search menu
play_arrow

WidgetWeb

Notiziario Regionale del 02 Maggio 2024 12:45

regia 02/05/2024


Background
share close


Speaker 0: E

Speaker 1: inizio il prossimo

Speaker 2: video di Radio Notizie. Dodice quaranta cinque, una buona mattinata a tutti voi da Domenico Guarino. Bentrovati notizia cura della redazione regionale ehm apriamo con la politica sulla sicurezza nel mio programma non solo ho inserito la parte del radoppio degli agenti di prossimità ma pure la possibilità di raddoppiare l’antidegrado che ha funzioni specifiche ma lo dico con grande chiarezza. È necessaria una risposta anche dal governo. Abbiamo una città che è minimi storici per numero di forze dell’ordine.

Questa volta ha dichiarato la candidata sindaco del centrosinistra a Firenze Sara Funaro in collegamento con Toscana TV. Secondo Funaro c’è la necessità di lavorare con una collaborazione interistituzionale forte tra comune governo, la sicurezza nel mio programma ha detto Funaro a centralità è un qualcosa su cui non arretrerò mai inoltre Funaro ha anche parlato delle liste ha detto che la lista è partito democratico è competitiva anche per le Europee il sindaco Nardella porta un valore aggiunto e ha commentato poi Funaro le parole di Schmidt e Titorra per quello che riguarda il centrodestra a immerito alla candidatura di Vannacci generale Vannacci eventualmente anche a Firenze per la lega il gennaio Vannacci è già candidato in Europa c’è una candidatura in campo da parte della destra lui nel tempo ha detto cose gravissime che sono da condannare basta pensare al tema della disabilità inutile prendere distanze come ha fatto il candidato sindaco centrodestra Aike Schmidt perché dice Funaro io non mi posso dichiarare antifascista se mi accompagno con certe persone penso che nella vita ci voglia coerenza anche un passaggio da parte di Funaro sul carcere di Solliciano. Ci sono troppe cose che non vanno come le condizioni strutturali.

Bisogna rifare completamente quel carcere e questa mattina ai nostri studi e gli studi della Controare Web TV ospite Stefania Saccardi candidata sindaca d’Italia Viva sostenuta anche dal Partito Socialista nelle prossime lezioni amministrative Saccardi è andata a testa bassa nei confronti di Funaro sul tema della casa, della coalizione dell’aumento dell’Atari, la tasse di rifiuti, ascoltiamo un estratto della trasmissione tutti al voto che potete rivedere e riascoltare in versione

Speaker 3: integrale su controlli.it Noi abbiamo ottocento alloggi popolari che non sono stati ristrutturati e che quindi non possono essere assegnati alle persone. Spendiamo quasi un milione di euro per mettere in

Speaker 1: sicurezza gli alloggi che si

Speaker 3: liberano per evitare che vengano occupati. Io penso che su questo si debba fare politiche un pochino più energiche. Capisco che il tema della casa, della casa popolare è stato messo al primo posto dalla candidata al Partito Democratico. Dico che a me hanno insegnato che l’importanza che si dà a un tema difende anche da quante risorse ci si mettono e se in questo bilancio sulle case popolari ci metti 6 milioni e ne metti 10 sul Padovani per la ristrutturazione del Padovani, di fare evidente quale siano dei due argomenti quello che si ritiene prioritario. La scelta del Partito Democratico di identificare come interlocutore privilegiato Sinistra Italiana, peraltro sarei curiosa di capire cosa ne pensano dell’ultima uscita di sinistra italiana che ha proposto per risolvere il problema delle abitazioni la requisizione degli alloggi degli alloggi sfitti un partito che è sempre stato un traere all’aeroporto un traere multitudinati adesso insomma scopriamo anche che a favore della requisizione agli immobili bisogna avere la capacità certo di avere una Firenze che non perde la sua vocazione internazionale ma oggi serve molto una Firenze che invece è attenta alla vita quotidiana alle piccole cose a quegli elementi che ogni giorno I fiorentini rilevano e sentono come un limite alla propria libertà di vivere la città.

Ci ha detto l’amministrazione comunale che incassano settantas sette milioni mi pare di tassa di soggiorno che è legata al al fatto che questa è una città che occupata in vasa da al turismo e l’overturismo ovviamente è uno dei problemi con cui ci dovremmo

Speaker 1: misurare ma a questo è

Speaker 3: anche collegato un tema di produzione dei rifiuti. Ecco, noi si incassano 77 milioni di casse a soggiorno che dovrebbero anche servire all’investimento sullo smaltimento dei rifiuti legato all’overtourism e nello stesso tempo si aumenta l’atari. La risposta è stata dell’assessore all’ambiente che ho già scoperto che non si candida in lista e che quindi non si misurerà con il consenso come tanti di noi. La risposta è stata ma avremmo dovuta aumentarla molto

Speaker 2: di più mi sembra una risposta lanciato il 2019 il Green Deal non è soltanto la strategia che l’Unione Europea ha messo in campo per contrastare il cambiamento climatico. Un disegno complessivo all’interno di un processo di integrazione europea come motore trasformativo dell’Europa politica nel suo insieme questa mattina al polo delle scienze sociali di Firenze. Ha stato presentato il libro Green Deal come costruire l’Europa con gli autori Dario Bevilacqua, Eduardo Chiti, pastore Gianfranco Cartei, docente di reddito amministrativo e diritto all’economia

Speaker 0: all’Università di Firenze l’abbiamo intervistato. Siamo ad un punto potremmo dire di fermo, tostallo, è un punto morto perché se noi guardiamo a quello che è il progetto del Green Deal che è una grande trasformazione europea sul tema sul tema ambientale e se noi guardiamo alla prospettiva che la stessa commissione nel duemiladisciannove perché il Green Deal del duemiladisciannove appunto anticipava che era non soltanto una tutela dell’ambiente ma anche un nuovo modello di società europea per cui alla libertà economica, alla conforrenza al mercato si affiancano diverse concezioni che sopravvanzano lo stesso concetto di mercato come obiettivo unico europeo. Qualche passo avanti è stato fatto, sicuramente la riforma costituzionale italiana dentro il 2022, di due anni fa, che ha modificato alcuni principi costituzionali in senso ambientale, è un segno positivo. Però se guardiamo ad oggi vediamo che innanzitutto nel dibattito elettorale sull’elezione europea il tema ambientale è totalmente oscurato. Anzi, vi permetto di osservare che la candidatura dei leader politici e addirittura della stessa Presidente del Consiglio alle Europee far capire che è il Banco nazionale che tiene spazio, interamente spazio, sui grandi temi europei.

Nonostante che, lo sottolineo, la situazione economica e geopolitica di adesso dovrebbe spingere tutti a pensare, come dire, all’Europa come una soluzione e non soltanto alle tematiche o alle proposte nazionali o gli schieramenti o le idee che sentiamo questi giorni avanzare e che sappiamo poi in buona parte di guardare

Speaker 2: e riflettere unicamente una dimensione nazionale. Si è conclusa da poco la conferenza stampa di presentazione del ciclo Invasioni, una giornata di incontri, talk, letture, eventi musicali e teatrale in occasione della mostra di Hanson, Angelica

Speaker 1: Dutilini in diretta Chiara Brilli. Invasioni è stato presentato oggi al Palazzo Strozzi in sinergia tra Gabinetto Vessi e la Fondazione Strozzi stessa. Giovedì nove maggio questa è la data davvero da segnarsi sul calendario dalle ore diciassette alle ventisei ore non stop il gabinetto letterario Vestia di Firenze in occasione della mostra di Palazzo Strozzi Anselm Kiefer, Angeli Caduti che abbiamo raccontato a cura di Arturo Galanzino organizza questa giornata di eventi dal titolo appunto Invasioni, incontri, talk, letture, performance, spettacoli, musicali e teatrali dedicati a un tema la guerra insieme al mito e al senso della storia e della memoria la guerra è uno dei temi che lo stesso Kiefer tra I massimi artisti contemporanei esplora, indaga, interroga nella sua arte. Le guerre di oggi, quelle di ieri invitano ad una riflessione sul nostro presente e questo verrà fatto con diversi linguaggi in questa sei ore non stop dalle 17 alle 23 a ingresso libero il nove maggio che dalle venti sarà anche in diretta sulle nostre frequenze contro radio infatti media partner. Invasioni con il patrocino del comune trasformerà I differenti spazi di Palazzo Strozzi, la Salla Ferri, il pomeriggio e appunto Palazzo Strozzi, la sera, il cortile, un atelier creativo che prosegue nel corso della tradizione a riposizionare la nascita del gabinetto fondato nel milleottocento dicennove alla sua natura originaria ovvero un luogo aperto alla conversazione al confronto allo scambio in una data non casuale dall’ampio valore simbolico alla vigilia della festa dell’Europa e nel giorno dell’armistizio di Reims non è un paradosto le passioni sono come la guerra trovano sempre un modo per ucciderti ma non hai alternativa, devi coltivarle per vivere, ha spiegato il presidente Riccardo Nencini insieme al direttore del vestier rossi.

Di fianco agli angeli caduti di Kiefer sfilerà dunque la passione violenta per le arti che cantano la ribellione alla guerra con parole note e colori nel giorno che anticipa dicevamo settantanove anni dopo la fine della seconda guerra mondiale. Tra I nomi di questo appuntamento ce ne sono davvero tanti Ugo Nespolo un talk a partire dalle diciassette e poi ci sarà le diciotto Patrick Zaki con il suo libro sogni e illusioni, Angeli Ribelli con padre Bernardo Gianni alle diciannove, Federico Leone a seguire e poi la musica dalle venti con la selezione a cura proprio di Controradio, la compagnia Crypton dalle venti e quaranta cinque e Genevra di Marco con Francesco Magnelli dalle ventuno e trenta per il progetto invadere invasioni. Tutto questo è molto altro tra poco anche sul nostro sito Controradio punto ita per tutte le informazioni di questo evento lo ricordiamo

Speaker 2: a ingresso libero ante la linea. A termine di un percorso formativo iniziato nei mesi scorsi stamattina una delegazione formata da studenti, insegnanti, amministratori volontari e partita per il viaggio della memoria duemilaventiquattro organizzato dalla sezione fiorentina dell’Ane d’Associazione Nazionale Ex Deportati dei Campi Nazisti da Dacau fino alla cerimonia internazionale di domenica a Matausen Lorenzo

Speaker 4: Tombelli è il presidente

Speaker 1: di Anneb, Firenze. Siamo in

Speaker 4: Pullman, sono uno dei 5 Pullman che è partito questa mattina all’alba dal centro di Firenze e ci stiamo dirigendo a Monaco dove, da domani, vi saremo a visitare I campi di concentramento iniziando proprio dal campo di Dakao. L’ho appena consigliato il fasoletto tipico del nostro simbolo della nostra associazione dicendolo voi sarete I nuovi testimoni, I testimoni che dovranno tornare a casa nelle proprie classi, nelle proprie scuole e tra gli amici e in famiglia a testimoniare quello che 80 anni fa è accaduto, proprio per interpretare la qualità di presente e poter leggerlo con occhi diversi. Il campo di Dachau che visitiamo domani è il campo modello aperto dal regime ridato da Hitler proprio per gli oppositori politici. I litteratori lo sappiamo, Aprilo lager per I personaggi scomodi e quindi Dachau ha precedito tutti gli altri campi e l’ha fatto suola a tutti gli altri e il campo di Mauthausen certamente è il campo centrale del nostro fellegrinaggio laico come lo otteniamo noi perché parteciperemo in rappresentanza della del nostro paese d’Italia alla cerimonia internazionale di liberazione che domenica mattina fineremo in delegazione ufficiale preceduto da precedenti dall’ambasciatore

Speaker 2: italiano a Piedra. Dalle nove e quarante cinque e dieci e quindici a linea T due della tramvia per Eto l’unità è stata bloccata a causa di un incidente stradale nel quale una tua vettura ha urtato un altro auto facendola ribaltare sul tracciato tramviario. Ha caduto all’altezza di via Gordigiani sul posto sono interminuti I vigili del fuoco. Pompieri dopo rilevi la polizia locale hanno rimosso la vettura lasciando a persone specializzati controllo dei binari per riapertura della circolazione tranviaria le previsioni del tempo per controllo della giornata di oggi sulla Toscana cielo molto nuvoloso con precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio più variabile dal pomeriggio sera con piogge sparse possibili nevicate sulle cimme appenniniche nel pomeriggio sera. I venti sono moderati forti sud occidentali, mari molto mossi, specialmente nella seconda parte della giornata, le temperature in calo, ragione che scioglie attimamente in regia, lo ringraziamo dopo la sigla il giovane Giovanni Barbasso ma prima il City Lights, l’informazione regionale di Contraradio ritorna con la Newsland Serala a partire diciotto e quindici.

Speaker 1: Buon pomeriggio a

Speaker 3: tutti voi da Domenico Guarino. Ciao ciao.”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode