search menu
play_arrow

WidgetWeb

News line del 07 Maggio 2024 18:15

regia 07/05/2024


Background
share close


Speaker 0: E

Speaker 1: non è un

Speaker 2: po’ più. Newsline sera. E allora e allora buonasera a tutti voi da Domenico Quarino ben trovati la Newsline serale con le notizie del giorno, Firenze Toscana naturalmente I servizi della redazione, le interviste in diretta, gli approfondimenti, menù consueto c’è questa polemica che riguarda il referendum sul job SAT, no? E che attraversa per altro a a pochi a poche settimane dal voto per le amministrative per l’Europa è il partito democratico perché sapete che la segretaria del partito Allishline ha ehm annunciato di firmare per il referendum affinché il referendum venga celebrato. Préaltro oggi ha detto mi sorprendono le critiche visto che era nel mio programma per le primarie ha detto però indubbiamente questa decisione visto che era una legge targata dal PD per quanto allora il segretario di partito fosse Matteo Renzi e come sappiamo oggi ha un nuovo partito che si chiama Italia viva però al momento il segretario del Partito Democratico e tutto il Partito Democratico spinse per per quella legge tranne qualche eccezione.

Sta di fatto appunto che c’è dibattito e noi ne parleremo con il sindaco di prato, presidente Lanci Toscana Matteo Biffoni. Gli chiederemo un po’ di commentare quello che sta accadendo in in Toscana in particolar modo ma il dibattito all’interno del del del partito. Intanto il Partito Democratico oggi ha ha presentato la la squadra di candidati toscani per le elezioni europee. Sentiremo se questo il segretario regionale Emiliano fossi mentre c’è una situazione particolare nella mh nella Valbisenio per quello che riguarda le elezioni ce la racconterà il nostro Giorgio Bernardini al nella rubrica tutti al voto ospite questa notte in I nostri studi candidato sindaco e allista Firenze rinasce Alessandro De Giuli sentiremo un estratto naturalmente in campagna elettorale uno dei temi forti è quello dello stadio lo sappiamo ne abbiamo parlato peraltro è di queste ore la polemica tra il sindaco Nardella e il presidente del proprietario della della Fiorentina vala a dire Rocco Commisso perché ieri Nardella ve l’abbiamo letto no? Vi aveva detto no?

Insomma lo stadio si va avanti I fondi li abbiamo però anche detto cercheremo di trovare un accordo con la con la Fiorentina col col privato per far sì che investa dei soldi semplifico in in questo modo in uno stadio e comunque in cui comunque giocheranno e mmm Commisso non l’ha preso tanto bene per dire al risposto per le rime ha detto a che per fare lo stadio mancano ancora cento milioni di euro e B che la Fiorentina perderà qualcosa come quindici milioni di euro semplicemente per un anno lontano dal franchi considerando che poi dice commesso ancora non abbiamo chiaro dove dove andremo a finire. Questo è un po’ il il quello è l’argomento che affronteremo con Luigi Caroppo, capore di attore della nazione, proprio per valutare anche che tipo di riscontro dal punto di vista elettorale, che tipo di risvolto potrebbe avere questa polemica che mh prosegue da da mesi se non da anni ma naturalmente poi assume anche questa all’interno del contesto elettorale un sapore tutto particolare sapete che per altro insomma ci sono stati degli incontri no? Anche in tempi non non recenti o recenti con tra il il maneggiamento della Fiorentina e il candidato al Centro-Ressa e Gaish-Mitt comunque insomma situazioni che potrebbero potrebbero prefigurare qualcosa o forse no insomma sentiremo l’interpretazione di di di un cronista attento come Luigi Caroppo.

C’è stata una grande manifestazione anche molto scenografica della Willa oggi che sul tema della sicurezza sul lavoro con due cento barre in in cartone che che sono state poste sul sostelciato di Piazza della Signoria. Mmm con un impatto molto forte dal punto di vista estetico probabilmente l’avrete visti girare sui sui social le le immagini e poi parleremo di questo bel progetto dell’amministrazione comunale fiorentina che in realtà riprende modelli che sono già affermati in in Italia a partire peraltro dalla città di Massa Marittima in Toscana che è stato il primo esempio in Toscana e che riguarda cioè il fatto se usi la bici per andare a lavoro oppure per accompagnare I figli a scuola il comune in qualche modo ti dà un riconoscimento anche economico fino a trenta euro al mese poi bonus eccetera eccetera sentiremo direttamente dalla voce dell’assessore all’ambiente Andrea Giorgio riapri la biblioteca di di Campi Misenzio sentiremo su questo la responsabile Sandra Gesualdi, insomma menù davvero ricco e storia iniziale che dedichiamo al Teatro dell’Oriolo. Teatro dell’Oriolo storico Teatro Fiorentino chiuso da quasi trent’anni se non sbaglio e che riapre oggi una grande festa è stata affidato allo Yed ma ci racconterà tutto tra pochissimo

Speaker 0: a nostra Sandra Salvatore Oh, darling, if it’s you, I’m in love with you, darling, if it’s you, I’m in love with you, darling, if it’s you, I’m in love with you Dunny, dunny, oh, with your eyes so blue Dunny, dunny, I’ve got an impression on you Dunny, dunny, I’m so in love with you Oh, when we walk it always feels so nice And when we talk it seems like paradise Dini, dini, oh, I’m so in love with you che è il mio amore

Speaker 2: e allora come dicevamo inaugurazione in grande stile in proprio in questi momenti al ehm all’ex teatro del del Oriolo, c’è al teatro del Oriolo che rinasce dopo una chiusura di circa trent’anni

