play_arrow

WidgetWeb

News line del 16 Gennaio 2024 08:00

regia 16/01/2024


Background
share close

 
Trascrizione automatica della trasmissione
 
Speaker 0: E non è un po’ più.

Speaker 1: La Newsline di Contraradio.

Speaker 0: L’informazione prima di tutto

Speaker 2: le otto passate da quattro minuti di martedì sedici gennaio entriamo dunque in Newsline un buongiorno dalla redazione salutiamo subito dall’amma per le previsioni del tempo per oggi per le

Speaker 0: prossime ore

Speaker 3: in Toscana Daniele Grifoni ben trovato sì buongiorno a tutti per quanto riguarda la giornata di oggi la pressione è prevista in temporanea aumento, tuttavia poi da domani una perturbazione tenderà a interessare direttamente la nostra regione dell’Ofarassia per domani che anche per la giornata di giovedì soprattutto nella prima parte, quindi ci sarà il ritorno della pioggia soprattutto dal pomeriggio di domani. Per quanto riguarda oggi un cielo praticamente nuvoloso, qualche pioggia a carattere molto sparso sostanzialmente delle fiorigine non si può escludere. Da segnalare I venti deboli, I mari generalmente poco mossi, tendenti a mossi dalla sera quando I venti tenderanno a rinforzare. Le temperature questa mattina sono decisamente niti, sono tutti valori a disto 3 allo 0 e oscillano 6, 5, 7 gradi delle zone interne e I 12, 13 gradi delle zone costiere non suggeranno variazioni neanche nei valori massimi rispetto a ieri nei prossimi giorni ancora temperature superiore al normale, in ulteriore aumento soprattutto nella giornata di giovedì, soprattutto nei valori minimi, poi da venerdì e nel fine settimana è previsto un calo, infatti nella giornata di venerdì sono previste anche delle precipitazioni nevose fino a quote piuttosto basse sulle zone appenniniche. Non dovrebbe trattarsi di precipiazioni particolarmente abbondanti, comunque sia sono previsti in due

Speaker 2: delle precipiazioni che quindi potranno essere le benvenute. E allora grazie per queste informazioni ulteriori aggiornamenti naturalmente domani attendiamo questa perturbazione in arrivo in particolar modo dalle prossime ore nella giornata di domani. Grazie a Lama, grazie a Grifoni, adesso una breve pausa pubblicitaria,

Speaker 0: poi partiamo con le notizie.

Speaker 4: Alla compagnia di Firenze il cinema è a misura dei più piccoli con Cine Filante. Fino al ventuno aprile, dieci appuntamenti la domenica pomeriggio con una mirabolante selezione di cortometraggi d’animazione per bambine e bambini dai due anni in su per stimolare la fantasia, condividere la visione con tutta la famiglia e gli altri piccoli spettatori e iniziare ad apprezzare la magia del cinema sul grande schermo. Scopri il programma, le promozioni e il biglietto Film più merenda su cinemalacompania.it

Speaker 1: La stagione del Teatro delle Arti di La Strassinia riprende all’insegna della contaminazione. Musica, danza, prosa e nuova dramaturgia accolgono il pubblico in uno spazio civile. Venerdì 19 I geneticamente mortificati in il gioco delle parti di Pirandello.

Speaker 4: Con la loro esilarante miscela di cultura popolare, commedia e musica classica. Rachmaninoff e il loro nuovissimo spettacolo in programma al

Speaker 0: Teatro Verdi di Firenze l’ultimo

Speaker 5: di carnevale, Marte di Grasso 13 febbraio.

Speaker 4: Come ridere della musica classica con la musica classica. I Gudes Man e Joe e l’Orchestra della Toscana in Rachmaninoff will survive al web di Firenze. Biglietti da 5 euro già in vendita presso

Speaker 0: la bigliettaria del teatro e online su Tketuane. Controradio alle otto

Speaker 2: passate da sette minuti andiamo a leggere le principali notizie di oggi naturalmente ci concentriamo in apertura sulla strage di Viareggio, notizia che trovate in un page sul nostro sito Controradio punto ite dicevamo cinque ore di camera di consiglio. Riconosciute le responsabilità civili e penali per la strage che nel duemilanove causò la morte di trentadue persone quanto cristallizzato dalla cassazione ma I giudici hanno disposto anche un terzo processo di appello davanti ai magistrati di Firenze. Strage di Viareggio, terzo rinvio, siamo la Barselletta d’Italia, il virgolettato, la Cassazione Condanne confermate anche per Moretti ma in appello si ricalcolino le pene, la rabbia dei familiari, leggiamo dal Tirreno, pur confermando infatti le responsabilità dei tredici imputati, la Cassazione ha rimandato alla Corte d’Appello di Firenze per il ricalcolo delle pene, il processo per la strage di Viareggio del ventinove giugno duemilanove e trentadue morti dovranno quindi essere quantificate in modo diverso le pene per appunto tenendo in considerazione le attenuanti generiche. Strage di Viareggio non è finita il titolo del corriere fiorentino mentre da repubblica al Giamo Viareggio condanna confermata a Moretti ma nuovo processo sulle attenuanti. Questo per quanto riguarda appunto l’esito della Tesa sentenza della Cassazione sentenza che commenteremo naturalmente anche nell’arco dei nostri prossimi spazi informativi.

Cambiamo decisamente argomento, l’apertura di Taglio Alto di Repubblica si rifà alla questione dello Stadio Franchi, le proteste dei tifosi organizzati anche allo stadio, Nardella risponde alla curva, il risponde alla curva. La Fiorentina sapeva da due anni dopo le contestazioni dagli spalti, il sindaco annuncia che incontrerà I tifosi e sottolinea la società aveva scelto di giocare fuori per due stagioni la replica scenario cambiato. Un derbia ad alta attenzione leggiamo dalla fotonotizia della nazione il sindaco replica gli estrescioni allo stadio la Fiorentina sapeva da due anni dei lavori al Franchi ma per il club sono cambiate le condizioni. Gianni a Roma dal ministro Fitto strappa un possibile slittamento del cantiere. Vi segnaliamo dalle pagine interne del Corriere Fiorentino un focus con Federico Feffè, Desinopoli, un tifoso storico di Curva Fiesole nonché presidente di ATF, una delle associazioni che riuniscono I club viola, non è stato tra gli organizzatori della protesta ma ne condivide I motivi stufi della politica.

Ora vogliamo risposte e restare a Firenze dice

Speaker 6: sentiamolo ai microfoni di Domenico Guarino. Probabilmente visto che in tutto questo periodo la tifoseria si è respressa sotto altre forme, ci sono stati incontri a suo tempo con il sindaco, con la Fiorentina, la curva a un certo momento ha deciso di esternare. È chiaro che quando si parla di Fiorentina e il tifoso della Fiorentina mediamente sta con la Fiorentina, il cittadino tifoso della Fiorentina anche in questo caso, probabilmente si è pronunciato trovando un capro espiatorio, ma fa parte dei ruoli, quello di assumersi a volta gli onori in questo caso degli oneri, in questo caso delle critiche nella figura del sindaco, l’espressione di quello che è tutto un blocco, di quello che è la burocrazia, di quello che sono, qualcuno li definisce giochi politici, dei blocchi ideologici al fare un qualcosa, credo di non spariare più, dico che anche in altre situazioni erano stati fatti riferimenti alla non fiorentinità per esempio dei della valle, veniva ricordato che era un marchigiano, a suo tempo anche Cechigori, il fatto che fosse romano anche se poi era nato a Firenze, non è che il razzismo c’è solo oltre la linea del pevere. Chiaro che stiamo ancora a parlare di il tavolo, la tavola rotonda, la conferenza dei servizi, stiamo ancora all’olla, quando per essere chiaro, quando per esempio ci fu esposto

Speaker 0: anche la per

Speaker 6: esempio l’opportunità del Padovani? Sì. Dov’è questo Padovani? Vogliamo rimanere aspiretti, trovate

Speaker 7: una soluzione

Speaker 0: e prendere

Speaker 7: questo piccolo sapore di sole Ho detto, prendere questo piccolo sapore di sole Prima

Speaker 0: di crescere troppo Possiamo tutti avere un piccolo sapore e crescere Potete

Speaker 7: venire e chiedermi perché non è

Speaker 0: vero che non ho il ritmo Dove dovrebbe essere se vuoi prendere un piccolo sole come me Venite, bella, vieni con me e prendere

Speaker 7: questo piccolo sapore di sole Ho detto, se vuoi capire un piccolo

Speaker 0: sapore di questo devi essere pronto per roccare così Abbiamo il sentimento in nostre soul Quindi non

Speaker 7: ti preoccupi di essere in grado Oh, ho il rhythm,

Speaker 0: dove si deve essere Se vuoi capire un’altra vita come me Vieni, bella, vieni con me e capire un po’ di sapore I say catch a little taste of soul Whoo! All right!

