone che oggi sono al terzo anno come me ma anche al secondo noi abbiamo cominciato a fare l’università col covid con tutte le restrizioni, io mi ricordo al primo anno e parte del secondo io mi dovevo comunque ancora registrare, ma al di là del covid arrivare ad avere sei appelli è veramente veramente poco, anche I professori che poi non sono diciamo all’interno di quel nucleo di persone che fa parte degli organi decisionali ma ci sono comunque I professori che invece sono contro questo provvedimento e che ritengono che comunque la possibilità di avere degli appelli sia un’opportunità enorme anche perché scienze politiche nasce come una facoltà quadriennale.

Poi pochi anni fa è stato con un decreto diminuito il numero di semestre disponibili per conseguire il testoreo di studio, ma gli esami sono rimasti sempre quelli. Noi ci ritroviamo ad avere un carico palmabile teoricamente su quattro anni, restritto su tre per un decreto ministeriale a cui non ha poi seguito un adattamento della quantità dello studio, della quantità anche di materiale che

Speaker 9: ci viene dato. Pensare che ridurre due appelli nel corso dell’anno porti a una maggiore laureabilità, perché alla fine quello è un’ottica del profitto, è un’idea che devi essere produttivo negli esami e produrre risultati, produrre CFU. L’università non è anche questo, è anche socialità, è anche un ambiente in cui tu vivi per diversi anni e la sua salute mentale è importante al suo interno. È sicuramente una cosa che vogliono estendere al di là di scienze politiche, quindi servizio sociale che è proprio sotto la stessa scuola di scienze politiche e poi magari ad altre scuole affine, quindi sempre nell’area delle scienze sociali e poi potrebbe tranquillamente arrivare anche a dove studio io, a medicina o in altri corsi di laurea. Dal momento che post pandemia abbiamo sentito sempre più casi di sofferenza psicologica in università che sempre più spesso portano a episodi dramatici davvero davvero molto gravi e secondo me ogni possibilità di ridurre il numero di quegli avvenimenti andrebbe

Speaker 2: colta è veramente importante. Già è già già ben essere psicologico indubbiamente ehm ma quando facevano università era un problema che non si ponevano diciamo oggi c’è giustamente una maggiore attenzione anche perché prima diciamoci la verità I tempi erano più rilassati potevi anche oggi è è diventata molto simile al dicevole università per cui devi stare lì I crediti debiti io dico sempre in queste condizioni non mi sarei laureato praticamente quindi certo star dietro al benessere psicologico è importante giustamente Andrea ricordava anche I casi di di di ragazzi che si sono tolti la vita per l’eccessivo stress dovuto allo studio, alla necessità di avere delle performance sempre più in tempi sempre più stretti eccetera eccetera. Tempi stretti per Milano gli diamo la linea, Gerry Network e poi torniamo

Speaker 0: insieme con le altre notizie. Sottotitoli e revisione a cura di QTSS e tre.

Speaker 10: Buonasera alle notizie delle diciotto e trenta un’altra strage di operai a Casteldaccia nel Palermitano cinque lavoratori sono morti nei cunicoli della Rete Fognaria soffocati dal gas. Un altro operaio gravissimo. Quattro vittime erano dipendenti di una ditta esterna che faceva la manutenzione per conto dell’AMA, per la municipalizzata dell’acqua. La Quinta era un lavoratore interinale. Se fossero state prese tutte le precauzioni non sarebbe successo dicono I vigili del fuoco.

Domani sciopero della CGL a Palermo. A Rafa e Migliaia stanno lasciando la parte est della città dopo l’ordine di evacuazione arrivato dall’esercito israeliano. I militari dicono che le persone saranno indirizzate verso Tendopoli in altre località di Gaza ma l’annunciato attacco di terra continua a far temere una catastrofe ancora maggiore di quella di questi mesi. Ieri sera il gabinetto di guerra di Netania ha approvato l’offensiva che dovrebbe iniziare entro pochi giorni. In Russia Putin ha ordinato esercitazioni nucleari che coinvolgono truppe vicine al confine ucraino.

A Parigi oggi incontro tra il presidente francese Macron, quello cinese Xi Jinping e quella della Commissione Europea Fonderlion che ha chiesto a Pechino di premere su Mosca per ridurre la minaccia atomica avvarese un uomo ha coltellato l’ex compagna e ucciso il padre della donna intervenuto per difenderla. L’assassino era già a processo per stalking aveva il divieto di avvicinarsi a lei che in condizioni gravi come un’altra donna che ha sasso ferrato nelle marche è stata accoltellata dal marito da cui si sta separando alla RAI TG uno e TG due sono andati in onda anche se in forma ridotta e nonostante lo sciopero di Oggi al centro dell’attenzione e I condizionamenti della destra di governo col nuovo sindacato Unirai che ha boicottato la mobilitazione proclamata da quello storico dei giornalisti della TV pubblica Lusigrai. Con la giornale

Speaker 0: radio ci risentiamo alle alle diciannove trenta. Buon ascolto

Speaker 2: popolare

Speaker 0: network

Speaker 2: allora torniamo in diretta dall’acquario contro radio. C’è stato un soprallogo dei geologi questa mattina è il punto dove ieri a Volterra è corrollato una porzione della cinta murale medievale prendo una frattura di una ventina di metri e ferendoli ovviamente un’anziana colpita da una pietra di rimbalso. L’analisi dei professionisti servirà a fare il punto alla situazione a individuare la migliore strategia per la messa in sicurezza al sito intanto Volterra è riuscita comunque a salvare il passaggio alla Carovana e il Giro d’Italia previsto nella giornata e giovedì per la sesta tappa che da Torre dell’Ago raggiunge Rapolano Terme. Buonasera e grazie al sindaco

Speaker 5: di Volterra Giacomossanti. Grazie di

Speaker 2: essere con noi. Grazie per l’attenzione. Qual è la qual è la situazione? Innanzitutto abbiamo letto insomma

Speaker 5: di questo sopralluogo, delle analisi. Sì, stavani sono intenzionati geologi per fare una prima valutazione del crollo ehm si conferma l’ipotesi che si faceva ieri che non ci sono stati rettamenti di acqua o accumuli di acqua che hanno fatto poi collassare questa porzione di muro e quindi l’ipotesi da fare ancora sono altre e verranno fatte poi con l’analisi che appunto I Giollini ci stanno facendo. Dopo questo verrà rimosso la parte ancora pericolante del muro e della terra di riporto e successivamente una rete in protezione per poi andare a rimuovere

Speaker 0: ehm le

Speaker 2: macerie che sono ancora adagiate sulla strada principale. Certo, fortuna insomma che che abbiamo solo una ferita lieve ma ehm chi in che relazione è questo

Speaker 5: questo evento con quello di dieci anni fa, 2014. Allora il tanto è sulla stessa cinta muraria tre quattrocento metri dall’altro crollo del crollo del duemila quattordici due crolli confreddamenti diversi tra sé perché l’altro è scivolato il muro alla base in questo caso è proprio

Speaker 2: ribaltato dalla dalla cima della parte più alta. Quindi si tratta di due situazioni diverse però il tema è sempre quello no? Voi peraltro ehm penso a insomma Volterra è una città molto bella però anche piccola no? Tendenzialmente rispetto alla alla quantità enorme di beni storici monumentali che detiene voi vi trovate a dover manutenere ehm diciamo dei manufatti millenari che hanno bisogno o secolari che hanno bisogno di di di grande attenzione anche perché sono come dire ehm economicamente portano portano benefici no? Sono sono quelle cose che

Speaker 5: attirano poi I turisti e e questo non è facile. No, è difficilissimo. Io dico sempre ormai vado in scadenza, sono cinque anni che sono sindaco, credo che un valore culturale pro

Speaker 0: capitoli che ha ogni cittadino di Volterra forse non è uguale

Speaker 5: in Italia. Questo è molto difficile perché le risorse di un comune sono mantificabili al numero dei residenti per cui c’è bisogno e l’attenzione di tutti gli enti sono ordinati dalla regione, al Ministro della cultura, al governo perché anche queste facilità delle piccole città in qualche maniera sono guardate per il bene di tutti perché le mura sono medievali quindi sono un