Speaker 0: con

Speaker 3: noi in diretta Sandra Salvatto a te la linea Sandra. Eccomi Domenico sì, è davvero una festa tutto tondo, un intervento per un intervento che triplica l’area non edificata a vantaggio di verde e spazi aperti grazie alla demolizione di duemila duecento metri cubi, alias circa trecento metri quadri circa con la rimozione principalmente nell’area dell’ex platea delle strutture dell’amianto di cui erano ricoperte quindi come dicevi dopo 30 anni di inutilizzo con un impegno complessivo di circa 300 mila euro che da oggi potrà contare anche su alcuni locali liberi da divisori al piano terra di Palazzo Bastoggi per un totale di 500 metri quadrati, insomma, rinasce il Teatro dell’Oriolo. Un lavoro di squadra importante che ha portato alla rigenerazione di questo posto nel cuore della città. Il sindaco Dario Nardella saluta così un pomeriggio presso il rinnovato teatro che dalla strada prende il nome, via dell’Oriolo, e si trova proprio qui a due passi dal Duomo. Ed è sempre il sindaco a inquadrare la riqualificazione del posto in un discorso più ampio che tratti al sapore di una rivendicazione di tipo politico, facendo capire come questo governo fiorentino abbia avuto davvero una visione, un disegno che punta tutto su cultura e formazione.

In questo caso la cultura è il teatro restituito alla cittadinanza dopo trent’anni di chiusura e di abbandono e la formazione invece dall’OIED, dell’Istituto Europeo del Design, che è stato affidato con un bando alla gestione del luogo. NATO si ricordava con la mise en scene drammatica degli impiegati comunali che usavano così il loro tempo libero, ma anche per le riunioni politiche, gli eventi e poi ci sono stati vari progetti nel corso degli anni. L’università e l’ANCI ad esempio si avvicinarono proprio al teatro del loro ruolo, ormai abbandonato nel tentativo di farci qualcosa senza arrivare mai ad un quiz e poi a un certo punto il comune pensò seriamente ad abbasserlo fino a quando la sovrintendenza lo convinse a una marcia indietro, insomma a recuperarlo. Sono queste le note storiche che abbiamo ascoltato durante la presentazione, molto partecipata da vari rappresentanti delle istituzioni cittadine, tra cui anche l’assessora comunale lavori pubblici Zittame Uchi, e si riferisce proprio al loro ruolo come ora al nuovo teatro delle arti visive digitali che si inserisce in una serie di recuperi. Per fare una riconizione rapida pensiamo che qui a 100 metri c’è il palazzo di San Firenze ex sede del Tribunale, oggi sede della fondazione Zechirelli e Bocelli, ma poco più in là c’è anche il vecchio teatro del Cocomero, meglio noto come Teatro Niccolini, rilevato da Pagliai, editor storico fiorentino e poi ancora il Teatro della Compagnia.

E poi se pensate in ultimo l’Odio è diventato libreria giunti, la vecchia Corte d’Appello, il Casinò di Caccia dei Medici che è stato trasformato negli anni in un centro europeo e ci spostiamo verso San Lorenzo troviamo poi il Sant’Orsola che grazie a un mix di impegno privato e pubblico servirà poi a portare botteghe, artigiane, biblioteche del quartiere molto altro. Insomma, di fronte, lo sappiamo, abbiamo le Oblate che è stato riqualificato e ampliato nel corso degli anni. Cultura e formazione a tutto tondo, questo è il tratto identitario della vita di questi luoghi che risistono e riporteranno qui I giovani in questa sede di ricerca, sperimentazione che poi era quanto animava il palcoscenico di Gino Susini a qualcuno, questo nome tornerà familiare, no? Il Deus ex machina del teatro che sorse negli anni 50 e poi per trent’anni ha risollevato quindi dal dopoguerra immorale e intrattenuto la cittadinanza con opere di fine umorismo. Sono proprio I giovani, quelli a cui ci si rivolge, saranno soprattutto quelli dello IED che come ci ha spiegato l’amministratore delegato Francesco Gori animeranno il luogo.

Allora pregherei magari la regia di mandare proprio il contributo di Francesco Gori amministratore delegato e subito dopo quello dell’assessora

Speaker 4: al patrimonio non abitativo Maria Federica Giuliani. Ma per dare sviluppo spazio, creatività e opportunità ai giovani che studiano da noi questo spazio che offre l’aperto e offre un teatro ovviamente rispetto alle aule, alla didattica tradizionale consente di comunicare, di di rapportarsi col pubblico, di esporre le tesi, di esporre I disegni, le creazioni di moda e di interagire con la città. Quindi è una opportunità veramente per noi fantastica anche perché siamo nel centro di una città storica siamo a pochi passi dalla nostra

Speaker 5: sede quindi è un’estensione direi naturale. Ecco ci sarà un’attenzione soprattutto sul digitale immagino vista le

Speaker 0: arti stanno

Speaker 4: guardando anche a questo con molta attenzione. Certo, infatti il teatro nasce con questo con questo obiettivo. Però non li nascondo che ne approfitteremo anche per le

Speaker 0: altre due

Speaker 6: scuole che sono mode design

Speaker 4: e che peraltro interagiscono perché nei triennali per esempio alcuni ragazzi che studiano a design, partecivano anche ai corsi di arte visive

Speaker 7: e viceversa. Quindi c’è in I c’è questa promiscuità e questa fertilizzazione e incrocio fra le diverse discipline. Dopo trent’anni

Speaker 8: non si che poteva

Speaker 5: che arrivare con

Speaker 0: un progetto innovativo è

Speaker 7: bello e quindi per questo veramente ringraziamo I Ed che ha interpretato nella maniera più importante che potevamo immaginare quello che era l’ambizione del Comune, quindi di rendere questo posto per I giovani, per l’innovazione, per il digitale, per le nuove arti a tutto tondo e quindi veramente risponde esattamente a quello che era l’aspettativa dell’amministrazione comunale in questo recupero così importante che non è solo il vecchio teatro dell’Oriolo che ha questa bellissima storia a cui tutti noi fiorentini siamo affezionati ma comprende anche una parte sensibilmente importante che renderà le aule frequentatissime da ragazzi che in Osmosi con la qui di fronte biblioteca dell’Oblato che ormai da dodici anni veramente è diventato un centro civico culturale che accoglie tantissimi giovani e tantissime persone veramente risponderà quelle

Speaker 0: che erano gli obiettivi

Speaker 7: delle aspettative dell’amministra comunale in

Speaker 3: maniera direi assolutamente grege. Ecco avete sentito le voci delle persone che sono intervenute e io non ho altro da aggiungere salvo

Speaker 2: invece agregarmi alla festa che mi sembra giusto che appena e quindi via alle danze che si dia inizio alle danze la nostra grazie Sandra per

Speaker 3: questa corrispondenza

Speaker 0: buon divertimento buon

Speaker 9: ciao ciao

Speaker 2: dunque il nuovo spazio culturale

Speaker 4: ha recuperato

Speaker 2: la città Sicuramente una buona notizia ehm a occhi e croce non ci saranno tante buone notizie invece nel GR Popaya Network andremo ascoltare tra poco poi torniamo insieme per parlare innanzitutto delle polemiche all’interno del Partito Democratico soprattutto per la questione del referendum

Speaker 0: in CGL sul Jobs Act e poi tutte le altre notizie a tra poco

Speaker 6: e

Speaker 0: il

Speaker 10: diciotto e trenta minuti Popolare Network benvenuti le notizie Liguria l’inchiesta per corruzione che scuote I vertici della regione ai domiciliari il presidente Totti e il suo braccio destro a cui è contestata anche l’aggravante mafiosa insieme a dirigenti e imprenditori del capoluogo Ligure. Spondo gli inquirenti il sistema prevedeva favori e concessioni in cambio di finanziamenti al governatore alle sue campagne elettorali arrestato anche l’ex presidente dell’autorità portuale Toti è sostituito nelle funzioni del suo vice I PD cittadino chiede le sue dimissioni dal centrodestra prudenza e dubbi sull’operato dei giudici il ministro Anordio invoca la giustizia a Orologeria mancanza dei dispositivi di sicurezza, formazione dei lavoratori, competenza della ditta appaltatrice che è sotto sequestro, sono ancora diversi I punti da chiarire per la strage di cinque operai nelle fogliature del Palermitano tra cui le ragioni della discesa nei cunicoli che non era prevista dal contratto da palto la guerra a Gaza Netaniaugela le pressioni internazionali per scongiurare l’attacco su Raffa serve a sconfiggere Hamas e far tornare I nostri ostaggi. Ministro della Difesa Gallant conferma l’operazione non si ferma a Raffa I militari sono già entrati nei quartieri orientali della città della viva imposto la chiusura anche del valico di Erez e il terzo in quarantottore ONU e ONG denunciano nessun aiuto può entrare nella striscia un incubo umanitario al Cairo.

Intanto sono arrivate entrambe le delegazioni per la ripresa dei negoziati

Speaker 0: la trattativa per il cessate

Speaker 10: il fuoco è sempre più fragile. Ho fatto sesso con Donald Trump, lo ha confermato l’ex pornoattrice Stormy Daniels al processo in corso a New York per I finanziamenti illeciti contro l’ex presidente. Trump ha sempre negato di avere avuto avuto rapporti sessuali con lei. Secondo l’accusa ha versato centotrentamila dollari in nero alla donna perché non rivelasse la loro storia. Questo è il primo procedimento

Speaker 0: penale contro un ex capo

Speaker 10: di stato negli Stati Uniti. I russi iniziato ufficialmente il quinto mandato presidenziale di Vladimir Putin alla cerimonia di insediamento anche sei ambasciatori europei tra loro quello francese e quello ungherese. Nel discorso ufficiale Putin ha lanciato un messaggio agli alleati dell’Ucraina la Russia non rifiuta il dialogo con I paesi occidentali ha detto che vintanto annuncia di avere sventato un attentato russo contro Osielensky secondo l’intelligence Ukraine doveva

Speaker 0: essere un regalo di inizio mandato a Putin e

Speaker 10: tutto sono le diciattue e trentatre minuti, ci sentiamo col

Speaker 0: giornale radio alle diciannove e trenta, Grazie a tutti voi per l’ascolta

Speaker 11: Popolare Network

Speaker 0: Penso

Speaker 2: che la scelta della segreta Ejlaina, Così come di altri sia legittima ma io ho un modo di stare nel partito e quello di discutere, di confrontarci nel partito. Questa non è una scelta di coscienza, poi c’è anche chi ha fatto una battaglia, sostenere Jobs Act, chi dentro il partito lo ha fatto da un’altra posizione. A me farebbe piacere discutere in direzione nazionale e regionale uscire tutti insieme con una posizione politica. Questo quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio Regionale toscano è candidato all’Europa e per I PD Antonio Mazeo a proposito del referendo della CGL contro I Jobs Act che sta facendo molto discutere soprattutto all’interno del Partito Democratico. Buonasera e grazie al sindaco di Prato Matteo Biffoni,

Speaker 12: presidente Ancitoscana,

Speaker 2: grazie di essere con noi. Grazie a voi, buonasera a tutti. Come valuta questa insomma questa discussione Mazziao dice la volevo fare in direzione eccetera però in realtà oramai è già

Speaker 0: sui giornali

Speaker 12: si sta facendo altrove no? No io sono come dire se ne stai refatto ma non so come dirla diversamente. Ci avevano spiegato che il partito tornava al centro e che la discussione dentro il partito, io sono contento perché anche il vecchio testamento prevedeva delle ritualità, magari antiche, forse, sì, ma ero rimasto in queste questioni politiche, si si scannava e poi magari si trovava una linea umore che si era persa, poi qualcuno poteva anche avere la possibilità di dire cose di pette ma intanto si assuogna la risposta di dirla all’estero della discursione collettiva in ciò parte noi quindi alcuni non io però io

Speaker 2: facevo il sindaco ma

Speaker 12: alcuni hanno mutato. Diciamo molti. Non alcuni. Non tutti.

Speaker 2: Adesso molti di questi molti dicendo no la marita però però sì sindaco non lo so se è in viva voce perché la la a tratti la perdiamo non so se possiamo risolvere questo inconveniente perché naturalmente le sue riflessioni ci interessano molto. Mh appunto oggi ha detto ma io in realtà questa cosa l’avevo scritta e detta nella diciamo nella mia candidatura per le primarie e poi mi ha portato a diventare segretario del Partito Democratico e quindi diciamo si dice sorpresa della discussione

Speaker 12: dello scandalo intorno alla sopposizione. No ma io non lo capisco. Ma questa è la

Speaker 6: piatta polo cronomatico ma tutti gli altri che non hanno

Speaker 12: votato il slide, I più I piatti si adattano, io non capisco questo senso, allora che cosa serve la direzione nazionale? La direzione nazionale, io dico che questa non è una questione di coscienza, la questione di coscienza è assoluta, adesso si potrebbe fare un lungo elenco su cui lo capisco e lì c’è una posizione per cui ho esplicito la mia posizione e quella è perché è una questione di coscienza. Ma cosa è una questione politica? È una norma, è una norma fra l’altro in cui il Partito Democrato nel corso degli anni successivamente al Giutàpio e anche attualmente sta portando avanti una serie di battaglie tra cui la Secreta de la C’est la Nostra Rosante, bellissime come è Stavario Minimo garantito, non si può andare così avventi, io temo che su questo ci sia un po’ una presa di posizione su cui non sempre e non e non necessariamente il partito viene coinvolto a me questo sembrerebbe ma al di là della posizione può essere anche quella

Speaker 2: che alla fine si decide di firmare il il tutti il referendum però le dice prima bisogna trovare una posizione unitaria

Speaker 12: perché non è un tema etico, no? Su cui sono legite un posto diversi. Bisogna

Speaker 2: studiarlo fino a fondo. Vieni a capire effettivamente cosa è successo. Senta questa cosa siccome noi non possiamo pensare no? Che ci sia una sprovvedutezza da da quelle parti non è un segnale come dire? Cioè noi stiamo andando in questa direzione chi chi vuole si adegui sennò non dico ciao ma

Speaker 12: insomma è questa la strada che abbiamo deciso di prendere. Non voglio pensarlo. Non voglio pensarlo neanche per un secondo. Nel senso che io do con sempre per acquisito e per scontata la buona fede delle delle persone. Faccio uno sforzo intervittualmente non sempre semplice ma faccio uno sforzo per pensare che non sia così perché

Speaker 2: questa è casa mia come della slana e come di dunque altro Beh per se non è così dal punto di vista alla comunicazione visto che tra un po’ si vota è un segnale come dire che che forse sarebbe stato meglio evitare. Da un argomento importante ad altri segnatamente ad esempio Italia Viva tant’è vero che Saccardi oggi candidata sindaco come sa di Italia Viva a Firenze dice ma oramai PD è la

Speaker 0: costola e la CGL ed è una

Speaker 12: stampella per il movimento Cinque Stelle. Questo è è l’esito. È di solito la politica è fatta anche di questa roba. Se uno prende delle posizioni e dice esprime delle delle convizioni, esprime delle delle decisioni prende certo che si espone al rischio che qualcun altro abbia una reazione, questo mi sembra più che ragionevole, non ci trovo niente di sbagliato, lo dico onestamente, però il fatto che a un certo punto, a un mese dalle elezioni, non si tiri fuori questa roba e io lo dico ma guarda, lascia fare I miei, io facevo il sindaco, un po’ il sindaco di provincia, che carità di Dio, ma in mezzo alla, cioè te prende anche all’Abra se mi sembra, anche un pezzettino importante di quei parlamentari che sono sempre gli stessi e Joe Bacht l’hanno votato, allora per dire, acquarentemente dici ragazzi, gli ha parlato di Joe Bacht però grazie di tutto lo avete fatto per noi da rivederci. Hm.

Perché non capisco più io come funziona. Cioè nel senso a meno io non si faccia una discussione si prende I numeri. È precarizzato il lavoro. Ha funzionato peggio o meglio. Ci sono dei problemi da risolvere.

Tutto l’impianto va

Speaker 4: preso e cancellato

Speaker 2: e poi si può salvare qualcosa, non si salva nulla di quella normativa. I foni e poi la saluto intanto ringraziandola per aver migliorato la qualità dell’audio dell’audio ma a questo punto però è difficile mi sa tornare indietro, Cioè come si fa? Dovrebbe sconfessare se stesso alla segretaria anche ammettendo che ci sia

Speaker 12: una discussione in direzione, in segreteria. Però però si può dire alla segretaria che stavolta non è rispetto alla mia segretaria io diciamo ma deguo cioè ma si può dire alla segretaria che nessuno di noi

Speaker 0: è infallibile, ce n’è

Speaker 12: stato uno l’hanno rocifisso,

Speaker 2: cioè nel senso io dico attenzione facciamo una roba.

Speaker 0: C’era anche un altro che

Speaker 12: si chiamava il migliore, non fu crocifisso ma succede, succede anche ai grandissimi campioni di sbagliare un calcio di rigore. Ragazzi Baggio nel novantaquattro

Speaker 2: ce lo ricordiamo tutti cioè nel senso

Speaker 0: succede succede.

Speaker 12: Quindi ha sbagliato un calcio di rigore Sline? Non è non è l’esama estata ma secondo me io avevo refatto diversamente. Se mi chiedono opinioni di che ho refatto diversamente non ti dico che la segretaria dice io avrei sarei per per firmare il referendum. Per questo ho convocato la direzione nazionale

Speaker 2: perché voglio spiegare perché

Speaker 0: per come. E

Speaker 12: manca questo pezzo insomma. Questo pezzo qui è mancato. E ascoltare quelli che l’hanno posato perché l’hanno posato. E magari ascoltare prendere in mano I numeri e vedere effettivamente cosa è funzionato e cosa no e prendere tutta la documentazione che ci documentazione scusa tutte le proposte di legge dei partiti demorati con questi anni anche adesso anche adesso in questo momento sta portando avanti all’interno del parlamento battaglie forti per quella questione di pregarizzazione contro pregarizzazione del lavoro per il miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori e magari mettere insieme tutto questo e armonizzare e capire se il referendum è la soluzione migliore oppure se c’è altro.

Speaker 2: Chiara. Fa benissimo il suo mestiere. Certo. E dice il partito dovrebbe fare un’altra cosa. Grazie Matteo Biffoni anche per la chiarezza sempre insomma di dire le cose

Speaker 13: che pensa. Buona serata e buon lavoro. Buon lavoro

Speaker 1: a voi. Grazie. Buona serata a tutti. Contro radio

Speaker 2: Newsline sera. L’informazione prima di tutto. Questo è un tema su cui mi piacerebbe sentire come la pensate. Cioè ha fatto bene, ha fatto male a dire che va a firmare il referendum della CGL contro I jobs act considerando tutto e considerando anche quello che rifletteva il sindaco di Prato Matteo Bifoni. Trequattro due otto uno 0 quattro uno uno uno è il numero della WhatsApp per I vostri pareri accettiamo anche brevi messaggi audio naturalmente tre quattro due otto uno 0 quattro uno uno uno ha fatto bene un malhege line in questo momento per altro no?

A tirare in mezzo la questione del referendum jobs act. Non non vi chiedo se siete d’accordo meno sul referendum in quanto tale. Cioè politicamente se è stata un’ operazione giusta, sensata oppure come ricordava Biffoni magari sarebbe potuto fare in in altro modo. Sempre a proposito del partito democratico, sono stati presentati questa mattina a Firenze, I candidati alle candidate toscane per le prossime elezioni europee dell’otto nove e giugno che si terranno in contemporanea con le amministrative e qui si tratta di eleggere I rappresentanti al Parlamento Europeo per la Cisconcruzione Italia Centro per il segretario regionale del PD Emiliano Fossi si tratta dell’elezione europea più importanti di sempre per contrastare Detola ed esse sovraniste far crescere I PD fare emergere la segretaria e capolista Elish Laine ma vediamo ai candidati toscani si tratta il sindaco di Firenze uscente Dario Nardella del presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzio di Beatrice Covassi parlamentare europeo uscente Teresa Bartoli giornalista parlamentare di lungo corso ma sentiamo proprio il segretario regionale del PD

Speaker 14: Toscano Emiliano fossi al microfono di Raffaele Palumbo. Noi ci presentiamo nelle condizioni migliori perché abbiamo un partito forte un partito che è reattivo che è unito nel lavoro quotidiano e con quattro candidature toscane che sono secondo me secondo noi il meglio che noi possiamo proporre in termini di sensibilità, in termini di attenzione al territorio, in termini di competenza sono candidature diverse ma che stanno benissimo insieme e credo faranno un lavoro di squadra assolutamente forte e unitario e quindi con la candidatura di Antonio Mazeo, Dario Nardella, Beatrice Ovazzi, Teresa Bartoli, noi diamo e daremo il nostro contributo fondamentale a questa campagna elettorale che come sappiamo avrà capolista nel nostro collegio e quindi anche in Toscana la nostra segretaria Lischlein e quindi il lavoro che farà il partito sarà quello di dare un contributo fortissimo per come dire spingere le preferenze e l’appoggio alla candidatura della nostra segretaria perché più forte ne esce la nostra segretaria più forte ne esce il partito e più forte sarà l’affermazione del PD e per portare un’adeguata rappresentanza della Toscana in Europa perché noi abbiamo assolutamente necessità e bisogno che la Toscana sia rappresentata anche nelle istituzioni europee perché ne ha bisogno la Toscana, ha bisogno le istituzioni toscane e la società toscana.

Quindi oggi presentiamo questo e siamo è una presentazione col sorriso di cui si sente sicuro aver fatto il lavoro migliore possibile e di affrontare il passaggio di giugno

Speaker 2: nelle condizioni appunto migliori possibili. Tre quattro due otto uno 0 quattro uno uno uno per I vostri commenti vi ho vi ho chiesto segnatamente la questione jobs act cioè se ha fatto bene o male e l’ish line a tirarla ora in questo modo, no? Il il fatto di aver firmato il referendum e la CGL stanno arrivando già dei messaggi poi leggeremo tutti insieme intanto continuate a commentare e noi continuiamo con la pagina politica e lezioni comunali nella valle della Discordia, c’è quella pratesa, comuni al voto con schemi rivoluzionari tra faide interne ai partiti e insolite alleanze. Ecco I concorrenti alla poltrona ai sindaco per Vaiano, Vernio Cantagallo e tre comuni alla Val Bisenzio e il servizio

Speaker 11: corrispondente Giorgio Bernardini. Partiti commissariati, candidati cacciati inedite intese. La Val di Bisenzio dove sorge il maggior numero dei comuni della provincia di Prato e terra di bizzarra rivoluzioni elettorali. Le coalizioni e I partiti si dividono al loro interno. L’esempio più calzante è quello di Vaiano, dove il sindaco uscente del PD Primo Bosi si ricanne da per il terzo mandato ma contro il suo stesso partito, e infatti è capo di una lista tutta sua.

Bosi ha deciso di ripresentarsi alle elezioni dopo settimane di scontri e polemiche che hanno portato al commissariamento della segreteria vaianese del PD che invece che lui ha deciso di sostenere la candidata Francesca Vivarelli. Nel comune martoriato dalle alluvioni di novembre nemmeno il centrodestra tuttavia è esente la frizione interna che saranno palesi sulla scheda elettorale. Fratelli d’Italia e Forte Italia Sostengono infatti Emanuella Paci mentre la Liga corre con la lista civica di Silvano Agostinelli. Non se la passano meglio a Vernio nonostante si tratti dell’unico comune della vallata dove il sindaco Giovanni Morgani non si ripresenterà. La buffela qui è incrociata.

Nel centrodestra fratelli di Taglia, Liga e noi moderati sostengono il militare Marco Curcio mentre Forza Italia appoggia il civico Marco Ciani, civico da poco dato che il bancario era del PD e per cinque anni stato presidente dell’Unione dei Comuni della Val di Visenzio, è stato espulso dal partito dopo la sua autocandidatura. I Dem scelgono invece Maria Lucarini, L’attuale Assessore al bilancio, infine Cantagallo con una canonica sfida a due. L’uscente Guglielmo, buongiorno sempre del PD si ricannida per il terzo mandato. Contro di lui l’imprenditore Lorenzo Santi, sostenuto dal centro destra unito con una curiosità. Il sottosegretario agli esteri Giorgio Silli sarà il suo capolista

Speaker 2: per la gara nel Consiglio Comunale. E il conferenza Sampa di presentazione ai candidati alle Europee e Toscani a cui accenavamo prima si è parlato anche della alleanza di cui tutti parlano ma di cui ancora non abbiamo l’ufficialità cioè a Firenze tra Partito Democratico Movimento Cinque Stelle e il segretario regionale Fossi ha ha detto tra parentesi il Movimento Cinque Stelle era presente oggi nella sede del PD Toscano per un saluto ufficialmente però Fossi ha detto quello che accadrà a Firenze lo vedremo nelle prossime ore. C’è un lavoro in corso, le prossime ore capiremo se c’è un elemento di sintesi o meno nel frattempo non si studi questa mattina per rubrica tutti al voto era ospita Alessandro De Giuli, candidato sindaco della Lista Civica Firenze Rinasce che ha ribadito alcuni temi e programma a partire dalla gestione e patrimonio pubblico fino al porsi come unica reale alternativa quello che mi è definito il sistema di potere che allinea destra e sinistra.

Speaker 15: Sentiamo De Giuli intervistato da Raffaele Palumbo e Chiara Brilli.

Speaker 2: Noi siamo in una situazione a Firenze dove il pubblico,

Speaker 15: pur essendo proprietario di numerosi appartamenti, non ha il denaro sufficiente per ristrutturarli, rimetterli a posto, portare a norma gli impianti elettrici, per cui restano sfitti e quindi inutilizzati, Si lascia andare in malora il bene pubblico e questo in generale bisogna smettere di pensare alla privatizzazione di tutti I palazzi di Firenze che si possono privatizzare e di tutte le funzioni pubbliche che si possono privatizzare. I amministratori della destra e della sinistra sono I terminali di una piramide politica di interessi neoliberali e c’è poco da fare. Destro e sinistra amministraranno dello stesso modo perché sono gli identici terminali della stessa politica.

Speaker 6: Destre e sinistre, dice lei, lei all’inizio ha detto due parole, che ha detto che il lavor salista nasce dai movimenti sociali, e dice movimenti sociali, mh, allora questo è di destre, poi ha detto capitale e lavoro, ma no, ma allora questo

Speaker 15: è di sinistre. Al comunismo e dal fascismo e dal liberismo ci siamo passati tutti come società tutti abbiamo visto che non funzionano e allora bisogna avere il coraggio di dire va bene ripensiamo le nostre convinzioni profonde anche se a volte è molto dura.

Speaker 5: Ecco questa alternativa, innanzitutto come pensate che possa tradursi dal punto di vista amministrativo di opposizione?

Speaker 15: L’obiettivo principale era dare sostanza politica, configurazione politica a un movimento che c’è stato, a movimenti che ci sono, movimenti contro la guerra, contro la sanità, la svendita dei valori sanitari, contro quella gestione infame che è stata la pandemia. Intanto I medici devono cominciare a riconoscere che ci sono stati degli effetti collaterali, le assicurazioni devono riconoscere questo fatto e la società deve ripensare a quello che ha fatto. Perché ci siamo fatti, ci siamo, lo dico per noi, io non ho mai portato una mascherina durante la pandemia ma ci siamo fatti come società travolgere dalla paura e non siamo stati in grado di vedere che un farmaco sperimentale pericolosissimo per certe persone è stato somministrato a tutti obbligatoriamente ecco ed è importante che che che ci sia una forza politica che di queste cose può parlare perché è stato un

Speaker 2: esempio potrebbe ripresentarsi. Vi ricordiamo che prossimo appuntamento è un tutto al voto sono mercoledì Andrea Sciuti candidato sindaco Firenze vera e poi venerdì Francesco Zini è candidato sindaco di Firenze Cambia. Non sappiamo chi vincerà le elezioni. Sappiamo certamente che uno dei temi caldi di questa campagna elettorale è la questione del del Franchi della ristrutolazione Franchi c’è stato un nuovo scambio, un botto in risposta tra sindaco Nardella e presidente della Fiorentina, patron della Fiorentina Rocco Commisso. Nardella si è detto fiducioso che la Fiorentina possa contribuire alla restitutazione Franchi commisso ha rimandato al mitente, ha detto ma qui mancano cento milioni e peraltro insomma a noi ci costerà anche un solo anno stare contanno dal Franchi quindici milioni.

Su questo sentiamo Luigi Caroppo, capo

Speaker 13: redattore della nazione. Grazie d’essere con noi Luigi. Ciao, buonasera, domenica, buonasera a tutti ma Pensavamo che la questione del Sranchi fosse congelata non nella campagna elettorale, ma nella sua visione complessiva, perché sempre perdenne di scontro, ma ci fosse un po’ di trego. Invece il patron della Florentina, come ho detto, ributtava la palla proprio al centro campo per giocare la nuovamente riaccendendo I riflettori sulla questione che cosa si fa per lo stadio, come va a finire da patron di una società, ha detto che prossimo anno ci mancheranno un tort di spettatori rispetto a quest’annata che va concludendosi, avremo meno introiti, mancano delle certezze per il completamento dei lavori, mancano dei soldi e ha detto anche che potrebbe la Ferentina dire anche alle vie legali, quindi bisognerebbe davvero mettersi un po’ tutti intorno a un tavolo e parlarne anche con calma, non è certo questo il momento migliore. Quale potrebbe essere l’auspicio che un po’ di aiuti possano venire dall’esterno, da Roma e nella fattispecie l’Italia è candidata anche con lo Stato di Firenze per I campionati

Speaker 2: europei e quindi potete avere dei dei in ogni caso Luigi è una una bella gatta da pelare no? Cioè probabilmente in un senso o nell’altro perché da un certo punto di vista commisso fa il suo giochi una botte di ferro cioè mi mira ad ottimizzare sapendo che nessuno si

Speaker 13: può permettere uno scandalo in questo momento, no? Sicuramente il momento giusto è quello per per parlarne perché poi il a questo stadio viene tirata dalla parte dall’altra e quindi diventa terreno di scontro. Sappiamo quanti sifosi sono un po’ volafili anche nella nella manifestazione del voto e quindi è sicuramente un momento per la justo per parlarne

Speaker 2: e forse per l’istituzione molto meno. L’avrebbero evitato. Ma e ti ti chiedo un’ultima cosa ma però commisso sembra molto esporsi sul fronte

Speaker 0: centro destra. È una tattica

Speaker 13: secondo te? Ci siamo attaccati ai problemi con l’amministrazione di Palazzo Vecchio, non è mai stata una scorsa, un dialogo un po’ assinghiozzo, periodi di tranquillità e dialogo, altri momenti più di chiusura se non di scontro, veramente non è stata un percorso lineare. Con Mirso ha detto come è nel suo carattere, ha detto la propria riunione liberamente, ha espresso delle critiche, poi ha avuto una manifestazione di pubblica amministrazione a Bagnaripoli diversa, ma in uno scenario anche diverso, che ha fatto dell’efficienza e dell’efficacia per realizzare il zona parche alla bandiera quindi

Speaker 2: aveva anche dei

Speaker 13: paradigmi come sui soldi un po’ diversi. Certo. A Bagniarrifoli si è corsa, si è fatto di tutto per accelerare un grande un grande investimento, una grande realizzazione mentre a Firenze si è discusso molto non è stato possibile per lui realizzare il nuovo impianto con I suoi soldi e l’impianto pubblico è così un po’ staggio

Speaker 2: di tanti problemi. Grazie Luigi Caroppo capore da tua nazione. Buon

Speaker 9: lavoro a te, buona serata. Ciao ciao ciao. Corri per Michela settima edizione domenica dodici maggio corri con noi contro la violenza alle donne partenza alle nove e trenta dal giardino Michela Noli in via Torcico da Firenze. Info su Corri per Michela punto it. Il ricavato delle iscrizioni sarà interamente devoluto al centro antiviolenza Artemisia con il

Speaker 0: contributo di Toscana Aeroporti.

Speaker 6: Internet al massimo. MoMAX nasce in Toscana per fornire

Speaker 9: internet veloce su tutto il territorio. Con la fibra ostica di ultima generazione ed una speciale rete wireless. MoMAX è l’operatore che stavi aspettando. Scopri se la tua zona è coperta da Momax.

Speaker 6: Comunica e condividi senza limiti. Clicca su Momax

Speaker 1: punto it e naviga al massimo. Vita, morte e miracoli. La stagione duemila ventitre duemila ventiquattro del teatro Metastasia di Prato. Il riformatore del mondo di Thomas Bernard regia di Leonardo Capuano. Il scena uno dei capolavori dell’autore austriaco che con il suo stile inconfondibile ha dato vita a personaggi

Speaker 11: estremi spesso artisti

Speaker 1: e intellettuali misantropi

Speaker 9: dal sette al dodici maggio al teatro fabbricone. C’è un Cbd di qualità da Williamo, trovi erba legale, oli e molto altro proveniente da produttori italiani eccellenti e appassionati, selezionati con cura. Consegniamo in un’ora dal tuo ordine a Firenze, tutti I giorni, da mezzogiorno a mezzanotte, a Bagnorepoli, Fiesole, Scandicci e Sesto Fiorentino in giornata e spediamo in tutta Italia in 24 ore. Scopri le offerte su uidiamo.it, uidiamo delivery, cacciatori di fiori, qualità superiori. Controradio.

Speaker 1: Controradio, newsline sera, l’informazione, prima di

Speaker 2: tutto. Di l’informazione prima di tutto circa duocento barri di cartone sono state posizionate in Piazza della Signoria Firenze di fronte a Palazzo Vecchio per commemorare le vittime sul lavoro in Toscana in gli ultimi anni e chiedere misure incisive per la sicurezza sull’evo di lavoro. Iniziativa organizzata dalla Will 0 morti sul lavoro, una fascia mob in piazza, davanti alla rega di Palazzo Vecchio, una partecipato tra gli altri il segretario generale Wil Toscana, Paolo Fantapie, segretario organizzativo Wil Nazionale, Emanuele Ronzoni, sindaco di Firenze, Dario Nardella, Emma Marrazzo, la madre di Luana Dorazio, giovane morta al lavoro e duemila ventuno in apertura una studentessa ha letto I nomi e le storie di alcune vittime sul lavoro e poi ha lasciato lo spazio agli interventi. Pedala, finanziati premia, info e modalità direttamente alla sessione dell’ambiente trea Giorgio, oggi ai nostri microfoni per rispondere agli ascoltatori sulla campagna di incentivi per chi usa la bicicletta domande sull’app Pinback al via dal tredici maggio fino a venti centesimi per chilometro percorso massimo trenta euro

Speaker 16: al mese ma sentiamo Giorgio intervistato da Chiara Brilli. Dal tre dieci di maggio sarà possibile scaricare l’applicazione di che è il partner in questo progetto e fare la richiesta del kit. È un piccolo kit che traccia gli spostamenti che poi potrebbe essere ritirato presso di urpa dei componenti. Dopodiché basterà installarlo e a partire dalla Giornata Mondiale della Bicicletta cominciare a andarci in giro consentirà di accumulare punti. Ogni mese questi chilometri percorsi si trasformeranno in una credito del comune riferente sul conto corrente.

Si va a premiare I percorsi tra casa e lavoro tra casa, scuola, tra casa e università ma anche tutti gli altri ovviamente con cifre diverse percorsi quelli fissi quelli standard diversi da che di studio di lavoro sono incentivati

Speaker 0: di più

Speaker 5: degli altri ma tutti verranno incentivati. Un progetto rivolto

Speaker 16: solo ai residenti nel comune di Firenze, assessore? No, non è rivolto solo dei residenti del comune di Firenze ma rivolto ai residenti dei comuni dell’agglomerato fiorentino e ovviamente si riconoscono

Speaker 5: soltanto I chilometri percorsi nel comune

Speaker 16: di Firenze. Dal tredici maggio cosa avverrà in questa? Dal tredici di maggio la richiesta del partirà dall’applicazione e il kit poi sarà ritirabile. Quindi si avrà fatto la richiesta di poter avere il kit inserendo I propri dati. Poi si verrà ricontattati quando sarà accolta la richiesta e si può ritirare il kit verso gli URP.

Speaker 0: Si parte

Speaker 5: con una sperimentazione con duemila kit.

Speaker 16: Anche per I minorenni ci chiede Massimiliano? Allora no è dei diciotta anni in su quindi anche per gli

Speaker 5: studenti delle scuole ma che abbiano compiuto

Speaker 16: dieciott’anni cosa c’è nel kit ci chiedono nel kit c’è una sorta di bottoncino GPS che si attacca sulla bicicletta e una luce di segnalazione di modo che la bicicletta sia visibile

Speaker 0: e che

Speaker 2: si lavori anche sulla sicurezza perché un uomo è morto questa mattina a Prato dopo essere stato travolto da un camion che raccoglie rifiuti l’incidente è avvenuto questa mattina nel quartiere Chiesa Nuova da una prima ricostruzione sembra che l’uomo stesse attraversando la strada per rincasare in via tagliamento a Prato sono intervenuto in ambulanza, croce rossa e vigie il fuoco quartiere Chiesa Nuova e Gennaio duemilaventetre era morto un altro anziano dopo essere stato urtato da un mezzo per la raccolta dei rifiuti. Siamo piccoli ma vivi così Sandra Gesualdi, stancabile animatrice culturale della cittadina di Campi Bisenzi ha commentato I vari presidi letterari che da oggi formeranno la nuova biblioteca diffusa. È un progetto che riporta I libri al centro della cittadina colpita duramente dall’alluvione

Speaker 8: due novembre scorso sentiamola al microfono in Sandra Savato. Ci siamo inventati questo progetto un po’ strambo per reagire che si chiama Biblioteca di Futa quindi a partire dal terzo Dante Carlo Monni percorrendo tutta la via Santo Stefano che è la

Speaker 0: via centrale della città e quindi c’è anche questo

Speaker 8: senso di voler portare al centro del centro cittadino la cultura arrivando in questa piazza centrale che si chiama piazza Fraristoro dove abbiamo messo il biblobus dal biblioteca con le ruose e fino ad arrivare alla Rocca Strozzi chiude il centro storico dove dentro c’è il museo di confienti, il museo archeologico anche lì c’è un punto di Bibliomuseo, non avevamo più biblioteca e questa era una roba inconcepibile perché sappiamo benissimo che una città è tale quando c’è una biblioteca al suo centro, insomma la biblioteca è il faro di una città, aspettando luoghi più ampi che sono previsti perché stanno ristrutturando l’altra villa storica sempre al centro di Campi, Villa Ruscellai con il PNRR ma I lavori finiranno il 2026 quindi in questi due anni saremo diffusi per riprenderci il diritto di avere la biblioteca e la cultura e la conoscenza gratuita per tutti e per tutte. La piccola biblioteca nel fiato è quella più strutturata, è proprio il luogo fisico più strutturato, ma lì ci sono I libri proprio per I lettori più giovani, sono circa 200 metri quadrati, circa 2500 libri, un’illustratrice romana in quegli ultimo fine settimana ci ha fatto illustrato una parete, quindi c’è questo murale spazzesco di colori, insomma avevamo proprio bisogno di colori, di serenità, di parlare con la fantasia e poi c’è il Biblius dove c’è la selezione per gli adulti, I libri per l’adulte e il Bibli Museo dove c’è un’altra selezione più dedicata alla storia, l’archeologia,

Speaker 2: all’arte. Piccoli ma vivi. Siamo le previsioni del tempo per quanto riguarda la regione toscana, domani il cielo nuvoloso al mattino variabile dal pomeriggio, un possibili più vaschi in Appennino, venti deboli o moderati dai quadranti settentrionali, marimossi, temperature minimi in calo, le massime stazionali oppure il lieve aumento grazie a Giustina per l’ottima regia la ritroverete in conduzione Tutti voi da Domenico Guarino, ciao ciao!

Speaker 1: Newsline sera

Speaker 0: Sottotitoli e revisione a cura di QTSS”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode