search menu
play_arrow

WidgetWeb

News line del 29 Aprile 2024 08:00

regia 29/04/2024


Background
share close


Speaker 0: E la nuova la Newsline di Contraradio.

Speaker 1: L’informazione prima di tutto. Ottopassate da quattro minuti entriamo dunque in Newsline lunedì ventinove aprile la nostra fascia informativa locale del mattino che torna in versione serale alle diciotto e quindici mentre a metà giornata vi ricordiamo il appunto con l’informazione locale nel GR regionale delle dodici e quarantasette vediamo una giornata di bel tempo oggi ma forse non sarà per molto chiediamo a Roberto Valorani dall’amma quest’oggi

Speaker 2: in collegamento. Bentrovato. Buongiorno. Sì, buongiorno a tutti. E’ effettivamente una fase di temporanea rimonta della pressione, affluisce aria decisamente più mise della settimana scorsa, attratta anche umida dai quadranti meridionali a causa di una perturbazione piuttosto ampia, una depressione sulla Fenisena Iberica che lentamente avanzerà verso il Mediterraneo Centrale e comincerà a interessarci dalla sera ma soprattutto nella giornata del 1° maggio.

Darà luogo a 2-3 giorni di tempo instabile e a tratti anche perturbato, sembra un scenario ormai piuttosto probabile, arrivano confermi ormai da diversi giorni di questo pregiuramento dal 1° maggio, tra oggi e domani una fase di miglioramento con temperature indecisorie alto quindi un nuovo sbalzo termico tra oggi e domani appunto potranno essere raggiunti anche ventisette al limite

Speaker 1: ventotto gradi nelle pianure interne. Per quanto riguarda il primo maggio attendiamo naturalmente domattina avremo ulteriori particolari

Speaker 2: ma già possiamo dire qualcosa. Sì appunto come dicevo Focanzi il peggioramento sembra mai piuttosto probabile. Sono attesi rovesce temporali sparsi già a partire dalla mattinata, quindi è una giornata decisamente grigia e instabile, sembra appunto lo scenario più probabile e anche nei due giorni successivi un altro impunto perturbato attesa trantitaria appunto su anche sulla costa di Ettenica e sulla Toscana quindi diciamo ci possono essere delle variazioni e da un punto di vista spaziale temporale ma non non così rilevanti

Speaker 1: da far cambiare la previsione in modo sostanziale. Quindi una seconda metà della settimana sicuramente peggiore della della prima ma poi ne riparleremo. Grazie a Valorani grazie a L’amma breve pausa

Speaker 0: pubblicitaria e poi torniamo con le notizie. L’associazione La Rossa presenta la decima edizione di prima maggio a Lari, festa rossa dei lavoratori. Dalle undici alle ventitre un super festival nelle quattro piazze intorno al castello del Borgo di Lari. Al teatro Giuliana San lavoro in sicurezza. Voci e pratiche di lotta contro le morti sul lavoro e la repressione delle rivendicazioni in collaborazione con Ottolina TV sui vari palchi si alterneranno ben nove gruppi tra I quali la ballotta continua, l’Utah Pagia, Hotel La Salla, settantuno GPM, Lorenzo Nicolini, Batucada, Agugò e ancora a Spazio Bambini, performance artistiche, associazioni, mercatino e area ristorio a chilometro 0.

Festa ecosostenibile ad

Speaker 3: ingresso gratuito. Vuvuva Punto festa rossalari punto it. Un futuro senza cancro? Noi ci crediamo. Ma tu credi in noi.

Con il cinque per mille alla Lega Italiana per la lotta contro I tumori sostieni la prevenzione e fai crescere le nostre attività di assistenza quotidiana ai malati oncologici. Il tuo cinque per mille all’Ilt Firenze. Prevenire e vivere. Info su

Speaker 4: lega tumori Firenze

Speaker 5: punto it. Contro l’orario e Wow!

Speaker 1: Sì!

Speaker 5: E due

Speaker 1: alle otto e nove minuti diamo uno sguardo alle principali notizie di oggi quelle che ci portiamo dalla fine settimana, vi abbiamo detto dell’ultima ora che riguarda il caporalato in agricoltura, sono in corso arresti in Toscana, misura per dieci persone, sfruttavano lavorativamente ospiti del cas di Piombino, parliamo di circa settanta persone migranti ospitate nel cas impiegate per la raccolta di ortaggio live e per la pulizia di vigneti nelle province di Livorno e Grosseto. Dalla nazione di Firenze, l’apertura riguarda invece le minacce alla preside antifascista, tre lettere anonime, inviate alla dirigente scolastica che scrisse agli studenti del Miche dopo il pestaggio scattano le indagini della Digos lei risponde vado avanti le donne in posizioni apicali danno fastidio la preside Savino vi anticipiamo che sarà ai nostri microfoni tra poco intorno alle nove e quindici insieme a Raffaele Palumbo nella nostra fascia sempre di Newsline in conclusione di trasmissione cercheremo di capire con lei cosa è accaduto notizia che non era stata resa pubblica direttamente dalla dirigente del Da Vinci poi emersa lei ha scelto di denunciare alle autorità competenti le minacce e gli insulti che sono arrivati e sono strettamente correlati alla vicenda appunto di un anno fa.

La sentiremo, sentiremo qual è il quadro della situazione soprattutto il suo sentimento e la sua preoccupazione rispetto alla clima che si è generato nuovamente intorno alla sua figura ma vogliamo anche darvi aggiornamenti sul caso che ci portiamo dietro uno strascico veramente ehm triste diciamo dal venticinque aprile la polemica che si è inescata sul territorio di Sesto Fiorentino alimentata dall’opposizione di centrodestra rispetto alla scelta della amministrazione Falchi di consegnare in occasione appunto della festa di liberazione il libro sette scatole per la libertà alle quarte e quinte delle primarie. Sentiamo abbiamo in collegamento quest’oggi l’assessora regionale alla memoria Toscana Alessandra Nardini bentrovata buongiorno. Salve salve buongiorno a voi salve. Allora Nardini abbiamo raccontato di un ehm ehm critica da parte dell’opposizione che parlava di spese che potevano essere dirottate in altri ambiti insomma una scelta non opportuna ma quando si parla di resistenza, di memoria, di valorizzazione, attualizzazione di questi valori anche nei confronti di delle giovani

Speaker 5: generazioni davvero

Speaker 6: si può parlare in questi termini? No, assolutamente sì, io credo che abbia fatto molto bene l’assessora Paramartini a ricordare che quando si parla di memoria, di promuovere la cultura della memoria si parla soprattutto di un investimento e non certo di un costo e fa altrettanto bene il sindaco Falchi a dire che regalerà una copia del libro anche consiglieri di Fratelli Italia e della Lega che hanno appunto messo su questa polemica ma temo che non sia sufficiente purtroppo neanche questo regalo. Io penso che questo ennesimo episodio dimostri come purtroppo il nostro paese sia un paese che non ha ancora saputo fare I conti fino in fondo con la storia. È ogni giorno più più evidente e penso anche che questo sia un ulteriore episodio in cui la destra in questo caso la destra è il sesto fiorentino non riesce proprio a non mostrare difficoltà a celebrare senza alcun distinguo

Speaker 5: il venticinque aprile una festa

Speaker 6: che dovrebbe essere di tutti la festa e la liberazione dal nazifascismo. Io penso che anche in questo caso l’obiettivo della destra sia sempre il solito, cioè mandare alle frangie più nostalgiche del proprio elettorato un messaggio di estinzione, ma ovviamente farle in maniera velata, non troppo esplicitamente. Io credo che il compito della scuola, dell’istruzione sia esattamente invece quello che l’amministrazione di S.F. Ha promosso, cioè coltivare tra I giovani, tra le giovane generazioni proprio

Speaker 5: a partire dalla scuola la

Speaker 6: memoria della resistenza e della lotta di liberazione e anzi aggiungo in questa fase storica è ancora più importante perché da un lato assistiamo al riemergere di pericolosi rigurgiti e nazifascisti dall’altro siccome I testimoni di quegli anni

Speaker 5: questa è

Speaker 7: la vita

Speaker 6: per questione grafica e via via ci stanno lasciando è ancora più importante come una sorta di stoffetta generazionale raccogliere il loro testimone e tenere viva la memoria. Voglio anche aggiungere che ci vuole davvero tanto coraggio da parte dei consiglieri di destra a criticare un’amministra che in questi anni è invesito moltissimo sulle scuole. Su tutti I fronti dalle edilizie a scolastica alla progettualità sulle scuole di ogni ordine e grado e sui servizi educativi. Tra l’altro come dicevo ci vuole davvero tanto coraggio da parte di una destra il cui ministro invece sta tagliando sulle scuole. Pensa la scelta che abbiamo contrastato sul dimensionamento della riduzione dell’autonomia scolastica ma pensa la messa in discussione dell’autonomia come è accaduto sul caso Pioltello fino alle vergognose proposte di alcuni giorni fa sulle classi differenziali per quelle che il ministro per quelli che il ministro chiama stranieri insomma con un ministro disastroso come il ministro Valditara ci vuole davvero coraggio da parte della destra a criticare un’amministra che invece sulla scuola ha fatto tanto ha fatto tantissimi in questi anni e soprattutto io credo che sia davvero vergognoso come ancora una volta si dimostri che la destra italiana e toscana fa davvero fatica a chiudere definitivamente I conti con

Speaker 1: la pagina più buia, più vergognosa della nostra storia recente. Purtroppo, purtroppo ci troviamo periodicamente assessora a dover sottolineare questi aspetti e questi contenuti. In conclusione, immagino lei dichiari e mostri solidarietà alla dirigente scolastica Savino dopo le lettere

Speaker 6: anonime che le sono state inviate di di minaccia Assolutamente sì io come disse un anno fa ormai la dirigente ha ha scritto una lettera bellissima che come amo ripetere dovrebbe essere a fissa non solo nella sua scuola ma in ogni scuola in ogni aula delle nostre scuole io ricordo molto bene rispetto alla vicenda del pestaggio da di fronte all’escola di Ferentino il silenzio vergognoso anche lì in quel caso del ministro Valditara. Io credo che la scuola debba essere il luogo di uguaglianza, il luogo di rispetto, non sia davvero accettabile quello che accadde ormai alcuni diversi mesi fa e soprattutto non sia accettabile che un ministro non sono non condanni quell’episodio di violenza ma oltretutto pensi addirittura di poter invece ridarguire una dirigente scolastica di un altro istituto che scrive delle parole bellissime ricordando

Speaker 1: qual è la funzione della scuola. Grazie assessora

Speaker 6: Nardini, buona giornata e buon lavoro.