Speaker 2: patrimonio dello stato non sono del comune di Volterra. Ovviamente faccio un riferimento proprio a quello che lei diceva, cioè che comune piccolo, risorse non dico e sigue ma certamente non all’altezza di altre città e patrimonio sterminato. Peraltro un patrimonio si allarga, no? Perché sul fronte poi archeologico, soprattutto età romana vengono fuori cose straordinarie. Questo da una parte è ottimo, dall’altro significa che no, ci sarà ancora più bisogno

Speaker 5: di fondi per per riuscire a

Speaker 2: mantenerle. Ecco, così riferisce

Speaker 5: volmente all’affiliato assolutamente sì. Nel duemila sedici e in quel caso il ministro Franceschini intervenne e ha fatto avere alla sua intendenta, non dev’essere condivoltura il fondo necessario per portare alla luce tutto lo scavo. Credo anche in questo caso serve un intervento perché il danno è probabilmente di qualche milione di appunto o ministero Resolvento Scala sono tutti gli enti che possono darci un

Speaker 2: contenuto per rimarginare questa ulteriore ferita. Sindaco grazie

Speaker 5: ad essere stato con noi. Buona serata e buon lavoro. Grazie a voi, grazie

Speaker 1: davvero, le vedremo ci contro radio Newsline sera

Speaker 0: la

Speaker 2: cronaca, ancora la la cronaca, naturalmente poi il tema di Volterra è un tema che è diventato anche politico perché c’è la la la senatrice Toscana Ilea Zambito prima firmatario in interno di richiesta di intervento al governo sulla questione di Volterra appunto proprio per quello che ci diceva il sindaco è intervenuto anche Maini della Lega e chiede dichiarire le cause del crollo e la città etrusca Un giorno a difendere dice la cronaca perché è sceso questa mattina dalla gru del di un palazzo in costruzione accanto al palazzo di Giustizia di Firenze al quarto giorno di protesta Leonardo Moretti sessantunenne residente in Umbria che ha protestato da venerdì mattina contro I ritardi di una vicenda giudiziaria che lo vede coinvolta a sodire a circa trenta anni. L’uomo anche al sostituto procuratore che Simon Boris che due giorni fa l’ha raggiunto sul tetto per parlargli. Avrebbe affermato di aver subito un ingiusto trattamento dalla magistratura in relazione alla condanna da lui subito a cinque anni diventata definitiva proprio nei giorni scorsi. Già due anni fa sempre per protestare contro la condotta e alcuni magistrati in particolare Moretti si era messo con una tenda davanti al Palazzo di Giustizia di Firenze l’uomo è sceso a terra verso le undici con l’assistenza dei vigili del fuoco.

La Tramvia c’è boom di passeggeri nei primi tre mesi del duemila ventiquattro sulle due linee attualmente attive sono trasportate infatti nove milioni di utenti contro I sette milioni e mezzo dei primi tre mesi al duemilaventitre. Siamo di fronte ad un con incremento del venti per cento che ha riportato gli utenti della tramvia ai livelli pre-pandemia del miladiciannove. Notizia senz’altro positiva che però è amminato al fatto che la metà dei biglietti sono dei turisti e quindi si ripropone il tema del potenziamento del servizio soprattutto ma non solo nei giorni festivi ad esempio quando il Capolini e Villa Costanza è letteralmente presso d’assalto ma è un tema insomma di grande attualità In questa mattina abbiamo parlato con la assessorana mobilità del

Speaker 11: comune di Firenze Giorgetti in consueto collegamento del lunedì. Insia’ altro sì è un argomento che avevamo già affrontato e quindi ne ne stiamo parlando anch’io sto parlando con gli uffici per vedere appunto di intensificare le corse nei festivi perché diventa importante dare anche questa risposta perché chiaramente questo grande afflusso in qualche modo richiede ci sia un ulteriore inclemento del servizio. Fra l’altro l’aspetto che ci siano I turisti che arrivano in trambianza e che arrivarono I bus in città, insomma per noi è quello che abbiamo sempre chiesto di fare perché I bus in città in qualche modo creano tutta una serie di problematiche, anche sempre per il carico e poi per la riflessa dei turisti. Quindi se arrivando a Villa Costanza noi lo preferiamo da questo punto di vista come anche se arrivano da Guidoni, perché anche a Guidoni sono a ripetere c’è la possibilità dell’intescambio dei bus turistici con la Tramvia e poi lo faremo anche con la nuova Tramvia su sull’uscita di Firenze Sud quando sarà pronto a quella arrivata a Bagnaripoli. Quindi queste grosse opportunità di arrivare in città con I mezzi pubblici e arrivare con con I bus.