Speaker 8: Yeah, baby!

Speaker 0: Oh! Come on! I say catch

Speaker 7: a little taste of soul Si, bambino! Oh! 0, come oh! Io dico,

Speaker 0: scegli un po’ di sapore Per prima di volere troppo Scegli una cosa e voli Tu puoi venire e chiedermi perché non c’è nulla ho il riven, dove dovrebbe essere se vuoi capire un po’ di sole come me vieni, bella, vieni con me e capire un po’ di sole è ok vieni e in mattina ti do una è ok It’s alright, come on Early in the morning I’m giving you warning, come on It’s alright, it’s alright Come on, It’s alright Early in the morning I’m giving you warning Come on, come on baby It’s alright I’m giving you warning Oh, yeah, it’s alright

Speaker 2: e notizia arrivata nel tardo pomeriggio di ieri il bus andato a fuoco, bus di Autolini e Toscane a Fiesole, fortunatamente nessun ferito foto che ci sono state inviate dai vigili del fuoco e che trovate anche nella nostra pagina Facebook contro Radio Firenze. I vigili del fuoco del comando di Firenze sono intervenuti infatti intorno alle diciotto e trenta Fiesole in via Faentina nei pressi della Querciola per l’incendio di un pulman per il trasporto locale. A bordo c’erano quindici passeggeri. La prontezza della conducente avrebbe permesso l’arresto immediato del veicolo e l’evacuazione tempestiva dei viaggiatori tutt’illesi dicevamo. Pullman partito da Firenze diretto a Borgo San Lorenzo aveva un’ansianità di ben ventiquattro anni e questo ripropone il tema della puntuanzianità dei mezzi del trasporto pubblico locale sarà ricostruita la dinamica a fatti controlli e verifiche per analizzare puntualmente l’accaduto dice in una nota autoline Toscane.

Ci sono poi invece aggiornamenti sul crollo del solaio durante un matrimonio a Pistoia leggiamo anche dai giornali di rimando o crollo al matrimonio nel convento al vaglio le carte sull’agibilità dal corriere fiorentino ebbene indagini tecniche della Procura Pistoiese accerteranno infatti le cause del crollo alla festa nell’ex convento di Giaccherino in collina fuori città dove decine di persone sono rimaste ferite compresi gli sposi secondo quanto ha preso la documentazione tecnica relativa alle immobile da alcuni anni riadattato al locale e ristorante per cerimonia era già stata acquisita dagli inquirenti nel fascicolo aperto nelle scorse ore dalla procura che ipotizza adesso I reati di lesioni colpose e disastro colposo. Sul fronte della cronaca vi segnaliamo poi ehm un altro peschereccio che si è incagliato all’ingresso del porto di Viareggio riuscendo però per fortuna a liberarsi dopo diverse manovre questo è successo domenica notte forse a causa dell’insabbi del fondale e l’episodio segue l’incidente dell’otto gennaio scorso quando un atante simile è andato a sbattere contro gli scogli dell’antiporto. Per protesta ieri tutti I pescherecci di Viareggio sono rimasti fermi in banchina e gli armatori minacciano adesso di disarmare la marineria e di spostarsi in altri porti vicini come Marina Dicarra la Spezia o Livorno insomma mollare o spostarsi.

Ci fu un incontro un tavolo regionale con il presidente Gianni che però portò a una fumata nera e a una protesta a cui fa seguito questa che si è verificata ieri dopo il secondo episodio al porto di Livorno. Foto notizia da giornali di oggi la grande bellezza così sostanzialmente sintetizzata parliamo di Orsan Michele che riapre al pubblico dopo più di un anno di chiusura per I restauri e realestimento a cura degli studi mape, natalini, architetti, riapre al pubblico San Michele, uno dei simboli più importanti di Firenze. La chiesa e il museo si potranno visitare tutti I giorni tranne il martedì e l’ultimo atto della direttrice uscente dei musei del Bargello Paola D’Agostino. Ieri infatti c’è stato il cambio di guardia ufficiale che ha riguardato anche gli uffici. Poi ne parleremo alla riscoperta di Orsan Michele, Lemere Aviglie con vista, titola anche la Repubblica ma sentiamo la stessa Paola D’Agostino con il sindaco Nardella che ieri hanno presentato appunto l’intervento lo ricordiamo durato quattro cento giorni con un investimento di oltre un milione e cento trenta mila euro per il complesso monumentale di Orsan Michele che

Speaker 9: riapre al pubblico ai microfoni di Sandra Salvatto. Il lavoro di Orsan Michele è un lavoro magnifico, faccio I complimenti a Paola D’Agostino ringraziandola anche al nome di tutta l’amministrazione della città per il lavoro svolto con passione, professionalità e dedizione. Una giovane dirigente dello stato che ha seguito tutti I musei di sua competenza con Scrupolo. Ricordo anche il successo dell’apertura al pubblico dei sotterranei di San Lorenzo. Ricordo anche l’eccellente lavoro svolto al Bargello, una perla del sistema museale statale della nostra città.

E qui Orsan Michele, un lavoro di recupero molto impegnativo anche dal punto di vista economico. Certamente Orsan Michele è un altro dei traguardi conseguiti da tutta la città. Mi piacerebbe molto che Paola D’Agostino rimanesse però non dipende da me, non voglio ovviamente

Speaker 10: influenzare nessuno. Oggi si inaugura dopo oltre un anno di lavori un progetto ambiziosissimo di restauro, riallestimento e miglioramento dell’accessibilità a tutti I livelli Per tutti noi che in questi 400 giorni hanno lavorato a Lacremente è un privilegio restituire alla città di Orsanmichele un monumento in sicurezza riallestito e con un’attenzione al rapporto con la città. Per questo io sono particolarmente grata ai progettisti Barney e Natalini che hanno immaginato queste bussole monumentali che consentiranno dal diciannove gennaio di aprire ancora di più il San Michele sulla città.

Speaker 0: Oh, life is bigger, it’s bigger than you and you are not me The things that I will go to, the distance in your eyes I know I’ve said too much, I’ve said it all That’s me in the corner, that’s me in the spotlight EEEEEEEEEEEEEEE no no no no no no no no EEEEEEEEEEEEEE Come pensi che ho pensato che ho visto tu provare? Ogni sveglia, ogni ora di sveglia Sto scelto le mie confessioni E sto cercando di mantenere gli occhi su te Come un ferito, perso, bianco e bianco e no no no no no no no no Consider this slip that brought me to my knees pale What if all these fantasies come flailing around and now I’ve said too much? I thought that I heard you laughing I thought that I heard you sing E ora ho detto troppo Ho pensato che ti ho sentito rischiavellare Ho pensato che ti ho sentito sopravviare Penso che ti ho visto provare e

Speaker 2: e alle otto e ventiquattro minuti in Newsline Andiamo uno sguardo anche agli aggiornamenti sul fronte delle amministrative che porteranno al voto Firenze nel giugno duemila ventiquattro ehm c’è un nuovo candidato. Questa volta a sinistra parliamo di Dimitri palagi si candida ed è in attesa di Montanari correrà per sinistra a progetto comune leggiamo dal corriere e solo l’incipit dell’articolo di Giorgio Bernardini. Palagi fa I renzi della situazione si candida a sindaco con la mossa del cavallo per anticipare il resto delle monadi nella costellazione del centro sinistra. Fiorentino che conta con lui ad oggi cinque candidati a sindaco, il consigliere comunale di Sinistra Progetto Comune scende in campo e si apre eventuali discussioni con altre forze. Naturalmente le similitudini con il modus operandi di Ren si terminano qui dare pubblica strappo a sinistra, questo è il titolo Palagi si candida senza Montanari, erettore intensifica al dialogo con l’ex assessora Cecilia Derre e giovedì lancerà l’associazione undici agosto da cui nascerà la sua lista col consigliere comunale Palagi invece si schierano poteri al popolo, rifondazione è possibile ma sentiamo lo stesso Palagi intervistato

Speaker 11: per noi

Speaker 0: da Viola Giacalone. Noi crediamo che sia possibile vincere le

Speaker 12: elezioni, sono state citate altre città europee guardando a chi si è rassegnato al voto e non partecipa alla vita politica. Ma una politica che fa a meno della partecipazione è una politica vuota che discute soltanto di nomi. Noi abbiamo avuto un percorso partecipativo, l’abbiamo iniziato con un momento di restituzione al teatro dell’affratellamento l’anno scorso, abbiamo fatto dei tavoli partecipativi e abbiamo cercato di capire con tutte le forze esterne al nostro percorso di sinistra progetto comune quali erano le proposte su cui potevamo costruire alleanze. Noi stiamo registrando il fatto che comunque c’è una grande confusione in città, nel frattempo la data del nove giugno si avvicina, noi crediamo che sia possibile non consegnare la città di nuovo al partito democra di nuovo a quel gruppo che insieme a Matteo Renzi e Naderio Nardella ha comunque governato negli ultimi quindici anni che finge di discutere di aeroporto ma comunque vuole continuare a portare avanti lo stesso progetto e nel frattempo non tutelare alla popolazione sorvolata. Quindi noi vogliamo partire dal fatto che Enac dovrebbe rispettare le regole rispetto alla popolazione sorvolata.

Poi si

Speaker 0: parla di nuova

Speaker 12: pista, vecchia pista. Noi abbiamo delle posizioni molto chiare ma il punto di partenza è tutelare chi attualmente è sorvolato. Io vi garantisco che il nostro punto fondamentale sarà quello della sicurezza. Cioè noi ci faremo inseguire dalle destre dal partito democratico sul fatto che la cittadinanza viene abbandonata e in questo modo si lascia spazio alla criminalità organizzata, perché è chiaro che se si criminalizzano I movimenti, le associazioni e le realtà che costruiscono meccanismi di solidarietà si creano delle situazioni di vuoto, non ci sono I servizi che dovrebbero arrivare dal comune e a quel punto arriva la criminalità organizzata. Qui vicino, lo sapete, siamo vicino al lastor, per noi era importante però farlo presso I giardini di San Jacopino, perché sono un presidio e un esempio di quanto di positivo invece si potrebbe fare.

Per noi era molto chiaro il fatto che su questione sociale e questione ambientale noi abbiamo la possibilità attraverso un alleanza, un nuovo patto sociale

Speaker 0: con le

Speaker 12: persone di arrivare al ballottaggio e poi di vincere.

Speaker 1: Al primo turno forse sarà

Speaker 12: un po’ difficile ma almeno al ballottaggio dando un elemento di forte novità

Speaker 2: pensiamo che sia davvero possibile farlo. La voce di Dimitri Palagi candidato appunto come abbiamo detto ieri la presentazione ehm per quanto riguarda invece le prossime tappe di questo di questa settimana politica Cecilia del Rey domani dovrebbe rendere noto il suo simbolo di Firenze Democratica e il giorno dopo Montanari l’associazione insomma due colpi di benvenuto leggiamo da repubblica per il per Funaro per venerdì diciannove quando ci sarà l’evento insieme alla Pala Congressi e si presenterà ai Fiorentini. Questo per quanto riguarda la pagina politica. Vi anticipiamo di cosa andremo a occuparci invece dopo il GR di Popolare Network avremo un approfondimento dedicato alla gioco d’azzardo e minori, una dipendenza che cresce e preoccupa è arrivata a conclusione il progetto slot out frutto di una cooperazione fra Anci, Toscana, Atli ed Arci per percorsi di contrasto al gioco d’azzardo patologico nella nostra regione nei circoli della nostra regione ed emergono dei dati preoccupanti soprattutto per quanto riguarda la popolazione giovanile. Ce ne occuperemo dopo il GR

Speaker 0: di Popolare Network e rimanete su contro radio EEEEEEEEEEEEEE In each and every kiss You wouldn’t know what I’m talking about If you ever had a love like this I don’t mean to be bragging y’all God knows it’s a natural factor Good things come in small packages, yes 99 Pounds of natural born goodness y’all 99 Pounds of soul 99 Pounds of natural born goodness y’all 99 Pounds of soul 25 lb, non ti preoccupare molto 24 lb o qualcosa di più Tutto ciò che non posso spiegare Ma lo ha fatto insieme, si 99 pagina, in un pezzo di pezze 99 pagina, non ti preoccupi tanto 99 pagina, si 99 pagina, in un pezzo di pezze 99 pagina, in un pezzo di pezze 99 pagina, non ti preoccupi tanto 99 pagina, si e trecento

Speaker 11: e trecento e tre e tre le otto e trentuno minuti buona giornata le notizie le agenzie delle Nazioni Unite chiedono l’invio di molti più aiuti umanitarie a Gaza in alcune zone della striscia non ci sarebbe più cibo per tutti. La notte scorsa raid iraniano nel nord dell’Iraq Tehran dice di aver colpito una base del Mossad cioè dei servizi segreti israeliani. C’è la condanna degli Stati Uniti e c’è stato un bombardamento iraniano anche in Siria contro postazioni dell’Isis. L’Israele ha condannato la pubblicazione dell’ultimo video di Amas con I tre ostaggi. È un abuso psicologico.

Il ritorno di Donald Trump, l’ex presidente ha stravinto le primarie repubblicane dell’Iowa con oltre il cinquanta per cento dei voti secondo ma molto lontano il governatore della Florida Rob DeSantis Trump ha fatto un appello all’unità parole rare da parte di chi in realtà ha sempre puntato alle divisioni, alla polarizzazione dello scontro politico risultato dell’Iowa conferma dunque Trump nonostante I suoi guai giudiziari come è favorito alla nomination repubblicana per la corsa alla Casa Bianca. In Italia oggi manifestazione in diverse città contro l’autonomia differenziata ci saranno I sindaci soprattutto del sud della CGL il comitato che si oppone al progetto del governo. Progetto la cui corsa parte oggi al Senato con I primi voti ai tempi contingentati in modo che il primo via libera dovrebbe arrivare al massimo all’inizio della settimana prossima poi passerà la Camera con eventuali ritocchi ci sarà la terza lettura ma sarà approvato definitivamente in tempo perché Salvini lo possa esibire alle europee nella campagna elettorale e lo scambio con il premierato di Giorgia Meloni che procede in commissione a fare I costituzionali e proprio oggi arriva il via alla discussione condanne confermate per la strage ferroviaria di Viareggio ma ancora un processo per ricalcolare le pene per alcuni imputati tra cui l’ex amministratore delegato delle ferrovie Mauro Moretti a cui dovrebbero essere riconosciute le attenuanti che gli eviteranno il carcere.

I nostri microfoni Daniella Rombi porta voce del Comitato dei Famigliari delle Vittime della strage di Viareggio il ventinove giugno della duemila e nove tra le trentadue

Speaker 13: vittime c’era la figlia ventunenne di Daniella Rombi. Doveva chiudersi qua. Doveva chiudersi qua. In effetti l’hanno dichiarati tutti I colpevoli. Di questo siamo soddisfatti, allora contenti una parolona, no?

Perché ci mancherebbe altro. A me la mifigliola un torno a casa stasera anche se sono stati condannati. Però questo ulteriore protrasso nel tempo ehm cioè ci vorrà un anno per andare a Firenze, un altro anno, altri due anni e mezzo ma siamo la baselletta d’Italia veramente. Noi non ci fermiamo, continueremo la nostra battaglia soprattutto per la sicurezza anterrovie in ogni luogo di lavoro. Questo è quello che deve fare l’associazione da fin avanti perché qui non è finito niente.

Noi speravamo che finisse il percorso giudiziario, il dovere andare in aula, oltre 250 udiente, cioè non ne potevamo più. Evidentemente non è abbastanza. Continueremo, ci saremo e questo è chiaro che la battaglia noi non la non l’abbandoniamo assolutamente. Anche perché noi siamo sereni tranquilli che abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare. Noi la notte dormiamo serenamente.

Loro non lo so. Questi giudici dovevano avere un pochino più di coraggio. Questo me lo sento di dirglielo proprio. Dovevano avere un pochino più di coraggio. Visto che l’hanno dichiarati colpevoli che l’hanno hanno condannati a pagare le spese.

Speaker 0: Dico ma più di cose basta. Doveva essere chiuso

Speaker 12: qua.

Speaker 11: Oggi tempo stabile con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso possibili nebbia in pianura così al nord qualche nuvolo in più al centro sud con possibili piogge le notizie tornano alle

Speaker 0: nove e trenta di nuovo una buona giornata

Speaker 12: più tardi popolare network e non è

Speaker 0: un’altra cosa. Popolare Network

Speaker 14: muoversi in Toscana Info, aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità nella regione. Un cordiale saluto dalla redazione di Firenze Smart in studio Cesare Martignone. In A1 troviamo Coda in uscita Calenzano provenendo da Firenze. In Fipilita, Ginessa, Fiorentina, Firenze Scandici in direzione Firenze si viaggia a Rimento per viabilità esterna che non riceve.

Speaker 0: Sulla diramazione per Pisa, direzione Pisa, Coda

Speaker 14: per incidente al chilometro sessantassette tra Cascina e Navacchio. Coda trattina undici tra Sesto Fiorentino e Firenze Peretro in direzione Firenze. Coda è anche tra Prato Ovest e Il Vivio con l’A1. Ancora lavori alla rete indrica in via Bolognese Vecchia a Firenze tra via Bolognese Nuova e Via della Lastra. Per un guasto tecnico sulla linea ferroviaria da San Piero Assieve e Campo Migliaio I treni percorrenti la linea Firenze Borgo San Lorenzo via Vaglia potrebbero subire ritardi variazioni o cancellazioni.

Muoversi in Toscana è un servizio realizzato in collaborazione con Regione Toscana, città metropolitana di Firenze e Comune di Firenze.

Speaker 4: Buon viaggio. Muoversi in Toscana Info, aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità

Speaker 0: nella regione. Contro radio, Buon ascolto

Speaker 4: e buon viaggio. FM 93.6 98.9

Speaker 15: Non lavori e vuoi fare un’esperienza professionale all’estero? La Regione Toscana, nell’ambito di Giovanissi e grazie al Fondo Sociale Europeo Plus 2021-2027 ti offre un sostegno economico per un periodo di lavoro o di tirocinio non curriculare in Europa. Non c’è limite di età. Fai domanda per la Borsa di Mobilità Professionale. Informati sul regione.toscana.it slash Borse Mobilità EURES e sul giovani.it.

Speaker 16: Oppure rivolgiti ai centri per l’impiego

Speaker 1: della Regione Toscana. Vita, morte e miracoli. La stagione è duemilaventitre e duemilaventi quattro del teatro Metastasia di Prato. La semplicità ingannata, satira per attrici e pupazze sul lusso d’essere donne di Marta Cuscuna. La storia di un gruppo di giovani donne che nel mille e cinquecento lottarono contro le convenzioni sociali in nome della libertà di pensiero dal diciotto al ventuno

Speaker 4: gennaio al Teatro Fabricone di Prato. Centro Pecci Books leggere il presente giovedì diciotto gennaio alle diciotto e trenta il primo appuntamento dell’edizione duemilaventiquattro con il poeta e scrittore Franco Arminio che presenta Canti della Gratitudine. Un libro che ci invita ad un gesto semplice e prezioso. Fare buon uso delle parole. Canti della Gratitudine di Franco Arminio.

Giovedì diciotto gennaio

Speaker 16: alle diciotto e trenta al Centro

Speaker 0: Pecci di Prato. Info Centro Pecci punto it. Contro orario. All I Love People People say hey All I Love People People say hi All I Love People People say hey I’m telling you why This time I’ve been gone I’ve been struggling alone Keeping All of my demons to myself I’m saving the place for that heavenly place To the sun I will sing you my song La, la, la, la, la La, la, la, la, la Never coming back La, la, la, la, la La, la, la, la, la never coming back All those beautiful people say hey All those beautiful people say hi All those beautiful people say yeah I’m telling you lie All I’ve been to begin once again Just a friend on the wind seeking shelter There’s a crack in the sky and a light from on high Sottotitoli e revisione a cura di QTSS EEEEEEEEE

Speaker 2: alle 8.40 riprendiamo la linea dagli studi di Controradio per la nostra Newsline di oggi martedì sedici gennaio focus sul gioco d’Azzardo e minori, una dipendenza che cresce e preoccupa torna infatti l’allarme gioco soprattutto per I più giovani, a lanciarlo sono le acli della Toscana, secondo cui la cultura dell’Azzardo si sta diffondendo nella popolazione giovanile, ne vogliamo parlare proprio con la vicepresidente delle ACLI, Toscane, Elena Pampana in collegamento con noi, ben trovata, buongiorno. Buongiorno a tutti. E abbiamo anche la professoressa Caterina Primi, ordinaria del dipartimento neurofarba

Speaker 17: della Teneo Fiorentino.

Speaker 2: Buongiorno professoressa Primi. Buongiorno. Allora partiamo da il progetto, la conclusione del progetto slot out Pampana che è frutto di una collaborazione di con Anci e Darci. Un percorso di rete al contrasto per del gioco d’azzardo patologico nei circoli della regione dal quale si estrapolano dati che riguardano e che preoccupano in particolare

Speaker 18: sul fronte della popolazione giovanile Sì il ehm diciamo I dati sono stati messe a disposizione all’interno di questo più grande piano di contrasto del gioco d’Azzardo che che mette in campo Regione Toscana dal CNR che ogni anno elabora un un report report che si chiama ESPAT dove analizza alcuni comportamenti dei giovani delle scuole superiori quindi dai quindici ai dicennove anni tra cui anche l’utilizzo del ricorso al gioco d’Azzardo e quindi ovviamente abbiamo notato all’interno di quella che è stata l’attività di formazione e di sensibilizzazione abbiamo diciamo evidenziato quanto la cultura dell’Azzardo proprio attraverso questi questi dati messi a disposizione nel rapporto ESPAD si stia ehm sostanzialmente diffondendo tra I giovani anche diciamo nella popolazione migliorenne che

Speaker 0: invece per

Speaker 2: legge non dovrebbe avere accesso a al gioco d’azzardo. Ecco anche questa è una un elemento da analizzare questa percentuale di quindicenni che ha giocato d’azzardo appunto quando per legge sarebbe vietato fino ai diciotto. Diciamo il il picco di fruizione è tra I sedici e diciannove anni. Non si

Speaker 0: può parlare comunque

Speaker 18: ancora di dipendenza. No no perché viene intanto monitorato il come si dice il il ricorso, l’utilizzo insomma del del gioco d’azzardo quindi ovviamente ci sono chi magari non lo so due volte l’anno ha fatto una schedina e ha fatto una scommessa e chi invece magari insomma invece ha più frequenza su su questo tipo di di giochi ovviamente le statisticamente se ci sono magari una maggioranza di ragazzi che ehm utilizzano giocano da azzardo così per tra virgolette svago ovviamente c’è poi una percentuale che è messo a contatto con con questi giochi sviluppa dei profili

Speaker 2: problematici fino a arrivare alla vera e propria dipendenza. Ecco professoressa Prima rispetto a quanto detto fino ad ora ehm è una questione di maggiore accessibilità agli strumenti che riguardano il gioco da Zardo che

Speaker 17: favorisce questo abbassamento di età. Allora diciamo che intanto il fenomeno è un fenomeno multifattoriale, quindi sicuramente il fattore accessibilità è uno di quei fattori che rappresentano un fattore di rischio, però non è il solo. Appunto io come responsabile e incentivo di un progetto Prys, altresante un progetto della roccione toscana nell’ambito del piano di contrasto, Abbiamo visto che ci ha sempre permesso una fotografia del comportamento dei giovani e gli adolescenti, perché abbiamo monitorato oltre 6.000 ragazzi sempre che frequentano alla scuola secondaria e il secondo grado, dove chiaramente ci sono una serie di fattori anche individuali, quindi una serie di distorsioni che I ragazzi hanno rispetto al gioco e quindi credere per esempio che il gioco possa essere per loro un buon investimento per il futuro e così come anche I fattori di tipo ambientale, perché la facilità dell’accesso ma anche avere un comportamento di giorno nel contesto familiare o nel gruppo dei pari chiaramente rappresenta altri fattori di rischio. Quindi diciamo la complessità è proprio data dalla multifattorialità del fenomeno e quindi bisogna agire sia in termini di prevenzione, quindi proprio insegnando anche a ragazzi come ragionare, come capire rispetto anche a quello che è l’azzardo, quello che è la probabilità, quello che appunto sono I fattori di rischio legati a questo tipo di comportamento.

Però è necessario anche sensibilizzare il contesto familiare, sensibilizzare I docenti, perché spesso anche I ragazzi fanno giochi da giardo in club, quindi anche rispetto a quelle possano essere le attività che I

Speaker 0: docenti ragazzi giocano e fanno appunto giochi d’azzardo in classe e quindi anche rispetto

Speaker 17: anche a quelle possano essere appunto le attività che I docenti possano proporre proprio per sensibilizzare

Speaker 2: I ragazzi rispetto al rischio legato all’azzardo. Santa le faccio la domanda che ha a che fare con il genere? Siccome dalle percentuali che emergono c’è proprio un divario tra il genere maschile e quello femminile delle ragazzine che sono insomma hanno un profilo problematico per il quattro virgola cinque per cento I ragazzi della stessa fascia di età allo 0 virgola otto per cento invece le giovani. Ma che tipo di anticorpi culturali ci sono forse nel genere

Speaker 17: femminile? Come si può alleggere ecco questa differenza? Allora intanto rispetto a questa è una differenza di genere appunto avendo mai a che fare con il comportamento degli adolescenti da da malicina danni posso sottolineare questo divario tra il comportamento dei ragazzi rispetto alle ragazze è diminuito cioè tendenzialmente anche le ragazze giocano da zardo quindi anche rispetto a questo bisogna un pochino cambiare nell’approccio anche nel trattare questo comportamento come un comportamento solo al maschile. Di sicuro, diciamo, attualmente appunto I dati, non solo quelli appunto del progetto Pryzer, di cui io sono responsabile, ma anche ad altri progetti evidenziano una prevalenza maggiore nei maschi però ecco io tutte le volte sottolineo attenzione a non parlarne solo come un comportamento al maschile perché questa differenza si sta attenuando. Nei fattori di rischio, diciamo rispetto a lei parlava di come mani alle ragazze sembra essere meno diffusa perché uno dei fattori diciamo protettivi nei confronti delle ragazze sembra essere quello di avere diciamo un contesto familiare dove ci sia un maggiore monitoraggio, dove ci sia come dire un minore messo in atto nel contesto familiare del comportamento di gioco.

Quindi anche l’aspetto familiare è uno di quei fattori importanti da sensibilizzare cioè tanto più come dire abbiamo un comportamento di gioco d’azzardo praticato in famiglia tanto più questo rappresenta un fattore di rischio che sembra appunto soprattutto giocare sui comportamenti

Speaker 0: di

Speaker 2: maschere rispetto a quelle che sono le ragazze. Torno un attimo con Elena Pampa, una vicepresidente dell’Akli Toscana perché Abbiamo parlato di questo progetto slot out, un progetto di rete con ACLI, ANCI e ARCI, che tipo di strumenti vuol dare in questi percorsi nella lotta e nella sensibilizzazione contro il gioco da dazzardo all’interno di contesti appunto che possono intercettare una diversità anche di pubblico e di fruttori anche dal punto di vista generazionale?

Speaker 18: Sì, dunque, nel progetto ci sono state sostanzialmente tre direttrici. Da un lato c’è stata la formazione dei dei volontari che che operano nei nostri circoli che per noi sono I presidi di di di comunità cioè sono quei quei piccoli nuclei che stanno in una comunità con le antenne aperte e che intercettano tutta una serie di bisogni sociali e di problematiche da affrontare. Quindi la prima cosa abbiamo formato sui numeri, abbiamo provato a dare dei contorni a questo fenomeno a tutti diciamo ai volontari dei nostri circoli soprattutto in quei circoli dove abbiamo rilevato che il giocato pro capita è molto più alto rispetto al resto della Toscana quindi sostanzialmente sono le province di Prato e di Pistoia di Pistoia soprattutto la Valdinievole e Monte Catini. Poi in un secondo momento abbiamo poi fatto degli eventi di sensibilizzazione rivolti a tutta la cittadinanza anche con la preziosa collaborazione dei Serd dove abbiamo provato intanto a sviluppare l’idea di un gioco buono c’è chi ha organizzato dei tornè di scacchi giganti, chi si è inventato dei insomma comunque attività aggregative e ovviamente anche la testimonianza di quello che è l’attività, la presa in carico le le le che che lavorano ne nei anche per diciamo rendere doti chi magari si può trovare o conosce chi si trova in queste situazioni di quale può essere anche la presa in carico del sistema sanitario.

Per quei circoli che ancora hanno le slot per quello che riguarda ACRI in realtà sono assolutamente residuali, sono rimasti in quattro su tutto il territorio regionale, sono stati poi predisposti dei percorsi di deslottizzazione con anche professionisti tra cui un avvocato esperti anche che che che controlli insomma quello che sono I bilanci dei circoli proprio per arrivare all’obiettivo di non avere più

Speaker 2: nemmeno una slot in nessun circolo della della regione. Ehm Caterina Primi, professoressa ordinaria di del Dipartimento Neurofarba di dell’Università di Firenze. Ricordiamo Neurofarba sta per neuroscienze psicologia area del farmaco e salute del bimbo insomma per chi non conoscesse la dicitura esatta. Un’ultima considerazione rispetto alla questione del gioco online appunto del del web. Come fa una famiglia un contesto sociale intorno a un giovane a riconoscere, a far riconoscere ehm che c’è una normalizzazione del gioco d’azzardo.

Sappiamo quanto gli strumenti tecnologici ormai siano alla portata se non ci sia uno smosi insomma nelle abitudini dei giovani rispetto appunto all’utilizzo del del web. Ecco come si fa a

Speaker 0: capire dov’è

Speaker 17: il limite ehm che poi fa scattare il campanello d’allarme sì questo diciamo è un un aspetto importante soprattutto ehm diciamo gli ultimi anni che hanno sicuramente intensificato l’uso del internet no? Quindi ci sono stati a partire dai primi lockdown, anzi sui ragazzi è stato utilizzato anche come strumento didattico e quindi questo ha portato un utilizzo anche appunto con certi vantaggi da un punto di vista della accessibilità al gioco questo rappresenta uno dei fattori di rischio quindi in questo progetto appunto Pride tra l’altro noi abbiamo iniziato dal 2019, abbiamo proprio visto un incremento del gioco online da parte dei ragazzi. Cosa fare? Sicuramente il fattore appunto monitoraggio è quello che rappresenta un fattore protettivo e quindi l’educare ha un buono uso di Internet. Questo chiaramente è un processo che deve iniziare molto prima nella fase dell’adolescenza dove diventa più complesso e quindi sensibilizzare I genitori al conoscere che cosa I ragazzi fanno quando sono su internet questo è un punto importante e soprattutto anche monitorare l’utilizzo dei soldi, perché l’altro aspetto che emerge è che I ragazzi poi utilizzano proprio per diciamo giocare da zardo del denaro, quindi hanno l’accessibilità anche all’uso dei soldi senza avere un monitoraggio da parte dei genitori.

L’insieme di questi due elementi, cioè quindi l’accesso continua, senza avere mai un minimo di controllo rispetto a quello che è il tempo dell’utilizzo e l’accesso al denaro rappresentano due elementi che contribuiscono nell’uso del web per praticare l’azzardo. Quindi sensibilizzare I genitori, sensibilizzare anche a rispetto appunto di nuovo intorno a questo progetto Frizer, si è lavorato anche con gli insegnanti proprio perché l’uso di internet sia dire, ci sia un processo anche qui di educazione all’uso, all’uso buono non è non usarlo ma usarlo per certi scopi e anche sensibilizzare I ragazzi rispetto a quelli che sono proprio I rischi, perché un altro comportamento che si evidenzia è anche per esempio questo incremento dell’uso del trading online o dell’acquista delle criptovalute dove vengono proposte su Internet come un modo facile per avere guadagni e anche qui diciamo dimostrando come ragazzi poi gli manca informazione e conoscenza riguardo a questo tipo di pratiche che per te possono essere viste come un investimento o come appunto una risorsa anche economica però bisogna conoscere, bisogna anche come

Speaker 2: dire conoscere I limiti rispetto a questo tipo di attività. Comunque lei ha detto una cosa, un concetto importantissimo, non c’è una negatività, una demonalizzazione da fare tu curma, c’è una consapevolezza da acquisire su un uso corretto che poi porta al riconoscimento del limite, è un messaggio insomma che ci arriva anche da un nostro ascoltatore che non riguarda solamente il gioco d’azzardo ma anche

Speaker 17: l’uso dell’alcol. Insomma c’è proprio bisogno di questo. E per questo è importante come dire anche un insieme di interventi, no? Perché bisogna attraverso un processo di sensibilizzazione che si è rivolta sia diretta ragazzi ma anche rispetto agli insegnanti,

Speaker 2: appunto gli educatori siamo siamo in conclusione arriva un altro messaggio rivolgo la parola veramente trenta secondi alla vicepresidente delle ACLI Toscana a Pampana ci scrivono esistono gruppi di autoaiuto per il gioco, sì, esistono anche a Firenze tramite la

Speaker 0: le ACLI

Speaker 18: si può arrivare a queste a questa rete? Allora noi non siamo una rete di di autoaiuto quindi in realtà non non abbiamo presente ecco non non non sapremo fornire un indizio sicuramente sul sulle le regioni di Toscana ha attivato un portale dove c’è un numero verde a cui potersi rivolgere gratuitamente che è un numero appunto di orientamento e di aiuto e si trova appunto sul portale che che riunisce tutte le esperienze di di questo piano quindi tutti I progetti che sono stati attivati che ehm Agorazardo Toscana. Quindi basta cercare diciamo queste tre parole e si trova il portale, sul portale c’è un numero verde che fornisce

Speaker 2: tutte le le informazioni e il supporto necessario. Benissimo, informazioni preziosissime. Grazie alle nostre ospiti per essere state con

Speaker 17: noi. Buona giornata e buon

Speaker 0: lavoro a entrambi. Bene, grazie. Grazie. EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE siamo pronti a fare il nostro passaggio alla divina Hey, vieni bebe, andate a fare uno Canete sentire? La mia TK421 Guardate bebe, andate a fare uno Molto meglio, la mia TK421 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 EEEEEEEEEEEEEE0, hell!

EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE non è un po’

Speaker 16: Aggiungi un socio a tavola. A grande richiesta tornano le cene del Contro Radio Club in compagnia

Speaker 1: dei conduttori e dei giornalisti

Speaker 0: di Contro Radio Aggiungi un socio a tavola.

Speaker 1: La fantastica cena della Controradio Club con un buffet da leccarsi I vaffi e per mercoledì ventiquattro gennaio al circolo Arcisolotti in via Macari a Firenze. Cento I

Speaker 16: posti a tavola, obbligatoria alla prenotazione, info e menu su Controradio

Speaker 0: punto

Speaker 1: hit banner, cena associ contro Radio Club. Scadenze a iscrizioni venerdì

Speaker 16: diciannove alle tredici o ad esaurimento posti. Che fai?

Speaker 0: Non ti associi al Controradio

Speaker 10: Club. Controradio. TIF alla radio. Ci sentite? TIF alla radio.

Voce

Speaker 2: Temi dal canale video di Contro Radio. Passati due minuti alle nove. Buongiorno. Io saluto Raffaele Palumbo, Lucia Gemignani qui con noi,

Speaker 0: lo studio

Speaker 5: si è riempito per

Speaker 19: la finestra di Tif. Ciao Raffaele.

Speaker 2: Buongiorno, bentrovate. Buongiorno. Allora, parliamo di cultura non solo perché quando parliamo di uffici ormai da un po’ di tempo a questa parte c’è che da dire anche sul fronte politico ma andiamo per ordine ieri la cronaca ha visto l’insediamento del nuovo direttore delle Gallerie degli Uffizi, Simone Verdi, dopo un sopralluogo alle Gallerie, a Palazzo Pitti, al Giardino di Boboli, il neodirettore ha subito iniziato ad approfondire I principali dossier dicono dalle gallerie e nei prossimi giorni incontrara ai curatori gli architetti e I funzionari per passare alla fase esecutiva del progetto sulla cui base è stato nominato mentre Aike Schmidt

Speaker 5: come sappiamo Raffaele è andato a Capodimonte. Posto tra l’altro straordinario che vi invitiamo a visitare il Real Bosco, il museo, eccetera eccetera e le dichiarazioni del Nero, direttore degli uffici sono stati delle dichiarazioni assolutamente tecniche e concilianti. Ha parlato di implementare, di di continuare l’ottimo lavoro fatto da Schmidt, I commentatori politici dicono

Speaker 0: che è una candidatura al per quello che

Speaker 5: riguarda il centro-est e a questo punto si allontana e bisogna guardare altrove.

Speaker 2: Stanno stringendo un po’ si

Speaker 5: parla di una

Speaker 2: decina di giorni per sciogliere il tutto comunque sappiamo che da qui.

Speaker 5: Anche perché comunque la cosa importante è che dal nostro studio audio-video passevano tutti, stamattina abbiamo ricevuto come dire l’ok anche da Francesco Rosselli di Fratelli d’Italia quindi passano

Speaker 2: veramente tutti per dare

Speaker 5: alle nostre ascoltatrici,

Speaker 2: alle nostre ascoltatrici. Tutti al voto si chiama il Il focus lo sai. Tutti al voto. Bello. Tutti al voto.

Bellissimo. I votanti, elettori, I candidati, tutti al voto. Tutti, tutti. Contro l’astenzialismo inanzitutto e poi dopo ci sarà un una pluralità sì quindi avremo modo di approfondire poi ci sarà il congresso cittadino il ventisette gennaio di Fratelli d’Italia insomma da qui allora Schmid dovrà di svelare le sue intenzioni anche perché se non glielo chiedono gli ascoltatori glielo chiede il centro-destra

Speaker 5: sicuramente perché in qualche modo dovranno ehm. Ma infatti ci sono anche altri candidati nel frattempo alla ricerca una delle notizie riguardo il fatto che il diciannove ci sarà al Palazzo dei Congressi in Sala Rossa a venerdì alle ventuno insieme che è l’incontro di Sara Funaro candidata a

Speaker 2: sindaca di centrosinistra del PD e un arrivo non facile a questa serata perché nel frattempo del re dovrebbe presentare il suo simbolo perché nel frattempo Montanari dovrebbe presentare questa lista ondici agosto nel frattempo ieri si è presentato Dimitri Palagi come candidato a sinistra insomma ne vedremo delle belle ma

Speaker 5: Lucia non sei qui per

Speaker 2: la politica facci respirare un po’ esatto Facci respirare perché tu sei andata ci puoi dare delle anticipazioni su quella che sarà l’inaugurazione, la

Speaker 19: riapertura, la rinascita del Corridoio Vasariano. Beh in realtà diciamo di notizie nuove nuove non

Speaker 0: è che ci sono tantissime rispetto a quelle degli anni scorsi

Speaker 19: se non il fatto che c’è una data precisa questa volta, cioè il 27 maggio del 2024 ovviamente la data che è stata scelta per la riapertura del corridoio vasareano è stata scelta in memoria della strage di via Gergofili avvenuta lo stesso giorno però nel 1993 e devo dire che ho visto molte persone perché comunque mi sono anche interfacciata con con visitatori che erano all’esterno e dicendogli questa notizia sono rimasti tutti molto stupiti e anche sui social dove appunto TIF agisce, abbiamo avuto noi di TIF molto di scontro. Infatti questo vuol dire che le persone sono molto interessate alla cultura, cosa che ultimamente stavo un po bacillando.

Speaker 2: Sì, avevi un’impressione di tipo, una percezione di tipo diverso.

Speaker 19: Pensavo che ci fosse un po’ meno interesse, un po’ più interesse forse sul sul sul fronte criminalità, su su su altre altre cose che su cui

Speaker 2: vertevano I nostri contenuti invece. Adeguamento e riallestimento di questo corridoio quindi sostanzialmente come offerta culturale non non cambierà poi tanto

Speaker 19: quali saranno le principali appunto trasformazioni? Allora sicuramente non ci saranno più

Speaker 13: dipinti perché

Speaker 0: sono considerati materiali

Speaker 19: infiammabili e quindi visto che il corredorio sia adattato alle nuove norme anti incendio, diciamo quelle non ci saranno più però saranno introdotte delle sculture ellenistiche, una raccolta di epigrafi greche romane e affreschi.

Speaker 5: Questo ci fa molto piacere perché è un punto della città molto bello, molto importante di grandissimo valore che non accada, come dire, che prendono nel supervento altre vicende. Un famoso politico italiano incontrò una volta Obama e Obama gli disse, ah lei viene da Firenze, lì ci sono magnifici ristoranti. Noi apprezziamo I ristoranti che ci sono a Firenze, anzi questo oggi ve ne segneremo in particolare uno, perché è il bel ristorante che tutti gli anni fa il pranzo per gli indigenti in qualche modo, e stiamo parlando di quello che accadrà alle undici e trenta, il tradizionale pranzo di solidarietà alla trattoria dei quattro leoni, però c’è anche molto molto molto altero a partire dai musei del Bargello, sui musei di di statue più bello del mondo, corridor Vasariano, insomma poi sarà bello fare un giro a vederlo

Speaker 2: questo corredore vasariano in veste rinnovata. Dicevamo il ventisette maggio nel trentennale della strage di via dei Giorgofili ci sono delle anticipazioni su come avverrà questa inaugurazione

Speaker 19: o al momento ancora ancora non ci sono non ci non ci ha fatto sapere allora come avverrà questa questa inaugurazione però visto che sarà questo giorno questa giornata immagino

Speaker 2: che sarà abbastanza importante e per quanto riguarda

Speaker 19: invece la fruizione da parte del pubblico allora ehm potrete comunque visitarlo con un biglietto

Speaker 2: che in cui saranno integrati anche Pitti e Boboli. Come di consueto. Esatto. Quindi si torna al pregresso. Grazie a Lucia Gemignani vi invitiamo a vedere davvero il video, le immagini di questo viaggio che ci fa fare nel canale This is Florence, il canale video di Contro Radio.

Grazie per essere stata con noi.

Speaker 5: Grazie Luciano.

Speaker 8: Live in Mosca, live in Budapest, live in Marsalia, live in Sofia, live in Braga, live in Bangkok Azzatterveder, azzatterveder, azzatterveder Companhia stelropei, lo scontro ancora delle sale da ballo un po’ più che di merda Un’opinione bufica un po’ meno stupida delle sale da ballo un po’ più che di merda Voglio rifugiarti sotto il patto di Varsavia, voglio un piano di tentale e la stabilità Dive in Mosca, dive in Budapest, dive in Barcavia Dive in Soca, dive in Braga, dive in Panto West Berlin, West Berlin, West Berlin, West Berlin, West Berlin France Europe Express, France Europe Express, France Europe Express, France Europe Express Poi di là del muro, Europa per sé trans In Alexandria e in France come piazza del Duomo Europa per sé trans ultimamente Miei amici anche, miei amici anche Sotto la NATO, il patto di Varsavia Provate a rifugiarvi sotto il patto di Varsavia Con un cavo punte nale, la

Speaker 0: stabilità

Speaker 8: e

Speaker 5: le nove e undici durante la pandemia vi abbiamo raccontato in maniera anche molto dettagliata di questo giro del mondo che Lorenzo Cipriani insieme al l’alto skipper Bardi fece l’opera con uno swan o una barca a vela per sensibilizzare appunto sulle tematiche dell’ambiente naturalmente la cosa si rivelò poi in piena pandemia molto più complessa però veramente partirono dai carai bi fecero tutto il giro del mondo arrivarono alla fine a Via Reggio e fu una bella esperienza per raccontare appunto in un momento in cui ci lasciavamo alle spalle le grandi campagne contro la plastica perché arrivò poi la pandemia e fu il festival della plastica USA e getta. Forse ora davvero se ne può se ne deve più che mai tornare a parlare perché c’è l’esperienza di Leone Ortega che sta per fare tra poco dei mesi primaverili fino a tutta l’estate un’esperienza italiana tutta dedicata alla sensibilizzazione sull’ambiente. Leone buongiorno, ben trovato e grazie per essere con noi.

Speaker 20: Salve, buongiorno a tutti.

Speaker 5: Stiamo parlando di The window change, il giro di Italia in Canoa. Ci racconti tutto di che si detta.

Speaker 20: Esatto, allora il progetto si chiama window Change. Praticamente girerò l’Italia partendo a maggio, partendo da Venezia fino ad arrivare a Genova. Cerco come navigando tutta l’Italia, non passando dalla Sicilia. E sarò testimone all’ufficiale dell’associazione Plastic Free appunto insieme all’associazione per ogni regione faremo un evento di clean up delle spiagge quindi ci sarà un referente che mi accompagnerà nell’evento e puliremo pezzi di spiaggia che insomma avranno bisogno di di essere puliti. Oltre a questo cioè con me una biologa, una scienziata che tramite strumentazioni misureremo la

Speaker 2: temperatura del mare e delle microplastiche. Ecco Leone raccontaci anche come sei arrivati a Wind of Change, poi parleremo anche di come sostenere questo progetto. Se non sbaglio tu sei un giovane pratese con la passione della canoa che come sei riuscito ad abbinare a un qualcosa che ha a che fare con un’iniziativa importante di sostenibilità ambientale?

Speaker 20: Sì esatto la la passione viene da praticamente dal mare dallo sport quindi unendo le I questi due fattori è venuto fuori questo progetto che piano piano si sta espandendo e sono molto contento perché sta avendo molti consensi. Io sono nato a Prato, nasco come sportivo, come calciatore, ma poi la passione del mare viene trasmessa dal nonno e quindi, perché lui è di Cercina, è un pescatore e quindi mi ha trasmesso il rispetto del mare. Allora tramite questo progetto ho voluto intraprendere questa impresa sia sportiva che ambientale e per fortuna ho come appoggio questa associazione che è molto rigida come come associazioni soprattutto nella volontà ecco di far capire di sensibilizzare ecco l’obiettivo è sensibilizzare sempre di più le persone in questo problema.

Speaker 5: L’associazione è molto seria che ci fa le cose per bene e molto bello perché hai messo insieme una community in qualche modo che ha a che fare con imprese, con scienziati, con artisti che sposeranno il progetto. Quindi una cosa grossa che però può essere anche supportata da noi che in qualche modo ti seguiremo poi da noi come cittadini comuni

Speaker 20: Sì esatto allora per la parte delle imprese c’è un discorso di collaborazione a livello personale con il progetto ma per le persone che vorrebbero aiutare io insieme appunto c’è una persona che mi seguirà col minivan per un discorso di supporto. Faremo un una raccolta fondi e quindi un che poi lanceremo ecco ehm prima del dell’evento che è maggio e questi soldi andranno poi devoluti all’associazione che metà andranno alle tartarughe e allora hanno un centro di tartarughe di riabilitazione, ecco di rinserimento

Speaker 0: nel

Speaker 20: mare e di protezione e un altro va al ai volontari che si occupano appunto del della pulizia del delle spiagge, dell’ecosistema soprattutto italiano che che ora in questo mio caso è quello marino però riguarda

Speaker 5: tutto il territorio ecco del della penisola. Si parte a maggio, giugno, un viaggio che durerà almeno dai due ai tre mesi per cui avremo modo di risentirci più avanti per raccontare come fare, per raccontare del per raccontare anche di come poi le cose andando via via perché non è un’impresa da poco anzi veramente importante anche fisicamente Windows Change, una lotta fisica e ambientale con l’associazione plastic free ci sentiamo presto buoni preparativi ci vorrebbe da dire a Leonor Tega.

Speaker 20: Grazie, buona giornata a

Speaker 0: te. Grazie mille, grazie

Speaker 1: a voi per lo spazio. Il libro della vita, la decima edizione dedicata alla memoria di Sergio Staino. La domenica mattina, l’auditorio Rogers, Piazza della Resistenza di Scandicci torna, la rassegna ideata è condotta da Raffaele Palumbo. Dieci appuntamenti in cui ospiti autorevoli raccontano il libro che ha segnato la loro esistenza. Programma completo su un libro della vita punto net e pagina Facebook il libro della vita.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Domenica ventuno alle undici Claudio Vercelli parla

Speaker 16: di in quelle tenebre di Guita Sireni. Aggiungi un socio a tavola. A grande richiesta tornano le cene del Contro Radio

Speaker 1: Club in compagnia dei conduttori e dei giornalisti di Controradio. Aggiungi un socio a tavola. La fantastica cena della Controradio Club con un buffet da leccarsi I baffi è per mercoledì ventiquattro gennaio al

Speaker 16: circolo Arcisolotti

Speaker 0: in via

Speaker 16: Macari a Firenze. Cento I posti a tavola. Obbligatoria alla prenotazione.

Speaker 0: Info e

Speaker 16: menu su Controradio

Speaker 1: punto hit banner c’è n’associ Controradio Club. Scadenze a iscrizioni venerdì

Speaker 16: diciannove alle tredici o ad esaurimento posti.

Speaker 0: Che fai? Non ti associi al Controradio Club. Controradio All you used to do was put me down, All you used to do was criticise me, But now I find it good and I emphasize it, See, you would always get so sensitive, And try to turn your transgressions into my guiltiness. But now, I’m certain of the way I live, And what I’m responsible for in this twisted Ma ora trovo una buona e un’emphasità Sì, tu sempre avresti un senso sensibile E provi a trasferire le tue trascresioni in mia scontate Ma ora, sono sicuro della mia vita E quello che sono responsabile per in questa giocazione E’ un’asciugazione che ti provi a fare paura Un’altra parola per il mio nome Se ti do o ti ricevo E’ una e la stessa Un’altra sceglia in tua coda più lunga Ma è il momento di rompere questo frame E il mio strimpo Sottotitoli e revisione a cura di QTSS Ma la mia self-respecta non si riempie, ora è il momento di lasciarti andare se non si riempie la filmata EIIIIIIII per il conoscenza

Speaker 2: alle nove e venti minuti vi ricordiamo la notizia con cui abbiamo aperto questa fascia mattutina di Newsline le cinque ore di camera di consiglio e la cristallizzazione da parte della Cassazione delle responsabilità civili e penali per quanto riguarda la strage di Viareggio I giudici però hanno disposto un terzo processo di appello davanto ai magistrati di Firenze per quanto riguarda un riconteggio delle pene tenendo conto dell’attenuante generiche per alcuni imputati tra I quali l’ex additi Ferrovie Mauro Moretti avete sentito le prime reazioni dei familiari, delle vittime, dell’Associazione un mondo che vorrei da Popolare Network, Daniela Rombi, torneremo su questa sentenza attesissima, con la grande amarezza però che lascia in vista di questo nuovo appuntamento nelle aule di Tribunale. Ricordiamo oltre duecento le odienze che hanno riguardato il processo di Viareggio. Questo per quanto riguarda la cronaca particolare

Speaker 5: anche sul nostro sito Controradio punto it. Sconvolgente pensare quanto tempo è passato dalla dalla strage di Viareggio ringraziamo la nostra carina ascoltatrice Gianna che ci segnala che oggi ci sarà il funerale di Chiara. Ricordiamo che Chiara è la signora transgender che risiedeva all’albergo popolare ed era veramente un personaggio del dell’olterano in qualche modo I funerali ci

Speaker 2: saranno oggi alle quindici a Cestello Piazza del Cestello a Firenze. Nei giorni scorsi appunto è circolata inoltrarno la notizia della sua scomparsa e anche chi non la conosceva direttamente aveva un’immagine di Chiara nei suoi passaggi con la sua bicicletta inoltrarno una storia sicuramente di difficoltà, di disagio ma anche di fortissima volontà, di forza, di determinazione. Dunque un’immagine, un personaggio sicuramente non solo legato a all’oltrarno

Speaker 0: ma

Speaker 2: legato anche a un autodeterminazione che ehm ha incontrato moltissime difficoltà, una storia umana, personale ma anche fortemente emblematica. Dunque abbiamo voluto segnalare questo momento di condivisione di ultimo saluto che si verificherà appunto al cestello oggi pomeriggio. Vi anticipiamo che ehm

Speaker 5: ci sarà

Speaker 2: a Mirco Roppolo con voi fino alle dodici e trenta no

Speaker 5: ci ci

Speaker 4: dice in anteprima che

Speaker 5: torna torna Benedetto Ferrare ha fatto

Speaker 0: questa regga

Speaker 4: per creare un po’ di quindi torna a Silvano. Ci sarà sì, ci sarà a Silvano e a Ovesta

Speaker 0: di Badalino. Io farò

Speaker 15: il mio il

Speaker 4: mio spazio. Tuo accompagnamento.

Speaker 5: Il programma più corto della storia. Nove e trentacinque fino alle dieci in punto con il coropolo però qui non dobbiamo

Speaker 2: dimenticarci né di sabato venti né di mercoledì. No no perché qui sabato venti si sta ehm arricchendo lo staff di Controradio che vi darà il benvenuto negli studi di Viede Rosso Fiorentino due B dalle nove e trenta alle dodici e trenta e poi dalle sedici alle diciotto e trenta terza radio aperta il terzo sabato di questa campagna del Contro Radio Club duemila ventiquattro vi invitiamo davvero se non l’avete ancora fatto a sottoscrivere la testera a sostenere il contro radio

Speaker 5: tramite questo strumento per noi fondamentale. Vi aspettiamo dalle nove e trenta alle dodici e trenta e poi dalle sedici alle diciotto e trenta questo sabato il venti di gennaio e poi sono ancora aperte le prenotazioni con grande gioia perché tornano le scene dedicate alle soci ai soci del Controieradio Club tornano l’ultima l’abbiamo fatta prima della della fine cinque anni fa quindi veramente una serata speciale con tutto lo staff di TIF di di di Controleradio il circolo Arciro di Solotto di Via Macchiai una cena sociale per cento soci del Contro Radio Club andate sul Contro Radio Club punto it potete rinnovare la tessera potete

Speaker 2: iscrivervi alla scena del ventiquattro e continuare a sostenere. Sai perché sorrido l’affaire? Perché sto sentendo in sottofondo nei corridoi di contro radio il telefono della redazione che sta squillando incessantemente no? Un po’ come quando hai la pentola sul fuoco e qualcuno ti trattiene. Io sento proprio il richiamo, bisogna

Speaker 5: vada in redazione a capire chi sta chiamando. Tanto domattina alle otto e cinque

Speaker 2: ti risentiamo di

Speaker 5: nuovo con la Newsline. Per il momento. Insieme. Buona giornata a

Speaker 0: te, a tutti I nostri colleghi

Speaker 5: e soprattutto a chi ci ascolta

Speaker 1: l’informazione prima di tutto.”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode