search menu
play_arrow

WidgetWeb

Notiziario Regionale del 07 Giugno 2024 12:45

regia 07/06/2024


Background
share close


Speaker 0: E radio

Speaker 1: notizie. Dodici e quaranta sei. Una buona mattina da tutti voi. Da Domenico Guarino. Ben trovati in notizia cura della redazione regionale per la prima edizione del GR.

Oggi venerdì sette giugno duemila ventiquattro. Ci colleghiamo subito in diretta con la nostra Sandra Salvato che è in procura a Firenze a un anno dalla scomparsa della piccola Cattaleia nel nell’otel Ex Astor di Via Maragliano a Firenze e

Speaker 2: gli inquirenti hanno fatto

Speaker 3: il punto sulla sulla vicenda. Te la linea? Sì, Domenico buongiorno. A quasi un anno di distanza il procuratore Spiezzi ha incontrato la stampa per un aggiornamento sulla scomparsa della piccola cartaleia. Come dicevi le indagini non si sono mai interrotte, la Procura ha continuato a coltivare nuove piste investigative a procedere a una rilettura degli ampi materiali raccolti nella prima fase delle indagini, questo perché oggi è possibile valorizzare I dettagli ritenuti inizialmente meno significativi.

L’indagine rimane altamente complessa sia perché la notizia della scomparsa della bambina è arrivata alle autorità di polizia con un gap temporale importante rispetto alle ricostruzioni, sia perché si ritiene che il fatto sia frutto di un piano organizzato nei minimi dettagli, insomma non improvvisato. In questo momento il lavoro della procura è più selettivo, le ipotesi riguardano quattro piste, il traffico di droga e il racket delle stanze presso l’hotel L’Astor, per cui la procura ha già coltivato l’azione penale, poi c’è la pista dello scambio di persona con la bimba presente insieme a Cata al momento dei fatti e infine l’ipotesi degli abusi a fondo sessuale. Tutto questo viene portato avanti con l’ausilio dei carabinieri ottenendo anche il coinvolgimento di loro reparti specializzati che hanno strumenti avanzati soprattutto per le analisi delle tracce, le prove necessarie al completamento del lavoro investigativo. Spiezzi ha poi confermato che la rete di videocamere che circonda l’Astero aveva un buco e si ritiene quindi che quello spazio sia stato sfruttato per far scomparire la bambina, per intendersi quello sul via Monteverdi. Allo stato attuale rimangono I due indagati, I due fratelli dei genitori della piccola.

Il contesto sottolinea il procuratore considera in ogni caso una comunità eterogenea di soggetti extra comunitari il riferimento a quello e a quelle peruviane rumene che non si stanno così ha detto rivelando collaborative un ambiente omerto che non facilita le indagini che proseguono tuttavia per non volere scattare nessuna ipotesi di concerto con le autorità internazionali. Per concludere è stato fatto un punto con gli investigatori ed è stato fissato per fine luglio un nuovo incontro per un

Speaker 1: primo consultivo degli elementi raccolti e tutto a te la linea. Sandra volevo capire ma non c’è nessuna novità di fatto rispetto alle alle indagini cioè siamo fermi più o meno a quello che

Speaker 4: sapevamo qualche

Speaker 3: mese fa o ci sono delle novità. Più o meno è questo hanno voluto corroborare queste quattro piste quindi che abbiamo appena detto e il fatto che rimangono gli indagati fermi a marzo chiarati a marzo duemila ventiquattro quindi di fatto non grande

Speaker 5: evoluzione ma

Speaker 1: si mantiene alta

Speaker 3: l’attenzione questo

Speaker 1: è come doveroso diciamo grazie grazie a Sandra Salvatola pagina politica la candidata la candidata sindaco e partito democratico per l’amministrativa di Firenze Sara Funaro ha chiuso la sua campagna elettorale in piazza dell’isolotto con la segretaria nazionale del partito Allisline. Piazza strapiena, tante bandiere del partito, la presenza di tanti candidati alle europee e alle amministrative per l’ultimo appuntamento della Funaro prima della silenzia elettorale che scatterà come sapete stasera sentiamo una parte dello speciale realizzato a Raffaele Palumbo con

Speaker 2: le voci di Sara

Speaker 4: Funaro e di Allie Schlein. Siamo felici e orgogliosi che la nostra segretaria sia qui con noi oggi. Questa è la piazza che dimostra che c’è un popolo, che c’è un popolo democratico, che è il popolo che mi ha accompagnato in questa lunga campagna elettorale, dal palazzo dei congressi fino a oggi a Piazza del Miso Norte. A questa piazza dirò grazie e grazie per la strada che abbiamo andato ad oggi insieme e per la strada che faremo ancora insieme. Siamo in una fortuna bella e possiamo raccontare un’altra pagina, una bella storia per la Firenze del futuro insieme.

Io penso che bisogna fare una campagna elettronica con grande senso di responsabilità e con I piedi per terra, è quello che ho sempre fatto. Però le differenze sono piave. Noi abbiamo una bisogna in città, noi abbiamo un progetto, noi abbiamo convenienza e tante persone che sanno che cos’è questa città. Dall’altra parte non c’è visione di città, non ci sono I valori della nostra città. Si fa una campagna fatta per slogan e fatta con attacchi che sono di una passezza e io poche campagne elettorali ho visto di questo livello.

Noi siamo un’altra storia. I cittadini potranno partare tra il cittadino cittadino e invece il campionato della destra e la superata di un intervista dicendo cosa avrebbe votato il loro prese e chi invece realmente è il popolo democratico, è il popolo antifascista, è il popolo che ama e continuerà

Speaker 6: a battersi per rendere questa città sempre più bella. Vogliamo un salario minimo in questo paese perché è l’unico paese europeo dove I salari non solo non sono aumentati dal millenovecentonovanta

Speaker 2: ma sono

Speaker 6: addirittura diminuiti e quindi è il paese che più di altri ha bisogno di una legge che rafforzi I contratti collettivi che spazzi via I contratti pirata ma che dica pure che sotto I nove euro all’ora non è lavoro, è sfruttamento e non deve essere legale. Quindi sono molto felice di essere qui alla tappa centoventi del del lungo percorso che ha già visto attraversare l’Italia per raccogliere preoccupazioni e speranze delle persone e di essere qui accanto alla nostra candidata sindaca Sara Funaro. È una grande amministratrice che ha dimostrato grande attenzione ai bisogni delle persone e potrà fare benissimo per questa città quindi forza Sara siamo al tuo fianco con una meravigliosa squadra di

Speaker 2: candidati e candidati

Speaker 6: del Partito Democratico che sono qui mai per sedersi sui risultati già ottenuti anche dove si è governato bene ma per produrre sempre innovazione e migliorare la qualità

Speaker 1: della vita delle persone. E per quanto riguarda gli antagonisti di Sara Funaro, abbiamo detto di Ike Schmit, avete sentito I commenti di Funaro rispetto alla campagna elettorale. Cecilia Del Rey che ha chiuso ieri sera la propria campagna per finanza democratica in Piazza Santissima Annunciata e poi Dimitri Palagi che abbiamo intervistato sui temi portanti di e su un bilancio di quello che è stato la campagna elettorale. Sentiamo candidato naturalmente della sinistra Palagi. Pagi siamo alle ultime battute di questa campagna elettorale lunga non priva

Speaker 2: di polemiche ehm che valutazione puoi fare a questo punto? Che confermiamo la necessità di un’altra idea di politica al di là delle posizioni specifiche abbiamo cercato di evitare in ogni modo le polemiche, siamo alle piagge, siamo stati al Campino, chiuderemo a San Jacopino dove abbiamo fatto la conferenza stampa, c’è un forte rischio di affenzionismo e non è dovuto solo alle 10 candidature, ma anche a una politica che troppo spesso rischia di essere autoreferenziale, certamente la modalità dei confronti che ci sono stati limitavano I dibattiti a soli due minuti a risposta, quindi richiedevano la necessità di semplificare, è stata forse un’occasione persa al di là del risultato. Nonostante noi continueremo anche in queste ore a chiarire quelle che sono le nostre proposizioni, il nostro programma e la nostra proposta è abbastanza scontato che ci sarà un ballontaggio, quindi non è finita qui la campagna elettorale, sarà interessante vedere però chi ci arriva a fronte di un’enorme frammentazione del centrosinistra e di un candidato del centrotestra che finge di non essere un candidato del centrotestra, stando alle dichiarazioni che rilascia. Però rimangono tutti aperti le forti questioni regate alla sicurezza, alla sanità, alla mobilità, lo abbiamo visto, le risposte d’ase sono un po’ sempre le solite, quello che abbiamo cercato di evidenziare è che proponiamo non tanto le risposte diverse, che in parte lo sono in maniera specifica, ma un modo di costruire le risposte diverse, stando a contatto reale con le persone, redistribuendo posere, dando un ruolo ai quartieri, al Consiglio Comunale e ancorando quello che sarà il futuro sindaco, ci governeremo noi con la nostra giunta, avrà comunque bisogno di essere controllato dal

Speaker 1: Consiglio Comunale dai consigli di partire. È un un passo romano all’apertura delle delle urne. Sentiamo anche il bilancio, la campagna elettorale, un appello al voto, la parte del candidato sindaco di Firenze vera Andrea Asciuti, intervistato

Speaker 7: a Viola Giacalone. È stato un buon bilancio. Chiaramente noi ci differenziamo dal centrodestra visto che in questi anni ci sono stati dei continui tradimenti nei confronti anche del sottoscritto e anche di chi li ha votate. Per esempio sul discorso intanto iniziamo sulla Tav perché per anni loro hanno fatto una battaglia contro la Tav, invece sono venuti proprio con il ministro Salvini ad inaugurarla, oppure per esempio quando ho preso la posizione contro il green pass, il super green pass, sono accodati insieme ad altre forze politiche nel criticarmi su questa posizione. Per diversi mesi erano contrari, poi addirittura sono astenuti in Consiglio Comunale a Firenze e addirittura in altri comuni, l’hanno votato a favore dove loro governano.

Per quanto riguarda il discorso dell’immigrazione è inutile che propongono ai diversi paliativi come il CPR. L’ho votato anche io il CPR alla proposta. Ma diventa inutile nel momento in cui hanno fatto diversi tagli in passato in questi ultimi trent’ anni tra I diversi governi per quanto riguarda l’assunzione di agenti di pubblica sicurezza e soprattutto

Speaker 5: se continua anche a permettere

Speaker 7: lo sbarco. Un ultimo appello prima del voto? Di votare la verza sovranista che appunto Firenze vera presente all’interno questa lista indipendenza di giorni alle manno solo la parola è un programma politico il popolo della famiglia e c’è anche l’appoggio dall’esterno

Speaker 1: di democrazia sorana e popolare Stasera alle ventitre e cinquantanove comunque scatterà il silenzio elettorale a chiusura di una campagna che ha finanziate per amministrative come avete sentito anche dai commenti è stata lunga, piena di incertezze, incongruenze che ha visto fronteggiarsi ben dieci tra candidati e candidate per la conquista della guida dell’amministrazione della città dopo dieci anni di sindacatura di Ladri Nardella ma sentiamo nel servizio Raffaele Palumbo

Speaker 2: una valutazione

Speaker 4: su che

Speaker 2: di ma sentiamo

Speaker 0: nel servizio una valutazione su che campagna è stata. Dopo questa lunghissima campagna elettorale per gli amministrativi a Firenze veniamo colti da un dubbio omletico o più semplicemente fantoziano. Ma chi non ha avuto tempo per seguire diverse ore al giorno la vicenda dovendo nella vita fare altro. Che cosa ci ha capito esattamente? Il partito delle primarie ha presentato una candidata senza primarie, partito che il regione è in coalizione con Italia Viva ma in comune non si può e allora funaro per il PD e saccardi per Italia Viva.

Dunque il progetto nazionale di andare con I Cinque Stelle niente da fare. Anche loro hanno presentato un candidato Masi all’ultimo momento. Per non parlare di quanto accaduto a sinistra, l’associazione undici agosto, dopo una presentazione spettacolare, al Puccini getta la spugna, tenere insieme la sinistra, la del re e I cinque stelle, impossibile. Del re che confidenze Democratica poteva fare un accordo però anche con la Saccardi ma anche qui niente da fare. Allora ciascuno per sedio per tutti.

Dimitri Palaggi a sinistra a completare un’offerta di cinque candidati. E allora il candidato della destra Erika Schmidt unifica l’offerta. Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia. Poi dice di essere più a sinistra di Renzi e un giorno va in giro con il fazzoletto dell’Hannad e un altro con il candidato condannato per il razzismo perché vota per me che non vedrai più zingari. E poi una candidatura centrista, quella di Zini, una controlla dittatura sanitaria, De Giuli, di quartiere, Marazza, quella di un ex leghista che ci ria serena su una crisi climatica che non c’è, Asciuti.

Insomma quando abbiamo provato a spiegare la situazione ad un collega di una importante agenzia di stampa tedesca dopo aver preso freneticamente appunti per mezz’ora alla fine ha strappato il blocchetto ci ha mandati a quel paese ed è andato al bar. Detta alla Ferrentina la parola d’ordine sembra essere giunti a questo punto. Dopo questo percorso durato cinque mesi ora si va

Speaker 2: al ballottaggio

Speaker 1: poi si stare a vedere e intanto intanto noi proponiamo l’ultimo taquino elettorale perché dopo c’è il silenzio elettorale

Speaker 2: per l’appunto

Speaker 5: come sempre curato da Viola Giacalone. Firenze al caffè Carta Bianca di Viale Alessandro Guidoni alle dodici conferenza stampa per una Europa più libera e forte con Carlo Giovanardi leader dei popolari liberali interviene Marco Baldassari candidato alle elezioni europee nella lista di Forza Italia per il Piede a mezzogiorno a Figlini Valdarno in via Argini la conferenza stampa la verità sul secondo ponte di Figlini Valdarno intervengono Elisa Tozzi consigliere regionale di Fratelli d’Italia Silvio Pittori candidato sindaco del Centro Destra Unito in Toscana il Torre Elettorale di Marco Rizzo di Democrazia Soverana Popolare a Borgo San Lorenzo alle tredici e trenta al Ristorante La quadratura alle quindici e trenta incontro pubblico con Folvia Penni in piazza Garibaldi. A Firenze il comizio di chiusura della campagna elettorale alle diciassette in Piazza Santissima Annunziata. A Follonica Grosseto l’incontro con la candidata sindaca Franca Ciani alle ore ventuno in Piazza del Popolo. A Firenze al tepidarium del roster al giardino dell’orticultura alle ore diciotto la festa di chiusura della campagna elettorale della candidata sindaca Stefania Saccardi con Matteo Renzi a Firenze ai giardini di San Jacopino in via Mariano diciannove la chiusura della campagna elettorale del candidato sindaco Dimitri Palagi a Firenze alle dieciotto il tour a sostegno dei candidati della coalizione alla presidenza dei quartieri per Eike Schmidt il candidato sindaco del centrodestra alle dieciotto in piazza Dalmazia con il candidato presidente di quartiere Gualberto Carrara alle dicennove e trenta con il candidato al quartiere quattro Leonardo Battistini in via Canova.

Andiamo a Prato in piazza dell’università alle dieciannove la festa di fine campagna elettorale della candidata sindaca del centrosinistra il area Bugetti al Galluzzo all’area festa del Galluzzo di Viale Tanini alle venti cena di chiusura della campagna elettorale della coalizione di centrosinistra che sostiene la candidata sindaca Sara Funaro partecipano oltre alla candidata Funaro il sindaco uscente candidato alle elezioni europee Dario Nardella, I candidati, militanti e sostenitori. A Firenze l’ultimo tour del tan democratico con la candidata sindaca Cecilia del Re e gli esponenti di Firenze Democratica. Speciale elezioni duemila ventiquattro su Controradio e Controradio Web TV dalle ventidue e quaranta cinque di domenica nove alle nove e trenta di martedì undici giugno tutto ma proprio tutto sulle europee e le amministrative in diretta alle interviste, I commenti, gli ospiti, gli aggiornamenti in tempo reale con gli inviati di Contro Radio in video collegamento dai luoghi chiave per le elezioni dei sindaci di Firenze e di Prato. Trentasè ore di informazione in diretta solo su Contro Radio Contro

Speaker 1: Radio Web TV e I nostri canali social. Tre dici e due minuti e per l’esigeno del tempo per contraricata giornata di oggi il cielo sereno poco nuvoloso salvo modesti addensamenti tipo basso il mattino e il valdarno inferiore transito di velature venti deboli di brezza ma riprocomossi a temperature in aumento con punte fino a trenta gradi e tutto ragione che scioglie attivamente in regia lo ringraziamo dopo la sigla City Lights Giovanni Barbasso con Stato Brado l’informazione regionale di Controradio ritorna con l’edizione serale la Newsline a pratica di soite e quindici

Speaker 2: un buon

Speaker 0: pomeriggio a tutti voi da Domenico Guarino. Ciao ciao”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it