search menu
play_arrow

WidgetWeb

News line del 07 Maggio 2024 08:00

regia 07/05/2024


Background
share close


Speaker 0: E non è vero

Speaker 1: la Newsline di Contra Radio l’informazione prima di tutto

Speaker 2: alle otto passate da quattro minuti arriviamo con la news line di martedì sette maggio un buongiorno dalla redazione Chiara Brilli in studio con voi tra poco mi raggiungerà anche Raffaele Palumbo staremo insieme fino alle nove e trenta per notizie approfondimenti cronaca lettura dei giornali principali articoli le testimonianze e le interviste che trovate anche sulla nostro site, grande spazio ai podcast in tempo reale che vi proponiamo anche per poter recuperare e condividere dai nostri canali cross mediali poi appuntamenti con Contro Radio Web TV ma linea all’amma con Valerio Capecchi quest’oggi per un aggiornamento delle previsioni del tempo che preannunciavano questa seppur breve però

Speaker 3: perturbazione sulla Toscana. Buongiorno Capecchi. Sì, buongiorno. Se effettivamente era attesa e si sta confermando la veloci transita di questa perturbazione, ha dato luogo già questa mattina delle piogge sulla costa, zone di Nord-West, province di Massa e Lucca in particolar modo e lentamente e gradualmente andrà a interessare anche le zone più interne nel corso della mattinata e del pomeriggio, anche sulla Pianali Firenze Prato Pistoia. Sono attesi delle piogge localmente qualche temporale nel corso del pomeriggio, a partire dal tardopomeriggio, prime ore della sera, schiarite sulla costa, ultime precipitazioni invece nelle zone dell’interno.

Per quanto riguarda le zone le temperature, questa mattina siamo partiti da circa 11-12 gradi, arriveremo fino a 18-19 gradi in calo rispetto a ieri, sulla costa in temperatura al momento attorno ai 15-16 gradi, le massime non si dovrebbero discostare fino a circa 19-20 gradi. Questa è la giornata di oggi, per domani invece I venti tendono a ruotare da nord spazio per qualche schiarita lungo la costa rimane ancora della nuvolosità in Appennino con qualche debole precipitazione domani temperature in aumento fino a circa venti tre e ventiquattro gradi su valori

Speaker 2: sostanzialmente linea con le medie del periodo Ecco siamo in risalita e ci saranno delle giornate di bel tempo. Cosa ci aspetterà?

Speaker 3: Uno sguardo alla tendenza per questa settimana?

Speaker 0: Ma come tendenza direi che ora a parte forse

Speaker 3: qualche cosa a metà mese però mi sembra di vedere che da qui ai prossimi è passata questa perturbazione, per I prossimi 10-12 giorni non c’è transito di grandi perturbazioni insomma saranno delle giornate sostanzialmente discrete o quanto meno con l’assenza di di pioggia e le temperature sembrano come dicevo prima riportarsi sulle medie del periodo quindi insomma sembra persi un periodo di relativa stabilità quanto meno nelle zone dell’interno forse qualche cosa solamente in appennino però insomma questa è

Speaker 2: la tendenza da qui a metà mese circa. Ecco questo è un bel quadro ampio poi naturalmente dettaglieremo però ci dà un po’ la tendenza per le prossime settimane Grazie a Lama, grazie a Capecchi, Lama che risentiremo naturalmente domattina prima con Jimmy tranquillo e poi in Newsline

Speaker 4: adesso breve pausa pubblicitaria e poi torniamo

Speaker 5: con le notizie. Momax internet al massimo. MoMAX nasce in Toscana

Speaker 4: per fornire internet veloce su tutto il territorio. Con la fibra ostica di ultima generazione ed una speciale rete wireless. MoMAX è l’operatore che stavi aspettando. Scopri

Speaker 5: se la tua zona è coperta da MoMAX.

Speaker 0: Comunica e condividi senza limiti.

Speaker 5: Clicca su momax.it e naviga al massimo.

Speaker 4: Cereali resilienti 3.0, dal semi al piatto. Il progetto PSR Toscana di rete semi rurali. Sabato 11 maggio Dalle 10, presso il Sandwich Bar di Baratti, l’azienda agricola San Agricultura organizza il secondo di 5 momenti di assaggio e valutazioni dei prodotti con degustazioni di pane, pasta e birra ottenuti da frumenti tene, erituri e monococchi provenienti da popolazioni locali. Prima della degustazione, un’introduzione sulle popolazioni evolutive e sulla loro importanza nel futuro che ci attende. Per tutte le info scrivi a info-semirurali.net Sono aperte le iscrizioni ai corsi di istruzione e formazione professionale in partenza a settembre.

Grazie al Fondo Sociale Europeo Plus, la Regione Toscana promuove per corsi triennali gratuiti per giovani con meno di 18 anni. Lezioni in aula, laboratori, stagio in azienda per ottenere una qualifica professionale ed entrare subito nel mondo del lavoro. Grafica, commercio e ristorazione, benessere e molto altro. Scopri di più su Regione punto Toscana punto hit slash formazione. Iniziativa nell’ambito del progetto

Speaker 1: Giovanesi. L’odio il film caldo e novanticinque in bianco e nero di matthieu cassovitz premio migliore gia a canna dall’undici al sedici maggio torna sul grande schermo alla compagnia in versione restaurata in quattro cappa in lingua originale sottotitolato Il film che per primo ha raccontato le baglie parigine tra povertà, pettizzazione e scontri con le forze dell’ordine. Ispirato alla reale uccisione di un ragazzo da parte della polizia parigina l’odio è ancora oggi un film manifesto sul disagio e la violenza nelle

Speaker 6: periferie del mondo. Info Cinema

Speaker 0: la compagnia punto it. Controradio

Speaker 2: Uno sguardo alle principali notizie di oggi sia dei giornali che sul nostro sito e non page su Controradio punto it facciamo il punto sul crollo avvenuto sull’Aurelia tra Pietrasanta e Montignosi e Liquami che si sono sversati sulla Aurelia e nel lago di Piatrasanta il sindaco ora va chiusa il virgolettato non sappiamo ancora perché sia accaduto ma è una visaglia pericolosa detto il sindaco di Pietrasanta Giovannetti a poche ore dallo smottamento di uno degli argini di cava fornace dal conseguente sversamento a punto di liquido sulla cui composizione sono in corso le analisi dell’arpat. Una parte di questo che fuoriusciva dal versante è stata convogliata in fognatura nera si parla di circa venti camion al lavoro al giorno, un’altra parte in una vasca di prima pioggia della stessa discarica e in una porzione ulteriore recuperata da autobotti messe a disposizione. Le amministrazioni comunali come dicevamo sono in attesa dei risultati delle analisi ambientali di Arpat per valutare ogni possibile provvedimento conseguente all’accaduto in questo momento comunque non ci sono fuori uscite all’interno all’esterno della discarica questo ha re noto programma ambiente APU a nella società che gestisce la discarica di Cava Fornace tra Pietra Santa e Montignoso.

Altra notizia di cronaca che ritroviamo sulle prime pagine di oggi ventenne denuncia un coetanio mi ha violentato a casa sua l’apertura della Repubblica la ragazza ha spiegato alla polizia di essere stata aggredita in un appartamento in via Ghibellina, invece per lo stupro nel bagno di un locale in zona Santa Croce l’imputato è stato condannato a quattro anni. Stessa apertura dalla nazione violentata in casa da un ragazzo, la denuncia di una turista messicana, la polizia perlustra un appartamento nella zona di via Ghibellina, ce ne avevamo conosciuti poco prima al virgolettato e per gli abusi nel bagno di un locale un uomo condannato, giovane ventisettenne, condannato a quattro anni, la nazione mh mette straniero condannato a quattro anni, non se ne capisce il motivo stante appunto la stigmatizzazione rispetto all’origine quando un reato è reato a prescindere dall’origine di chi lo compie ribadiamo. Fotonotizia. Franchi altro sta strappo il caso dello stadio ultimatum di commisso. Servono ancora cento milioni in caso di perdite pronti a tutelarci in ogni sede.

Nardella tende la mano. La cifra per finire I lavori sia divisa fra comune e club, dice notizia che ritroviamo anche sul Corriere, Franchi, la minaccia di commisso, il patron della Fiorentina, ai lavori allo stadio per noi un danno ci tuteleremo in ogni sede. L’abbordata del presidente prima di tornare negli Stati Uniti mancano ancora cento milioni, dicevamo, nessun commento dal comune, notizia naturalmente che cercheremo di approfondire nel corso della giornata per I possibili scenari e risvolti di questa annosissima vicenda che riguarda lo stadio Franchi e poi la fotonotizia della frana ehm della discarica nell’ex Caba, Liquami sull’Aurelia e di Taglio Alto sul Corriere Alluvione a sei mesi dalla tragedia, il commissario ancora non c’è, intanto Campi riparte dalla cultura. Oggi vi anticipiamo che ci sarà la presentazione dell’attivazione del progetto di biblioteca diffusa a Campi Visenzio. Ve ne daremo conto e poi di taglio basso il crollo di Volterra fa deviare il giro.

Settimane per ripristinare la strada ehm mesi per le mura la causa non è la pioggia il virgolettato. Notizia che ritroviamo anche sul tirreno di oggi stop monitoraggio perché non c’erano I soldi, mura crollate a Volterra, l’ex sindaco. Chiedemo anche un aderoga al patto di stabilità. Insomma è un caso anche la verifica di quanto accaduto dopo il crollo di una porzione di mura a Volterra domenica scorsa, ieri riunione in prefettura durante la quale si è fatto il punto della situazione anche per il tema della messa in sicurezza del fronte franoso con centinaia di metri cubi di materiali da rimuovere anche d’intesa con la soprintendenza e l’annuncio che dal punto di vista logistico, gestionale viene fatta una deviazione per la sesta tappa del Giro d’Italia che passerà dal centro storico dunque devierà il suo percorso ma su quanto accaduto a Volterra sentiamo lo stesso sindaco

Speaker 7: intervistato da Domenico Guarino Giacomo Santi. Sono che si fa a ieri che non ci sono stati rettamenti di acqua o accumuli di acqua che hanno fatto poi collassare questa porzione di muro e quindi l’ipotesi da fare ancora sono altre e verranno fatte poi con l’analisi che appunto I giocchi si stanno facendo. Dopo questo verrà rimosso la parte ancora pericolante del muro e della terra di riporto e successivamente una rete in protezione per poi andare a rimuovere le macerie che sono ancora allacciate sulla strada principale. La stessa cinta muraria

Speaker 0: è

Speaker 7: a 3-400 metri dall’altro crollo del 2014, due crolli con fedamenti diretti tra sé perché l’altro è scivolato in muro alla base e in questo caso è proprio ribaltato dalla cimata, dalla parte più alta. Io dico sempre, ormai vado in scadenza, sono 5 anni che sono sindaco, credo che un valore culturale pro capita che ha ogni cittadino di Volterra forse non è uguale in Italia. Questo è molto difficile perché le risorse di un comune sono mantificabili al numero dei residenti, per cui c’è bisogno e l’attenzione di tutti gli enti sopravordinati nella regione, al Ministro della Cultura, al governo, perché anche queste facilità di una piccola città devono essere in qualche maniera salvaguardate, per il bene di tutti, perché le mura sono medievali quindi sono un patrimonio dello Stato. In quel caso il Ministro Franceschini intervenne e ha fatto avere alla sua Vintendenta, a nome di Rita Rita, come di Volterra, I fondi necessari per portare alla luce tutto lo scavo. Credo anche in questo caso che erano un intervento, perché il danno è probabilmente di qualche milione di appunto il Ministero della Resoluzione Toscana, sono tutti I vinti che possono dare

Speaker 0: un contenuto per rimarginare questa ulteriore ferita EEEEEEEEE no no no no no no no no no no 4, 4, 9, 10 Baby come on yeah I ca’ e’ vado a capne’ Maybe you can I fai un paio’ stupi ghi’ stupi Hey come on yeah I ca’ e’ vado a capne’ Maybe you can e alle

Speaker 2: otto e diciotto minuti come anticipato e come sollecitato anche dai vostri numerosi messaggi anche in occasione ieri del collegamento approfondimento consueto del lunedì con l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti affrontiamo il tema della mobilità ciclabile perché ci sono davvero delle novità a Firenze che potrebbero potrebbero stimolarne l’uso consapevole anche con incentivi e noi salutiamo l’assessore all’ambiente

Speaker 8: del comune Andrea Giorgio, ben

Speaker 2: trovato, buongiorno? Buongiorno a tutti e a tutti. Si è molto parlato in questi giorni dalla presentazione del progetto Pedala Firenze Ti Premia. Tra poco dal tredici maggio le domande potranno essere inoltrate. Qual è lo spirito di questo percorso che viene sintetizzato in un incipit di un articolo

Speaker 0: di Repubblica

Speaker 8: più pedali e più guadagni è proprio così sì è proprio così e l’obiettivo è quello di accompagnare le persone a cambiare le proprie abitudini anche con dei CCTV economici e riconoscere che chi utilizza la bicicletta in città fa del bene a se stesso perché risparmia e fa bene alla salute, ci mette meno tempo ad andare a scuola al lavoro ma fa bene anche a tutti noi e quindi l’idea di riconoscere a chi sceglie di andare in giro con questo mezzo ecologico un piccolo incentivo è anche un modo per ringraziarli e per spingerli

Speaker 2: a utilizzarla sempre più frequentemente. Quali sono le tappe per

Speaker 0: poter accedere a questa agevolazione,

Speaker 8: a questa possibilità? È molto semplice, dal tredici di maggio sarà possibile scaricare l’applicazione di Pinbike che è il partner in questo progetto e fare la richiesta del kit è un piccolo kit che traccia gli spostamenti che poi potrà essere ritirato presso di urpa del comune. Dopodiché basterà installarlo e a partire dalla giornata mondiale della bicicletta a cominciare a andarci in giro consentirà di accumulare punti ogni mese questi chilometri percorsi si trasformeranno in una credito del comune riferente sul conto corrente è una cosa molto semplice immediata e si va a premiare I percorsi tra casa e lavoro, tra casa, scuola, tra casa e università, ma anche tutti gli altri ovviamente con cifre diverse, percorsi quelli fissi, quelli standard diversi del studio di lavoro sono incentivati

Speaker 2: di più degli altri ma tutti verranno incentivati. Tante le domande che stanno arrivando le passiamo passiamo in rassegna a una una. Allora sono solo è un servizio comunque è un progetto rivolto solo ai

Speaker 8: residenti nel comune di Firenze assessore No non è rivolto solo dei residenti del comune di Firenze ma è rivolto ai residenti dei comuni dell’agglomerato fiorentino e ovviamente si riconoscono soltanto I chilometri percorsi nel comune di Firenze e perché sono fondi legati al miglioramento della qualità dell’area che il ministero diciamo ci permette di utilizzare per spingere

Speaker 2: verso miglioramente la qualità dell’area della città. Allora entriamo sempre più nello specifico di casi che vengono condivisi. Buongiorno, il bonus può essere riconosciuto per chi ha la sede di lavoro nel comune di Firenze Residenza in un comune limitro e raggiunge il luogo di lavoro in bicicletta senza

Speaker 0: intasare via

Speaker 8: pistonese aperta e chiusa parentesi. Sì in questo caso in questo caso sì se si fa parte dei comuni dell’agglomerato fiorentino anche se non si è residenza del comune ma si ha la sede di lavoro la sede di studio si può avere il l’incentivo anche al contrario quindi anche

Speaker 0: se si vive

Speaker 8: a Firenze, si è residente a Firenze e ci si reca per motivi di studio e lavoro fuori. I tratti percorsi in città

Speaker 2: saranno parte del dell’incentivo. Allora mh tornano a chiederci come fare la richiesta perché dicevamo c’è questa app pinbike che io mh tra l’altro assessore facendomi un po’ cavia ma anche lo dico insomma faccio outing anche particolarmente interessate in quanto fruitrice della mobilità ciclabile o scaricato no? E siamo già nel momento in cui uno scarica pinbike arrivi già diciamo al al momento in cui ti viene chiesto di agganciare il sensore ma come funziona? Cioè la richiesta di kit parte

Speaker 8: dall’applicazione dal tredici maggio cosa avverrà in questa app? Dal tredici di maggio la richiesta del kit partirà

Speaker 0: dall’applicazione e

Speaker 8: il kit poi sarà ritirato e quindi sarà fatta una richiesta di poter avere il kit in serendipropidati poi si verrà ricontattati quando sarà accolta la richiesta e si può andare a ritirare il kit presso gli URP dei quartieri che li distribuiranno anche per essere

Speaker 0: più vicini

Speaker 2: alle cittadine e cittadine che ne faranno richiesto. È curioso come lo definiscono anche gli ascoltatori e le ascoltatrici. Bonus, incentivo, poi magari lo categorizziamo meglio ma non ci chiedono risiedo a Firenze al lavoro a Scandicci dunque posso accedere a questo strumento? Mi immagino

Speaker 8: di sì data la spiegazione che ci ha fornito. Sì. Senz’altro residendo a Firenze lavando Scandici si può accedere e possono essere calcolati I chilometri percorsi nel territorio comune di Firenze per avere il l’incentivo. Lo chiamerei incentivo perché è così di fatto è un incentivo a smettere di utilizzare l’auto o altri mezzi inquinanti per spingersi verso le biciclette. Gli studi ci dicono sostanzialmente che una volta che si prova ad usare la bicicletta per un periodo di tempo abbastanza lungo è molto difficile che si torni indietro perché ci si rende conto di quanto sia un mezzo ovviamente nelle giornate in cui è possibile quando non piove un mezzo che è puntuale, facile da parcheggiare, che fa bene alla salute e che ovviamente fa bene anche al portafoglio.

Insomma è un incentivo a provarla e poi I soddisfatti o rimborsati. Tenenzialmente

Speaker 2: le persone poi sono soddisfatte. C’è una siccome la notizia è stata diffusa in questi giorni e ha riscosso evidentemente no? Come notiamo anche oggi molta attenzione c’è chi appunto ha già scaricato l’app come dicevo appunto io stessa la domanda quindi che si stanno ripetendo gli ascoltatori di messaggio e messaggio è ma quindi se ho già l’app se l’ho già scaricata devo aspettare una notifica?

Speaker 9: Cioè a questo

Speaker 2: punto perché magari qualcuno ha già letto il nome dell’app,

Speaker 8: l’ha già scaricata e cosa succederà? Dal tredici

Speaker 2: di maggio sull’app sarà possibile fare richiesta. Ecco quindi diciamo apparirà quello che è il il percorso dal tredici maggio e c’è un numero limitato assessore, non so se

Speaker 8: l’ha già detto ma è c’è un tetto? Si parte con una sperimentazione con duemila ma vedendo poi come evolve sarà

Speaker 0: a

Speaker 8: disposizione la possibilità anche di aumentarli ovviamente fino a l’usurimento delle risorse c’è un milione e duecento mila euro per questi incentivi che sono tanti e alla fine

Speaker 2: della sperimentazione faremo una votazione. Prevedo il tredicimaggio una sorta di click day

Speaker 8: assessore? Non lo

Speaker 2: so lei. Allora. Ci scrivo. Volevo dire che avrà avuto successo. Anche

Speaker 0: per I

Speaker 8: minorenni? Ci chiede Massimiliano. Allora no è dei diciott’anni in su quindi anche per gli studenti delle scuole ma che abbiano compito diciotta anni anche perché poi l’accredito verrà fatto direttamente con il conto corrente. Diciamo che l’idea è di riconoscere questo incentivo a chi può in alternativo utilizzare l’auto e quindi si è scelto di partire dai diciottelli. Anche perché l’età in cui uno può iniziare a usare un mezzo alternativo personale e inquinante invece così lavoriamo anche sulla cultura

Speaker 2: della bicicletta del mezzo ecologico. Ci segnalano che questo strumento sta funzionando già da qualche tempo a Bari per esempio. Ci sono modalità comunque nei contesti europei che vi danno conferma di un riscontro positivo anche dopo che questo percorso di incentivi si è concluso nel senso che le persone rimangono a si avvicinano all’abitudine dell’uso della bici e quindi poi

Speaker 8: la mantengono come abitudine sì è esattamente così L’inizio dell’incentivo è un modo per fare il cambio di modalità per gli spostamenti. Dopodiché una volta che si è attestata la bicicletta generalmente è molto difficile che si torni indietro. Pensiamo che con la bicicletta si ha la certezza di un tempo di spostamento, che la macchina in città non ci garantisce, che quando si arriva non c’è bisogno di parcheggiarla, che è un modo anche per fare sport e che è un modo anche per risparmiare. Ecco tutti questi vantaggi della bicicletta vanno scoperti e vanno scoperti iniziando a utilizzarla. I dati sulle città che hanno fatto dei percorsi del genere ci dicono che è un modo per far iniziare tante persone che poi rimangono con la bicicletta.

A Firenze abbiamo realizzato tante ciclaveri negli ultimi anni abbiamo un’infrastruttura che in questo momento a parte alcuni ripuciture che hanno hanno fatto in una infrastruttura che è strutturata e strutturata abbastanza bene adesso vogliamo provare a spingere le persone a utilizzarla sempre di più. Avantaggio di tutti perché questo buon quest’incentivo di fatto riconosce che chi usa la bicicletta

Speaker 2: fa un favore a se stesso e gli altri. Assessore brevissimamente come feedback però cerchiamo di raccogliere dare più informazioni possibili.

Speaker 8: Allora cosa c’è nel kit ci chiedono? Nel kit c’è una sorta di bottoncino GPS che si attacca sulla bicicletta e una luce di segnalazione di modo che la bicicletta sia visibile e che si lavori anche sulla sicurezza perché diciamo in bicicletta soprattutto la sicurezza rispetto alle regole è molto importante perché diciamo che

Speaker 0: c’è un

Speaker 2: rischio maggiore che è andando con la propria auto. Sì sì allora lo ripetiamo è l’applicazione perché ci chiedono di ricordarlo e poi c’è un ascoltatore un po’ sconfortato perché dice quindi per per chi vive e lavora in due comuni coinvolti Sesto e Calenzano nel mio caso ma non passa da Firenze è fuori

Speaker 8: circuito diciamo come come accessibilità all’iniziativa diciamo che è fuori circuito ovviamente noi siamo disponibili a lavorare con gli altri comuni che vorranno mettere delle risorse sul progetto per estenderlo anche agli altri comuni mettendo a disposizione la piattaforma e anche diciamo il lavoro che abbiamo fatto in queste settimane, in questi mesi di confronto con I tecnici. Su questo siamo

Speaker 0: assolutamente disponibili quindi

Speaker 8: benvenga se l’ascoltatore a voglia, interesse può stimolare

Speaker 2: anche gli amministratori degli altri comuni a a dirirlo al centro. Assessore Giorgio, davvero un flash

Speaker 0: però è importante la domanda.

Speaker 8: Se la bicicletta col kit la rubano? Se la bicicletta col kit la rubano hanno rubato la bicicletta. Il kit si stacca in pochi secondi. E il tema delle biciclette rubate è uno degli ostacoli per cui abbiamo anche iniziato a lavorare sulla progettazione, sull’installazione sia di velo stazioni nei luoghi di

Speaker 2: scambio che di bike box. Abbiamo vogliamo

Speaker 8: che sì vogliamo si concluda prego assessore grazie no no e quindi diciamo che il il furto del kit esattamente da bicicletta può essere denunciato ma ci auguriamo che siano sempre di meno le biciclette portatevi

Speaker 2: anche grazie a nuovi strumenti per farcheggiare in sicurezza. Grazie Assessore Giorgio. Ci torneremo perché è un tema sentitissimo da nostri ascoltatori e

Speaker 8: nostre ascoltatrici. Buon

Speaker 10: lavoro. Buona giornata. Benvenuti di nuovo una buona giornata alle notizie. La guerra a Gaza, l’esercito israeliano ha preso il controllo del valico di Raffa il confine con l’Egitto al momento il valico l’unico dal quale passano aiuti umanitarie per la popolazione civile è chiuso I vertici militari israeliani hanno parlato di un’operazione antiterrorismo la notte scorsa c’erano stati anche dei raid aerei soprattutto sulla zona est di Raffa. Ieri circa centomila persone avevano ricevuto ordine di evacuazione.

Al Cairo riprenderanno oggi le trattative per una tregua. Il governo Netanyahu ha respinto la proposta di accordo di Egitto e Qatar accettata invece da Mas ma ha deciso comunque di mandare una delegazione alla ripresa del negoziato. L’amministrazione Biden ha detto che il passaggio diplomatico non è mai stato così delicato. Ieri sera in Israele ci sono state manifestazioni spontanee per chiedere al governo di accettare la tregua e di riportare a casa gli ostaggi. È in condizioni gravissime il sesto operaio coinvolto nell’incidente sul lavoro nelle fognature di Casteldaccia nel Palermitano si chiama Domenico Viola a sessantadue anni è in terapia intensiva con lesioni in sufficienza polmonare per avere respirato come I colleghi le esalazioni dei di quami I corpi dei cinque operai morti sono stati portati all’Istituto di Medicina Legale del Policlinico e verranno eseguite le autopsie quando il magistrato che indaga sulla strage darà il via Libera.

A quanto pare nessuno degli operai indossava maschere antigas o altre protezioni necessarie per quel tipo di lavori. Altre informazioni però riportano anche che ci fosse una concentrazione di idrogeno solforato, la sostanza letale nel cunicolo dieci volte superiore alla norma tutti elementi che l’inchiesta dovrà chiarire. C’è poi ancora una volta il tema dell’appalto gli operai erano di una ditta esterna a cui la municipalizzata di Palermo aveva affidato il lavoro sulla Rete Fognaria. Si è concluso questa mattina lo sciopero di ventiquattro ore dei giornalisti Rai proclamato dal sindacato Usi Grai ma il nuovo sindacato di destra lo ha boicottato. Ieri I telegiornali di TG1 e TG2 sono andati in onda almeno parzialmente.

Una cosa che non era mai avvenuta prima. Il neosindacato unirà e ora dice con il suo leader Francesco Palesi il vento è cambiato ora non possono più ignorarci. Lo sciopero ha avuto oltre a motivazioni contrattuali anche una motivazione politica, quella della libertà dell’informazione contro le censure, contro le pressioni.

Speaker 0: È proprio questo il

Speaker 10: punto che sottolineano anche I partiti dell’opposizione al commento della vicenda il governo sta condizionando in modo sempre più forte l’informazione del servizio pubblico dicono dall’opposizione a dell’ho detto anche la segretaria del PD Elishline la vicenda dello sciopero contrastato dall’interno né solo l’ultima dimostrazione era stato aperto due anni fa il fascicolo per maltrattamenti alla ex moglie a carico di Marco Manfrinati quarantunanni l’uomo che ieri ha aggredito accoltellate

Speaker 0: la vina limido trentasette anni e ucciso suo

Speaker 10: padre che era accorso per difendere la figlia. L’uomo è un avvocato, si era autosospeso dall’ordine, dopo la denuncia I magistrati avevano ordinato il divieto di avvicinamento alla donna con la quale ha un figlio di tre anni l’attacco di ieri potrebbe essere stato premeditato l’uomo avrebbe covato da tempo l’idea

Speaker 0: della vendetta verso l’ex moglie e verso la sua famiglia

Speaker 10: Il tempo per la giornata di oggi sarà una giornata con cielo molto nuvoloso in tutte le regioni, piogge e temporali previste soprattutto al nord. Le notizie tornano

Speaker 0: alle nove e trenta, ancora una buona giornata, a più tardi

Speaker 10: Popolare Network

Speaker 1: Contraradi informa che intende diffondere messaggi autogestiti a pagamento per le lezione diretta dai sindaci e dei consigli comunali nonché dei consigli circoscrizionali fissate per I giorni otto e nove giugno duemila ventiquattro presso la propria sede in via del Rosso e Fiorentino due B a Firenze ha depositato il codice di autoregolamentazione con indicazioni di tutte le modalità di accesso e prenotazione agli spazi così come indicate delle leggi vigenti. Il codice può essere richiesto

Speaker 11: via mail all’indirizzo G punto Bonin, chiocciola, Contraradio, punto Itto.

Speaker 12: Muoversi in Toscana Info, aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità nella regione. Ancora ben trovati dalla redazione di Smartin studio Agnese Fedele, Vediamo la stazione del traffico e della mobilità in questi minuti. In Toscana cominciare dalla 1 dove troviamo 9 km di coda in diminuzione tra Firenze e Improneta incisa verso Roma per lavori di ripristino a seguito di un camion che aveva preso fuoco al chilometro trecento undici il traffico defluisce sulla sola corsia di sorpasso. Per le lunghe percorrenze per chi viaggia verso Roma si consiglia di uscire a Firenze in Furoneta seguire le indicazioni per Siena per correre l’accordo Siena-Bettolle e rientrare in autostrada a Val di Chiana. Ci sostegna undici per traffico con dei attratti tra Pistoia e il Bivio con la una per viabilità esterna che non riceve tra più a undici Firenze Nord e Firenze Peretola.

In Fipili con I attratti verso Firenze tra Ginestra e Firenze Scandicci, incarragiato opposta con in uscita assamminata a Santa Croce. Vi voglio salutarci per il traffico urbano di Firenze, possibili disagi per incidente segnalato in via Senese. Moversi in Toscana Info è un servizio in collaborazione con il reggione Toscana, città mero portale

Speaker 11: in Firenze, comune di Firenze. Per ora è tutto. Buon viaggio. Muoversi in Toscana

Speaker 5: Info, aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità nella regione.

Speaker 4: Buon ascolto e buon viaggio. FM novanta tre e sei novantotto e nove. Artview duemilaventiquattro da sabato undici a domenica diciannove maggio alla Città del Teatro di Cascina il primo festival dedicato alle donne nell’arte con incontri, mostre, spettacoli e concerti. Gaiananni, Amanda Sandrelli, Virgilio Sieni, Teresa Salgairo, Federico Giannini, Cristina Acidini, Manfredi Gelmetti, sono solo alcuni degli ospiti in cartellone. Scopri il programma completo su artvue festival.it e la cittàdeltheatro.it.

Incontri ad ingresso libero con prenotazione, spettacoli in prevendita su TicketOne.

Speaker 6: Corri per Michela? Settima edizione. Domenica 12 maggio. Corri con noi contro la violenza alle donne. Partenza alle 9.30 dal giardino Michela Noli in via Torcicò da Firenze.

Info su Corripermichela.it. Il ricavato delle iscrizioni sarà interamente devoluto al centro antiviolenza

Speaker 4: Artemisia con il contributo di Toscana Aeroporti. Met ragazzi otto appuntamenti tra febbraio e maggio dedicati ai piccoli spettatori. Info, programma

Speaker 1: e prenotazioni su Metastasio punto it. Sabato undici maggio alle diciassette al Teatro Metastasio un progetto degli omini. Paure e sogni, bugie, verità, prospettive ricordi e sbucci per restituire una visione dal basso dell’essere adulti? Vita, morte e miracoli. La stagione è 2023-2024 del Teatro Metastasia di Prato.

Il riformatore del mondo, di Thomas Bernhardt, regia di Leonardo Capuano. In scena uno dei capolavori dell’autore austriaco che con il suo stile inconfondibile ha dato vita a personaggi estremi, spesso artisti intellettuali misantropi. Dal 7 al 12

Speaker 5: maggio, al Teatro Fabricone. Invasioni, eventi e performance sul tema della guerra con Riccardo Mencini, Arturo Galanzino, Ugo Nespolo e con Patrick Zacchi, padre Bernardo, Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli, Giorgio Van Straten, Fulvio Cauteruccio, Peppe Voltarelli e molti altri. Invasioni è un’iniziativa del gabinetto VSC con fondazione Palazzo Strozzi in occasione della mostra Angeli Caduti di Anselm Kiefer. Giovedì 9 maggio dalle 17 alle 23 nel cortile di Palazzo Strozzi a Firenze. Ingresso libero.

Diretta su Controradio dalle venti.

Speaker 0: Il mio amico ha suggerito che andiamo via Ma non so che è stato un po’ divertente Il mio amico si è spostato A trattare di vedere questa scelta Quindi andiamo a divertirci Lo so, lo so, ti credi in una città di fatti. Lo so, lo so, ti credi in una città di fatti. No We believe in the land of our… Sottotitoli e revisione a cura di QTSS

Speaker 1: Speciale Newsline. Tutti al voto.

Speaker 0: E non è un po’ più. Speciale Newsline tutti al voto Sì come

Speaker 2: avete sentito dalla sigla siamo nell’approfondimento di tutti al voto, nuova tappa di questo percorso verso le amministrative e le europee di giugno ospite e quest’oggi candidato a sindaco di Firenze per la lista civica

Speaker 13: Firenze rinasce Alessandro De Giuli,

Speaker 0: ben trovato. Grazie, buongiorno

Speaker 14: a tutti, buongiorno. Buongiorno, buongiorno, bentrovati. Insomma noi siamo partiti con largo anticipo con questo tutti al voto, col punto esclamativo per comunque combattere l’astensionismo, diciamo così in ogni caso. Quello è il punto esclamativo della nostra trasmissione. Ora entriamo veramente nel vivo perché sono veramente a questo punto gli ultimi giorni, manca praticamente un mese dalle elezioni amministrativa a Firenze non solo, ricordiamo anche altre città importanti come Prato, Livorno, Toscana, oltre che altre città italiane, oltre che ovviamente l’Europa di cui finalmente si inizia a parlare.

Tanti candidati, come giusto e ovvio che sia, qualcuno in questo momento che sta guardando Facebook dal telefono ci sta seguendo in video oppure in macchina abbastanza fermotto devo dire questa mattina rispetto alla situazione del traffico dice De Giuli, chi è De Giuli? Firenze rinasce? Che cos’è? Fammi sentire.

Speaker 13: Allora, intanto io vorrei cominciare se permettete ricordando quei cinque operai che sono morti ieri a Palermo. Perché rappresentano poi anche il senso di queste elezioni, almeno dal nostro punto di vista. Perché Firenze Rinasce è una lista che viene dai movimenti sociali, che viene dai movimenti sociali in città e che ha come farlo l’idea che il neoliberismo, cioè una società fondata non sui valori del lavoro, ma sui lavori della economia finanzializzata, siano il male che dobbiamo combattere, sia ciò che dobbiamo evitare a tutti I costi anche nelle amministrative di Firenze. Quindi quegli operari morti in quella maniera così a Toroche con I gas entro un tombino, rappresentano in maniera emblematica come sono amministrate le nostre città cioè si dà più valore al capitale che non al lavoro.

Speaker 2: Ecco De Giuli noi ci siamo visti e sentiti esattamente due mesi fa a ridosso del crollo di Via Amariti dove persero la vita altri cinque operai. È una fase storica questa in cui il modello produttivo sta collassando nel suo insieme e dal territorio, lei dice, le amministrazioni locali quali

Speaker 13: cambiamenti possono

Speaker 0: essere innescati?

Speaker 13: Ma tantissimi cambiamenti per

Speaker 0: esempio io penso ai tre miliardi

Speaker 13: che mi girano continuamente nella testa che il pubblico, il denaro pubblico spende per costruire un tunnel che passa sotto la città e finisce in un altro buco enorme scavato agli ex macelli dove ci sarà la stazione Foster.

Speaker 14: Stiamo parlando di alta velocità.

Speaker 13: Della alta velocità. Sono 3 miliardi di euro. Se noi quei 3 miliardi di euro come amministratori avremmo fatto in modo di spenderli non so per l’edilizia popolare qualunque cosa voglia dire, Perché non soltanto I poverissimi hanno diritto a un’abitazione pubblica, anche il piccolo borghese, anche chi poi in un reddito potrebbe anche averlo per comprasi una casa, ma perché comprare una casa quando l’amministrazione pubblica può costruire case, tenere I prezzi calmerati e dare la possibilità agli inquilini che vogliono andare in una casa di altro tipo di trovarla a prezzi abbordabili. Questo è il neoliberismo, cioè lasciare che la speculazione in questo caso sulle abitazioni faccia il proprio corso, senza intervenire con interventi strutturali del pubblico, dell’amministrazione, per calmirare questa situazione, per governare questa amministrazione. Ecco, in questo senso è un’economia che va, posso rispondere alla sua domanda, che va allo sfascio, va allo sfascio perché non è amministrata, perché non è governata, perché l’idea dell’asse faire è passata come unico faro e lo si vede anche negli interventi delle amministrazioni.

Le amministrazioni danni non pianificano lo sviluppo della città, ma lasciano che il privato agisca e si governerà ciò che il privato decide di fare. Il risultato è che abbiamo il traffico di stamattina, quotidianamente, casa ad altissimo prezzo, un nuovo erudismo insopportabile.

Speaker 2: Poi ci torneremo su questo mondo.

Speaker 14: Perché noi comunque siamo in un’economia di come dire capitalistica per cui certe cose purtroppo per alcuni, per fortuna per altri vengono assicurate diciamo così la proprietà privata, l’impresa libera eccetera eccetera. Molte critiche ci sono state ad esempio per il governo della città di Venezia per I 5 euro per chi si ferma in città per poche ore, che sembra una norma di buon senso legata alla fragilità della città, anche Firenze è una città fragile da questo punto di vista, però forse collide con delle norme di libero accesso, è un discorso che travalica sempre il confine comunale, regionale, perfino nazionale?

Speaker 13: Sì, ma ripeto, non è che noi dobbiamo andare necessariamente contro la proprietà privata e nazionalizzare I palazzi di Venezia o di Firenze, però l’idilizia accessibile a tutti deve essere sviluppata. Noi siamo in una situazione a Firenze dove il pubblico, pur essendo proprietario di numerosi appartamenti, non ha il denaro sufficiente per ristrutturarli, rimetterli a posto, portare a norma gli impianti elettrici per cui restano sfitti e quindi inutilizzatele. Si lascia andare in malora il bene pubblico.

Speaker 2: Ci sono stati nell’arco di queste settimane vari piani che sono stati presentati dai dai vari dalle varie candidate rispetto appunto all’emergenza abitativa. Qual è la vostra tra virgolette ricetta, soluzione o comunque intervento da un

Speaker 13: punto di vista amministrativo per il piano casa. Mi lasci dire che le candidate che hanno amministrato fino adesso vengono si accorgono ora che la politica che evidentemente l’amministrazione comunale ha seguito

Speaker 2: in questi anni non è stata del tutto adeguata. Sta facendo riferimento a Saccardi del Re

Speaker 13: Funaro nelle rispettive funzioni amministrative. Comunque bene che anche chi è stato convinto che appunto le politiche neoliberiste fossero le più adeguate si renda conto che non è così. Niente bisogna investire di più sul patrimonio pubblico. In generale bisogna smettere di pensare alla privatizzazione di tutti I palazzi di Firenze che si possono privatizzare e di tutte le funzioni pubbliche che si possono privatizzare. Io adesso penso alla sanità.

Chiunque di noi abbia bisogno di fare l’esame perché mi fa male la spalla o l’anca.

Speaker 14: Un esame più specialistico.

Speaker 13: Ma sì, si sente dire che con la mutua impiegherai un anno e mezzo, sei mesi e se vai nel privato con 150 euro o 100 euro te la cavi in settimana, ma chiunque possa va a farsi. Questo è il lasse ferre, Come mai l’amministrazione pubblica per le case, per la sanità, per I trasporti non interviene? Io ho anche una risposta, non interviene perché gli amministratori della destra e della sinistra sono I terminali di una piramide politica che vede loro come terminali di interessi neoliberali e c’è poco da fare. Destro e sinistro amministrano nello stesso modo perché sono gli identici terminali della stessa politica.

Speaker 14: Destro e sinistro, dice lei, lei all’inizio ha detto due parole, ha detto che il lavoro salista lascia dai movimenti sociali, io resto in macchina e sto cercando di farmi un’idea, dice movimenti sociali, mh, allora questo è di destra, poi ha detto capitale lavoro, ma no ma allora questo è di sinistra, se è in macchina come la colloca?

Speaker 13: Facciamo un ragionamento culturologico, serio, destra e sinistra, sono due fenomeni culturali e politici che vengono dalla nostra storia. No, nella nostra storia c’erano I lavoratori che nell’ottocento morivano cadenti dall’impalcatore, ci sono anche adesso, però I ragazzi che Don Bosco raccoglieva nella Torino, nella seconda mezz’era, all’Ottocento, sono una cosa che adesso a Torino non ci sono più. E la destra difendeva quella proprietà privata e la difesa a tutti I costi e dopo la Prima Guerra Mondiale la destra ha deciso che andava e faceva il fascismo. Ora questi fenomeni sono stati fenomeni serissimi e importanti per tutto il 900, ora la società è totalmente cambiata, ora I problemi, le sfide che abbiamo davanti sono totalmente cambiati, Ora dal comunismo e dal fascismo e dal liberismo ci siamo passati tutti, come società tutti abbiamo visto che non funzionano. E allora bisogna avere il coraggio di dire va bene, ripensiamo le nostre convinzioni profonde, anche se a volte è molto dura.

Io vengo dalla sinistra, l’ho sempre detto, è stata durissima per me dire, metà, una buona parte delle cose che abbiamo sempre pensato non servono più, non valgono più.

Speaker 14: Però a proposito di un tema che è stato molto stressato in questa campagna editorale, il tema della sicurezza, ad esempio, tutta la sicurezza, la sicurezza, la sicurezza, è semplificativo del fatto che possiamo chiamarli in maniera diversa perché siamo nel ventunesimo secolo, ma comunque possiamo dire che ci sono degli approcci diversi diciamo così. Cioè c’è l’approccio dell’esercito oppure c’è l’approccio del festival di letteratura in quella piazza illuminata, piena di bambini eccetera. Chiamiamoli Pippo e Paperino invece del sinistra, però comunque ci sono due approcci diversi. Nei quali

Speaker 13: prediligere? E non è che se noi facciamo il festival della letteratura di fronte senza casa, senza lavoro, senza tetta, senza sicurezza, senza famiglia, noi abbiamo risolto il loro problema. E non è che se noi andiamo lì con I carabinieri una sera questi scappano, qualcuno magari si avrà preso ma il giudice lo rimette fuori dopo poco, perché la nostra società non può essere amministrata in questi modi, non poteva neanche quella del Terzo Reich. Tutti questi metodi che vengono, dalla destra e dalla sinistra, non funzionano adesso. Adesso è chiaro che non possiamo dire, chiunque vuole venire dall’Africa subsahariana è benvenuto, perché non è benvenuto, perché vivono in condizioni sub umane, quindi non possiamo dire venite se non li possiamo accogliere, dobbiamo prendere atto che le nostre società hanno delle serrissime difficoltà di integrazione ed è normale che sia così, per di che bisognerà scegliere politiche anticolonialiste in Africa per permettere a questa gente di sviluppare la propria economia da loro e tutti sarebbero felici perché emigrare non è mai una bella scelta, se non quando si ha vent’anni allora si viaggia per qualche mese ma

Speaker 14: quella è una scelta.

Speaker 2: Allora sono le otto e cinquantatre minuti, siamo in collegamento e anche in video con Alessandro De Giuli per Firenze Rinasce candidato alla Corsa Sindaco di Firenze abbiamo capito dai suoi interventi ma anche da come vi siete posizionati in questi mesi che voi ribadite. C’è una svendita della città e un’identificazione destra-sinistra, di fatto voi siete il cambiamento, l’alternativa. Ecco questa alternativa, innanzitutto come pensate che possa tradursi dal punto di vista amministrativo di opposizione, che obiettivi anche avete rispetto alle urne? Che obiettivi vi siete dati?

Speaker 13: Allora, l’obiettivo principale era dare sostanza politica, configurazione politica a un movimento che c’è stato, a movimenti che ci sono, movimenti contro la guerra, contro la sanità, la svendita dei valori sanitari, contro quella gestione infame che è stata la pandemia. Adesso noi abbiamo una miriade di bambini affetti da miocardite per I cardite. Questi bambini che sono stati vaccinati dai loro genitori non avevano nessun pericolo per il Covid, perché I bambini lo superavano tranquillamente. Molti di questi bambini, che magari sono il 3% o il 4% dei bambini, non potranno fare ginnaccia, non potranno correre, giocare a pallacanese, giocare a calcio, ma non è possibile e questo fatto va intanto assunto come problema per tutta la società, intanto I medici devono incominciare a riconoscere che ci sono stati degli effetti collaterali, le assegurazioni devono riconoscere questo fatto e la società deve ripensare a quello che ha fatto, perché ci siamo fatti, ci siamo, lo dico per noi, io non ho mai portato una mascherina durante la pandemia, ma ci siamo fatti come società travolgere dalla paura e non siamo stati in grado di vedere che un farmaco sperimentale pericolosissimo per Certe persone è stato somministrato a tutti obbligatoriamente.

Pensare a queste cose, ripensare a queste cose.

Speaker 2: Voi avete intercettato quel pubblico, quella fascia, quel famoso cittadino in macchina che sentiva di vivere una dittatura sanitaria?

Speaker 13: Noi siamo I cittadini che hanno combattuto contro la dittatura sanitaria. Se guardiamo l’elenco della nostra lista sono insegnanti, lavoratori del privato, lavoratori del pubblico che hanno detto, io piuttosto che fa, che accettare questo andamento delle cose, sto a casa, mi faccio sospendere dal lavoro, sto senza stipendio, mi pago I tamponi due o tre volte la settimana e mi faccio infilare qualcosa sul naso per dimostrare che io non cedo. Quindi la nostra lista è di quei cittadini, ma quello che vorremmo è che diventasse la lista dei cittadini che decidono di prendere atto che allora è successo qualcosa di veramente grande e scandaloso e di riflettere su questa cosa qui. Il nostro obiettivo è dare forma politica e sostanza politica a quel movimento e aiutare la società a riflettere. C’è una pacificazione ci vuole.

C’è stato un articolo della Tamaro nei giorni scorsi sul Corriere della Sera, non so se l’avete letto.

Speaker 14: Si è uscita dobolemica. Si è

Speaker 13: uscita dobolemica. Per me questo bisogna andare verso una pacificazione, non soltanto in Ucraina e a Garza, ma anche nella società italiana, perché tutti credo abbiamo avuto problemi a fare qualche pasto di Natale durante la pandemia con I nostri parenti più stretti, I nostri veri amori, perché erano vax o no vax. Dobbiamo ripacificare ma dobbiamo ripensare questa cosa qui. E noi siamo quelli che possiamo parlare tranquillamente di cosa è successo. Ed è importante che ci sia una forza politica che di queste cose può parlare, perché è stato un esempio che potrebbe ripresentarsi.

Speaker 14: Senta, è inutile quindi che le domando in

Speaker 13: caso di ballottaggio che farete? Niente. In caso di ballottaggio dipende chi sarà al ballottaggio se ci sarà

Speaker 14: De Giuli contro Smith. Della spindicazione di votare. Questo è chiaro. Nel caso

Speaker 13: in cui dovesse essere invece un ballottaggio per

Speaker 0: la destra e sinistra no ma io penso

Speaker 13: che non daremo indicazione di voto no non daremo indicazione di voto questo è ciò che pensiamo.

Speaker 2: Come sta andando la raccolta firme siamo prossimi alla deposizione?

Speaker 13: Noi non abbiamo raccolto le firme ne abbiamo raccolte tante quindi siamo tranquilli adesso le abbiamo portate all’ufficio elettorale e quando esco da qui vado a vedere il risposto.

Speaker 2: E invece la classica domanda cosa farebbe in caso di vittoria come primo provvedimento?

Speaker 13: Primo provvedimento sarà che io mi prendo una settimana di ferie e vado a fare.

Speaker 0: Questo è

Speaker 14: il nostro primo provvedimento.

Speaker 2: Seriamente? Seriamente,

Speaker 13: non ho pensato al primo provvedimento, ho pensato ai 100 giorni qualche volta, perché così mi piace.

Speaker 2: Coreziano mi sembra.

Speaker 13: No, è la Roosevelt. Roosevelt e Renzi forse ha copiato.

Speaker 14: Si è smalcato?

Speaker 13: È la Roosevelt che ha fatto I 100 giorni. No, secondo me bisogna intervenire su due o tre cose. Prima di tutto verificare quali sono I lavori di cementificazione che si possono bloccare immediatamente e partire subito con questa cosa qui. Per esempio il tunnel sotto la città.

Speaker 2: Anche la trambia lei dice?

Speaker 13: Anche la tramvia se è possibile bloccarla, io adesso è inutile che spariamo slogan soprattutto contro radio, io non lo so se tecnicamente è possibile fermarla, ma se fosse possibile va fatto, cioè la tranvia non è

Speaker 14: la soluzione.

Speaker 0: Ma avuto un po’ di

Speaker 14: successo di pubblico, di meno traffico in delle zone, no?

Speaker 13: Ma io non vedo meno traffico in nessuna zona, io abito vicino alla tranvia, ogni tanto la prendo per andare in centro e devo dire che è comoda, ma la stessa cosa si poteva fare con un autobus senza mettere I binari per terra e con delle corsie preferenziali dedicate, si sarebbe speso molto molto meno, si sarebbe stato molto meno impattanti come si dice adesso sulla città, meno cantieri e con gli stessi risultati.

Speaker 2: Quindi un blocco alla cementificazione.

Speaker 13: Un blocco alla cementificazione. Un intervento secco sulla pace. Non so in che modo ma bisogna chiamare, noi siamo a Firenze, la città di Lapira, una città che è inutile dire, è una città del mondo, come diciamo nel preambolo del nostro programma, una città del mondo deve farsi carico, può farsi carico, ha le possibilità di farsi carico dei negoziati di pace, dei colloqui di pace, delle discussioni sulla pace possibile dove ci sono confine.

Speaker 2: Un ultima battuta davvero, Schmitt ha detto che non vede destra a destra nelle sue liste o comunque nella sua coalizione, lei non vede nella sua lista né destra a destra né sinistra a sinistra e qualora anche la vedesse, ci dice un po’ da questo punto di vista.

Speaker 13: Nella sua lista. Nella mia lista c’è destra a destra o sinistra a sinistra, nella mia lista non c’è destra a destra e sinistra a sinistra, cioè naturalmente è gente che ha vissuto, qualcuno viene da destra e qualcuno viene da sinistra, l’identità nostra la stiamo costruendo adesso la costruiamo adesso nei

Speaker 0: movimenti

Speaker 14: della società di questi anni. Giuli grazie noi tra

Speaker 2: poco parleremo di intelligenza artificiale. Sì proseguiremo le nostre trasmissioni tutti al voto, anche domani il nuovo candidato avremo asciuti dunque un’altra Firenze e perché qui Firenze rinasce, Firenze viva, però c’è sempre una propositività rispetto a un nuovo scatto e sentiremo asciutti come lo declinerà, ma ringraziamo davvero De Giuli, Firenze rinasce, trasmissioni riascoltabili anche sui nostri canali cross-mediali, ci ci risentiamo tra pochissimo.

Speaker 0: Come un hurricane Bambino, chi può non dire Quale voglia non rimedi Mi pensavo che eri il mio amico A volte ci sono cose buone Questo non è un amico me I thought you were my friend Sometimes good things end This is not a love song This is not a love song This is not a love song This is not a love song Baby Sì, non è una canzone di amore Sì, non è una canzone di amore Sì, non è una canzone di amore This is not a love song All the nights we played Till the morning came Sure we let it play You blew it all away Come si è venuta. Siamo sicuri di aver perso. Hai messo tutto a scara. E pensavo che eri mio amico. A volte ci sono cose buone.

Non è una canzone di amore non è una canzone di amore non è una canzone di amore non è una canzone di amore This is not a love song This is not a love song This is not a love song Baby This is what went right and what went wrong This is not a love song This is not a love song All the promises you made Never rang true somehow All the plans we made There’s nothing but ashes now Look song, this is love song, this is love song

Speaker 4: Sono aperte le iscrizioni ai corsi di istruzione e formazione professionale in partenza a settembre. Grazie al Fondo Sociale Europeo Plus, la regione Toscana promuove per corsi I triennali gratuiti per giovani con meno di 18 anni. Lezioni in aula, laboratori, stagina azienda per ottenere una qualifica professionale ed entrare subito nel mondo del lavoro. Grafica, commercio, ristorazione, benessere e molto altro. Scopri di più su regione.toscana.it slash formazione, iniziativa nell’ambito del progetto Giovani Si.

Speaker 5: La comunicazione efficace usa strategie innovative. Contro radio cross media è

Speaker 1: la punta più avanzata della cross medialità in Toscana con la radio in FM Dabb Controradio Web TV, Controradio punto it, Controradio Social con I profili Facebook, Instagram e Telegram, I podcast e TIF. Il nuovo canale video

Speaker 5: social Under trentacinque su Instagram e TikTok. Si vuoi comunicare con una strategia ad un pubblico definito, sperimentato e motivato raggiungendo un bacino certificato di centinaia di migliaia di contatti contatta I consulenti in comunicazione di Controradio Cross Media. Scrivi a Cross Media, chiocciola Controradio

Speaker 4: punto hit o vai sul sito Controradio punto com. Volare Festival terza edizione. Undici dodici maggio ipodromo del Visarno Firenze. Mongolfiere, aquiloni giganti, droni, falconeria, modellismo, incontri, musica, laboratori e spettacoli per bambini con il sostegno di Toscana e eroporti. Maggiore informazioni su ultravoxpirense.it partner Volotea.

Volotea. Dal 1991 diciamo no alla guerra.

Speaker 15: In questi anni abbiamo garantito diritti, solidarietà e autodeterminazione a tre milioni di persone colpite dai conflitti. Anche tu puoi farlo, donando il tuo 5 per mille a un ponte per. Se anche tu credi che solo la pace è un buon investimento trasforma la tua prossima dichiarazione dei redditi in una dichiarazione contro la guerra. Scrivi il codice

Speaker 0: fiscale nove sei due tre due due nove 0

Speaker 1: cinque otto tre. Controradio Tutti al voto su Controradio e Controradio Web TV. L’approfondimento politico delle otto e quaranta in Condotto da Chiara Brilli e Raffaele Palumbo avrà come ospiti. Martedì sette maggio Alessandro De Giuli, candidato sindaco di Firenze Rinasce. Mercoledì otto Andrea Asciuti, candidato sindaco di Firenze Vera.

Venerdì dieci Francesco Zigni, candidato sindaco di Firenze Cambia. Tutti al voto, le

Speaker 0: elezioni di giugno, I candidati, I partiti, I programmi

Speaker 1: e le opinioni sui canali radio, Facebook, YouTube di Controradio e in stream su Controradio.it.

Speaker 2: Che meraviglia!

Speaker 0: EEEEEEEEEEEEEE La mia spalla è in grado di svegliare I’ve been waiting so long I’ve been waiting so long Your fist will fill with fire Your mouth is filled with black smoke I would have called it magic But it was just a host I was taken from the pages Of your burning midnight book In the mirror, you are righteous Yeah, but I never had a look Ahh Remember the world Oh, it came on so quick It made it so slow Look into my eyes and tell me what you see Can you see the fire burning inside of me? Yeah, I’m freezing, yeah, I’m freezing Got me freezing, freezing cold Yeah, I’m freezing, got me freezing

Speaker 5: stai ascoltando Controradio. Non

Speaker 4: perdere niente di ciò che

Speaker 0: accade. Controradio è trasmediale.

Speaker 2: Alle nove e dieci minuti dagli studi di Controradio di Controradio Web TV

Speaker 14: Raffaele ci facciamo un giro nella giungla digitale diciamo. Facciamo un giro nella giungla digitale parlando di intelligenza artificiale nella vita quotidiana e facendolo in un modo secondo me molto interessante, vivace, divertente e pensa che era addirittura il mille a novecentosessantaquattro quando uscì la prima edizione di Apocalettici Integrati di Umberto E. Con la televisione esisteva da dieci anni in Italia e ecco già si rese contro che il dibattito era molto polarizzato su una tv meravigliosa, fantastica, è una TV che uccideva le famiglie, I bambini, era al peggio del peggio. Ecco noi siamo rimasti femme ancora sessant’anni dopo a quel tipo di dibatti. Dopo però con la nana bianca riusciamo a smarcarci davvero da queste da da da questo modo

Speaker 0: di ragionare per cui anche

Speaker 14: l’intelligenza artificiale, gli algoritmi, eccetera eccetera, in questo momento sono spesso oggetto di una riflessione polarizzata di quel tipo, nel senso che domani le nostre vite saranno condannate, comandate dall’intelligenza artificiale di Stanley Kubrick,

Speaker 2: eccetera eccetera e invece di che parliamo Chiara? No spaventiamoci dunque ma cerchiamo di capire, lo vogliamo fare approfittando di un’occasione importante che è quella di digital safari la quarta edizione che viene presentata oggi tra poche ore e che prenderà il via tra poche ore, abbiamo qui per l’occasione la nostra ospite che ci ha raggiunto in studio, Anna Grazia Stifanelli, business project manager di Nana Bianca, ben trovata. Ciao, grazie a tutti, grazie per l’occasione di essere con voi. I nostri ascoltatori, le nostre ascoltatrici e anche gli utenti dei nostri canali cross mediali la conoscono perché ci ha accompagnato anche nella terza edizione un percorso di successo, quello di digital safari, davvero un percorso in una giungla che deve essere conosciuta per poter essere capita, per potersi orientare. Voi come fate?

Che strumenti con Nana Bianca e

Speaker 9: con fondazione Casa di Risparmio Firenze fornite? Ogni anno il tentativo è quello di prendere l’argomento che sta creando più discussione e provare a spacchettarlo nel corso dei dei talk. Il nostro il nostro approccio è sempre stato quello di come diceva Raffaele prima no? Provare a togliere un po’ della nebbia o della polarizzazione che spesso si si crea intorno ai temi, lo abbiamo fatto con gli NFT, lo abbiamo fatto con la blockchain, lo abbiamo fatto col marketing che spesso è una parola che prende strane conformazioni, quest’anno abbiamo deciso di prendere la sfida dell’intelligenza artificiale, perché pensiamo che in realtà a differenza di altri temi non sia una moda passeggiera ehm come diceva Raffaele come lo ricordava in realtà dagli anni cinquanta sono nati I primi discorsi sui sistemi intelligenti creati tramite tramite il software e quindi in realtà è un discorso che arriva da lontano che adesso sta subendo un’accelerazione e sta prendendo spazio, no? Nelle vite di tutte le persone e quindi è giusto provare a confrontarsi un po’ su

Speaker 14: quelli che sono I temi caldi in questo momento. C’è alcuni paesi come il Giappone dove un discorso come quello stiamo facendo diciamo ma quelli si stanno parlando di dieci anni fa in in qualche modo. Quindi è interessante perché il tema dell’intelligenza artificiale forse ha trovato anche un’altra definizione secondo me, perché proprio la parola in sé che d’essa sospetti e spaventa e genera quel pregiudizio di sostituzione al sapiens è un tema che entra nelle nostre vite praticamente, come dite voi veramente nel quotidiano invece.

Speaker 9: Sì sicuramente ci sono vari modi, no? Alla fine si atterra sul discorso del si tratta di uno strumento bisogna conoscerlo per capire dove ci può portare dobbiamo anche essere consapevoli di quello che conosciamo effettivamente di quello che in realtà ancora probabilmente non sappiamo bisogna riconoscere come dicevo prima che in realtà non è un discorso recente è recente il fatto che ora veramente tutti abbiamo a disposizione diversi modi per approfittare no? Di quelle che sono le semplificazioni o almeno quello che percepiamo come semplificazioni che l’intelligenza artificiale rende possibili. Ma in realtà c’è tanto dietro e abbiamo cercato nella creazione dei talk insieme a Luca Cappiello che è come sempre il mio partner in crime proprio di andare a prendere quattro elementi quindi partiremo come come dicevi tu Chiara a giovedì in realtà con un discorso generale vogliamo capire un pochino cos’è l’ intelligenza artificiale, quali sono I temi che

Speaker 2: tocca anche da punto di vista del rapporto

Speaker 9: con gli esseri umani, quindi in realtà andare veramente a capire se c’è una sostituzione o se in realtà la stiamo vedendo in una maniera probabilmente troppo estrema e di conseguenza anche quali sono tutte le attività che vengono accelerate proprio da questa maggiore presenza dell’intelligenza artificiale penso alla regolamentazione penso a tutta una serie di strumenti che stanno nascendo stanno creando opportunità di lavoro nuove modalità per integrare questi strumenti all’interno di modalità

Speaker 2: di lavoro già esistenti quindi in realtà c’è veramente un mondo dietro. Ecco a questo proposito in questi quattro incontri gratuiti lo ricordiamo il primo il nove di maggio come avete ricercato individuato selezionato le professionalità che già sono esperti hanno loro bagaglio anche da poter condividere rispetto all’intelligenza artificiale e c’è anche questo tema a cui tu facevi riferimento dell’integrazione anche dell’implementazione dell’intelligenza artificiale in un percorso professionale e cercare di capire come fare per far sì che questo sia un supporto

Speaker 9: e non un sostitutivo. Assolutamente. L’idea è quella di chiudere un cerchio quindi appunto partiremo il nove ehm proprio cercando di capire quali sono I confini del discorso in questo momento, da dove arriva, dove sta andando, lo stato dell’arte. Poi parleremo ci caleremo in due dei settori che ovviamente nel mondo digitale che è poi il centro per Nanna Bianca, andremo a parlare appunto di creatività, andremo a parlare di marketing e poi termineremo proprio con la formazione, semplicemente perché quello che vogliamo andare a capire è quanta distanza c’è in questo momento fra quello che normalmente appartiene ai percorsi formativi che tutti noi abbiamo all’interno dell’università o all’interno di ehm corsi alternativi anche anche nel privato e quelle che sono le competenze che stanno emergendo come necessarie, no? Per riuscire ad utilizzare questi nuovi, questi nuovi strumenti.

Quindi faremo un po’ questo cerchio. Per quanto riguarda gli speaker che abbiamo invitato e che veramente hanno dato la loro disponibilità sempre in maniera entusiasta e quindi poi aumenta anche il nostro di entusiasmo proprio nel nel portare queste chiacchierate devo dire che lo facciamo sempre un po’ cercando persone che stanno già parlando di questi temi, molto spesso il talk stesso nasce dal confronto con gli speaker, quindi molto spesso in realtà cerchiamo le persone che stanno già parlando di questi temi nella scena italiana ovviamente non solo a Firenze ma anche nel resto di Italia e costruiamo con loro quello che può essere un filo logico partendo dal nostro obiettivo. Quindi l’obiettivo è sempre quello di rendere I contenuti estremamente approcciabili. Penso che il segreto di DigiDal Safari, il motivo per cui è arrivato alla quarta edizione sia proprio quello cioè non c’è nessuna barriera all’ingresso non c’è nessuna barriera su su questi temi l’obiettivo è quello e da lì partiamo per discutere con I nostri speaker proprio di di quelli che sono I temi fondamentali, quelli su cui tutti noi ci interrogiamo, l’uomo verrà sostituito dalla macchina oppure no su cosa quale

Speaker 14: può essere una una prospettiva e un’integrazione. Vedo I tecnici che a

Speaker 0: noi iscono con gioia l’idea di essere

Speaker 13: sostituiti da una macchina

Speaker 14: per cercare quelle vacanze di cui sopra, diciamo così.

Speaker 9: Magari sì, ecco.

Speaker 14: Ma questo è un altro discorso. Molti punti di domande ma in realtà due certezze. La qualità degli speaker che naturalmente convocate che è sempre altissima e su questo non si discute e poi c’è un’altra cosa, cioè chi in qualche modo ha rimosso questo genere di cose ed è rimasto indietro poi si è sempre pentito. Se pensiamo anche per esempio al dibattito sugli algoritmi di qualche anno fa, ci siamo resso conto ad esempio di aver approcciato la questione spesso in maniera, con domande sbagliate, forse la domanda giusta è di chi è l’algoritmo, l’algoritmo è interessante, utilissimo eccetera eccetera, la domanda è di chi è, chi lo gestisce, cioè se io decido, se qui inizia a fare caldissimo, di far decidere all’algoritmo se chiamare delle ambulanze o accendere una costosissima aria condizionata, ma se io l’ho programmato in modo da risparmiare l’algoritmo chiama le ambulanze, sto citando un caso accaduto negli Stati Uniti ad una famosissima azienda di distribuzione mondiale diciamo così, ma sono io che programmo l’algoritmo, allora la domanda è da farci all’epoca, di chi è questo algoritmo, chi ne ha la proprietà, invece no l’algoritmo è il male, questo ci fa rimanere indietro e poi dopo ci ne accorgiamo quando è tardi.

Speaker 9: Il software in generale nasce per risolvere un problema, Se noi abbiamo chiaro quale può essere un problema, ovviamente riusciamo a dare anche, alla fine l’algoritmo è una modalità, no? Di automatizzare determinati ragionamenti o determinate risposte dato un certo input. Quindi è sempre una questione di avere chiaro qual è l’obiettivo. Ovviamente adesso stiamo semplificando probabilmente ora si è arrivati grazie allo sviluppo tecnologico ad un livello in cui alcuni dei temi nascono proprio già partendo da quelli che sono già risolti. Quindi probabilmente avere chiaro qual è la cosa che vogliamo risolvere diventa sempre più difficile perché ne abbiamo già risolte tante.

Quindi questo forse banalizza a volte il discorso, non si riesce a riconoscere che in realtà anche dentro un termostato che riesce a tenere la temperatura c’è, no? Un algoritmo dietro.

Speaker 0: Quindi

Speaker 9: e e si va alla polarizzazione di di cui parlavi prima. L’obiettivo è non è quello di convincere nessuno.

Speaker 14: No no. Certo. Cerchiamo sempre di essere veramente. Però prima hai detto la parola magica nel terzo noi veramente ci svegliamo domani con delle opportunità con delle esigenze e senza delle persone che sanno fare le cose. Per cui l’opportunità è proprio lì cercare di immaginare anche quali sono le nuove professionalità

Speaker 9: e formarle e essere pronti in qualche modo. Per affrontare I temi con serietà bisogna sempre essere preparati. Quindi bisogna conoscere il tema per poi poter dire è il male oppure no? Poter dire oh Dio ci conquisteranno le macchine. Che ci sta?

Può essere una delle risposte che trovereva al digi dal safari? Io non lo so. Però ecco l’importante è mettersi nella condizione di approfondire e quello molto spesso c’è un limite c’è un ostacolo a poter approfondire questi temi perché magari appunto uno nella vita non ha l’occasione oppure ha tanto altro da fare e non ha modo e quindi il tentativo che facciamo con Digita Safari

Speaker 13: ogni anno è veramente quello

Speaker 14: di per chi ha voglia

Speaker 9: e magari no? Una grande opportunità. Venire lì è probabilmente appunto ascoltare una peggiore dei casi è ascoltare qualcuno che sicuramente insomma ha delle conoscenze approfondite sui temi e di uscire magari

Speaker 2: a avere qualche elemento in più per farsi un’idea. Siamo in conclusione però ricordiamo qualche numero perché davvero sono venuti e sono venute in tanti in queste edizioni mille secento persone hanno avuto la possibilità di dialogare con I quarantadue esperti e tra questi tanti giovani che sono nati in questi contesti famosi nativi digitali e chi si troverà a gestire anche questo approccio e il rapporto con l’intelligenza artificiale essendoci nato

Speaker 9: dentro c’è anche questo aspetto che verrà affrontato. Sicuramente io faccio sempre molta fatica a spiegare il target del digital safari questa parola devi spiegare a chi stai parlando. In realtà noi partiamo al contrario, partiamo dalle speaker e diciamo noi vogliamo parlare a tutti perché come dicevi tu fra le mille e secento persone che abbiamo contato nelle nelle scorse tre edizioni c’è veramente chiunque spero che alcuni ci stiano ascoltando delle persone che sono già state con noi ehm abbiamo veramente persone che hanno un background lavorativo, persone che sono nativi digitali, quindi persone anche più giovani, ma l’età devo dirti non siamo riusciti ad avere una

Speaker 2: come si dice una statistica conclusiva sull’età.

Speaker 9: Anche perché

Speaker 2: tornava a dire. Io sono molto contenta di questa. È la giungla in cui ci troviamo tutti e tutte quindi insomma

Speaker 14: in qualche modo

Speaker 2: Google map condiviso ci deve essere. Guarda tutti infatti. E allora digital safari prenderai via il nove di maggio oggi la presentazione è a ingresso libero ma è consigliabile l’iscrizione e la prenotazione su Eventbrite, ma poi trovate anche tutte le informazioni dal nostro sito controradio.it. Grazie Anna, grazie a Stifanelli,

Speaker 14: business project manager di Nana Bianca per essere stata con noi. Grazie, grazie. Buona giornata. Grazie a voi. Restate con noi perché tra poco arriva il giornale radio di Popolare Neto che poi prosegue

Speaker 0: la nostra programmazione Sottotitoli creati dalla comunità Amara.org EEEEEEEEE1 half wonder I’ll ask myself How much do you know? Commit yourself It’s my life Don’t you forget It’s my life Come se non fosse un po’ di tempo Ma non è mai più Non ti dimentico Non ti dimentico Non ti dimentico Non ti dimentico Non ti dimentico Non ti dimentico Non ti dimentico I’ll tell myself, walk out here now Convince myself It’s my love Don’t you forget It’s my love It never ends Oh, that’s my soul, how much do you love? Oh, that’s my soul, how much do you love? Oh, that’s my soul, how much do you love? In memory It’s my love Don’t you forget Caught in the ground In memory It’s my love Don’t you forget Sottotitoli e revisione a cura di QTSS”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it