È questo quindi senz’altro con gesto parleremo anche di questo di questo argomento

Speaker 2: l’avamo già messo all’ordine del giorno. La pagina politica, una sanità in regola con I conti di grande qualità messa in sicurezza dalle scelte del governo toscano e questo entra in sintesi il bilancio che il PD regionale ha presentato in merito al sistema sanitario in nostro territorio per questi primi mesi dell’anno grazie all’addizionale IRPF e fondi del PNRR e altre risorse dice il PD si è passati alle parole ai fatti migliorando l’istratte percorsi alla salute mentale, prevenzione oncologica, incentivando la presenza dei medici nelle aree più disagiate e per altri presidi sanitari e molto altro ma sentiamo I dettagli dall’assessore regionale a sanità Simone Bezzini e dal consigliere, dal capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale Vincenzo

Speaker 12: Ceccarelli intervistati a Sandra Salvatto. Il Partito Democratico nei mesi scorsi ha fatto una scelta importantissimo, una scelta non semplice dando priorità assoluta alla tutela, alla promozione del diritto alla salute nella nostra regione e alla difesa della sanità pubblica nella nostra regione, facendo una scelta impegnativa, complessa, perché questo ha comportato una manovra di bilancio che ha mobilitato risorse importanti insomma per sostenere il sistema sanitario della nostra regione ma io credo che questa scelta certo complessa insomma sia stata una scelta assolutamente giusta questo sistema costa di più di quanto lo stato ci trasferisce c’è un delta che si deve coprire e le scelte che ha fatto la regione Toscana su input forte del Partito Democraio sono state quelle di reperire le risorse per coprire questo delta e per evitare

Speaker 13: tagli indiscriminati ai servizi nella nostra regione. I conti della sanità toscana tengono come ha certificato il ma anche la qualità della sanità toscana tiene facendo la scelta di reperire alcune risorse attraverso il ritocco dell’IRPEF non soltanto abbiamo potuto mantenere tutti I servizi extra lea che molti cittadini toscani pensano siano acquisiti ma che in realtà in altre regioni non hanno. Mi riferisco per esempio allo screening e neonatale, mi riferisco alla codice rosa, mi riferisco alla sanità gratuita per I disoccupati sotto diciotto mila euro

Speaker 2: di se e

Speaker 13: tanti altri servizi. Oltre al mantenimento di tutti questi sono in corso anche dei miglioramenti. Ad esempio l’aumento degli spettori per I controlli nei cantieri proprio per garantire una maggiore sicurezza

Speaker 2: nei luoghi di lavoro la ed è stato presentato questa mattina l’accordo tra la coalizione di centrosinistra movimento Cinque

Speaker 6: Stelle a

Speaker 2: sostegno di Claudia Serenia Scandicci per l’elezione amministrativa e otto nove giugno la coalizione che sostiene Claudia Sereni si allarga dunque e prevede adesso oltre al PD, verdisinitiazioni anche il Partito di Conte. Stiamo su questo Lorenzo Vignozzi, referente

Speaker 14: per Scandicci capolista Movimento Cinque Stelle. Sicuramente abbiamo scelto di fare questo accordo perché c’è stata un’apertura del Partito Democratico Scandicese verso quelle che sono I temi che arei al Movimento Cinque Stelle. Poi vedendo anche un po’ l’ottia di convergenza nazionale comunque all’opposizione insieme che ci vede contro questa destra dalle derive comunque preoccupanti diciamo

Speaker 1: aiuta rispetto a quelli che erano I fasti del passato.

Speaker 14: Quindi voi correrete insieme a Claudia Sedeni? Noi correremo sì insieme a Claudia Sedeni e devo dire che è un veramente un’ottima persona perché abbiamo trovato veramente ascolto e è stato veramente un percorso comunque con diviso e abbiamo scambiato temi, idee, progetti quindi diciamo dal nostro punto di vista rispetto che viene da dire alla vecchia versione del Partito Democratico quello che si presenta alle elezioni del duemilaventiquattro di per noi è tutta un’altra cosa e quindi ci

Speaker 2: ha permesso questo percorso di avvicinamento c’è intanto la questione per quanto riguarda il partito democratico del o meglio del referendum promosso dalla CGL che sta creando discussione interno in Partito Democratico come sapete la segretaria Ellie Schlein ha detto che firmerà per il referendum. Ricorderete è una legge voluta a Partito Democratico quando Renzi era segretario del del PD su questo il sindaco di Firenze da Leonardo Intervenendo oggi alle di radio candidato per altre alle europee ha detto se firmerò il referendum in CGL contro il come la segretaria e il PD Schlain ci sto pensando Schlain ha lasciato libertà di decidere agli iscritti, per noi la priorità ora è lavorare su Europa e battersi per campagne come quello è il salario minimo, questo. Quanto ha detto Nardini e poi ha ospicato che non ci siano delle divisioni laceranti sul tema. Sicuramente invece lo firmerà l’assessore regionale lavoro, la formazione professionale regione toscana, Alessandro Nardini, il PD, lo ha reso noto, ha detto Nardini firmerò il referendum promossi alla CGL in piena coerenza, un collega in questi anni ho sempre sostenuto anche quando era scomodo

Speaker 0: nel PD. Eravamo veramente in pochi

Speaker 2: a farlo. Internet al massimo. Mo Max nasce in Toscana

Speaker 3: per fornire internet veloce su tutto il territorio. Con la fibra ostica di ultima generazione ed una speciale rete wireless. Momax è l’operatore che stavi aspettando.

Speaker 2: Scopri se la tua zona è coperta da Momax. Comunica e condividi senza limiti. Clicca su Momax punto

Speaker 1: it e naviga al massimo. Vita, morte e miracoli. La stagione due mila ventitre e due mila ventiquattro del Teatro Metastasio di Prato. Il riformatore del mondo di Thomas Bernard regia di Leonardo Capuano. Il scena uno dei capolavori dell’autore austriaco che con il suo stile inconfondibile ha dato vita a personaggi estremi, spesso artisti e intellettuali

Speaker 3: misantropi dal sette al dodici maggio al Teatro Fabricone. Corri per Michela settima edizione. Domenica dodici maggio Corri con noi contro la violenza alle donne. Partenza alle nove e trenta dal giardino Michela Noli in via Torcicò da Firenze. Info su Corripermichela punto it.

Il ricavato delle iscrizioni sarà interamente devoluto al centro antiviolenza Artemisia con

Speaker 0: il contributo di Toscana Aeroporti e no no no no no no no no e

Speaker 2: C’è stato uno smottamento con conseguente sversamento di liquami all’apparenza fango e acqua all’interno dell’ex discarica a cava fornace con interessamente la viabilità e relimitrofe è stata avvisata l’Arpat regione Toscana centro situazioni della provincia di Lucca sul posto polizia municipale vigile il fuoco lo ha riferito questa mattina in comuni di Pietrasanta dove sindaco Alberto Stefano Giovannetti ha disposto l’apertura del centro operativo comunale di protezione civile peraltro l’Arpat ha spiegato poi in un comunicato con l’emergenza riconducibile ad un evento franoso venuto all’interno appunto la discarica gestita dalla dita programma ambiente APOAN SPA localizzata tra I comuni di Montignoso e Pietrasanta lungo la via Aurelia a seguito il cedimento strutturale di una parete conseguente fuoriuscita di presunto percolato. Arpat poi ehm insomma nella nota medesima dice che è intervenuta tempestimamente sul posto per acquisire informazioni sull’accaduto e campionamento delle acque fuoriuscite che sono state inviate a laboratori per le verifiche analitiche durante il sopralluogo è stato verificato che il crollo e la conseguente fuoriuscita delle acque hanno riguardato la parte della discarica posta sud est e attualmente non coltivata le acque e dalle uscite dall’ingresso e l’impianto hanno raggiunto la strada stataleaurelia che è rimasta transitabile il canale è descente alla strada e confluisce nella Fossa Fiorentina lavori di contenimento sono stati avviati per evitare che il liquido in uscita continui a finire sulla strada.

Presentazione oggi alla camera di commercio del bando Isi Ina il duemila ventitre per le imprese che investono in sicurezza con focus sugli interventi per l’abbonifico, lo smaltimento e l’amianto, ne abbiamo parlato con il

Speaker 0: presidente della

Speaker 15: camera di commercio di Firenze Leonardo Basilichi. Ma allora è un bando che ehm di quarantanove milioni di euro per la Toscana che viene messo dall’E-mail per 5 capitoli diversi in ambito della sicurezza, quindi si paga ai progetti per la riduzione dell’importionistica alla bonifica di materiali contenuti a me al tuffe. Per nascere sul sito nostro della canale di commercio sull’inelto trovate in dettaglio ehm è a fondo perduto serve ovviamente per supportare le imprese nella ridizione dei schieri

Speaker 2: peraltro tema di grandissima attualità visto anche quello è successo oggi senza ricordare quello che è successo a Firenze e mia marito ma al di là di casi eclatanti la sicurezza è qualcosa che

Speaker 15: si costruisce giorno dopo giorno, no? Cinquecentomila più o meno sono inizialmente gli importuni riconoscuti per l’ufficializzato in Italia ogni anno e al

Speaker 0: numero enorme

Speaker 2: ehm quindi che dire se questa non è la felità le imprese come rispondono dal punto di vista diciamo della della richiesta di di sicurezza per quello che è il suo osservatorio cioè sono hanno una

Speaker 15: come dire una sensibilità sul tema? Preve hanno l’impegno imprendicolante di persone. A molte volte sono prime anche loro a essere convolti perché vediamo in piccoli in prigia autonomi o l’utente di agricola e professori imprendicoli che rimangono purtroppo realmente infortunati, se non peggio hanno tutti loro interessi a salvare le loro persone, voglio dire io trovo una grandissima sensibilità di non prendere un penditore inizialmente, è che non è mai facile scoprire tutte le esigenze o tutti I casi che poi si vengono a creare perché ogni volta che se ne vede uno guardiamo qual è la notte stamattina, uno si domanda come sia possibile che qualcuno rimanga soffocato da qualche parte, non ci siano delle maschere però magari superficiale però presuppongo che qualcuno avrà fatto il possibile perché queste cose dovessero accadere e accadutano in previsto. Quindi io la sensibilità cultura e l’intenzione immediatamente che si sta sempre più a che si sta sempre più diffondendo sempre più a supporto di tutte

Speaker 0: le persone. I

Speaker 2: percchiamo. Noi siamo I pregno, noi siamo persone. Speciale invasioni oggi su Contrare WIU TV in studio Presidente Riccardo Encini e direttore Michele Rossi del gabinetto VSE giovedì, giovedì nove maggio dalle diciassette e ventitre il VSE di Firenze in occasione della mostra di Palazzo Strozzi Ansel Kiefer, Angeli Caduti organizza una giornata di eventi dal titolo Invasioni, incontri, talk, letture, performance, spettacoli musicali e teatrali sulla guerra, uno dei temi che Kiefer esplora come sappiamo nella sua arte, le guerre di oggi, quelle di ieri che invitano a riflessione sul nostro presente. Invasioni sarà un sei ore non stop tra il VSE e il cortile di Palazzo Strozzi con Patrick Zaki, padre Bernardo, Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli, Fulvio Cadotaruccio, Peppe Voltarelli, Giorgio Vastraterno, Ugo Nespolo, molti altri. Diretta su Controldio che Media Partene dell’evento a partire dalle venti.

Siamo in estratto di Rossi

Speaker 16: e Nencini al microfone Raffaele Palumbo e Chiara Brilli. E il gabinetto Vesse nasce come luogo di dibattito, di discussione, scambio di idee proprio nell’ottocento e che questo si poteva un po’ ricoprare la funzione originaria perché sì

Speaker 0: è vero è un archivo contemporaneo conosciuto

Speaker 16: tutto il mondo, che mi ha detto che è un luogo in cui si può confrontare. Questo era il senso della nostra iniziativa, dibattere che cos’è la guerra oggi, non necessariamente pacifisti, proprio dibattere come sta cambiando il mondo, cosa sta accadendo nel mondo contemporaneo, era questo un po’ nata così, ovviamente tutto collegando alla mostra di Kiefer che è in corso alla fondazione Strozzi.

Speaker 17: E’ la festa dell’Europa, si riallaccia all’armistizio firmato a Reims, mi pare il giorno prima fosse l’8 maggio che pone fine alla guerra più drammatica nella storia dell’umanità, perché I morti, la lunghezza di quella guerra che si collegava fra l’altro alla prima grande guerra, ormai gli storici sostengono giustamente che c’è una continuità fra la prima e la seconda quello che c’è nel mezzo quei vent’anni è una parentesi in attesa di la raccontiamo come diceva Michele alla rovescia perché ne parliamo il nove maggio ma il ventisinque aprile abbiamo celebrato la liberazione dell’Italia, cioè la guerra di liberazione e che vuol dire che la guerra si va bandita ma ci sono delle guerre contro l’oppressione in questo caso contro il nazifascismo che quando

Speaker 2: si combattono si combattono giustamente. Al via la campagna informativa per sensibilizzare I cittadini sulla corretta raccolta differenziata dei cartoni per bevande e alimenti che in Toscana si raccolgano con la plastica grazie a un sistema di riciclo che è tra più avanzati in Italia. La campagna appunto raggiunge un incremento di venticinque per cento nella raccolta di questi imballaggi sul territorio. Sentiamo Alessia Scappini, ha messo e delegato l’impianto Revett

Speaker 18: di Ponte d’Era intervistata da Viola Giacalone.

Speaker 0: E’ una campagna intanto che ci rende molto fieri

Speaker 18: perché la Toscana ha accolto da tanti anni ormai un sistema che è in grado di riciclare e selezionare quindi efficacemente I cartoni per liquide insieme agli altri contenitori per liquide o contenitori alimentari. Quindi estendere in tutto il territorio toscano una campagna che oggi dà vita a incentivare nuovamente questo tipo di raccorta ci fa essere confidenti di ottenere risultati molto importanti a fronte del fatto che è appunto implementata un sistema di una filiera corta toscana che vede in revet proprio il soggetto che va a selezionare e quindi rende disponibile per il riciclo tutti I contenitori di imballaggi, quindi non soltanto quelli in tetra, ma anche quelli in plastica, in alluminio, in banda stagnata, in modo da poterli mandare in Luhkart, che è la canziera toscana, che va a recuperare proprio la parte del Tetra Pak. Quindi un modello che in questi anni ha dimostrato essere molto efficace nella intercettazione di questi tipi di imballaggi perché poi c’è una similitudine rispetto a quegli degli altri contenitori quindi tramite le tecnologie, la selezione ottica è possibile intercettare questi tipi di imballaggi e così appunto poterli ricercare e oggi diciamo possiamo diciamo ridare vita a questo tipo di comunicazione nuova verso l’utente che in buona parte è già molto abituato appunto a mettere insieme agli altri contenitori quindi nel multimateriale questa tipologia di

Speaker 2: imballato mmm diciamo che cinquantasette siamo in conclusione come di consulata e previste del tempo domani sulla Toscana cielo inizialmente nuvoloso o molto nuvoloso con piogge temporali inizialmente sul nord ovest della regione in trasferimento sulle zone interne e poi su quelle sud orientali dal pomeriggio ci sono decise schiarite inizialmente sulla costa centrosententronale poi in estensione a tutto il territorio introssera venti deboli o moderati meridionali ma rimossi temperature minimi in aumento le massime invece in calo grazie a Giustina per l’ottima regia Dopo la sigla ritroverete in conduzione fino al GER popolare network delle diciannove e trenta.

Speaker 0: Una buona serata a tutti voi da

Speaker 5: Domenico Guarino. Ciao ciao. Newsline sera.”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it