Speaker 5: Grazie mille, grazie mille a voi, a rivederci e in ogni città Andate via, bebe mette le tue basi a sbocca, bebe andate via, bebe ehi, si Andate via, bebe movite le tue mani mette le tue basi a sbocca, bebe ehi, si EEEEEEEEEEEEEEE

Speaker 1: alle otto e dieciassette minuti riprendiamo un titolo di taglio alto dalla nazione. Schmit sogna il gran finale. Chiedo piazza della Signoria e Funaro mette appunto la lista per entrare in buttiamola in politica l’appuntamento del lunedì mattina saluto Tommaso Ciuffoletti in collegamento ben trovato Tommaso. Ciao Chiara buongiorno. Allora partiamo da questo a tu per tu con la città leggiamo da Repubblica invece Schmitt va al mercato, Funaro al suo Chiosco insomma battono il territorio, tornano sulle stilettate rispetto alla tramvia, sì, tramvia, no, tramvia come poi soprattutto sulla questione confronto.

Entrambi si vogliono confrontare l’uno con l’altro ma insomma sembrano ripeterlo

Speaker 7: ai microfoni più che nel concreto. Sì per tenere fede al fatto che questa è la campagna elettorale più brutta che si ricordi a Firenze siamo passati da un arrivo alle candidature che ci siamo fatta per Funaro ma hanno già cominciato a litigare con questi battibecchi in cui Funaro trattava lui come un

Speaker 5: turista di Firenze che non

Speaker 7: conosceva la città, lui ha replicato chiamando la porta borse, provvedendo subito salvo avere per non avere dubbio ad abbassare il livello veramente terra terra e poi chiedere anche il confronto, chi sa per non so se proseguire questo scambio che fino ad adesso non mi pare abbia prodotto grandi come dire confronti ideali. Quindi speriamo che si si riprenda almeno sul finale. Ma tiene fede alla all’idea che questa

Speaker 5: è la

Speaker 1: peggiore campagna elettorale che si ricorda. Come leggi questi queste voci questi rumors che negli ultimi giorni sono circolati di un post prima tornata quindi pensando a un ballottaggio ehm la possibile vicinanza tra Schmitter e in realtà ehm Schmitter subito catalogato come fanta politica la questione però si è parlato di un possibile

Speaker 7: accordo con Renzi al secondo turno non lo aveva escluso per prima la stessa Boschi qualche settimana fa in una dichiarazione pubblica quindi può stare e nell’ordine delle cose, rimane poi da capire quanto è in grado realmente I partiti di oggi, che non sono veri partiti, non sono realmente strutturati, di orientare il voto ad un eventuale ballottaggio dei propri elettori. Secondo me è poco però se anche fosse non accetto Schmitt a deciderlo. È una decisione che aspetta Italia Viva e quindi io rimango all’ultima dichiarazione in merito

Speaker 5: che erano

Speaker 1: quelle di Boschi che non lo escludeva. Veniamo alla sinistra perché sono stati giorni, anzi, venerdì è arrivato proprio l’annuncio che l’associazione undici agosto di Tommaso Montanari non avrebbe costituito una lista, comunicato sulla pagina dell’associazione, poi I vari commenti degli esponenti, la nuova resa del prof agit prop Montanari e le crepe con Conte l’hanno il titolo di oggi diciamo lo riprendiamo dalla Tirreno ma insomma abbiamo raccontato in queste settimane il tentativo di trattativa con I grillini e la sinistra sinistra ma niente Montanari ha gettato la spugna un’altra volta leggiamo come fece nel duemila diciassette col popolo del brancaccio il movimento nato sull’onda della vittoria referendum duemila sedici e piovono critiche dall’interno anche della associazione insomma I simpatizzanti dicono dovevi consultarci. Questo estenuante tentativo che veniva dall’ultimo ultimatum di Montanari e che poi ha avuto questo epilogo porta

Speaker 7: un restringimento della sinistra? No, secondo me no, era partito tardi, la verità è che questo era partito tardi, che che se ne dica? Ehm pretendeva che

Speaker 5: tutti condividessero una uno

Speaker 7: schema ideologico di lettura della realtà per cui la destra sono fascisti, il PD è poco meglio, quindi tutti gli altri che sono le forze del bene si devono unire sotto le stesse insegne. Ora questo schema di lettura della realtà è piuttosto semplicistico ed è del tutto legittimo che ci sia chi non lo condividi. A partire da sinistra progetto comune che è stata all’opposizione per cinque anni in Consiglio Comunale e non aveva molto chiaro

Speaker 5: come mai dovesse unirsi a

Speaker 7: del re che invece per buona parte della durata di questa amministrazione è stata non solo in maggioranza ma proprio il governo in quanto per buona parte della durata dell’amministrazione è stata assessore e mettersi insieme all’ultimo non mi sembrava molto coerente mi sembra del tutto legittimo Allo stesso tempo il Movimento Cinque Stelle non è quello evidentemente immaginato da Montanari che anche lui condivide la lettura montanariana dei fascisti, PD e le forze del bene da quell’altra parte quando invece sta trattando fino all’ultimo a Roma per allearsi con il PD. Quindi come dire era una lettura già di per sé un po’ forzata e pretendeva che altri che invece hanno fatto dei percorsi diversi dovessero incastrarsi in

Speaker 1: questa lettura. Non ha funzionato e sarà per la prossima volta. Credi che tutto questo premierà sinistra progetto comune domani avremo in tutti al voto

Speaker 7: Dimitri Palagi il candidato sindaco fosse premiata una coerenza di discorso secondo me loro hanno fino ad oggi davvero lo dico pur non essendo io esattamente né un un elettore né un simpatizzante né sono qui a fare propaganda però se la coerenza fosse

Speaker 1: un valore di sicuro da quella parte ne è arrivata. Ecco senti Cecilia Derre oggi presenterà il suo piano casa, ha sottolineato in una collettiva anche con intelligenze dal punto di vista universitario la racconteremo aveva annunciato la sua corsa da sola ma aveva tenuto anche la porta aperta. Da parte sua anche l’associazione di Montanari l’aveva sottolineato questa grande disponibilità. Secondo te c’è un timore comunque

Speaker 7: in questa solitaria di essere penalizzata sì sicuramente sicuramente Ciccia di Renco il momento lì aveva del tutto anche un certo interesse tattico no? Ad andare in alleanza con più

Speaker 5: partiti liste o comunque soggetti con

Speaker 7: cui poter fare sponda visto che come lo ripreso ancora una volta lì il limite politico nel senso della politica fatta per appunto per tattica anche a volte che è pure importante è dove mostra I suoi limiti. Per esempio io sono molto curioso di vedere questa proposta sul piano casa perché poi appunto nel merito di proposte concrete trovo che lì ci sia quanto di meglio ad offrire. Poi però purtroppo ci si misura col voto andare

Speaker 5: da soli

Speaker 1: non è facile e vediamo. Invece giovedì avremo Stefania Saccardi, candidata di Italia Viva che ha ottenuto nelle

Speaker 5: ultime ore anche

Speaker 7: l’appoggio dei socialisti. Che era un appoggio secondo me opportuno e dovuto del resto

Speaker 8: socialisti Italia Viva fanno

Speaker 7: una lista insieme anche ad altri soggetti in vista dell’Europa, ci sono delle affinità, Stefania Saccardi ha fatto una campagna elettorale fino ad ora col freno a mano tirato, le voci di Corridoio dicevano che nel frattempo a Roma si lavorava per un accordo tra Italia Viva e PD evidentemente non è andato. Ecco ora il freno a mano sarebbe bene di sganciarlo e di iniziare a correre perché appunto ci sono delle ambizioni nella sua corsa solitaria che stanno in addirittura doppia cifra in termini di risultato elettorale

Speaker 1: a dirlo è facile a farlo è un altro discorso. Lucidità telegrafica ti caratterizza oggi Tommaso mi dai modo di affrontare I vari aspetti di queste di questi equilibri disequilibri elettorali, dime qualcosa anche su Vannacci, leggiamo dal Corriere Turba anche legistica, andi a darlo

Speaker 7: un passo indietro, Schmidt Glissa,

Speaker 5: mai conosciuto Allora lì

Speaker 7: è stato un tiro a Salvini, cioè Sipiglia, Dimira, Vannacci, ma il bersaglio grosso sta dietro ed è molto più, come dire, sostanzioso in termini politici, è quello di Salvini, il quale non a caso è finito sotto un fuoco di fila del PD e di tutto del centro-sinistra, del centro fino alla sinistra-sinistra, che era del tutto atteso e non ha sorpreso nessuno ma quello che invece è stato sorprendente è il fuoco di fila e come è arrivato ad alzo 0 contro di lui da parte del centro fino alla destra destra. Ecco lì c’è stato uno sparo che prendeva di mira mannacci ma di fatto puntava a Salvini il quale vede la propria leadership sempre più in discussione e credo che se I risultati dell’Europa sono in linea con le pessime previsioni che si fanno adesso per la lega la sua da lì alla fine dell’estate vedrà erodersi talmente tanto consenso che non so se mangerà il palettone

Speaker 1: come segretario federale della Lega. Andiamo verso il nove maggio che è la data, l’ora X in cui andranno raccolte le firme, consegnate le liste, candidati, gli apparentamenti agli uffici elettorali. Parleremo anche dei candidati a sindaco minorio, per lo meno quello quelli che non hanno alle spalle grandi coalizioni più o meno ancora aperte. Diciamo cosa ti aspetti in questo breve lasso di tempo? Da qui al nove in cui in qualche modo verrà cristallizzata la situazione

Speaker 7: che poi porterà all’appuntamento di giugno ormai non più grandi sorprese mi aspetto che facciano tutte le cose correttamente perché in passato pure sono capitati I momenti in cui le liste non sono state presentate correttamente, mi ricordo un caso a Roma piuttosto eclatante in cui

Speaker 5: mancarono le firme corrette

Speaker 7: per presentare liste di partiti importanti, quindi insomma, perché poi io avendolo fatto questo lavoro di raccolta delle firme, presentazione con tutte le carte bollate del caso, posso garantire che si da per scontato sempre che sia facile farlo, ma quando c’erano I partiti che erano delle macchine organizzative imponenti era facile. Farlo oggi che I partiti sono un’ombra di quelle macchine organizzative che erano state durante la prima repubblica non è sempre così scontato Quindi soprattutto nei centri più grandi come Finanza, insomma soprattutto quelli sopra I quindici mila, cinquanta mila abitanti, non dare per scontato che tutti quelli che si presentano con la voglia di fare una lista siamo poi in grado di avere tutti I requisiti legali perché poi ci sono delle formalità importanti per farli e quindi ecco mi un bocca al lupo per chi si carica di questa responsabilità che poi la responsabilità di cui si deve rispondere anche personalmente io l’avendo fatto

Speaker 1: devo dirti la verità una

Speaker 7: volta che mi hanno detto non lavori non lavori a

Speaker 1: nessuno esatto non lo auguro veramente a nessuno brava. E quindi diciamo mmm dalle parole ai fatti diciamo dalle parole alle firme potrebbero esserci delle sorprese le racconteremo e commenteremo e imbuttiamola in politica lunedì prossimo.

Speaker 7: Grazie a Tommaso

Speaker 5: Ciuffoletti. Grazie caro un abbraccio ciao e

Speaker 1: Otto e ventinove minuti vi ricordo che tutti gli appuntamenti con buttiamo la in politica se volete fare anche una ripetizione di quello che è stato l’andamento magmatico del dei commenti che abbiamo fatto sule nostre frequenze nella nostra rubrica del lunedì potete riascoltare la rubrica sul nostro sito contro radio punto hit nel podcast nella pagina adesso dedicata sono le otto e ventinove minuti ci stiamo avvicinando al GR di Popolare Network e poi torneremo in studio come ogni lunedì con l’assessore alla mobilità del comune di Firenze di Palazzo Vecchio Stefano Giorgetti nella sua veste di amministratore dunque parleremo di informazioni di servizio che riguardano I cantieri, la viabilità, I lavori, tutto quello che concerne la tranvia, gli aggiornamenti ma soprattutto protagoniste, le vostre segnalazioni dunque scaldate I motori e anche il numero Whatsapp, il nostro trequattro due ottantuno 0 quattro cento undici anche perché siamo agli sgoccioli di questa legislatura dunque se domande ci sono rispetto alla gestione della mobilità a Firenze è questo il momento non per parafrasare Schmidt e il suo slogan come ha raccontato

Speaker 5: dai nostri microfoni e poi vi diciamo anche che per

Speaker 1: tutti al voto un po’ ve lo abbiamo già anticipato, ci sono degli spot, proseguono gli spazi del la settimana in Newsline. Domani avremo il candidato di sinistra progetto comune Dimitri Palagi, di sinistra progetto comune della coalizione a sinistra che lo sostiene mentre giovedì sarà in studio su Controradio Web TV Stefania Saccardi, candidata sindaco di Firenze per Italia Viva. Rimanete su Controradio,

Speaker 5: ci risentiamo dopo il la GR Network EEEEEEE popolare popolare

Speaker 7: otto e

Speaker 9: trentuno minuti buongiorno le notizie di Popolare Network almeno ventisette persone sono state uccise questa notte nella striscia di Gaza dai raid israeliani che hanno colpito Rafa e e Gaza City. La situazione umanitaria in tutta l’enclave resta gravissima. La ONG World Central Kitchen ha annunciato la ripresa delle sue operazioni sospese dopo l’uccisione di sette dei suoi operatori da un raid israeliano. L’ONG ha detto che la situazione disperata della popolazione gli ha spinti a prendere la decisione di ricominciare. Oggi riprendono al Cairo anche I colloqui per cercare di raggiungere un accordo per una tregua.

Amas dovrebbe consegnare la sua risposta alla proposta israeliana. Le dichiarazioni sembrano molto possibiliste ma abbiamo già visto nelle precedenti occasioni come basti poco poi per bloccare tutto. Le autorità egiziane però hanno invitato anche Israele ad andare al Cairo oggi nel tentativo di velocizzare il processo. Ariadna è invece arrivato il segretario di stato americano Anthony Blinken nella prima tappa del suo nuovo tour in Medio Oriente. Domani starà in Israele al centro del suo viaggio gli sforzi per portare le due parti ad un accordo e per evitare l’operazione militare a Raffa.

La Russia ha attaccato nella notte dieci villaggi nella regione di Sumi nell’Ucraina nord orientale. Per il momento non ci sono notizie né di morti e feriti né di danni significativi. Negli ultimi giorni l’esercito russo ha guadagnato terreno in almeno tre località lungo il fronte orientale compresa un avanzata nella regione di Archiv dove il conflitto era in stallo da mesi Mosca sta puntando su Ciasi Viar nella regione di Backmut strategica per la sua posizione il comandante dell’esercito ucraino ha ammesso e successi le conquiste del Cremlino e ha detto che la situazione sul fronte è peggiorata. Giorgia Meloni sarà capolista di Fratelli d’Italia in tutte le circoscrizioni alle prossime elezioni europee a dare l’atteso annuncio è stata la stessa presidente del consiglio nel corso della Chermes di Fratelli d’Italia che si è tenuta ieri a Pescara. Meloni ha invitato I suoi sostenitori a scrivere sulla scheda elettorale semplicemente il suo nome, Giorgia, dicendo che si sente ancora una militante vicina al popolo.

Da fratelli d’Italia hanno poi spiegato che la premier sarà indicata formalmente come Giorgia Meloni detta Giorgia e quindi I suoi elettori potranno scriverne solo il nome. L’obiettivo dichiarato è costringere la sinistra all’opposizione anche a Bruxelles ha detto Meloni ricordando di essere la presidente dei conservatori sovranisti europei nel suo monologo la Premier ha ripreso tutti I cavalli di battaglia del suo partito dalla retorica contro l’immigrazione illegale agli attacchi alle battaglie per il clima che definisce estremismo ambientalista fino al recupero delle radici cristiane. Di fianco a Giorgia Meloni e ieri c’era anche il vicepremier forzista Antonio Taiani assente invece il leader leghista Salvini che ha mandato un video messaggio Salvini era impegnato anche a rivendicare la sua scelta di candidare il generale Roberto Vannacci nelle liste per l’Europa della Lega e ha annunciato ieri che nella giornata di domani sarà con lui a Roma per presentare il suo nuovo libro controvento. La candidatura di Vannacci continua a a suscitare polemiche all’interno della Lega. Il premier spagnolo Pedro Sanchez dovrebbe annunciare oggi la sua decisione sulle sue possibili dimissioni.

Il leader socialista aveva chiesto cinque giorni per riflettere dopo che la moglie Begona Gomez è stata messa sotto inchiesta per un’accusa di corruzione. Secondo fonti governative Sanchez scioglierà le riserve con un intervento in mattinata senza possibilità di domande. Ieri sera per il secondo giorno consecutivo migliaia di persone sono scese in piazza a Madrid per chiedergli di non dimettersi con la lettera pubblicata su Twitter mercoledì con la quale annunciava la pausa di riflessione Sanchez denunciava un’operazione di macchina del fango avviata contro di lui per farlo

Speaker 5: crollare politicamente e e personalmente Otto

Speaker 4: e trentacinque

Speaker 9: per il momento ci fermiamo qui, ci risentiamo alle nove e trenta con

Speaker 5: le notizie. Una buona continuazione d’ascolto

Speaker 0: Popolare Network

Speaker 10: muoversi in Toscana Info,

Speaker 11: aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità nella regione. Ancora ben trovati dalla redazione di Firenze Smart in studio

Speaker 5: Agnese Fedele. Vediamo le stazioni del traffico e della mobilità in

Speaker 11: questo lunedì 29 aprile. Cominciamo dall’autostrada Ina 1, chilometro di coda con tendenza all’aumento per veicolo fermo in Avaria al chilometro 296 tra Firenze Scandice e Firenze Sud in direzione Roma. Qualche problema Ina 11 per veicolo fermo in avaria 5 km di coda tra Chiesino Azionese e Pistoia in direzione del capoluogo sempre verso Firenze coda per traffico tra Sesto Fiorentino e Firenze per Etola ci spostiamo in Fipili per incidente 4 km di Coda con traffico bloccato tra Vicarello e Bivio SGC Fipili di Ramazzo e Pisa verso Firenze, incarreggiato opposta sullo stesso tratto rallentamenti per curiosi. Prima di salutarci per il traffico urbano di Firenze proseguono le asfaltature in vista del Tour de France che partirà il ventinove giugno questa settimana sono previsti interventi in via Coluccio, salutati, tutti I dettagli, provvedimenti di mobilità sui nostri canali social. Muoversi in Toscana Info servizio in collaborazione con il gioco Toscana, città Maropoletana di Chirense

Speaker 10: e comune di Chirense. Per ora è tutto. Buon viaggio. Muoversi in

Speaker 12: Toscana Info, aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità nella

Speaker 0: regione contro radio

Speaker 5: buon ascolto e buon

Speaker 4: viaggio FM novanta tre e sei novantotto e noi Art View duemilaventiquattro da sabato undici a domenica diciannove maggio alla Città del Teatro di Cascina il primo festival dedicato alle donne nell’arte con incontri, mostre, spettacoli e concerti.

Speaker 5: Gaia Nanni, Amanda Sandrelli, Virgilio

Speaker 4: Sieni, Teresa Salgueiro, Federico Giannini, Cristina Acivini, Manfredi Gelmetti, sono solo alcuni degli ospiti in cartellone. Scopri il programma completo su artvue festival.it e la cittàdelteatro.it. Incontri ad ingresso libero con prenotazione,

Speaker 13: spettacoli in prevendita su Ticketone. Corri per Michela settima edizione. Domenica dodici maggio. Corri con noi contro la violenza alle donne. Partenza alle nove e trenta dal giardino Michela Noli in via Torcicò da Firenze.

Info su Corri per Michela punto it. Il ricavato delle iscrizioni sarà interamente devoluto al centro antiviolenza

Speaker 5: Artemisia con il contributo di Toscana Aeroporti contro l’orario EEEEEEEEEEEEEEEEEEEE sono

Speaker 15: Buongiorno Chiara, sono Antonio e qui c’è una fila da Vicarello, direzione Ponte d’Era è tutto fermo sulla FIPD. Non non ho idea

Speaker 1: di come mai comunque siamo tutti fermi. Ecco, sud o freddo, sud o freddo a sentire questo messaggio, ringraziamo però al nostro ascoltatore, sono informazioni importanti per essere condivise soprattutto in questa fascia oraria poi possono dare delle degli aggiornamenti utili anche per soluzione alternative insomma la vedo difficile ma sono sicuramente informazioni importanti scriveteci al tre quattro due ottantuno 0 quattrocento undici sono le otto e quarantuno saluto l’assessore alla mobilità di Firenze Stefano Giorgetti

Speaker 8: ben trovato

Speaker 1: buongiorno assessore buongiorno buongiorno a tutti gli ascoltatori

Speaker 5: Andiamo per ordine solitamente la tramvia è sempre quella che apre le nostre

Speaker 8: trasmissioni, un contesto di aggiornamento per quanto riguarda I lavori, notizie importanti, scadenze, aspettative.

Speaker 5: Sì, allora, per quanto riguarda la variante al centro storico I lavori

Speaker 8: proseguono per andare verso il completamento sabato è stata la modifica è stata completata l’allaborazione legata alla la modifica impattante di piazza della Libertà è stato lavorato tutto venerdì notte tutta la giornata di sabato ora ci sono delle fasi ancora di completamento da fare ne ne spostando il cantiere però siamo già diciamo nell’assetto definitivo e quindi tutto a breve dovrebbe senz’altro senz’altro migliorare. Posseguono lavori della realizzazione della della sedia tramviaria e anche I lavori delle pavimentazioni in Piazza San Marco con l’obiettivo appunto che entro fine mese, sto parlando dei mesi di maggio, il tram arriverà anche alla fermata di Piazza San Marco. Quindi diciamo I lavori procedono e in più per quanto riguarda invece la linea per Bagna Ripoli, anche in quel caso I lavori stanno andando avanti e in questi giorni abbiamo anche le asfaltature proprio deutiche, quelle che verranno fatte fino

Speaker 5: a

Speaker 8: l’uomo di prossimo in tutta questa settimana che sono asfaltature legate alla alla realizzazione

Speaker 6: della linea

Speaker 1: che va che va verso Bagna Rifoli. Abbiamo detto no che in Piazza della Libertà si è passati dalla lavorazione subinaria quella sulla sulla strada e dunque naturalmente ci sono state delle repercussioni anche per quanto

Speaker 8: riguarda il traffico come sta andando adesso? Sì adesso sta andando molto meglio che sono I lavori di cui parlavo prima, precedentemente, sono quelli che dovevano finire sabato ventisette, sono terminati sabato ventisette perché chiaramente dobbiamo realizzare a definitivo la la sede stradale che che è stata tutta sbassata perché c’erano proprio dei problemi di quota, quindi è stata sbassata, è stato rifatto il cassonetto stradale, è stata rifatto l’asfaltatura, ecco ora è una una fase vicina insomma al completamento, però quella che era la scadenza del ventisette è stata è stata rispettata ormai prossimi giorni avremo l’ultima reazione di cantiere e poi completamente la sede definitiva per quanto riguarda anche la viabilità e I lavori saranno terminati in quella parte di piazza della libertà. Proseguono I lavori invece che si vanno a attestare verso la proseguzione della linea verso Kavur e ritorno da Matteotti. Quelli sono dei lavori ancora in corso soprattutto in via la Pira ma anche in via la Pira sono già a buon punto. Io venerdì ho fatto tutto sopra al luogo.

Si sta procedendo proprio con I getti per la sede di tranti area in via la Marbora invece ancora ci sono ci sono le fasi di completamento dei sottoservizi e una parte della sede deve essere ancora scavata ma insomma son lavori estremamente veloci da fare, ecco, anche su quel tratto lì. Però diciamo proseguono le imprese

Speaker 1: sono impegnati insomma nelle lavorazioni. Assessore che estate sarà quella per I lavori della tram via?

Speaker 5: Cioè cosa

Speaker 8: vedranno o vivranno I cittadini? Beh allora per quanto riguarda la variante al centro storico saranno dei lavori completati e quindi vedranno la la tram via e che che farà il percorso per I regolari con l’Audi e poi la messa in esercizio per quanto riguarda invece la linea per per Bagniarripoli e vedranno appunto iniziare sono già iniziati ma vedranno più concretamente tutti I lavori del ponte, del parcheggio scambiatore, ci sarà il completamento di tutte le asfaltature ma poi inizieranno anche il inizieranno anche I tratti proprio di sede tramdiaria a partire dalla zona di via l’Europa ma dei cantieri

Speaker 1: partiranno anche intorno a Piazza Beccaria. Siccome ci avviamo verso appunto la conclusione della legislatura ci sono state delle tematiche che sono state oggetto di molti messaggi dei nostri ascoltatori ma anche di tavoli aperti. Le chiediamo un aggiornamento su quello che riguarda I bussini elettrici e dunque il rapporto con Otolinea Toscana e per il centro il il centro storico e la questione scarico carico scarico merci. C’era una rivisitazione un impegno anche da parte vostra per quanto riguarda fashion, modalità, ci dà un po’ il

Speaker 5: polso della situazione

Speaker 8: su tutti e due fronti. Sì, volentieri. Allora, per quanto riguarda il centro storico e tutti I collegamenti del progetto che noi avevamo realizzato che comprendeva anche un ulteriore linea, una vinta linea del centro storico per quanto riguarda I bussini fra l’altro stanno per per arrivare a breve arriveranno anche I nuovi bussini elettrici e quindi anche questi saranno messi nel circuito. Stiamo parlando della Torino e Toscana perché anche loro sono alla conclusione di una serie di corsi, dovrebbero avere gli autisti che gli consentano di fare questo servizio. Il servizio è già progettato, è stato insegnato da tempo a loro per poterlo eseguire, ci sono le risorse a disposizione per poterlo fare, lo ripeto sono le attuali linee, più una linea è la quinta che collega Porta Romana fino alla Fortezza, fino al Piazza Bambini e Bambini di Beslan, con la proseguzione del servizio che non si ferma più alle 20.30 alle 21 come succede oggi, ma fino agli orari della tramvia e con la volontà di arrivare anche a avere la stessa cadenza della tramvia e quindi fra una corsa o un’altra avere gli stessi tempi che sono quelli della tramvia.

Questo è il progetto, siamo in attesa che a Torin e Cirica che è in grado di poterlo realizzare in base proprio all’assunzione dei nuovi autisti e so che ce ne sono diversi all’Accademia che stanno per completare corse, quindi questo potrebbe essere fatto, speriamo quanto prima. Per quanto riguarda l’altra aspetta abbiamo iniziato a noi a fare dei punti carico e scarico, continueremo perché è un progetto importante che abbiamo fatto rispetto a tutte le distanze da percorre dai punti carico e scarico, l’unico problema che è sorto rispetto a quella dell’impostazione iniziale dove si prevedeva di mettere anche dei sensori d’ausilio in modo che potessero avvisare la polizia municipale sulla presenza o meno dei mezzi e quindi superare I tempi di sosta al carico e scarico è dato al fatto che questi sensori mancano di omologazione e quindi dobbiamo chiarire qual è il sensore eventualmente da ottimizzare se sul mercato ci sono dei sensori omologati per far sì che possa essere da oscilio anche la Polizia Municipale perché se poi il vigile deve stare lì in presenza un quarto d’ora a vedere o la mezz’ora a vedere se qualcuno sposta la macchina oppure no è inutile aver messo il sensore.

Ecco quindi dobbiamo mettere la tecnologia sia una tecnologia che ci aiuta e che deve essere una tecnologia omologata però per quanto riguarda l’erizzazione di questi starli senz’altro sì che proseguiamo sulla linea sul progetto che a suo tempo ha stato fatto condiviso anche con chi svolge queste questi livelli di attività legate alla logistica, con le categorie economiche, quindi sono fatte tanti incontri per stabilire anche questa nuova mappa

Speaker 1: dei posti per il carico e scarico. Arriva un messaggio al trequattro due ottantuno 0 quattrocentondici sulla Tramvia. Questi giorni è impossibile entrare nel tram nei giorni festivi. Passa ogni dieci minuti già pieno al Capoliniadi Villa Costanza di turistici scrive Anna siccome un po’ questi due ponti ci danno il polso, un’anticipazione di quella che sarà l’afflusso poi nel piano della stagione estiva. Come gestire ecco la fruizione della tranvia a fronte del del carico impattante che ha la risposta anche turistica in particolar modo dal Capolina di Villa Costanza insomma vediamo che è è utilizzato è quasi sempre pieno in particolar modo nei giorni festivi questo è un bene ma crea poi anche una una conseguenza

Speaker 8: in termini di servizio pubblico questa è una gestione

Speaker 5: che in capo

Speaker 8: a chi segue tutti gli aspetti dell’esercizio. È chiaro che l’esercizio prevede I tram che passano in certi orari ogni quattro minuti, quattro minuti e dieci degli orari in cui I tram percorrono linea ogni dieci minuti, dipende appunto degli orari della giornata e dei giorni che sono interessati. Se è rilevato questo problema che dice l’ascoltatore occorre che chi fa l’esercizio intervenga e invece ogni 10 minuti in quegli orari il tram abbia una cadenza diversa che può arrivare fino a 4 minuti e quindi vorrebbe dire avere molta più disponibilità per quanto riguarda il trasporto. Ora se eventualmente fosse possibile recuperare dalla ascoltatura ascoltatrice gli orari questo ci potrebbe essere per me potrebbe essere d’aiuto ma io parlo con gesto per capire

Speaker 1: questa problematica e incrementare I passaggi. Grazie assessore, sì Anna ci scrive, quindi la invitiamo a darci anche ulteriori particolari utili, comunque prendiamo in carico anche noi rispetto all’interlocuzione in termini informativi che abbiamo con Autoline, con Responsabile Comunicazione, Tommaso Rosa, tema parlava di omologazione dei sensori per quanto riguarda il carico e lo scarico merci ma di omologazione si è parlato tanto in questi giorni rispetto agli auto Velox. Cosa dire ai cittadini sul fronte delle molte rispetto a quali impianti

Speaker 8: sono oggetto di attenzione sul nostro territorio No, allora, per quanto riguarda questo aspetto degli auto Velox io ho fatto una riunione tecnica anche per la Polizia Municipale per cercare di capire chiaramente questo problema quindi io riporto quello che

Speaker 5: hai emerso nella riunione praticamente

Speaker 8: in Italia non c’è nessun autovelox omologato perché a suo tempo quando si parla nel codice della strada di omologazione dovevano essere emessi dei decreti per spiegare come dovevano essere omologati Siccome questi decreti dal 92 se non ricordo male non sono stati mai emessi, a questo punto nessun sistema omologato, ma nemmeno I tutor che sono sul lato strato sono omologati, ma poi sono state successivamente fatte delle circolari a cui riparavano l’autorizzazione del ministero regalciato sugli impianti all’omologazione. Su questo poi vedremo quali saranno gli sviluppi, ma non è un problema legato a Firenze, è un problema legato a tutta Italia rispetto alla normativa stessa, perché se io devo emettere dei reti, per spiegare come si deve avvenire l’omologazione dei reti, non ci sono, nessuno può aver fatto un’omologazione. Per quello che ci riguarda, per quanto riguarda le postazioni di Atobelox, noi sono le postazioni che abbiamo ereditato perché in dieci anni non sono state modificate nessuna postazione, avevamo chiesto di inserire due nuove e ancora oggi siamo in attesa di tutte le approvazioni e poi I sistemi sono sistemi della Polizia Municipale poi decide da puntista tecnologico di inserire però noi non abbiamo nessuna novità e l’aspetto dell’omologazione così mi dicono in questa regione sono stati tutti estremamente convinti e chiari che l’omologazione praticamente riguarda tutti I sistemi di misurazione di velocità che abbiamo

Speaker 1: nel nostro paese non sulla Fidenza. Quindi però se se il principio è la multa è valida se il il macchinario omologato stiamo parlando di un caso Italia lo scenario

Speaker 8: abbastanza ampio ecco come possibilità di dire è proprio di sì sarà il ministero penso che a breve il ministero entrerà nel merito e spiegherà come poter fare del suo questo problema perché se poi il ministero ha fatto anche

Speaker 5: una circolare ha mandato a

Speaker 8: tutti I comuni dicendo che l’autorizzazione era equivalata all’omologazione, già questa è una presa di posizione essenzialmente importante da questo punto di vista, quindi questa circolare riguarda poco nello specifico il sistema e quindi proprio l’oggetto è equivalenza sostanziale tra le procedure di omologazione e quelle di approvazione dei dispositivi e sistema di rilievoazione e controllo della circolazione stradale, conseguente equivalenza della validità dei sistemi approvati e omologati per il loro utilizzo e fin di sanzionatori. Quindi questa è stata mandata a tutti I comuni l’ha fatto il il ministero e quindi il ministero questa data ha ha fatto questo tipo di considerazione poi entra poi nel merito anche degli aspetti dell’obbligazione

Speaker 1: ma è un problema che deve risolvere il ministero. Tanto per cambiare diciamo assessore allora buongiorno chiedo gentilmente. Esatto. All’assessore della disastrosa situazione dei fondi stradali della zona di Quaracchi, Pietra, via di Brozzi, via dell’osteria e Marciapiedi della stessa, via di Cocco ci fa un po’ di nomi. Sui fondi stradali poi le chiedo anche quanto inciderà il il Tour de France, la tappa Firenze e Rimini, cioè se ci sono degli interventi importanti di cui beneficerà la città proprio grazie a questa

Speaker 8: a questa manifestazione sì senz’altro ma io mi sono mi sono segnato questo questi questi riferenti ora per quanto riguarda una serie di di interventi su certe viabilità sono già previste l’intervento da sul via sul via dell’osteria ora vada a memoria ma sono abbastanza certo che è previsto perché lì c’è da fare un collegamento nuovo anche diario credo sia già in gara stia scovendo la gara per poi poter fare anche l’intervento proprio di edifici e di asfaltatura ecco perché via dell’osteria me lo ricordo via di Cocco può darsi anche questa sia una viabilità che è stata inserita al quartiere tra quelle da

Speaker 5: da poter rifare Ecco gli

Speaker 8: elenchi rispetto alle disponibilità e agli accordi quadro e agli importi di investimento per rifacimento della viabilità che torna a ripetere sono sostanziali anche relativamente ai vari quartieri da un elenco che viene di volta in volta fatto dai presidenti in modo proprio a quelle che sono le necessità. È chiaro che anche se noi in questi anni abbiamo riasfaltato tantissimo anche 50 60 km l’anno a differenza di prima che ne aveva asfaltati 15 forse 20 al volte però avendo 1100 chilometri di strade anche se un asfalto tantissimo però ci sono sempre quelli che rimangono più indietro rispetto a quelle principali. Ecco che quindi l’impegno va mantenuto nel reasfaltare tanta viabilità e non solo di asfaltare la viabilità ma per esempio anche il rifacimento dei marciapievi. Per quanto riguarda il Tour de France certamente è un’occasione per rifare una serie di riasfaltature e queste insomma vengono fatte proprio in questi giorni per poter per poi c’è il passaggio appunto del tour e quindi verrà fatto, abbiamo fatto via Romana la scorsa settimana quindi ci sono tutta una serie di di viabilità che

Speaker 1: vengono fatte per proprio per il passaggio del tour. Assessore in conclusione uno

Speaker 5: sguardo ai cantieri

Speaker 7: in programma

Speaker 5: questa

Speaker 8: settimana. Ecco appunto quello che dicevo noi abbiamo l’asfaltatura di Coluscio Salutati che è importante e che sarà fatto appunto proprio nei prossimi nei prossimi giorni poi abbiamo via di San Bartola Cintoia anche qui abbiamo il rifacimento anche questa è una viabilità in attesa, è già stata fatta una parte, ora nel bar si è fatta un’altra poi abbiamo in via della Petraia un allacciamento alla letta fognaria e quindi bisogna porre particolarmente attenzione a quelle potranno essere le le chiusure anche in via delle sentinelle abbiamo dei lavori di qualificazione dell’impianto dell’illuminazione pubblica da oggi fino a ventottomagge quindi porre attenzione a quella che possono essere modifiche alla viabilità in via signorelli continuano I lavori per la linea interrata dell’alta tensione e quindi anche in questo caso abbiamo da porre attenzione agli aspetti della viabilità in via delle torri abbiamo I lavori invece della fibra ottica e anche qui bisogna tenere conto di queste lavorazioni rispetto a quelle che possono essere anche le le chiusure per quanto riguarda sempre le le le le le asfaltature abbiamo sempre per la linea di che va a Bagnarripoli, l’asfaltatura di Via Danimarca, poi a seguire piazza di Bagnarifoli e Via Dirifoli.

Quindi anche queste sono delle asfaltature che abbiamo all’interno di questa settimana che sono sempre in orari notturni però ci saranno del restringimento, delle vie di sosta, queste invece sono asfaltature propedeutiche

Speaker 1: alla linea che va a Bagnari. Assessore grazie, buona

Speaker 5: giornata e buon

Speaker 7: lavoro a

Speaker 4: lunedì prossimo. Grazie a voi. Buongiorno. Volare Festival terza edizione. Undici dodici maggio Ipodromo del Visarno Firenze.

Mongolfiere, acuiloni giganti, droni, falconeria, modellismo, incontri, musica, laboratori e spettacoli per bambini. Con il sostegno di Toscana Aeroporti. Maggiore informazioni su Ultravox

Speaker 5: Firenze punto it.

Speaker 0: Partner Volotea. Volotea cambia uomo cambia una serie di film per riflettere sulla cultura patriarcale all’interno della quale ancora viviamo noi uomini. Un’occasione per parlare di violenza maschile contro le donne. Alla Cinema la Compagnia di Firenze, a cura del Comitato Civico, impariamo a dire noi della circoloarci 25 aprile.

Speaker 4: Martedì 30 aprile alle 20 e 30, Women Talking, il diritto di scegliere. Un film di Sarah Polly a seguire incontro con Alessandro Santoro e Bernardo Gianni. Info. Cinemalacompagnia punto it.

Speaker 5: Sponsor Unicop Firenze.

Speaker 0: Controradio. Hit list. Le novità fresche fresche della settimana è tutto quello che c’è di buono da ascoltare. Selezionato dalla redazione musicale di Controradio. Con Giustino Teranzi.

Hitlist. In Onga il sabato alle venti e replica la domenica alle dieci e trenta e il podcast. Hitlist solo su Controradio. Tutti al voto su Controradio e Controradio Web TV. L’approfondimento politico delle otto e quaranta Newsline condotto da Chiara Brilli e Raffaele Palumbo avrà come ospiti.

Martedì trenta aprile Dimitri Palaggi, candidato a sindaco di Firenze per SPC possibile potere al popolo e Rifondazione Comunista. Giovedì due maggio Stefania Saccardi, candidata a sindaco di Firenze per Italia Viva. Tutti al voto, le elezioni di giugno, I candidati, I partiti, I programmi e le opinioni sui canali radio, Facebook, YouTube

Speaker 1: di Controradio e in stream su

Speaker 5: Controradio punto it. Che Ma non è un po’ di strada, ma non è un po’ di strada

Speaker 14: Non so se è per te chiaro, ma non è un po’ di strada, ma non

Speaker 5: è un po’ di strada Mi ho scelto, se è in mezzo alla luce Ma non

Speaker 14: è un po’ di strada, ma

Speaker 5: non è un po’ di strada Ma non è che la Serlinda, ma non è che la Serlinda Ho scelto per me, è

Speaker 14: in mezzo che passa l’umore Ma non è che la Serlinda, ma non è che la Serlinda C’è un’ottica e sono un’ottica Ma non è che la Serlinda, ma non è che la Serlinda Ma non è che la Serlinda Guarda bene, guarda tu Non ti voglio Fai un esercito per una volta Non ti fa niente Ilusione, del su e del su la buona simetria non è mai finita devo dirvi non voglio ancora di cinema la cura mi ha voglia preferisco essere in pizzeria come un bocchino Tutte

Speaker 5: le donne hanno il stesso

Speaker 14: formato, la mia mamma mi ha detto Tu mi modelli mini me ne ho il guazzer linda, me ne ho il guazzer linda non so se è per te chiaro me ne ho il guazzer linda, me ne ho il guazzer linda ho scelto per me, è nella faia che passa la luna Ma dove c’è Linda? Ma dove c’è Linda? C’è la faia che passa la luna Ma dove c’è Linda? Ma dove c’è Linda? Ma dove c’è Linda?

Ho fatto tempo di tolere

Speaker 5: la mia geografia a ridurmi e non a meppare tutte le mie repliche a non mostrare Mena igual salinda J’ai mis du temps a tolere ma geografie A

Speaker 14: chérirmi o me pas, tu me replies A ne pas montrer du toi les anomalies Des autres aussi La ru linda Cameté, il son popiaire Mena igual salinda Mena igual salinda Mena igual salinda e la EEEEEEEE

Speaker 1: non si fa. Scusi dov’è la notizia? Fondo a sinistra nove e cinque minuti sì siamo nella rubrica in

Speaker 5: fondo a

Speaker 16: sinistra mi ha raggiunto un acquario Raffaele

Speaker 1: Palumbo ben trovato. Buongiorno buongiorno ben trovati. E saluto il nostro ospite in collegamento Iacopo Gramigni comunicazione Firenze e Gregby e

Speaker 12: giocatore Nei Ribolliti ben trovato Buongiorno Gramigni.

Speaker 1: Sa buongiorno. Buongiorno a tutti. Allora andiamo per gradi perché qui parliamo di Rebbi e

Speaker 5: noi non

Speaker 0: ne sappiamo nulla e mettiamoli

Speaker 5: non so tu.

Speaker 1: Io ho un passato. Sì Ma molto no no scherzo naturalmente. No perché poi ci sono questi scheletri sportivi nell’armadio. Allora non ne sappiamo nulla ma è una manifestazione doppiamente importante perché non ha solo un risvolto sportivo ma anche

Speaker 5: sociale.

Speaker 16: Parliamo del secondo Memorial Scarpa. Sì il quattro maggio la nuova edizione dell’evento Reg B all benefico del Firenze Reg B in 1931 con il torneo in programma una tappa del campionato all star di Reg B integrato o Pompiero Opoli, la sfida del calcio storico, la sfida del calcio storico. Ci

Speaker 12: racconta di che si tratta per iniziare? Sì, allora, diciamo che tutto è nato purtroppo per la scomparsa di un nostro ex compagno di squadra, insomma, Leonardo Scarpellini. Per chi non lo conoscesse era uno spugnaiolo del calcio storico, diciamo, nella sua attività più evidente perché nel nel nel stabione

Speaker 5: di Santa

Speaker 12: Rocia era un omone gigante che si trovava spesso nel nel mezzo alla partita aiutare questi ragazzi e tutto era era un colosso e quindi era un giocatore del del conspirenze dell’ex del conspirenze Regbi in cui ho giocato anch’io e lui praticamente è stato nazionale di di di Regbi. Il fratello lui è venuto a mancare un paio di anni fa per una malattia grave e allora il fratello Lorenzo diciamo ha ispirato diciamo un po’ tutti noi dei ribolliti che siamo la squadra de’ Old de’ Firenze a creare questo questa manifestazione che va a inserirsi in quelli che sono I tornei che ora parte un po’ la stagione di reggae più a Firenze organizzata da noi che sono quelli giovanili che c’erano già da da tanti anni quelle città di Firenze ci sarà il ventisai maggio poi c’è I Borelli l’ottone nove giugno e ci abbiamo messo

Speaker 1: anche questo questo scalpa il quattro maggio sabato. Ecco il quattro maggio al Padovani a Campo di Marte dunque questa seconda edizione del premio la prima edizione l’utile diciamo I fondi raccolti andarono a sostegno dell’ associazione un petalo per Margherita. Quindi reiterate questo impegno avete cambiato anche

Speaker 12: soggetto a cui destinare I finanziamenti? No no no noi diciamo abbiamo preso un po’ questa vocazione abbiamo con loro ci troviamo bene perché insomma è una un’associazione che conosciamo dal vicino e quindi sappiamo che lavorano bene e loro praticamente è una associazione che supporta la ricerca contro la tassia di Fredi, una ragazzina di Firenze che è stata colpita da questa cosa che è una marattia diciamo rara, genetica, loro praticamente

Speaker 7: supportano

Speaker 12: la ricerca e poi anche aiutano I genitori perché questi ragazzi poi devono essere diciamo in qualche maniera deve essere aiutati, capito? E quindi anche quest’anno daremo l’anno scorso siamo riusciti a dare cinquemila euro perché abbiamo trovato a supportare questa questa manifestazione e ci sono

Speaker 1: anche degli sponsor e quindi perché l’ingresso è gratuito lo ricordiamo, L’ingresso alla manifestazione è gratuito però attraverso gli sponsor create questa coralità no? Di di impegno no? Sì allora noi ci occupiamo spesso di malattierare nonostante insomma la la tematica non sia sulle prime pagine nel mainstream ma sappiamo quanto è importante sostenere la ricerca per I pazienti, piccoli pazienti e per le loro famiglie. Poi c’è invece un altro ambito parallelo Gramini nell’ambito della manifestazione citava Palumbo il questo campionato all stars di Integrato stiamo

Speaker 12: parlando di disabilità e sport. Sì, quello è bellissimo perché l’anno scorso abbiamo fatto solo una cioè abbiamo affiancato no? Nell’ambito benefino benefino insomma comunque sportivo no? Della questione abbiamo affiancato una partita perché qui qui diciamo nella zona di Firenze ci sono due squadre che diciamo di questo di questo Regbi integrato no? Regbi integrato è Regbi che viene giocato da persone diciamo come si dice con diversa abilità no?

E quindi ci sono diciamo I Brancaleoni va bene? E ci sono gli Invictus di Prato. I Brancaleoni sono delle sieci, la polisportiva le sieci, dalla dell’associazione uno per tutti e e poi l’invictus è stata una una esperienza bellissima come noi ci si trova spesso come odd nel campionato, nel campionato,

Speaker 5: il campionato

Speaker 8: si chiama CTO

Speaker 12: tanto più indiette già già quelle già una una battuta e

Speaker 1: comunque che sarebbe campionato Toscano odd ma poi no perché devo interrompere un attimo Gramigni. Raffaele devi sapere che quando che quando Jacopo ci ha chiamato in relazione spiegando allora quando ha sentito parlare di reggui no? Noi di solito non ci occupiamo di sport quindi lì per lì faceva un po’ di resistenza ma quando ci ha raccontato la storia di Ribolliti la figura di Leonardo Scarpellini è tutto quello che poi c’è intorno a questa manifestazione è è non poteva

Speaker 16: non essere protagonista di fondo a sinistra.

Speaker 12: Infatti è così è così. No no no. Ora già veniva vedendo io stacionati cioè a Regbia è già un’esperienza però io ho convito la mattina ci sarà questa questo questa tappa del campionato star dove ci sono praticamente sei squadre no? Ci sono Bellaria, Ponta Sieve, Brancaleoni, delle Siesci, I bufali rossi di Colorni, c’era, c’era tutti I tale Poi I capoletti e poi ci sono gli

Speaker 1: implaccabili di Roma di di Cato, ho detto. Magari è

Speaker 5: anche un

Speaker 1: modo per avvicinare

Speaker 12: I giovani a questo sport voglio dire no? Una giornata all’insegna. Vede il giocatore è bellissimo quello sicuramente perché sono ragazzi

Speaker 1: cioè veramente ci mette un’anima quando giocano e Allora ricordiamo il calendario perché si parte la mattina con la tappa del campionato all stars di Reg B integrato come dicevamo segnaliamo poi anche I giochi per bambini a cura dei vigili del fuoco ma alla sfilata alle quindici corteo storico e vecchie glorie del calcio storico e poi il trofeo partirà dalle quindici e trenta.

Speaker 16: Ingresso gratuito, impianto Padovani il quattro maggio. Grazie al nostro ospite che ci porta in un mondo abbiamo ricevuto un messaggio che dice un giorno dovrai farti spiegare il raggi regbi subacqueo. Addirittura a Firenze Scandicci ci sono

Speaker 1: alcuni dei migliori

Speaker 12: giocatori d’Italia.

Speaker 16: Ce lo conferma Gramigni?

Speaker 12: Sì sì

Speaker 16: sì. Cioè una cosa mai sentita sicuramente Noi noi siamo siamo

Speaker 1: con I peli per te. La tronde li

Speaker 12: bolliti lo fa

Speaker 1: capire diciamo da

Speaker 11: da questo

Speaker 5: input sì

Speaker 12: sì grazie davvero per

Speaker 17: questa spiegazione condivisione Grazie a voi per creare una parodia dove la verità non è stata scelta

Speaker 5: e è saddica come la consumo

Speaker 17: in mio formato ogni giorno

Speaker 5: in fine ho dovuto pagare in fine ho dovuto pagare in fine ho dovuto pagare EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE non conosco molte strategie non so cosa fare che cosa fare che cosa fare in Cracow l’isola è stata riuscita o

Speaker 17: è stata collettiva dalla grada

Speaker 5: solo è venuta una notte non è venuta il paradiso il paradiso EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEIIIIII

Speaker 17: si è appena capito che fosse un’auto non hanno capito quante strategie si è appena capito che fosse un’auto non hanno capito quante strategie

Speaker 5: a Cracker Island, qui andiamo EEEEEEEEEEEEEE Perfetto col E in un’occhiata di botto Perfetto col Andiamo in paradiso Ma cosa è questo? La verità è un’occhia Ho perso la mia vita E la sorpresa che ho consumito Ho bevuto per correre In un formato ogni giorno Ho bevuto per correre In fine ho avuto a perdere Perfetto col In fine ho avuto a perdere Sottotitoli e revisione a cura di QTSS in the end I’ll be again forever cold I’m out of control I’m out of control I’m out of control e

Speaker 1: Raffaele lo

Speaker 16: diciamo,

Speaker 1: noi difficilmente ci stupiamo. Ma questa volta ci siamo stupiti. Questa volta davvero allora è arrivato un messaggio al tre quattro due tantuno 0 quattrocento undici e ci scrive Carlo. Nei Ribolliti c’era un nostro amico, Henry e

Speaker 5: abbiamo detto, ma veramente Henry

Speaker 1: della banda Bardot? Davvero davvero. Davvero? Era un ex ex giocatore dei Ribolliti e si era avvicinato al Regby attraverso il figlio Rocco e è rimasto per sempre legato ai colori gigliati fino alle più recenti partite dei medici che spesso seguiva in tribuna con la moglie. Dunque nel nei ribolliti che abbiamo raccontato in fondo a sinistra

Speaker 16: c’era anche per noi è una cosa ehm. Una sorpresa. E’ una comunque una bella occasione per ricordare il

Speaker 5: nostro che ci

Speaker 0: manda ci manca ci manca

Speaker 1: veramente tanto ma adesso cambiamo notizia. Cambiamo notizia abbiamo dato un titolo e un’anticipazione in news line minacce alla preside antifascista il titolo della nazione che ti dico la verità non mi piace perché tutti dovremmo essere antifascisti dunque questa etichettatura rispetto alla preside Savino la trovo una forzatura e una limitazione per quanto riguarda la collettività. Veniamo dal venticinque aprile ma insomma stiamo alla crona che raccontiamo quello che è accaduto. La notizia è stata diffusa nelle ultime ore cioè è è stata resa pubblica non direttamente dalla dirigente del Davinci ma la notizia delle tre lettere anonime ehm è stata condivisa sul ehm e vogliamo capire il perché di tutto

Speaker 16: questo e soprattutto sentire la diretta interessa. Stiamo parlando di minacce di insulti ricevute in seguito alla vicenda di un anno fa peraltro di una lettera di Anna Lisa Savino agli studenti in cui gli invitava a non essere indifferenti di fronte alle violenze e

Speaker 5: alle ingiustizie.

Speaker 0: Buongiorno a lei,

Speaker 16: bentrovata, grazie per essere con noi.

Speaker 18: Buongiorno, grazie a voi.

Speaker 16: Prima di tutto, cosa è successo veramente in pochi secondi? Sei d’accordo dal punto di vista proprio dei fatti?

Speaker 18: È successo che insomma a partire dallo scorso anno io ho avuto all’interno di un’immensa solidarietà ecco anche tantissime lettere comunque ecco di offensive missive, mail messaggi insomma non non gradevoli che esprimevano posizioni contrarie spesso con argomentazioni e per cui insomma la gran parte io le ho come dire messe nel cassetto del libero pensiero cioè ho detto va bene sono persone che la pensano diversamente però ecco rispetto ad alcune e che avevano parole e mh toni comunque inaccettabili e quelle lì le ho

Speaker 16: denunciate sento è un po’ la lì ma quello che farebbe chiunque.

Speaker 18: È chiaro chiaro naturalmente come è doveroso fare. Sì sì. Sono diciamo sono arrivate un po’ lo scorso anno quando c’è stata la insomma la vicenda della della circolare, della lettera, ma anche quest’anno in concomitanza la prima con I fatti di Pisa più o meno e la seconda un mesetto fa. La seconda non conteneva parole ma conteneva altro tanto avete letto sui giornali e quindi nulla.

Speaker 16: Io sono andata a denunciare e è

Speaker 5: finita lì.

Speaker 16: Ed è finita lì. Come mai? Lei se è fatto un’idea su come mai lei ha deciso di denunciare ovviamente alle autorità competenti. Non ha deciso di farsi pubblicità perché è una cosa che non ha ma nonostante sia costretta poi avvenire alla ribalta delle cronache diciamo così. Ora esce questa notizia?

Speaker 5: Io non ho

Speaker 18: idea guardi non ho idea di perché si è venuta fuori adesso. Ehm sul come sul come si è avvenuta fuori sul come poi viene riportata sui giornali ecco forse qualche considerazione va fatta intanto io ho evitato di rendere pubblica la mia denuncia perché in questi casi ci possono essere anche delle emulazioni e poi anche per evitare come dire delle preoccupazioni anche alle persone che mi stanno che sono più vicine poi io sono insomma sono la preside di una scuola c’è tutta una comunità non mi sembrava il caso di rendere pubblica una cosa di questo tipo, cioè ho preferito proprio non farlo. E poi appunto io consegno un racconto, un qualcosa che mi succede in un posto che credo riservato, sicuro, no? Eppure anche da lì queste cose, diciamo, anche lì non sembrano essere così sicure, per cui sono un po’ ecco, sono un po’ sorpresa, sono un po’ non dico delusa, però ecco questo io non me l’aspettavo, non non mi spiago il motivo del momento, ecco non non non lo capisco e ieri poi ho scritto una nota alla stampa per chiarire alcuni punti in cui spiegavo anche

Speaker 1: perché appunto non avevo reso pubblica la denuncia. Ecco dirigente Savino in questa in questa lettera no? C’è un riferimento prendiamo un un virgolettato che ha a che fare con il suo ruolo ma anche il suo genere, cioè lei parla di donne in posizioni apicali che danno fastidio a qualcuno e ecco c’è una specifica

Speaker 18: secondo lei di genere in tutto questo? Secondo me sì e infatti lo l’ho

Speaker 5: scritto in questa nota

Speaker 18: e oggi da alcuni giornati il giornale è stato riportato solo perché

Speaker 5: sono donna, no non è solo perché sono donna, secondo me sì e infatti lo ho scritto in

Speaker 18: questa nota e oggi da alcuni giornati il giornale è stato riportato solo perché sono donna, non è solo perché sono donna,

Speaker 1: è anche perché sono donna e cioè

Speaker 5: lei crede

Speaker 1: che se fosse stato un dirigente uomo questa questa attenzione e

Speaker 5: questa aggressione

Speaker 18: non ci sarebbe stata io credo di no perché gli uomini vengono diciamo contestati sulle sulle questioni e non vengono aggrediti come sono stata aggredita io con delle parole veramente insopportabili e insomma con questa continuatività ecco quindi io credo che ci sia forte anche l’elemento di genere rispetto a questa vicenda perché appunto da noia, da fastidio quando una donna anche in una posizione apicale e appunto prende posizioni, parla, scrive e disce la sua. Quindi questo elemento secondo

Speaker 1: me c’è stato c’è stato fin dall’inizio. Sentasi come la notizia dicevamo lei non la voleva divulgare pubblicamente, voleva che avesse un’iterra no? Dal punto di vista delle verifiche, delle indagini. Poi però è venuta fuori lei ha scritto questa lettera oggi si trova ehm non so insomma se sui banchi di scuola il confronto con gli studenti se c’è ponte nel nel calendario insomma scolastico del suo istituto però quando tornerà a contatto con gli studenti

Speaker 18: le studentesse cosa dirà loro? Ma dirò quello che ho detto a tutti attraverso questa nota, cioè cosa cosa dico dico la verità, dico quello che è successo e spiego anche perché non non non ho divulgato le cose. Cioè io credo che sulla mia vicenda si sia detto veramente tanto e anche in modo sproporzionato esagerato per cui ehm c’è stata anche la volontà appunto di di di di non andare nuovamente ad aprire crepe su quella vicenda. C’è stato anche questo elemento oltre all’elemento della tutela e del provare a far sì che non ci fossero come dire contaminazioni e le cose potessero andare per l’iter che si doveva seguire quindi nulla non ho cioè non ho problemi con loro

Speaker 1: a dire quello che che dico tranquillamente a tutti. No, intendevo, immagino ci sarà una un’attenzione, una premura, anche un la vedo come un punto di riferimento non solo dal punto di vista dell’iter e delle sue funzioni ma c’è stato un percorso da da quello che è successo e dei riflettori che lei ha avuto anche in termini di solidarietà importante immagino anche nelle giovani generazioni, no? Quindi c’è un un filo, un canale, un dialogo e e questo è bene che ehm venga aggiornato anche in quella che è la cronaca che potrebbero leggere dal mainstream e dai social direttamente da

Speaker 18: lei ecco. Sì certo sicuramente ci sarà partecipazione ora io oggi sono a scuola quindi la scuola c’è sono arrivata poco fa, ancora non ho visto nessuno ma sicuramente sono sicura che arriveranno anche gli studenti qui a a chiedermi e ad esprimermi solidarietà perché sono molto molto partecipi, molto molto interessati, sono anche molto protettivi

Speaker 1: nei miei confronti quindi. E massima solidarietà

Speaker 5: anche da

Speaker 1: parte nostra

Speaker 16: Dalla redazione di Contro Radio naturalmente preside. Grazie ad analista Savino buon

Speaker 5: lavoro. Grazie mille. Buona giornata a lei. Grazie, arrivederci.

Speaker 19: Non posso stare in casa a pensare Fuori è tornata la gioia di urlare Mi troverai a girare le piazze e gridare Viva Fernandez! Che viva Fernandez!

Speaker 5: Versa da bere ad un innamorato

Speaker 19: Un giorno sarò ricchio e ti farò regina Regina dei fiori e versa da bere a un povero setato povero da poeta ricco come un gabbiano vola sulla vita con la sua fantasia sua fantasia. Non posso stare in casa a pensare, fuori è tornata la gioia di urlare, mi troverai a girare le piazze e gridare

Speaker 5: Y viva Fernandez!

Speaker 19: Que viva Fernandez! Versa da bere un albero sradicato, spostato dai venti e dalla curiosità, un noma d’enamore e infelicità, un noma d’enamore e d’infelicità. Così parlava il vecchio Fricchetto, Il re dei maghi e delle magone Da una preghiera io non voglio denari Solo di l’allegria, calore delle mani Così parlava il vecchio Frichetton Il re dei maghi e delle magone E’ una preghiera, io non voglio tenere Sovino allegria e calore delle mani

Speaker 5: e

Speaker 1: Nove e ventinove minuti andiamo verso la conclusione di questa fascia di Newsline vi anticipiamo che stiamo preparando con Raffaele Palumbo il podcast del prossimo weekend ma soprattutto lo speciale che si terrà il primo maggio che come format ricalca quello del venticinque aprile quindi testimonianze musica storie racconti e riflessioni per attualizzare quello che è la festa del lavoro dei lavoratori ma soprattutto che condizione che stato di salute ha sia il lavoro che I lavoratori e veniamo da un contesto quello di Firenze che non può non vedere al centro la strage di Via Mariti e proprio da Via Mariti partirà un’iniziativa, un corteo per un primo maggio di proteste di lotta ogni giorno ci sarà la conferenza stampa di presentazione

Speaker 16: quest’oggi tra poco tu la seguirai per raccontare di di questo appuntamento importantissimo quest’anno Sta arrivando il giornale radio di Popolare Network tra pochi secondi perché sono le nove e trenta quindi sì ci stiamo preparando a un primo maggio particolarmente importante, significativo e anche pieno di di di criticità di questioni gravi come quella che citavi naturalmente di via mariti, della sicurezza sul lavoro, però la programmazione continua per cui restate con noi, restate su Contro del Radio. Buona giornata, buon ascolto.

Speaker 0: Popolare network

Speaker 5: e Nove e trenta

Speaker 14: buongiorno

Speaker 9: le notizie di Popolare Network. A Gaza nella notte uccise almeno ventisette persone da rei israeliani colpite Rafa e Gaza City. Secondo le Nazioni Unite le strade delle enclave sono ricoperte da trentasette milioni di tonnellate di detriti ci vorranno più di dieci anni per ripulirle. Intanto oggi riprendono al Cairo I colloqui per un cessato il fuoco, Amas dovrebbe presentare la sua risposta alla proposta israeliana. Il gruppo palestinese parla di un’atmosfera positiva.

Nella notte telefonata tra Joe Biden e Netanyahu il presidente degli Stati Uniti ribadisce al Premier israeliano la sua contrarietà ad un’operazione su Rafa. Spagna oggi il premier Pedro Sanchez annuncia la decisione sulle sue possibili dimissioni mercoledì scorso aveva chiesto cinque giorni di pausa per riflettere sul da farsi dopo l’inchiesta per corruzione nei confronti della moglie. In una lettera alla cittadinanza il leader socialista parlava di macchina del fango nei suoi confronti. Ieri sera migliaia di persone sono scese in piazza a Madrid per chiedergli di restare. Giorgia Meloni trasforma l’Europa in un referendum su se stessa.

Dalla Chermeschi Fratelli d’Italia annuncia Sarocca polista in tutte le circoscrizioni. Dal palco rilancia I suoi cavalli di battaglia stop all’immigrazione sia alle radici cristiane basta estremismo ambientalista cambieremo l’eurobatice l’obiettivo è mandare la sinistra all’opposizione anche a Bruxelles Livorno dieci arresti per caporalato sfruttavano una settantina di stranieri ospiti del cas di Pionbino per la raccolta di ortaggi, olive e la pulizia dei vigneti. Lavoravano oltre dieci ore al giorno in nero e sottopagati. I fermati sono accusati anche di intermediazione illecita sequestrati a titolo preventivo quarantacinque mila euro per contributi non versati. È tutto per il momento.

Ci risentiamo alle dieci e trenta con le notizie. Una buona continuazione d’ascolto”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode