search menu
play_arrow

WidgetWeb

News line del 12 Marzo 2024 08:00

regia 12/03/2024


Background
share close


Speaker 0: E la nuova

Speaker 1: la Newsline di Contra Radio

Speaker 0: l’informazione prima di

Speaker 2: tutto otto passate da quattro minuti di martedì dodici marzo un buongiorno da Chiara Brilli in studio e dalla redazione iniziamo Newsline la fascia informativa locale di contro radio sulle nostre frequenze, sui nostri canali cross mediali un buongiorno a

Speaker 0: L’Amma, a Daniele Griffoni,

Speaker 3: questo oggi con noi, ben trovato. Ciao a tutti, la pressione sul Mediterraneo centrale è in graduale aumento e questo determinerà una stabilizzazione quindi un tempo più stabile per quanto riguarda quindi la giornata di oggi inizialmente avremo ancora dei banchi di nebbia e delle nubi basse sulle pianure soprattutto settentrionali, ma in graduale di sondimento, altrove cielo poco nuvoloso, nel corso del pomeriggio è previsto un aumento della nuvolosità sulle zone interne e non si escluda qualche ottime più vasco sulle zone appenniniche. Per quanto riguarda I venti saranno generalmente di maestrale, tra deboli e localmente moderati, su coste al Cipri e la Gomali ancora generalmente mossi. La tendenza poi per mercoledì e giovedì vede un ulteriore miglioramento a segnalare solo al mattino locali banchi di Neda e dubbivarse sempre sulle zone interne della regione ma in dissolvimento Le temperature subiranno un aumento nei valori massimi mentre

Speaker 2: nei valori minimi potremmo scendere di due o tre gradi. Ecco Grifoni questa stabilizzazione di cui ci parlava andrà avanti anche sul fine settimano ancora

Speaker 3: non si può dire non si possono dare

Speaker 0: informazioni in merito?

Speaker 3: Ma diciamo nel fine settimana è prevista una leggera inflazione del campo di alta pressione, quindi aumenteranno le nuove, soprattutto nella giornata di sabato, quando non si escluda la possibilità di qualche pioggia. Già nella giornata di venerdì è previsto un aumento della novolosità comunque si tratterà di precipitazioni di di poco conto poi domenica dovrebbe ritornare diciamo

Speaker 2: un cielo prevalentemente poco nuvoloso. Grazie anche per queste anticipazioni. Prossimo collegamento con il Lammado mattina. Adesso una breve

Speaker 1: pausa pubblicitaria e poi torniamo con Newsline.

Speaker 0: Sveglia scaldici è tempo

Speaker 1: di azione il diciassette marzo c’è una bella occasione. Ci sono le primarie non si può mancare. C’è la Claudia Sereni da

Speaker 0: andare a votare!

Speaker 4: Il 17 marzo, alle primarie aperte del PD, vota Claudia Sereni, candidata sindaca. Un voto per la qualità della vita, per l’ambiente e per la gente. C’è un’idea di città pubblica da progettare. Domenica diciassette andiamo a votare Claudia Sereni, sindaca

Speaker 5: di Scandicci.

Speaker 6: C’è una nuova storia da scrivere insieme. Si vota dalle otto alle venti nei circoli cittadini. Dai sedici anni in

Speaker 7: su. Tutte le info su Claudia Sereni punto it. Ciao sono Dario Nardella il vostro sindaco. Vi invito tutti e tutte venerdì ventidue marzo alle ore ventuno al Palazzo Vanni per festeggiare questi ultimi dieci anni che ho vissuto da sindaco

Speaker 0: e da

Speaker 7: cittadino insieme a voi per la nostra Firenze. Per questo vorrei dire grazie a tutti non con un evento politico ma una bella serata per salutarci. Grazie Firenze.

Speaker 1: Ci vediamo il ventidue marzo al Palazzo Vanni. Vi aspetto. Evento organizzato dalla associazione Punto Su Firenze. Al teatro Niccolini di San Casciano, Enrico Piero Annunzi Trio, Thomas Fonezbeck e Francesco Petreni. L’essenza del trio Jazz con uno dei più importanti e influenti musicisti del panorama jazz mondiale.

Un concerto con il repertorio di brani originali e classici del jazz contemporaneo, creatività, melodia e swing di altissimo livello grazie all’intesa fra I musicisti. Domenica diciassette marzo alle ventuno al Teatro Niccolini di San Casciano Valdipesa. Posto unico quindici euro. Biglietti presso il teatro Niccolini e sul Ticatuan.

Speaker 8: Info Teatro Niccolini punto hit. È dalla terra che si prende

Speaker 0: il volo. Per questo Toscana

Speaker 8: Aeroporti insieme al Santana di Pisa ha sviluppato un piano per la sostenibilità che include non solo interventi a favore dell’ambiente ma anche per la comunità per l’inclusione e contro la violenza di genere. L’aeroporto sostenibile è il nostro impegno Perché viaggiare sia sempre il più naturale dei desideri. Toscana Aeroporti.

Speaker 0: Controradio

Speaker 2: alle otto e nove minuti uno sguardo alle principali notizie di oggi sui giornali e sul nostro sito contro radio punto it trovate la notizia delle sentenze consip di taglio alto sul corriere Assolti Lotti e Tiziano Renzi l’ex ministro invierò a tutti la sentenza. Solo due condanne scagionato anche il generale salta la macchia. Si conclude con due condanne e otto a soluzioni il caso Consi per l’inchiesta sul traffico di influenza che ha visto coinvolti per sette anni anche il padre dell’ex premier Matteo Renzi, Tiziano e il suo braccio destro ora dirigente dell’Empoli Calcio Luca Lotti entrambi assolti da tutte le accuse e poi fotonotizia Campo di Marte invasa dalle auto le multe solo duecento quaranta La fila di auto parcheggiate nel mezzo di strada in via lungo l’Africo ma l’apertura è la tensione che sta salendo per il Maccabi, Maxipiano, Sicurezza al Franchi ma I tifosi viola annunciano proteste contro le restrizioni. Giovedì la partita di con con gli israeliani prevista l’entrata anticipata sugli spalti e cani anti esplosivo dentro lo stadio. Le accusi a Israele sono contenute anche in un comunicato della Curva Fiesole che non solo si ribella per le modalità di restringimento del dell’accesso e di partecipazione annunciando che si presenterà I cancelli dello stadio pochi minuti prima dell’inizio della partita e denuncia in un comunicato il massacro di una popolazione civile inerme ricordando che le squadre russe sono escluse dalle competizioni UEFA a seguito della guerra in Ucraina conference la curva Fiesole si ribella col Maccabi entriamo all’ultimo minuto il virgolettato che riprendiamo anche dalla Repubblica di Firenze che apre con la scuola il concorso che dicevamo nelle anticipazioni la carica dei ventinove mila per duemila cattedre di ruolo di scuola si parla anche sulla nazione e sul tirreno ma rispetto a quella che è una tradizione un rito scaramantico maturità quei riti anti ansia salto in spiaggia per il rito dei cento giorni alla maturità gli studenti fiorentini

Speaker 0: scrivono sulla sabbia il voto sperato Sottotitoli e revisione a cura di QTSS

Speaker 9: E’ un’altra cosa

Speaker 0: che non si può vedere Si sippia nella parte

Speaker 9: più verde della strada Si sippia nell’aroma di una luce

Speaker 0: E si sippia in un misto di polveri È solo

Speaker 9: una ragazza, è solo una ragazza La ragazza che vuoi È solo una ragazza, è solo una ragazza La ragazza

Speaker 0: che vuoi Tu senti la sua polvere dove ti vedi Tu sai che sei in grado di farlo in pietra She’s just a girl, she’s just a girl, the girl you want You hear her calling everywhere you turn You know you’re headed for the pleasure burn But the words get stuck on the tip of your tongue She’s a real thing but you knew it all along

Speaker 9: She’s just a girl, she’s just a girl, the girl you want She’s just a girl, she’s just a girl, the girl you want

Speaker 10: che

Speaker 0: si fa.

Speaker 2: Oto e tredici minuti Veniamo al tema del nostro primo approfondimento. Non ci sarà nessuna commissione di inchiesta dunque sul presunto dossieraggio, nessun organismo parlamentare incaricato di far luce nel pozzonero dell’inchiesta sugli accessi leciti del finanziario estriano nella banca dati della Direzione Nazionale antimafia non devono esserci sovrapposizioni politiche prima della conclusione delle indagini si legge in un virgolettato della nota da Palazzo Chigi firmata da tutti I capigruppo di maggioranza, la prova di Georgia, il titolo d’apertura della stampa, dossier Meloni, stop a Nordio e alle camere c’è scritto sarà la commissione antimafia ad assumere il compito di completare quello che non può essere oggetto di indagine penale, cioè la lettura politica della vicenda. Cerchiamo anche noi di dare una lettura della vicenda soprattutto per quanto riguarda il futuro della direzione nazionale antimafia lo facciamo con Salvatore Calleri, presidente della

Speaker 11: Fondazione Caponnetto. Ben trovato.

Speaker 2: Buongiorno. Buongiorno a voi amici di Contra Radio. Allora Calleri, una riflessione al di là del dell’esito che poi analizzeremo dal punto di vista anche politico di questo stop e di questo

Speaker 0: congelamento della commissione che

Speaker 2: naturalmente è un messaggio per a dimostrare chi comanda da parte di Meloni nei confronti in Primis di Salvini come leggi tutto ciò che è animato in questi giorni non solo la cronaca politica ma anche istituzionali con indagini aperte

Speaker 11: persino nei confronti di tre giornalisti d’inchiesta allora beh Belloni ha fatto bene perché la commissione antimafia esiste quindi creare un’altra commissione di inchiesta non avrebbe avuto alcun senso. C’è una commissione antimafia che ha già iniziato a sentire, diciamo così, delle persone che sono a conoscenza di determinati fatti e quindi è importante ci sia una commissione antimarcia non è che è un’altra è delegittima una commissione antimarcia assolutamente no è giusto quello che è stato deciso detto questo Qual è il rischio che si è corso? Con un’ingaggi in aperta che io ho chiamato, no? In Italia purtroppo noi abbiamo sempre la voglia di spectre, che non ce l’abbandoniamo mai, cioè la voglia di accedere ai dati, alle cose riservate, c’è sempre stato in Italia. Ma questo a prescindere da questo caso, no?

Se te conosci qualcuno, vuoi sapere sempre I fatti del tuo vicino di casa del cesse del politico avversario della società in questa tendenza in Italia ci abbiamo sempre avuto storicamente e quello che è successo indubbiamente se verrà confermato le indagini merita una notevola attenzione bisogna verificare quali reati sono stati commesso. Detto questo però la commissione antimafia ha le sue competenze. La Procura nazionale antimafia non si deve toccare. La Procura nazionale antimafia nasce per

Speaker 2: volontà di falcone non ce lo dobbiamo assolutamente dimenticare. Perché il rischio che si intravedeva anche attraverso strumentalizzazioni di carattere politico e che si gettasse via il bambino con l’acqua sporca in sostanza come come immagine. Esatto. Il rischio era proprio questo. Ecco perché tu dici non ci troviamo però davanti ne una nuova P due ne ad altre

Speaker 11: tendenze di quel periodo. Sono fatti nuove insomma. Ma perché secondo me sono cose diverse questo io poi ovviamente se l’indagine dirà il contrario ma adegua a quello che dice l’indagine tra l’altro Cantone è un procuratore molto attente e bravo è di insomma un procuratore di Rilievo Cantone e quello che io dico a me non mi sembra da quello che ho letto sui giornali che stiamo di fronte a una P2. La P2 era non era dossieraggio la P2. La P2 è stato altro.

La P2 è stato un sistema di potere alternativa a quello dello stato inserita all’interno di un contesto

Speaker 2: storico qui stiamo parlando di accessi alle banche dati ecco veniamo le banche dati veniamo a questa a questo aspetto Le banche dati in a questo punto, stante quello che è stato scoperto e che poi verrà accertato nelle responsabilità e nella dimensione.

Speaker 11: Come dovrebbero essere corrette tra virgolette

Speaker 0: le banche

Speaker 11: dati non devono essere corrette semmai

Speaker 0: da punto

Speaker 11: di vista del controllo del sistema appunto le banche dati bisogna che ci siano regole precise di ingaggio, regole precise che già ci sono Quindi se qualcuno l’ha violato è giusto che paghi dopodiché le banche dati nella lotta

Speaker 0: contro il

Speaker 11: riciclaggio, nella lotta contro la mafia, che oramai è una mafia quattro punto 0 dotata di hacker, di hacker che fanno hacker, dotate di tutte le serie di cose, sono fondamentali. Non è che io posso non usare le banche date o non usare I SOS. Cioè è fondamentale anche le banche date. Lo brichevano usate con conizioni di causa, non devono uscire le notizie sulle banche

Speaker 2: date anche che si danneggiano

Speaker 0: le indagini

Speaker 3: in corso.

Speaker 2: A fronte dunque di una sempre sempre più tecnologica bisogna

Speaker 0: che anche

Speaker 11: la lotta alla mafia diventi tale. Esatto e le banchellati sono fondamentali perché servono a capire le cose sul riciclaggio. Anzi noi dovremmo avere più persone che lavorano su queste cose per contrastare meglio che sono sempre sotto organico le persone che combattono contro la mafia. E anche questo un altro dato da su cui riflettere se sono sempre sotto organico le persone sono poi sovraccaricate anche nelle ricerche alle banche dati,

Speaker 2: un altro punto interrogativo che

Speaker 11: va aperto. Quindi Calleri possiamo dire che. E molestanto le responsabilità individuali che se ci sono chi sbaglia deve pagare ma non si buttano via, né le procure né la procura nazionale antimafia, né

Speaker 2: la banca dati che sono strumenti fondamentali. Ecco e questa decisione presa questo stop alla volontà del ministro Nordio peraltro anche se ha una motivazione maggiormente politica diciamo però stoppa in questo momento anche uno scenario che tu paventavi che poteva essere di forte messa in discussione per uno uno strumento importantissimo come la Direzione Nazionale Antimafia a questo riguardo ti sollecito su due aspetti Innanzitutto una notizia di cronaca che ci ha visto dare ieri la notizia della morte a Firenze dell’avvocato Roberto Di Polito. Era da sempre impegnato come parte civile nei procedimenti contro la criminalità organizzata.

Speaker 0: Lo era stato anche

Speaker 11: per la strage di via di Giorgofili. Sì sì un grande avvocato, un grande amico che perdo che conoscevo da tempi della rete, figuriamo, ci lo conoscevo dal novantuno. Uno degli avvocati della fondazione Capornetto nel nostro gruppo di regali, una persona splendida, si è occupata di un sacco di questioni scomode un grande amico che perdiamo troppo presto e e che

Speaker 2: cosa si può dire in questi casi? Se ne è andato uno bravo. Lo volevamo ricordare ricordando anche che I funerali si terranno domani alle quindici alla Badia Fiesolana a San Domenico mentre c’è una notizia di cronaca che ci ha incuriosito. Ora in realtà poi le dimensioni possono essere stiamo parlando di una gita di una gita all’interno di un contesto scolastico possono essere le più varie però leggiamo dalla Repubblica al tour della legalità non piace agli studenti e la gita non si fa. È avvenuto al Sassetti Peruzzi sostanzialmente era stata proposta una gita in Sicilia che prevedeva la visita alla casa della memoria di pepino impastato, I luoghi degli attentati di Falcone e Borsellino, il muro della legalità al mercato del capo e altre tappe fondamentali nella memoria di questo paese.

Una scelta che non è proprio piaciuta ai ragazzi che proponevano Praga, c’è stata tutta una riflessione sul fatto che ai ragazzi, alle ragazze piace più andare all’estero, vivono la gita in una dimensione più ludica che formativa ma io prendo spunto da questo per chiedere a Calleri, alla Fondazione Caponnetto che si impegna in primis nel trasmettere I valori della dell’antimafia alle alle giovani generazioni come intercettare la loro attenzione e rendere anche questi percorsi che a prescindere dalla gita possono essere davvero utili e ricordiamo quanto si è fatto anche in Toscana su questo per appunto seminare qualcosa

Speaker 0: che poi diventi una coscienza

Speaker 11: condivisa. Allora io sdrammatezzerei la cosa no? Perché il fatto che non ci siano voluti a andare in gita

Speaker 0: non significa che non

Speaker 11: siano sensibili ai temi. Io devo dire la verità non ho mai fatto una gita nella memoria e sono sempre stato sensibilissimo a questi temi, quindi la gita nella memoria sicuramente aiuta alla sensibilizzazione ma non è l’unico degli strumenti e io penso che il percorso della memoria debba essere un percorso che sia al di là delle gite scolastiche perché le gite scolastiche hanno un significato molto ludico e quindi non metterei in competizione la gita scolastica ludica

Speaker 0: con il percorso della

Speaker 11: memoria. Quindi sì se una scuola scelge la gita e la memoria è un grande piacere ma se non lo sceglie non è un dramma perché questi percorsi se volvevano inseriti proprio all’interno

Speaker 2: del percorso scolastico di per sé non della gita. E qui ti volevo infatti in una quotidianità di valori e non un un qualcosa che sia e che faccia tappa per poi

Speaker 11: appunto tornare indietro anche nelle delle nostre coscienze. La gita poi cazzeggio. Ci siamo stati tutti I giovani. La gita è sempre

Speaker 2: stato un momento di cazzeggio perdonatevi. E allora ridimensioniamo questa notizia però ci ha portato appunto a dare un ulteriore interpretazione a un qualcosa che appunto va oltre va oltre date, scadence EEEE gite varie.

Speaker 11: Grazie a Salvatore

Speaker 0: Calleri per questa riflessione. Ci riaggiorneremo. Amici di Contra Radio

Speaker 12: contro

Speaker 0: l’arrabbio. EEEEEEEEE Sottotitoli

Speaker 13: creati

Speaker 0: dalla comunità Amara.org Sottotitoli creati dalla comunità Amara.org

Speaker 2: No, fate voi alle otte e ventisai minuti mandiamo I progeni voglio dire come potrebbe essere la giornata sulle frequenze di Controradio ringrazio Mirco Roppolo come sempre per l’assistenza e regia l’accompagnamento sonoro di questa trasmissione Newsline sulle nostre frequenze fino alle nove e trenta poi tornerà nella versione serale delle diciotto e quindici. L’approfondimento di metà aggiornate invece nella GR regionale delle diciotto e delle dodici e quarantasette in coda a Popolare Network ma dicevamo le nostre frequenze ma anche I nostri canali crossmediali. Ebbene dopo il GR tra poco ci sposteremo con Raffaele Palumbo negli studi video di contro radio web tv perché proseguiamo il nostro percorso con tutti al voto ormai lo conoscete è un è una cavalcata diciamo così anche dalla sigla rende l’idea verso verso le amministrative e le europee di giugno dell’otto e il nove giugno ospite nei nostri studi e anzi in video collegamento oggi da Prato, il candidato sindaco del centrodestra per Prato Giannicenni dalle otto e quarantana e poi alle nove come vi anticipavo ehm avremo Folcoterzani per una diretta Facebook qui dagli studi di Controradio presentazione occasioni di presentazione della nuova edizione del suo libro a piedi nudi sulla terra che diventerà anche una performance teatrale di Elio Germano e poi una riflessione nell’anno del ventennale della scomparsa di Tiziano Terzani dunque occasioni imperdibili sulle nostre frequenze e sui nostri canali cross mediali A questo proposito vi segnalo anche I podcast che trovate nella sezione apposita dall’ompeggia di Controradio punto hit.

C’è un’intervista di Domenico Guarino, Aizedin Elzir, l’Imam di Firenze al via in Ramadam duemila ventiquattro tra Gaza e nuova Moschea intervista L’Occidente dice ipocrita su Gaza manda aiuti umanitari con una mano e armi per uccidere contro l’altra intervista che potete riascoltare appunto da Controradio punto it otto e ventotto minuti tra poco il GR di Popolare Network e poi ci spostiamo su Controradio Web TV

Speaker 0: per tutti al voto. A friend in need’s

Speaker 12: a friend indeed A friend with weed is better A friend with breasts and all the rest A friend who’s dressed in leather A friend in need’s a friend indeed A friend who teases better Our thoughts compressed which makes us blessed And makes for stormy weather A friend in need’s a friend indeed My Japanese is better And when she’s pressed she will undress e poi è un’attività di boxe un amico che ha bisogno, un amico che si tratta di un amico che si sposti meglio il mio

Speaker 0: amico si confessa che ha passato

Speaker 12: il test e non si avverrà mai

Speaker 0: EEEEEEE

Speaker 12: E’ un’ora di scendere E’ un’ora di scendere Pure

Speaker 0: mornin’, pure mornin’ Pure mornin’, pure mornin’ Mornin’

Speaker 12: pure, mornin’ A friend in need’s a friend indeed A friend who’ll tease is better Our thoughts compressed which makes us blessed And makes for stormy weather A friend in need is a friend indeed A friend who bleeds is better

Speaker 0: My friend confess she passed the

Speaker 12: test And we will never sever e vero

Speaker 0: un amico che si sposti è meglio il mio amico confia che passi la testa e che non si avverrà mai giorni, azzurri,

Speaker 12: pelle, azzurri giorni,

Speaker 0: azzurri,

Speaker 12: pelle, azzurri giorni,

Speaker 0: azzurri, pelle, azzurri EEEEEEEEEEEEEE Nel cuore di una meraviglia Pura, buona, pura Buona, pura Buona, pura Buona, pura Buona, pura Buona, pura Buona, pura e trecento

Speaker 10: popolare

Speaker 14: le otto e trentuno minuti Popolare network buongiorno le notizie. È salpata poco fa da Cipro la nave della ONG Open Arms che porterà duecento tonnellate di aiuti umanitarie a Gaza. La nave è la prima a viaggiare lungo il corridoio maritimo ottenuto dall’Unione Europea. Dovrebbe arrivare in una zona della striscia sotto il controllo di israele non è chiaro come gli aiuti verranno poi distribuiti questa mattina intanto più di cento razzi sono stati sparati dal sud del libano sul nord di israele non ci non al momento notizie di vittime. Secondo il sito Biden potrebbe rivedere l’invio di armi a Israele, alcuni funzionari della sua amministrazione, infatti hanno detto che lo farà se Netaniau dovesse decidere di lanciare l’operazione di terra a Raffa.

La crisi a Haiti si è dimesso il primo ministro Enrique da giorni era bloccato all’estero lo dice per ora la comunità dei paesi dei Caraibi che sta cercando di mediare per arrivare a una transizione politica al momento il paese è controllato dalle bande criminali Ad Haiti oltre un milione e mezzo di persone rischiano la fame dice il programma alimentare mondiale. Sul caso Dossier Giorgia Meloni sconfessa il suo ministro della giustizia Nordio che aveva proposto una commissione parlamentare di inchiesta. Ieri sera è arrivato il nuovo ufficiale dei capigruppo della maggioranza una decisione presa da Meloni che ne aveva già messo al corrente Salvini e Taiani. Meloni non vuole sovrapposizioni con le indagini in corso che potrebbero portare a nuove tensioni con la magistratura. Per Meloni che boccia così la proposta di Nordio, meglio che insieme alla procura di Perugia continui ad occuparsi nella commissione parlamentare e non una commissione ad hoc appositamente costruita una grossa operazione antimafia questa mattina è stata la procura di Caltanissetta a emettere cinquantacinque ordini di arresto in tutta Italia e Gli indagati sono accusati di associazione mafiosa, intestazione fettizia di beni, estorsione e traffico di droga e poi ancora a detenzione di armi anche da guerra, esplosivi all’operazione hanno preso parte ben cinque cento agenti di polizia.

L’Europa è la regione del mondo che registra I più rapidi aumenti delle temperature ma non si sta attrezzando per affrontare I cambiamenti climatici. Lo afferma l’agenzia europea dell’ambiente nel rapporto presentato alla vigilia della pubblicazione da parte di Bruxelles di una iniziativa dell’esecutivo in materia di clima e Green Deal ehm si tratta di resilienza climatica e l’ultima iniziativa in questo senso della commissione europea uscente prima delle elezioni

Speaker 15: di giugno. Sentiamo Sara Milanese. Senza interventi urgenti e decisivi contro I cambiamenti climatici l’Europa potrebbe trovarsi ad affrontare conseguenze catastrofiche. Lo dice chiaramente l’Agenzia Europea dell’ambiente nel documento appena diffuso che si presenta come la prima valutazione ufficiale dei rischi derivati dai cambiamenti climatici nel nostro continente. Il rapporto dice che caldo estremo si cita incendi inondazioni come sperimentato negli ultimi anni peggioreranno anche negli scenari più ottimistici di riscaldamento globale, e influenzeranno le condizioni di vita in tutto il continente.

Molti rischi legati al clima hanno già raggiunto livelli critici e minacciano la sicurezza alimentare ed energetica, gli ecosistemi ed anche le infrastrutture del continente. L’agenzia si sofferma su 36 principali rischi climatici nell’ambito di questi cinque grandi gruppi. Di questi ventuno richiedono un’azione più immediata, otto, una risposta di emergenza. Secondo il rapporto infatti le politiche e le azioni di adattamento dell’Europa non tengono il passo con I rischi in rapida crescita. Unione e stati membri dice ancora al rapporto hanno compiuto notevoli progressi ma l’attuazione delle politiche è in ritardo rispetto al rapido aumento dei livelli di rischio e in molti casi gli adattamenti già previsti non saranno sufficienti poiché in molte misure per migliorare la resilienza climatica richiedono molto tempo e potrebbe essere necessaria un’ulteriore azione urgente anche in quei settori in cui I rischi non sono ancora considerati critici.

Questo affermano I dovrebbe essere

Speaker 0: per tutto il continente

Speaker 14: l’ultimo campanello dall’arme. Oggi il cielo è sereno al nord, instabile invece al centro al sud con piogge temporali in particolare nelle regioni meridionali. Le notizie tornano

Speaker 10: alle nove e trenta. A più tardi. Popolare network.

Speaker 16: Muoversi in Toscana Info. Aggiornamenti

Speaker 17: in tempo reale sulla mobilità nella regione. Ancora ben trovati dalla redazione di Firenze Smart in studio Agnese Fedele. Vediamo le stazioni del traffico e della mobilità in Toscana in questi minuti a cominciare dalla uno dove troviamo Coda in uscita a Calenzano per chi proviene da Firenze. Ina undici, Rallentamenti e Code per traffico verso Firenze tra Sesto Fiorentino e Firenze e Perietola e tra Pistoia e Bivio con la 1. Infipi di Prudenza per nebbia e banchi tra La Strassigna e Lavoria per la mobilità a Code Attratti verso Firenze tra Ginestra e Firenze e Scandicci in carreggiato opposta a Code in uscita a Santa Croce.

Siamo al traffico ferroviario, registriamo disagi per

Speaker 0: guasto ad un passaggio

Speaker 17: a livello all’altezza di Granaiolo e per guasto agli impianti di circolazione tra Ulla Luligiana e Granjola. I treni regionali in linea subiscono ritardi e variazioni. Prima di salutarci per il traffico urbano di Firenze fino al quindici marzo segnaliamo lavori di asfaltatura in via del Terzole con chiusura del tratto tra Piazza del Terzole e il Cipico sei. Un servizio in collaborazione con la regione Toscana, città meropolità in Firenze, comune

Speaker 16: di Firenze. Per ora è tutto.

Speaker 0: Buon viaggio.

Speaker 16: Muoversi in Toscana Info, aggiornamenti in

Speaker 6: tempo reale sulla mobilità nella regione. Contro radio. Buon ascolto e buon

Speaker 1: viaggio. FM novantatre e sei novantotto e nove. Una nuova stagione pronta a salpare al teatro delle spiagge di Firenze. Giovani artisti e talenti affermati sul palco per parlare di storie universali con nuovi linguaggi, info, biglietti e programma completo su Teatre d’Imbarco punto it. Venerdì quindici marzo alle ventuno cosa ti cucino amore?

Spettacolo comico scritto e diretto dalla penna umoristica di Linda Brunetta dove le vite di tre donne si intrecciano e si impastano come gli ingredienti del banchetto che stanno preparando. Vita, morte e miracoli. La stagione duemila ventitre duemila ventiquattro del teatro metastasia di Prato. Mazoot della compagnia Baro Devel estetica imprevedibile atmosfere magiche legati al nuovo circo, rigore della danza contemporanea per mostrare la delicatezza e fragilità dell’umanità. Dal quattordici al diciassette

Speaker 6: marzo al Teatro Fabricone. Riscoprire la specola. Il museo ospita nuove esposizioni. Dalla straordinaria collezione di mineralogia a

Speaker 4: un inedito e prezioso percorso tra arte e scienza. Tredici sale in più che si aggiungono agli storici itinerari di zoologia e cerroplastica, un museo

Speaker 0: che racconta

Speaker 6: la natura dalla terra al cielo. Università di Firenze, sistema museale di Ateneo, prenotazioni, biglietti,

Speaker 0: visite guidate e

Speaker 4: iniziative su punto punto it. Tempo Reale Festival, una primavera di nuovi suoni invade la città, dall’omaggio per il centenario di Luigi Nono all’azione Sonora Fussball, dove il calcio Balilla diventa strumento aumentato, opere originali e inedite nella musica elettronica di oggi dal tredici al ventiquattro

Speaker 6: marzo Info tempo reale punto it. Vuoi imparare a fare radio e podcast? Sono aperte le iscrizioni a Radioscuola, l’unico corso con una formazione completa. Potrai produrre la tua demo professionale imparando dai professionisti del settore in collaborazione con Controradio. Speaking, conduzione, podcast, giornalismo, montaggio e tutto quello che c’è da sapere per fare della radio, il tuo mestiere.

Aprofitta dello sconto Early Bird e iscriviti al corso in partenza ad aprile. Che aspetti? Scrivici a infocchiocciolarradioscuola.com. Radioscuola. Praticamente radio.

Praticamente radio.

Speaker 0: Controrario. EEEEEEEE sottotitoli e revisione a cura di QTSS

Speaker 1: Speciale Newsline.

Speaker 0: Tutti al voto. E non è un’ultima speciale News Line

Speaker 1: tutti al

Speaker 0: voto

Speaker 2: alle otte e quarantuno minuti ormai siamo diventati quasi svizzeri con la nostra rubrica tutti al voto di approfondimento politico in vista delle amministrative delle Europee di giugno dagli studi di Contro radio web

Speaker 0: tv con Raffaele Palumbo, bentrovato.

Speaker 5: Bentrovata a te, ancora un candidato, ancora un territorio che sono

Speaker 2: oggi andiamo aperto. Sì, ci colleghiamo con il candidato del centrodestra per Prato, Gianni Cenni, sessantonanni, avvocato già nella giunta di Roberto Cenni, scelto per la corsa a sindaco dal centrodestra, la presentazione ufficiale è avvenuta al diciassette febbraio scorso, mentre ancora si attende il nome del candidato del centro sinistra e

Speaker 18: non solo buongiorno a Cenni, ben

Speaker 5: trovato con noi. Buongiorno, grazie. Buongiorno, buongiorno, ben trovato. L’ in occasione delle recentissime elezioni in Abruzzo la presidente del corso dei ministri Giorgia Meloni ha detto non sono importanti le coalizioni larghe, sono importanti le coalizioni coese. Partiamo da

Speaker 0: questo se d’accordo

Speaker 5: Cenni Cenni se può sentire

Speaker 18: questa sì questa mi sentire benissimo adesso se questa considerazione direi che ha il suo il testo tra tutto il rapporto alle lezioni che vivono nei territori. Quindi ovvio lì è una elezione regionale, però questo fatto delle coadizioni poese valga ancora di più per le elezioni attiche. È ovvio che il comune, anche se per una città grande è un metodo delicato, è comunque un qualcosa che rappresenta una comunità con molti tipi di valori, conoscenza, ben precise e quindi il fatto di riuscire a fare sintesi su questi principi e su questi valori attraverso il candidato e le varie liste che lo appoggiano credo sia un valore aggiunto rispetto AAAA

Speaker 2: quello che può essere un quadro politico nazionale. Jenny quanto è difficile condurre adesso una campagna elettorale in una fase ancora in cui non è stato ufficializzato un candidato

Speaker 13: del centro sinistra e

Speaker 2: quindi il competitor diciamo Principe nonostante ci siano altri candidati, altre liste, ricordiamo Targettopoli di Giornatan Targetti e una ehm un annuncio tra pochi giorni di Italia

Speaker 0: Viva insieme ad azione

Speaker 18: per un candidato comune? Diciamo che per certi versi ti consente anche di concentrarti maggiormente come dicevo prima sull’ascolto e quindi sulla conoscenza dei singoli problemi e delle singole istanze. Peraltro adesso divento uno scenario strano o si rischia quasi di giocare

Speaker 0: di giocare al tennis contro il muro, no? Che ben o male tu rischi di

Speaker 18: di ricevere sempre la palla nello stesso modo tu deve essere quasi te che tu devi cercare di metterti in difficoltà, perché altrimenti è completamente fuori dalla logica della politica, perché la politica non deve essere monologo, dovrebbe essere insomma coralità.

Speaker 5: Senta Scendi, parliamo di Preatoria, una città che negli ultimi trent’anni è profondamente cambiata, quali sono I punti di forza oggi della sua città?

Speaker 18: Allora, è una città che per certi versi tanti la definiscono una città sperimentale, nel senso che noi anche dai punti di vista delle immissioni delle comunità straniere sul territorio e in questi anni ci siamo messi ben alla prova. Quindi la sfida vera qual è? E’ quella di riuscire a trasformare ancora di più e sempre di più aspetti di carattere sociale e economico che possono essere visti come elementi di criticità in resource, anche perché questa è una città che ha sempre guardato avanti, a volte riusciva a prevenire il futuro. Negli ultimi tempi probabilmente si è seduta, addormentata, è stata un po’ anestitizzata e quindi come ho detto anche nella mia presentazione alla città bisogna parlare risveglio ecco

Speaker 0: bisogna cercare di risvegliare certi caratteristiche poi sono in

Speaker 18: colpito quali per esempio si e quindi questa sicuramente è una prospettazione

Speaker 0: futura che

Speaker 2: potrebbe dare una ulteriore spinta alla città. Lei ha parlato di una città che si deve risvegliare. C’è anche un centrodestra che si deve risvegliare. Diciamo, dopo la vittoria del duemilanove il centrodestra ci riprova ma come è cambiato da allora e come intende riacciuffare appunto una città che ha visto comunque due legislature importanti anche a livello personale, il il carisma politico di Matteo Biffoni è andato oltre

Speaker 18: quelli che sono I confini pratesi. Ma diciamo che c’è solo quello, nel senso che ovviamente Bifoni nel 2014 ha avuto un risultato perché un certo Matteo Renzi con il quale gli italiani in quel momento avevano da loro l’una di Miele, venne in Piazza del Duomo, gli impose

Speaker 0: le mani e lo fece assurgere al

Speaker 18: ruolo di sindaco senza neanche bisogno di pallottaggio, malgrado l’aggiunta di centro-destra avesse ben operato. Nel secondo mandato di Biffoni lui ha raccolto questa sorta di creazione del brand Matteo Biffoni il sindaco di tutti, che quindi è presente a tutti gli eventi più o meno minuti della città, però dal punto di vista delle politiche io non riesco a trovare un atto significativo, reale, concreto di incisione sui tessuto della città come opere, come misure, come scelte che possa essere annoverato come un plus della Giunta di Fori. Quindi io direi che più che essere centrodestra che si ritrova forse sono I fratesi che a questo punto si devono ritrovare nel centrodestra ripensando a quell’unica parentesi, a quei cinque anni ma in quei cinque anni se noi andiamo a declinare quella che è stata la politica della giunta di centro-vestra abbiamo fatto molto ma molto di più noi in cinque anni che Biffoni in dieci.

Speaker 5: È curioso però che Biffoni vince per il secondo mandato senza avere diciamo così la la la la questione renziana e lei sottolineava è in un momento storico in cui se si stava con Salvini vincevo persino io se mi presentavo così alle elezioni. Quindi forse non sono stati cinque anni proprio del tutto buttati all’aria diciamo così o basati solo su un brand che poi quanto a PIL possa avere sui concretissimi pretesi, francamente

Speaker 18: non lo so no allora questo discorso è la carisma perché tenete presente che per un punto è stata un po’ anche la consapevolezza

Speaker 0: del PD ma anche dello stesso Biffoni

Speaker 18: che probabilmente ha inciso e ha contribuito a questo impasse sulla scelta del candidato sindaco, perché Matteo Biffoni credeva fermamente sulla possibilità che vi potesse essere il terzo mandato. Quindi anche tutte le trattative per la scelta del candidato sindaco del PD sicuramente risentano di questo aspetto. Quindi lui in quel contesto, cioè quindi cinque anni fa, secondo me già stava raccogliendo un po’ questo, perché tra l’altro mi sembra malamente, il ballottaggio non si concluse con delle differenze siderali, perché mi sembra attorno ai 46-47%, Ovviamente considerate che c’era un discorso anche di partiti, della coalizione, pur avendo una lega molto forte, noi eravamo ben distanziati, eravamo addirittura I sei, quindi è anche un quadro politico che ne ha andato crescendo e che si è andato consolidando in maniera diversa rispetto a quella che poteva essere stata la l’esploia della Lega. Quindi io direi che da questo punto di vista diciamo c’è una situazione politica

Speaker 2: diversa rispetto a quella di cinque anni fa. Senta veniamo al programma perché sabato prossimo c’è una data importante alla Camera di Commercio, è stata convocata la conferenza programmatica che servirà alla coalizione di centrodestra per delineare I temi al centro appunto del programma, verrà consegnato poi un documento di sintesi a lei, cosa si aspetta da questo incontro, cosa chiede alla sua coalizione per essere appunto

Speaker 18: in ascolto dei cittadini pratesi innanzitutto saranno dei tavoli che ehm già per la loro composizione saranno portati a fare sintesi, nel senso che vi saranno I rappresentanti politici dei partiti, vi saranno I consiglieri comunali uscenti, quindi anche questo sarà molto importante per avere un feedback rispetto a quelle che possono essere state I tentativi di attuare su territorio delle politiche vere da parte della giunta di centro-sinistra. Vi saranno poi coloro che magari si candidano per la prima volta e quindi porteranno anche una sorta di ventata e di novità. Credo che ne debba uscire delle idee in questo caso provenendo da dei tavoli strettamente politici un pochino più strutturate e pensate. Al tempo stesso io raccolgo anche continuamente stimoli e spunti da parte appunto dei cittadini poi staranno a me nel giro di breve ma comunque meditando fare sintesi, ecco.

Speaker 5: Anche perché dovrà fare sintesi sappiamo che il preato è una realtà complessa anche per il fatto che esistono molte Prato, esiste la Prato del centro ma esistono quelle che non sono periferie ma che sono delle altre parti di prato che sono Galciana, Calcetti, Narnali, del del del Vergaio EEEE molte altre realtà

Speaker 0: del territorio,

Speaker 18: territorio complesso Cenni Bravo. Codesta è un’osservazione molto diciamo calzante trato di la città giù nel senso che queste propagini periferiche che se uno osservi il territorio sono quasi a raggiera quasi come le dita di una mano, sono delle realtà ben distinte con delle identità, con delle problematicità proprie e anche con un certo senso di orgoglio d’appartenenza di queste zone, Quindi bisogna proprio mettere la testa iniziale su questi tipi di problematiche, ripeto, ha detto bene lei, non le possiamo chiamare periferie, perché in realtà non sono periferie, verrebbe da dire che sono comunità e realtà collegate alla città e facendo parte della città ma che hanno anche un’identità propria e quindi bisogna proprio cercare di andare a capire quali sono gli elementi di criticità perché poi si rischia sempre se no

Speaker 2: di concentrarsi solo sui centro storico, no? Invece tornando a un punto di vista proprio di forze politiche che possono intercettare l’elettorato il fatto che tra poco venga reso noto il candidato di Italia Viva però congiuntamente sostenuto anche d’azione e teme che possa recepire intercettare voti del centro che invece potrebbero

Speaker 0: andare alla sua coalizione

Speaker 2: questa domanda si è bloccato il

Speaker 5: collegamento con Gianni Cenni

Speaker 10: credevamo in una

Speaker 5: ecco ci sta sentendo.

Speaker 2: È stata l’unione

Speaker 5: di Italia Viva e Azione. Sì che è

Speaker 2: singolare insomma. Che ha messo in chisi anche le tecnologie diciamo. La racconteremo ma insomma è un sicuramente è un vaccino

Speaker 0: quello che al centro è

Speaker 5: molto appetibile diciamo. E’ c’è l’attività. Adesso sì la sentiamo la domanda gli guardava appunto la possibilità di chitarli a l’impaio

Speaker 0: di azione

Speaker 18: mh prego prego si si allora io dicevo che io so

Speaker 0: già chi è il candidato

Speaker 18: non ve lo dico, una persona che conosco e naturalmente si può leggere

Speaker 0: non lo

Speaker 10: dico se

Speaker 18: no no no no

Speaker 0: no

Speaker 18: comunque ehm a parte bisogna vederla anche in altro modo cioè possono andare tale della ora vi possono andare a ritare dei della ora vi fossi un candidato

Speaker 0: ovviamente è oggi

Speaker 18: indubbiamente della segreteria nazionale regionale. Quindi la possiamo vedere sotto I due che ci aspettano. Certo, noi che non è che è rappresentati detto forse in parte alle noi moderati con la lista anche del sottosegretario quindi credo che

Speaker 2: anche da quest’alte vi sia offerta a politica allora mmm Cenni noi la ringraziamo per questo approfondimento abbiamo davvero un minuto in chiusura ci sono stati dei problemi di collegamento ma il senso generale di questa candidatura del percorso che viene fatto dal centrodestra su Prato lo abbiamo condiviso con il nostro pubblico naturalmente poi ci saranno altre occasioni di confronto e approfondimento grazie al

Speaker 5: candidato del centrodestra sindaco per Prato Gianni Cenni per

Speaker 18: essere stato con noi. Grazie, buongiorno a lei. Grazie

Speaker 0: a voi, grazie a tutti

Speaker 5: grazie, grazie a Gianni Cenni, siamo abbiamo parlato di prato, torneremo a parlare di prato dove anche lì continuano a dirlo la

Speaker 2: situazione è è in grande movimento. Non solo siamo partiti in anticipo perché volevamo darci tempo per riflettere ma qui mi

Speaker 0: sembra che

Speaker 2: le forze politiche

Speaker 5: se non stiano dando a sufficienza.

Speaker 2: Forza esatto. Siamo partiti in anticipo noi diciamo così. Diciamo che marzo sarà sicuramente lo prevediamo il mese decisivo per cristallizzare quello che saranno I rapporti, le intese, le candidature, I nomi sui vari territori. Possiamo dirvi che domani torniamo con tutti al voto qui sulle frequenze sui canali crosmediali di Controradio, ospite dei nostri studi sarà un esponente di spicco di Italia Viva per quanto riguarda il territorio toscano che potrebbe essere stato anche lago della bilancia come nome per un non accordo tra Partito Democratico Italia Viva per le amministrative fiorentine parliamo di

Speaker 5: Francesco Casini sindaco di Bagnaripoli. Altro luogo dove avremo modo di parlare per quello che riguarda il momento elettorale sta arrivando nei nostri studi potete continuare a seguirci anche in video sui nostri social Folco Trezzani con una nuova ristampa di a piedi nudi sulla terra e altre novità di cui vi parleremo nel corso della nostra

Speaker 0: trasmissione ci risentiamo tra pochissimo

Speaker 7: Ciao sono Dario Nardella il vostro sindaco. Vi invito tutti e tutte venerdì ventidue marzo alle ore ventuno al Palazzo Vanni per festeggiare questi ultimi dieci anni che ho vissuto da sindaco e da cittadino insieme a voi per la nostra Firenze. Per questo vorrei dire grazie a tutti non con un evento politico ma una bella serata per salutarci. Grazie Firenze.

Speaker 1: Ci vediamo il ventidue marzo al Palazzo Vanni vi aspetto. Evento organizzato dall’associazione Punto su Firenze. Pronti per un nuovo weekend musical Viper Theatre? Venerdì 15 marzo arriva a Firenze Piotta con la prima data di Nanotte Infame Tour. Sabato 16 è la volta di Gian Cane e la sua dieci anni, a dieci anni dall’uscita di Il Carne.

E domenica 17 marzo Appino presenta Humanize, il nuovo album. Biglietti su TicketOne, info.byperclub.eu Il libro della vita, la decima edizione dedicata alla memoria di Sergio Staino. La domenica mattina l’editorio Rogers, Piazza della Resistenza di Scandicci, torna. La rassegna ideata è condotta da raffaele palumbo dieci appuntamenti in cui ospiti autorevoli raccontano il libro che ha segnato la loro esistenza programma completo sul libro della vita.net e pagina facebook il libro della vita. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Domenica 17 alle 11 Susanna Camusso parla di Memorie di Adriano di Margeriti Olsenar.

Speaker 4: Torna a Firenze di Dacta Italia, La fiera dedicata al mondo della scuola. Regione Toscana ti aspetta con uno stand sulle opportunità del Fondo Sociale Europeo Plus. Potrai conoscere le eccellenze nel campo dell’istruzione. Dall’infanzia ai percorsi post-diploma. Scoprire le opportunità dedicate ai giovani, partecipare a workshop e seminari dal venti al ventidue marzo alla fortezza da Basso a Firenze, la Toscana fa scuola.

Scopri di più su regione

Speaker 0: punto Toscana punto hit slash didatta duemilaventiquattro contro radio di data a 2024. Controrario. Sottotitoli creati dalla comunità Amara.org

Speaker 13: EEEEEEEEEEEEEE Revo, Revo, non facciare un messo Revo, Revo, dopo un giorno no Hot Tramp, I

Speaker 0: love your soul

Speaker 13: non so se sei un ragazzo o una ragazza Hey, bebe, il tuo po’ è tutto bene Hey, bebe, andiamo a dormire la sera Ti piace e io ti piace tutto Ci piace danzare e ci sembra diventare

Speaker 0: Ti

Speaker 13: amiamo quando si suonano Ti vogliono di più e ci vogliono di più Si ti mette in palla, ti senti bene Sì, sono male. Tu li metti sui sacchi. Rammel, rammel, hai tolto la tua giusta. Rammel, rammel, I tuoi facce sono messi. Rammel, rammel, come lo sanno?

Hot Tram,

Speaker 0: ti amo tanto. Ma come si sa?

Speaker 13: Hot Tram, Io ti amo tanto Ravele, ravele, Non mi fai sognare la tua giusta Ravele, ravele, Tuo faccia

Speaker 12: è un messo Revo, Revo, ti ho

Speaker 13: tolto la tua giusta. Revo, Revo, il tuo viso è un messo. Revo, Revo, hot codello. Hot trap, io ti amo, soldato.

Speaker 0: Ti ho tolto la tua giusta. Hot Codego Hot Tramp I love you soldier You don’t dress Your face is a mess You can’t get enough But enough ain’t the test You got your transmission And your live wire You got your fuel line EEEEEEEEEEEEEEE non è

Speaker 6: un po’ stai

Speaker 4: ascoltando Controradio. Non perdere niente di

Speaker 0: ciò che accade. Controradio è Crossmediale

Speaker 2: le nove passate da sette minuti con Raffaele Palumbo ci siamo spostati nell’acquario di Controradio dagli studi video di Controradio Web TV ci potete guardare anche in diretta Facebook su Controradio Firenze la nostra pagina Facebook ai nostri canali cross mediali contro radio punto hit

Speaker 0: e vedrete

Speaker 5: che ci ha raggiunto in studio Folco Terzani, bentrovato. Buongiorno. Allora Folco, bentrovato, siamo contenti di raccontare di questa nuova edizione di a piedi nudi sulla terra che è la storia di Baba Cesare che è un bellissimo libro sull’India. Cosa difficilissima, forse l’India la si può raccontare soltanto attraverso veramente una persona, perché pensare di raccontare l’India era una cosa inimmaginabile, impressionante e qui c’è questa storia con in questa nuova edizione anche molto diverse foto molto molto belle molto significative che poi Babacesare andava anche visto diciamo così oltre che conosciuto e frequentato e che non che abbia prodotto cose scritte, quindi noi possiamo dire andava letto, andava conosciuto semplicemente. Era una storia, partiamo all’inizio, che in qualche modo ti colpisce, non quella di Barcesa e Marulla di Sadu in generale, Quando per la prima volta tu vai in India con tuo padre, avevi nove anni, e l’esperienza è traumatica, anche perché l’India vera mi verrebbe da dire, e vedi anche questi personaggi praticamente nudi.

Sì, avevo

Speaker 10: nove anni, cioè era tutto nuovo il mondo, non avevo

Speaker 0: mai visto una povertà del genere.

Speaker 10: E’ una povertà praticamente nudi? Sì, avevo nove anni, cioè avevo, era tutto nuovo il mondo, no? Non avevo mai visto una povertà del genere. Mi sono proprio stupito come giustamente un bambino si deve stupire davanti al mondo e non avevo mai visto I lebrosi per la strada come c’erano davvero in India. Ci sono ancora

Speaker 0: in alcuni

Speaker 10: poverò ora molto meno e allora sono rimasto scioccato proprio da questa povertà e poi un giorno camminando per strada in una piazza vediamo tre persone che ci hanno meno dei mendicanti, cioè sono quasi nudi con questi capelli che non si sono mai tagliati, che stanno lì accucciati per terra, però quando li ho visti ho detto ma questi non sono mendicanti, questi sono dei re. C’avevano delle espressioni così sovrane, così soprattutto, così tranquille, ho detto chi sono quelli lì? Come mai sono così? È strano vedere le persone così. Allora ci siamo avvicinati e mio babbo ha chiesto chissono e ha detto sono degli asceti, vivono in giungla e stanno passando ora dalla città.

E io sono rimasta boccaterta, cioè come esistono ancora al giorno d’oggi degli asceti che vivono così in grotta, in giungla, spogliati di tutto, che invece di essere come I mendicanti che chiedono, c’hanno quest’aria sovrana, soprattutto, come se tutto quello che hai te a loro non interessa. Ma era una cosa incredibile e allora poi la vita va avanti, te lo dimentichi ma quando hai bisogno ritorni a quella cosa lì.

Speaker 2: C’è molto di siddhartha in tutto questo, hai riportato in una tua esperienza una grande esperienza non solo narrativa ma di vita.

Speaker 10: È molto un siddhartha moderno, perché quello per me è il libro più bello in assoluto siddhartha perché è proprio il progresso interiore di una persona di un uomo che che ricerca, ricerca il senso di questa vita, ricerca Dio, no? Questa questa cosa che non si capisce che è bella questa ricerca grande ormai non si fa più non usa più si ricercano le cose materiali appunto gli ascetti ti guardano e dicono ho capito che cerchi quelle cose ma cerca quella cosa più grande

Speaker 5: a questo riveremo tra poco però la cosa interessante che Baba Cesare è un torinese e un borghese che in qualche modo si inventa addirittura da giovanissimo del Messiaio del veterinista, che è una cosa che non esisteva ancora diciamo molti anni fa però arrivano le prime droghe leggere, Baba Cesare viene trovato che non era ancora affatto un baba ma era un borghese piemontese con uno spinello e gli danno un anno di carcere e naturalmente cambiano tutta la storia perché dopo quest’anno di carcere che è notoriamente la Harvard del crimine, il carcere, vabbè ce se parte. Però non va a cercare forse proprio la spiritualità.

Speaker 10: No secondo me va a cercare l’opposto. Questa è proprio una storia di trasformazione. Noi abbiamo molto questa idea binaria, uno buono uno cattivo. Invece questa è l’idea che dal male può avvenire il bene, che le cose si trasformano, che il ragazzo peggiore in classe diventa quello più buono dopo, quello più bravo. Infatti io ho incontrato un vecchio in una grotta in India che io ho preso per una scelta indiana e poi quando gli ho chiesto da dove sei lui ha detto Italy, era italiano, ma questo vecchio era un bellissimo personaggio tollerante con questo sorriso tranquillo e ho detto mamma mia che bella persona non ho visto un vecchio così da da mille anni

Speaker 0: chi è? E quando mi ha

Speaker 10: raccontato la sua storia? La sua storia era bruttissima però. Per arrivare al bene ha attraversato tutto il male e questa è la cosa stranissima. Cioè te dici era un ragazzo borghese? Era un ragazzo sì proprio il peggio però le sbagliava tutte, tutte le decisioni prendeva quella sbagliata sempre.

Sì che in un certo senso antipaticissimo all’inizio e questo è stato il suo percorso. Come lui dice non avrai mai scelto di fare una cosa così però se devi attraversare Mario e Monti

Speaker 2: ti tocca attraversa Mario e Monti per capire il mondo. Il tema della contraddizione che poi è centrale, no? In India come tu mi racconti sempre a Raffaele anche tramite viaggi con con I social contro la radio club è un qualcosa di fondamentale anche da insegnare ragazzi perché non si può essere coerenti da rivoluzionari e coerentemente finire Pompieri. Non è possibile

Speaker 10: che la contraddizione fa parte di noi. Credo che bisogna accettare questa contraddizione, no? Questo fa parte proprio della vita. Noi non ve è troppo binario come vediamo le cose. Invece c’è sempre il mistero nella vita, dal male viene il bene, dal bene viene il male, tutta in continua evoluzione e questa è una storia così, si che è un sidarta cattivo in un certo senso, è un sidarta perché uno immagina che un santo passa attraverso la scuola dei santi, è sempre il primo della classe poi diventa Santi invece non è mai così, mai così.

E’ sempre qualcuno che dice io sono il più grande peccatore e poi ho capito.

Speaker 5: E’ sempre così, tu pensa che Bottura che è considerato lo chef numero uno al mondo, con Bizzarri che all’epoca era il numero uno di Gucci, quindi stiamo parlando di numero uno mondiali, andavano a scuola insieme, la maestra gli diceva voi due somari non avrete nessuna parola, non conviderete mai niente di buono, vado a scesa e vai in India come in quegli anni tanti andavano in India per cercare l’opio, cercare l’euroina, per cercare l’Afghanistan, la libertà. Cioè tanto che si narra che una vipera che mosse… Babacesa che morì, venenata diciamo così. E questo è un aspetto forte di quegli anni, che nel bene e nel male però aveva una spinta ad uscire per dei motivi giusti o sbagliati che fossero, ma che non fossero il fatturare o mettere in piedi una

Speaker 0: startup diciamo.

Speaker 5: No è affascinante

Speaker 10: quegli anni settanta erano pazzeschi se ci pensi se ci pensi alla musica, l’arte, la creatività e questi ragazzi che si ribellavano contro tutto ma contro cosa si ribellavano? Contro una guerra che c’era e contro il materialismo ora ci sono più guerre e più materialismo ma non c’è la ribellione ma si ribellavano ovvero proprio volevano, dicevano fermate il mondo che voglio scendere e loro modo di scendere è prendere dei magic bus degli autobus e attraversare tutto il mondo in autobus senza soldi, attraversavano il Pakistan, l’Afghanistan, posti dove non ti puoi immaginare ora da andare. Loro tranquillamente in centinaia andavano, andavano e arrivavano alle spiagge dell’India e l’India c’era quest’idea proprio da Siddhartha come dicevi te, che dall’India si ritrovava la spiritualità, si ritrovava la connessione dell’uomo con il cielo che si era stata stata dimenticata qui per quello che già negli anni settanta vedevano come troppo materialismo e volevano ritrovare una dimensione naturale di semplicità e allora arrivano questi hippie con I capelli lunghi che fumano gli spinelli che vogliono andare scalzi e poi arrivano in India e vedono I Baba, vedono questi personaggi con I capelli molto più lunghi di loro, che fumano molto più di loro, che sono sempre scalzi e dicono ma questi fanno quello che facciamo noi ma molto meglio di noi, questi lo fanno da migliaia d’anni, Questo uscire dalla società, questo ricercare qualcosa di più grande.

Questi lo stanno facendo, è una tradizione che va e allora diventano discepoli. Vanno a imparare da loro. No? È incredibile questo incontro fra gli hippi fuori di testa. È una tradizione antichissima di questi sadhu, di questi asceti

Speaker 5: indiani. Nonostante I rapporti numerici per noi siano incomprensibili, perché gli indiani sono diventati un miliardo e mezzo scavalcando la Cina, cosa per loro di enorme orgoglio, diciamo così, questi personaggi in India sono un milione che a noi ci sembra incredibile diciamo si mette invece in India su una minoranza minuscola però si si vedono, si incontrano per strada e se gli regali

Speaker 10: un piatto di riso non non ingraziano di non ingraziano Dio perché

Speaker 2: capiscono che tutto è un sistema unico che gli è stato. In tutto questo la tecnologia perché io ho visto no? Anche delle condivisioni di immagini, di video, di narrazzioni di Baba Cesare e di questo il fatto che ci possa essere una globalizzazione della conoscenza

Speaker 10: rispetto alle loro esperienze questo è positivo. Ma penso di sì poi credo che emergeranno anche I personaggi veri anche qui in Italia così come un po’ queste tradizioni stanno morendo in oriente, secondo me stanno rinascendo qui. Io vedo tanti giovani che stanno andando in campagna al momento, che vogliono ritrovare proprio questa dimensione di semplicità e di connessione. E’ uno dei primissimi passi che uno può fare. E’ semplice, uno dice cosa devo fare.

Togliti le scarpe, vai a piedi nudi sulla terra, ritrova il contatto con la tua madre terra. E’ semplice,

Speaker 19: è facile.

Speaker 10: Non devi comprare qualcosa, devi rinunciare a qualcosa, devi toglierti qualcosa e questo è imbarazzante, anche io non lo faccio mai qui in città a Firenze, non è che vado in banca a scalzo, però quando vivo in montagna sono sempre scalzo, tutte le camminate le faccio scalze, faccio le marasone scalze, cioè scalzo si sta benissimo e ritrovi questa connessione con qualcosa di molto più grande di te che non è più il mondo dell’uomo ma è proprio questa terra, questa mota, quest’acqua, queste le spine, I sassi e le spine no? E questo ti risveglia e questo è il principio dell’ascietismo, prendi le spine prima delle rose, impara il digiuno per rafforzarti dentro.

Speaker 5: E’ interessante questo scambio perché noi andiamo a fare yoga e I ragazzi indiani vogliono diventare ingegneri, c’è addirittura una serie televisiva che racconta della quantità di suicidi in un college che sono diventati di un competitivo, cioè tu per accedere a una scuola di alta tecnologia in India c’è un milione di iscritti e dieci posti. C’è un livello di competitività spietato che fosse nemmeno in Cina. Questo è uno scambio in qualche modo interessante. Però per ospite della materialità, c’è una cosa della storia di questo tuo libro a piedi nudi sulla terra che mi è sempre molto affascinato. Cioè, queste persone, questi sadu, questi santoni, questi asceti, vivono in grande armonia.

Appena arriva per esempio il turista americano e li vede perché sono di un di uno da un turista di sito sono belli, sono scioccanti, la prima cosa che fa dal suo punto di vista cos’è? Mettere la porta foglie e dire, va, vi do 1000 euro così potete stare tranquilli per un po’. L’inizia, l’inizia di guai, quando compaiono I soldi.

Speaker 10: In teoria I soldi cercano di evitare, cioè chi non li tocca nemmeno, poi invece molti sono sulla via, non è che sono arrivati, però io ho passato molto tempo in India proprio a cercare quelli che erano più lontani, quelli che vivevano in giungla da soli, che vivevano in grotta, a vivere in grotta con loro, no? E vedere che tipo di vita è, andare a farsi il bagno nel fiume, bere solo dal fiume. E questa è una vita antica che loro da sempre cercano di portare per ricordare alla società che c’è un altro modo di vivere, ma non lo ricordano con le parole, con I libri, ma con la loro vita e allora ci sono questi personaggi come dice che sono proprio belli, ci hanno questi capelli che da quando loro prendono la via non si tagliano mai più, si che a volte strascicano fino in terra, a volte vanno completamente nudi per dimostrare che non c’è bisogno di niente, Dio ti dà tutto e allora girano nudi, nudi perché lì si può fare.

Speaker 5: Coperti di cenere.

Speaker 10: Coperti di cenere, si si mettono la cenere simbolica proprio come il loro dio Shiva, no? Ora Shiva va di moda, ho sentito che c’è addirittura un rapper che si chiama Shiva che

Speaker 5: va di moda.

Speaker 13: C’è

Speaker 6: stata la festa di Shiva.

Speaker 10: Si c’è stata la festa di Shiva. Questo è un personaggio dei tempi dei tempi, uno dei primi asceti, prima di Gesù e di Buddha, c’era questo pare, questo asceta Shiva che viveva sull’Imalaya e che aveva già quell’idea di ritornare alla semplicità. Se tu vai

Speaker 5: in un gatticello di Milano da un grande manager scopi che lui è devoto a Shiva. Che è successo?

Speaker 10: Sì, mi è successo proprio una cosa del genere, proprio nel mondo una volta andavo a incontrare una persona e vedevo che proprio c’era sciva come idea ma è naturale,

Speaker 5: è come vedere l’altro rispetto

Speaker 2: delle cose, no? Certo, certo, anche voi sei giusto. Mi incuriosisce molto Aglio Germana, sono sincera perché ho visto che non solo c’è ci sono delle sue valutazioni rispetto al libro, ho visto anche del stralci di letture

Speaker 6: del tuo

Speaker 10: testo ma ne nascere anche qualcos’altro. Sì, allora ehm Elio ha ha fatto la l’unico audio libro che ha mai fatto è

Speaker 0: di questo libro, lo ha fatto proprio a Piedino di Sulla Terra

Speaker 10: e l’ha fatto benissimo perché lui anche lui ha conosciuto il personaggio e allora conoscendolo lo vedi Elio entra dentro subito nel personaggio e ha riletto il libro come se forse il personaggio stesso che sta parlando quasi non senti la differenza. E allora c’è questo audio libro che lui ha fatto del libro e oltretutto ora c’è quest’idea di fare una specie di spettacolo specie teatrale ma è un po’ come ricostruire quel mondo del baba che il mondo dei baba in genere si svolge intorno al fuoco, che è una goccia di sole sulla terra, no? Il sole come la cosa più importante che c’è, la cosa più forte che nelle nostre vite. Anche la

Speaker 2: cosa più democratica. Sì, Anche la cosa

Speaker 10: più democratica, perché se uno va a discutere sulle religioni, la mia è meglio della tua perché nata in questa terra o quella terra, c’ha questa faccia di questo personaggio o di quell’altro, invece il sole e di tutte le terre è senza faccia, per tutti è uguale. Sì che è una cosa più antica, Noi si dice che gli antichi sono stupidi perché veneravano il sole, invece magari si scoprirà che sono più intelligenti perché veneravano

Speaker 5: il sole. Perché avevano capito tutto. Il Duni, no? Si fa con lo sterco di bacca, si fa un piccolo quadrato in terra e ci vuole un’abilità per avere tenere questo focarellino per acceso in maniera permanente. Sto intorno a questo Duni e Leo Germano farà accadere delle cose.

Non possiamo dire e anticipare niente però sappiamo che Piedinudi sulla terra in qualche modo camminerà anche su altre terre di altri linguaggi come quello per dell’aperto,

Speaker 10: non se del teatro eccetera. Sì sì sì. Il suo sarebbe veramente fare è un film

Speaker 0: questa storia

Speaker 10: perché è talmente assurde, talmente spinta, talmente tutto sbagliato per arrivare al bene che è fatto per essere un film, però è un film molto costoso per cui intanto…

Speaker 5: Ma Giosè perché ha usato la parola performance? No. Per vendetta. Perché Elio germano poteva essere qui questa mattina, però perché è un personaggio molto schibo, eccetera eccetera, è invitato, allora ho detto performance, in modo che lui l’ascurte e diceva no, va le parolaccia, questi imbecili, quindi è una cosa del tutto voluta, naturalmente si sta lavorando al ventennale della morte

Speaker 0: del pub

Speaker 2: di Folco,

Speaker 5: su cui non possiamo ancora dire niente perché veramente iniziano I lavori, tutti dicono ma come, ma dai, ma sono già passati vent’anni, ma dove tutti, tutti con quello che vi parlo diciamo così.

Speaker 2: Sembrava davvero sembrava ieri quando Tiziano Tersani varcava alla soglia della radio e tornava ai microfoni.

Speaker 5: L’ultima volta è venuto qui, è seduto dove sono seduto, adesso io e Folco era a fare delle riprese con la sua videocamera che è sempre stata in qualche modo, poi anche una sua parte importante

Speaker 10: del contro radio è l’unico posto dove gli piaceva venire ecco alla fine non andava più in televisione andava più in radio però contro radio gli piaceva

Speaker 5: perché noi ci avviciniamo a quella a quella povertà diciamo

Speaker 9: noi parlavamo

Speaker 2: ma non di spirito ma non di spirito né di etere ma folco terzani c’è una parola che mi risuona in questa in questa finestra che noi abbiamo voluto aprire con te, con I nostri ascoltatori. Chi ha bisogno? Ce sarebbe un gran bisogno di Tiziano Tersani nella sua esperienza ma in realtà un bisogno che viene confermato da quella che è quello che lui ha lasciato come come valori anche nelle parole, anche nelle esperienze, ma bisogno anche di quello che tu dicevi rispetto all’esperienza di Baba Cesare. Come poter

Speaker 0: ehm far sì che

Speaker 2: questo bisogno individuale diventi un bisogno collettivo, che ci sia una sorta di condivisione di esigenza a volta a un benessere che deve essere di tutti senza appunto una una situazione di vediamo vediamo contraddizioni dicevamo le contraddizioni sono positive ma ci pongono anche degli schiaffi umani e personali anche adesso mentre noi stiamo parlando con Folco vediamo dal televideo salpata nave open arms per aiuti a gaz e poi vediamo invece uno speciale sugli influencer che non pagano le tasse siamo in un frullatore in mezzo e questo ce lo diceva anche Tiziano Terzani.

Speaker 10: Credo che l’universo è sempre stato un frullatore immenso e che le soluzioni vengono fuori da sole, non dobbiamo fare niente. Noi non capiamo mai I tempi in cui siamo e ci domandiamo come se ne esce, come si evolverà, ma si è evoluto tutto e le cose succedono. Quando arriva il bisogno diventa fortissimo, arriva la soluzione anche. Per cui così come devono essere stati disperati I genitori negli anni settanta a vedere I loro figli che si drogavano e partivano per l’India ora sono disperati I genitori mi veniva la riflessione perché I figli stanno tutti davanti al cellulare che forse è l’equivalente delle droghe degli anni settanta ora sono I cellulari adesso ma invece proprio dal cellulare forse verranno le

Speaker 0: nuove soluzioni e questa

Speaker 10: è la bellezza anche della vita che non sappiamo assolutamente cosa verrà fuori però basta guardare migliaia di anni di storie e sappiamo che qualcosa sempre viene fuori sempre viene fuori la soluzione da se stesso e appunto dal male può venire il bene Anzi è sempre dal male che poi viene il bene. È sempre dalla luce che poi arriva all’oscuro. Quando sei al massimo della luce rincominci a tornare all’oscuro e quando sei al massimo dall’oscuro rincominci a tornare alla luce. Per cui l’universo va da sé e funziona e c’è la sua bellissima logica a volte si sta a guardare.

Speaker 5: Che ha incrociato il suo destino sa che quella mia è una domanda stupida, che ha incrociato la strada con Papa Cesare, la mia è una domanda sciocca perché perché tutte le volte lo vedi è un ricordo però tu hai un ricordo particolare indelebile di di di di baba cesare poi una scusa perché dirti in realtà un episodio ma ce ne sarebbero dieci mila perché perché tra l’altro come dire ma sembrano veramente delle cose molto lontane molto così ma lui veramente aveva quello che voleva arrivava dove voleva arrivare senza fare niente cioè aveva qualcosa di molto particolare lui.

Speaker 10: C’era una delle uniche persone magiche che ho mai incontrato e c’è la magia del non fare, dello stare a guardare il mondo come si sviluppa e entrare nel flusso delle cose no? Che è una cosa che noi non facciamo, noi programmiamo e invece questa è proprio la disciplina opposta di non programmare niente, di prendere tutto momento per momento e entrare nel flusso. Sai la cosa più importante? Quello che faceva anche quando l’ho incontrato, ho detto cosa faccio se sto con te in grotta? E lui ha detto ci svegliamo la mattina all’alba e guardiamo il sole che sorge e poi la sera si saluta il sole che va via.

Ah io ho detto che bello e la mattina ci si svegliava al buio e ci si preparava a arrivare a guardare l’arrivo del sole e questa è una cosa di una semplicità e di una bellezza totale perché capisci il movimento della terra dell’universo.

Speaker 5: Non ti faccio andare oltre folco per due motivi, uno perché sta arrivando il giornale radio di popolare network e due perché non vorrei che I presenti prendessero brutte strade abbandonandoci e andando a piedi nudi sulla terra. Ho visto alcune squadre di sguardi che erano un po’ preoccupate diciamo così. Leggetelo. Molto utile questo momento. Reste a noi a piedi nudi sulla terra, Folco Terzani.

Leggetelo perché è bello, ci sono

Speaker 0: delle

Speaker 5: bellissime foto e poi tante sorprese tante sorprese avevo modo di di raccontare. Salutaci al mio germano. Grazie e

Speaker 10: tra poco.

Speaker 2: Dicchiamo andate a cercare sicuramente. Nove e ventinove a ridosso di Popolare Network torniamo sulle frequenze di Controradio con la conduzione musicale Silvano, tutti I nostri ospiti, I nostri approfondimenti

Speaker 10: e ringraziamo

Speaker 0: Folco Tersani

Speaker 12: per essere stato con

Speaker 0: noi. Ciao ciao.

Speaker 14: Una buona giornata, le notizie. A partita poco fa da Cipro la nave Open Arms con duecento tonnellate di aiuti umanitari per I civili di Gaza è la prima nave che usa il corridoio marittimo negoziato dall’Unione Europea. La presidente della commissione Fonderlaien dice I bambini di Gaza non possono più morire di fame. Iuti dello Yemen durante il Ramadan aumenteremo gli attacchi contro le navi nel Mar Rosso dal Libano intanto sparati nelle ultime ore oltre cento razzi sul nord di Israele. Secondo I servizi americani Netanyahu starebbe perdendo sempre più consensi.

In molti scrive il rapporto dell’Intelligence chiederanno le sue dimensioni. Max operazione antimafia della DDA di Caltanissetta cinquantacinque arresti in diverse regioni oltre ai reati associativi contestato il traffico di droga, l’estorsione e la detenzione di armi. Dopo la sconfitta in Abruzzo, l’Ischlein non cambia linea sulle alleanze, insiste sul campo largo nonostante il pessimo risultato dei Cinque Stelle e I dubbi dentro il PD nel rapporto con conte che ammette per noi risultato modesto. Ad estra la Lega ha perso in Abruzzo la metà ha perso moltissimi voti, ha preso la metà di Forza Italia, Salvini teme un traccollo alle Europee e la messa in discussione della sua leadership dentro il partito. Stiamo costruendo nuove linee di fortificazione, lunghe oltre mille chilometri, lo ha detto il presidente ucreno Zelensky, secondo cui l’avanzata russa è stata quasi bloccata.

Daiti il primo ministro in Ria ha confermato le sue dimissioni, ha fatto un appello alla calma, la comunità dei paesi dei Caraibi sta studiando un piano di transizione, l’invio di una missione militare delle Nazioni

Speaker 0: Unite sul terreno

Speaker 14: però comandano sempre le bande criminali. Francia il governo propone una legge sul fine vita si prevede la possibilità di chiedere un aiuto a morire in base a condizioni strettamente regolamentate. Il tempo oggi sarà sereno al nord, più instabile invece al centro sud con piogge e temporali soprattutto nelle regioni meridionali. Con le notizie ci

Speaker 0: risentiamo alle dieci e trenta ancora una buona giornata

Speaker 10: popolare network

Speaker 1: l’angolo rosso, quindicinale e non è un’altra cosa. L’angolo rosso, quindicinale sul lavoro, credito e risparmio a cura di Fisa CGL. In onda il mercoledì alle

Speaker 4: nove e trentacinque e in replica il sabato alle quattordici. Tempo reale festival, una primavera di nuovi suoni invade la città dall’omaggio per il centenario di Luigi Nono all’azione Sonora Fusbol dove il calcio Balilla diventa strumento aumentato, opere originali e inedite nella musica elettronica di

Speaker 1: oggi dal tredici al ventiquattro marzo Info tempo reale punto Contro Radio il club degli ascoltatori di Contro Radio. La campagna a testamento continua se non sei ancora diventato socio. Fallo subito. Contribuisci con gli altri a sostenere la radio. Lo staff di Contra Radio ringrazia I soci del club.

Cercheremo anche quest’anno di dare il meglio per voi. Vi terremo aggiornati su ciò che accade e trasmettermo la musica migliore intrattenendovi e facendovi divertire. Entra anche tu nel club degli amici di Controradio.

Speaker 0: Puoi farlo in radio dal

Speaker 1: lunedì al venerdì in orario di ufficio o online su vvv

Speaker 0: punto Controradio Club punto it che aspettiamo.

Speaker 16: Controradio. Muoversi in Toscana Info,

Speaker 17: aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità nella regione. Ancora ben trovati dalla redazione di Chianza Smart in studio Agnese Fedele. Vediamo la stazione del traffico della mobilità in Toscana in questi minuti.

Speaker 0: Ina uno tratto chiuso per lavori tra

Speaker 17: via 1 variante Aglio in direzione nord fino alle 18 sempre in N1 rallentamenti per traffico ancora una volta verso Bologna tra calenzano via 1 variante N11 resta a Coda per viabilità esterna che non riceve tra Sesto Fiorentino e Firenze Peridola in direzione Firenze Fipili restano con I tratti verso Firenze Traginestra e Firenze Scandicci in carreggiato opposta a coda in uscita a Santa Feroce prudenza inoltre per nebbia a banchi tra la strassigna e la vorria per il traffico ferroviario per mangono disagi per guasto agli impianti di circolazione tra Ulla Lunigiana e Gragnola e per guasto ad un passaggio a livello all’altezza di Granaiolo. Tutti I dettagli e I treni interessati sui nostri canali social. E prima di salutarci per il traffico urbano di Firenze segnaliamo rallentamenti per incidente con restringimento di carreggiata in via Magellano. Muoversi in Toscana Info un servizio in collaborazione con la regione Toscana, città miropolitana di Firenze e

Speaker 16: comune di Firenze. Per ora è tutto. Buon viaggio. Muoversi in Toscana Info.

Speaker 0: Aggiornamenti

Speaker 6: in tempo reale sulla mobilità nella regione Contro radio, buon ascolto e

Speaker 1: buon viaggio FM novanta tre e sei novantotto e nove. S le Firenze, I progetti e le iniziative realizzate

Speaker 20: dal comune di Firenze dal duemiladiciannove al duemilaventiquattro. Nuova puntata di Essere Firenze siamo con l’assessore Elisabetta Meucci con delega a università e ricerca, protezione civile, avvocatura, anagrafe e lavori pubblici. Sul fronte della rigenerazione urbana diversi sono stati gli edifici di valore storico e culturale restituiti alla cittadinanza come nel caso dei mercati.

Speaker 21: Durante questi anni ho postato avanti e concluso alcuni interventi che hanno reso alla città alcuni immobili di valore culturale ma anche di valore per la città, anche proprio per l’utilizzo dei cittadini. Faccio l’esempio dei mercati, dei mercati che hanno un valore storico, un valore culturale, tant’è vero che la sua intendenza, abbiamo lavorato alla sua intendenza per le qualificazioni di questi mercati, nel mercato centrale abbiamo speso una somma di circa 2 milioni di euro per rifare tutta la favimentazione che presentava dei problemi anche di sicurezza. Questi sono I lavori già conclusi. Nel mercato di Sant’Androso abbiamo investito quasi 2 milioni per riqualificare non solo la pavimentazione interna che è già stata conclusa ma anche tutto l’esterno, rifacendo tutte le pensiline e anche la pavimentazione esterna. Questi sono lavori che appunto consentono alla cittadinanza e non solo perché ha anche I nostri visitatori utilizza le mercate e li visitano volentieri e abbiamo restituito dei punti fondamentali di o della quotidianità dei cittadini di Firenze in particolare il mercato

Speaker 2: per il mercato di Sant’Ambrogio in

Speaker 21: cui lavori termineranno entro quest’anno.

Speaker 20: Grande attenzione anche agli spazi culturali.

Speaker 21: Per esempio abbiamo concluso l’Auditorium del Marjo musicale, la sala che è stata molto feliciata in questi anni e l’abbiamo conclusa così come abbiamo concluso il recupero del Teatro dell’Oriolo, che è un piccolo spazio ma preciosissimo che si trova a pochi passi dalla cupola del Blueneveschi e che presenta ora uno spazio completamente riqualificato insieme ad un giardino che non esisteva perché abbiamo appartuto delle superfettazioni di edilizia veramente deteriori e come si sa il teatro dell’Oriolo sta esattamente di fronte alle oblate e quindi costituirà in servo alle oblate il complessamento delle attività culturali che vanno appunto dalle biblioteche alle arti visive come rinascita appunto di un punto ormai abbandonato dal

Speaker 0: 1993.

Speaker 20: Quella della Protezione Civile è una delega particolarmente importante per questa fase storica di cambiamenti climatici e in prima

Speaker 21: linea negli anni della gestione pandemica. Eventi drammatici sono susseguiti certamente abbiamo avuto il covid dove la durante quale la protezione civile ha svolto un impegno praticamente cosidiano per due anni, poi abbiamo avuto l’emergenza acraina e poi abbiamo avuto appunto il tema degli alluvioni che anche se non hanno interessato il nostro servizorio comunale, certo hanno interessato quello dei comuni limitrofi e noi abbiamo, siamo impegnati proprio perché abbiamo una organizzazione ben strutturata, abbiamo potuto aiutare gli altri comuni anche al di fuori della provincia di Firenze impegnandoci appunto in una solidarietà che ha visto I 18, non solo I 18 dipendenti fissi della protezione civile ma anche le ventotto associazioni le associazioni di volontario che rappresentano il corpo della protezione civile impegnati in una missione di sollevare che naturalmente costituisce una tradizione perché noi abbiamo già aiutato in passato sia le popolazioni dell’Appennino, le popolazioni di Amatrice,

Speaker 20: sia l’anno scorso le popolazioni delle miglia romane. Concludiamo con la digitalizzazione

Speaker 21: dei servizi e la buona risposta da parte dell’utenza.

Speaker 0: Sì, una soddisfazione perché il nostro

Speaker 21: impegno come servizi demografici è proprio stato quello di cercare di diffondere la cultura della digitalizzazione. Pensate che noi rilasciamo 137.000, nel 23 abbiamo rilasciato 137.757 certificati, 377 ogni giorno. Ebbene, cento e trecentasette mila nel ventitre abbiamo rilasciato centotrentasette mila settecento cinquantasette certificati per cento settatasette ogni giorno ebbene fino al venti diciamo dal duemilaventi la percentuale dei certificati digitali era del 30%, nel 23% del 60% e quindi siamo praticamente soddisfatti anche perché I cittadini in questo modo hanno un servizio molto migliore.

Speaker 1: Di Firenze. I progetti e le iniziative realizzate dal comune di Firenze dal duemilad diecinove al duemilaventiquattro info

Speaker 0: e approfondimenti su WWW punto S.re Firenze punto it

Speaker 4: Stai ascoltando Contro Radio

Speaker 19: SOMETIMES you better off dead there’s a gun in your hand he’s pointing at your head you think you’re mad too unstable kicking in chairs and knocking down tables Sì, a volte è meglio di farlo fuori, c’è un’acqua in

Speaker 0: tua mano, che ti sta puntando alla tua ove, pensi che sei male, troppo in un’estafo, stupendo in ciazze

Speaker 19: e toccando I tavoli in un ristorante, in una città di est, chiamare la polizia, c’è un ragazzo

Speaker 0: di macchina che mi

Speaker 19: ha riuscito a correre sul terreno, a un’acqua in una città di est, in una città di est, un mondo morto, I bambini di est e le ragazze di est.

Speaker 0: I madmen are running down on the ground to a dive ball in a West End town

Speaker 19: In a West End town, a dead end world The East End boys, West End girls In a West End town, a dead end world The east end boys, west end girls West end girls West end girls Yeah Too many shadows, whispering voices, faces on posters, too many choices, if, when, why, what?

Speaker 0: I said how

Speaker 19: much you got? Have you got it, do you get it? If so, how often? Which do you choose, a harder, soft option? How much do you need?

Yeah, well how much do you need?

Speaker 0: In a western town,

Speaker 19: a dead-end world, to east-end boys

Speaker 0: and west-end girls In a West End town of dead end world,

Speaker 19: to East End boys and West End girls West End Girls West End Girls West End Girls

Speaker 0: yeah!

Speaker 19: Facebooks, celebrate! Yeah! Oh, man,

Speaker 0: sti li… Yeah, well, I’m watching

Speaker 19: you, me! In a western town a dead end world We East End boys, West End girls West End girls You got a heart of glass or a heart of stone Just you wait till I get you home We’ve got no future, we’ve got no past Here today, built to last In every city, in every nation From Lake Geneva to

Speaker 0: the Finland station non c’è un calcio più duro o un calcio più duro solo asciugare per te non abbiamo futuro, non abbiamo passato qui oggi,

Speaker 19: costruiti per la fine in ogni città, in ogni natura da late Genova allo stagione di Finlandia Siamo in una città di sud e un mondo morto I bambini di sud e le ragazze di sud in una città di sud e un mondo

Speaker 0: morto In a western town, in a dead end world, eastern boys and western girls In

Speaker 19: a western town, in a dead end world, eastern boys and western girls Western girls Western boys Western girls West End Girls West End Girls West End Boys West

Speaker 0: End Girls

Speaker 19: West End Boys e questo è il

Speaker 0: questo è il

Speaker 6: buongiorno a tutti con gli slay for Modes Western Girls brano che fu a suo tempo cantato dai Pet Show Boys ora con questa versione decisamente molto molto molto maschia dei di questo duo inglese UK Grimm e l’album di riferimento. Buongiorno a tutti da parte di Mirco Ropolo, ben trovati all’ascolto di Controradio per questo martedì dodici marzo duemila ventiquattro trequattro due otto uno 0 quattrocentondici linea WhatsApp pronta come sempre a ricevere I vostri messaggi vocali o testuali. In questo nostro brevissimo spazio c’è tempo per leggere qualche ricorrenza e quindi cogliere l’occasione per riascoltare dei dischi che magari non sempre sentiamo queste sono occasioni abbastanza curiose e spero anche ghiotte per voi. Oggi è il compleanno di un artista che insomma ha influenzato molto e continua ad influenzare molto il mondo dell’hard rock in genere sto parlando di Steve Harris, Steve Harris che lo sapete è il bassista ma anche compositore produttore britannico ovvero insomma componente degli Iron Maiden tra I fondatori e fra l’altro di questa formazione inizia questa carriera anche lui naturalmente a quindici anni compra il suo primo basso, una copia di un Fender Precision Bass per quaranta sterline e poi insomma fu sostituito dal suo famosissimo Blue Bass che continua ad usare ancora oggi insomma lui ascolte Giotto Tali, Black Sabbath, Wishbone

Speaker 0: Ashley, UFO tra l’altro e

Speaker 6: inizia a suonare nel 71 con la sua prima band, gli Influence, poi passa nei Gypsy Kiss dove comincia anche a scrivere delle canzoni e poi insomma arriveremo agli Iron Maiden alcuni alcune cose insomma innocent exile drifter che poi saranno anche addirittura inserite nel primo anzi nel secondo album Killers il primissimo è The Soundhouse Tapes che esce nel settantanove I primi album con la voce di Paul D’anno che sicuramente ricorderete. Io vado invece a pescare per così celebra Steve Harris vado a pescare dal disco del millenovecentotantadue del number of the beast disco che insomma non ha bisogno di presentazioni dal quale poi ci sono dentro un sacco di pezzi fantastici non solo la title track hello e bida in e Children of the Dane Invaders e anche questa meravigliosa EEEEEEEEE

Speaker 0: We fought him hard, we fought him well Out on the plains, we gave him hell But when it came to much for 3 0, will we ever be set free? Riding through dust clouds and barren wastes Galloping hard on the plains Chasing the redskins back to their holes e non dimenticare di iscrivervi al canale, iscrivervi al canale, iscrivervi al canale e iscrivervi al canale Sottotitoli creati dalla

Speaker 19: comunità Amara.org

Speaker 0: Run for your lives Run to the hills Run for your lives Soldiers blue in the barren wastes Hunting and killings again Ripping the women and wasting the men The only good engines are tamed Selling the whiskey and taking the gold Siamo giovani e distruggiamo l’alto Riusci ai monti Riusci per le vostre luce Riusci ai monti Riusci per le vostre luce Run to the hills Run for your lives Run to the hills Run for your lives EEEEEEEEEEEEEEE

Speaker 6: per molti sicuramente il disco

Speaker 0: di ingresso di conoscenze degli Aero

Speaker 6: Maiden assolutamente poi insomma alla ricerca Sidi Pana e va verso una discografia meravigliosa questo per ovviamente fare gli auguri di buon compleanno al bassista Steve Harris che oggi vogliamo festeggiare così già intanto saluto anche Tiago ben trovato all’ascolto e ora c’è una novità, una novità importante che però devo introdurre così, per forza. Chi è che non ha mai avuto questo 45 giri? In ogni mercatino, in ogni fiera, in ogni angolo del mondo si trova il quarantecinque giri di Nika Costa, Out Here On My Own. Io penso che sia il disco più stampato e venduto in tutto il mondo, in modo circoscritto. Vabbè, insomma, figlia d’arte, no?

Don Costa, chitarrista, che cosa dobbiamo dire? Insomma lui ha lavorato con tanti con tanti artisti. Tra l’altro il mio novecentottantuno lei è veramente una bambina considerata una bambina prodigio no? E la CBS fa insomma fa uscire questo lavoro nell’ottantuno lei ha solo I nove anni incanta letteralmente tutto il mondo. Poi insomma la sua carriera fra Stop & Go va avanti, insomma c’è tutta una serie di album in studio e poi a un certo punto Nica Costa torna con un disco muovissimo che è tutta un’altra cosa perché lei è cresciuta ha fatto tante esperienze e ha fatto ovviamente il giro del mondo attraverso I generi musicali quindi fresca fresca di stampa qua sulla programmazione di contro radio e il disco novità che non ti aspetti, quello di Nica Costa, che ha questa atmosfera veramente funk, niente male.

Dirty Disco, eccola qua, è tornata.

Speaker 22: Come si chiama tutti un avatar Non importa da dove vieni Non ci saremo mai troppo Tornare il tuo spazio La tentazione è perfezionale Se stai a stando o a seduto E vieni o a darlo Benvenuti a

Speaker 0: un disco asciutto C’è tutto Solo prendi un minuto E tolta il sugo in tua mente Togli la tua vita E non puoi entrare Come si chiama il suo amore Welcome to dirty disco pleasure everywhere Only takes a minute till there’s sweat all in your head Leave your life all that to fit that I can’t get in Come inside and feel the love of all the dumb and famous Welcome to dirty disco pleasure everywhere Only takes a minute till there’s sweat all in your head Leave your life all that to fit that I can’t get in EEEEEEEEEEEEEE

Speaker 22: All of us are free Touch yourself, touch someone else Everyone is here to help This frequency is so unique Electrify your inner freak There’s fury in the garden There’s chaos in our hearts No matter what your remedy We’re gonna hit the spot If it’s hide,

Speaker 2: if it’s seek e’ unico, electrificato, sei in una fredda c’è il fioro nel giardino c’è il caos in nostri occhi non importa

Speaker 22: cosa sia il tuo remediato ci stiamo a piovere il spazio se è in tiglia, se è in segno se è vera, devi parlare qui tutto inizia con I tuoi piedi, andate sul piollo

Speaker 0: e scopri Benvenuti a Dirty Disco, il piacere è ovunque Solo ti serve un minuto per far fuori il sugo in tua mente E lasciare la tua vita come è stato, non importa che non si riusci E venite inizia e sentite il amore di tutti I tuoi nuovi fan Benvenuti a Dirty Disco, il piacere è ovunque Solo ti serve un minuto per far fuori il sugo in tua mente EEEEEEEEEEEEEE Welcome to your dirty disco, pleasure everywhere Only takes a minute till they sweat all over your head Leave your life outside to fit, so that I can’t get in Come inside and feel the love of all the time you’ve been Welcome to your dirty disco, pleasure everywhere Only takes a minute till they sweat all over your head Leave your life outside to fit, so that I can’t get in e

Speaker 6: un po’ una voce a metà tra Britney Spears e Janet Jackson però lei è Nicca Costa che è tornata con questo due disco duemila ventiquattro un anno curiosissimo per questi ritorni che non ti aspetti il disco novità che non ti aspetti assolutamente questa mattina poi chissà lo lo ascolteremo lo riascolteremo e chissà cosa ci sarà dentro l’album di quest’artista che insomma era la bambina prodigio poi venne anche in Italia lo ricordiamo negli anni novanta fece delle cose insomma è un personaggio interessante ha abbarcato vari confini appunto dal pop alla musica d’autore e adesso al al funky. Noi siamo arrivati invece alla conclusione di questo piccolo spazio io vi aspetto al netto di altre cose forse Domani mattina sempre all’interno qui del contenitore di contro radio. Io intanto naturalmente ringrazio quelli che poi si paleseranno, che lo faranno, quelli che lo hanno già fatto. Qui è una questione di velocità. È palesarsi in questo spazio bisogna essere veramente rapidi e veloci e decisi.

Veloci o perso. Non l’ho sentita ma avremo occasione di di riascoltarlo sicuramente caro ascoltatore sì dai dai sicuramente sì perché ehm quando ritornano questi personaggi no? Che hanno un trascorso a volte che provengono anche da generi musicali diversi hanno a me personalmente danno sempre curiosità poi la musica in generale è curiosità no? Al di là dei gusti personali dei percorsi che poi ognuno fa è il bello anche quello naturalmente. Bene restate con noi perché tra poco arriva il City Lights a seguire poi ci sarà Silvano e a Ovest di Padalino con Benedetto Ferrara nella seconda parte con naturalmente anche Valentina Schiavi.

Vi ricordo alle dodici e trenta invece l’informazione con Popolare Network il giornale radio nazionale invece l’informazione regionale di Controradio è subito dopo a seguire attorno alle dodici e quaranta e cinque circa alle tredici arriva G punto barbasso con Astato Brado e alle sedici Giustina Terenzi con Bravo chi ascolta restate

Speaker 4: con noi restate sintonizzati su Controradio Rinascere d’arte un progetto di formazione artistico creativo inclusivo e gratuito per ragazzi tra quattordici e diciotto anni, laboratori di fumetto, fotografia naturalistica, street fotografi e riciclo creativo con professionisti del settore e visite a mostre e luoghi di interesse artistico. Il corso si svolge a Pisa in orario pomeridiano e nei fine settimana iscrizioni entro il quindici marzo. Scrivi a Circolo zona D chiacciolagmail punto com indicando nome, cognome e età. Ultimi posti disponibili. Info sul profilo

Speaker 1: Facebook e Instagram. Circolo zona D. Sveglia Scandicci. È tempo di azione. Il 17 marzo c’è una bella occasione.

Ci sono le primarie. Non si vuò mancare. C’è

Speaker 4: la Claudia Sereni da andare a votare. Il 17 marzo alle primarie aperte del PD vota Claudia Sereni candidata sindaca un voto per la qualità della vita, per l’ambiente e per la gente. C’è un’idea di città pubblica da progettare. Domenica diciassette andiamo a votare Claudia Sereni sindaca

Speaker 6: di Scandicci. C’è una nuova storia da scrivere insieme. Si vota dalle otto alle venti nei circoli cittadini, dai sedici anni in su.

Speaker 0: Tutte le info su Claudia Sereni punto it. Controradio E’ la balava su un fuoco, Profumo di sesso, torna a sé E va ballava sul fuoco La notte infuina quella del buono Su il grano, su il grano E la ballava sul fuoco, profumo di sesso attorno a sé Eva ballava sul fuoco, la notte in cui in acqua e la di ovo La notte inquinta quella di ho Strapava le loro fiori Figami I’m out of love”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it