search menu
play_arrow

WidgetWeb

Notiziario Regionale del 08 Giugno 2024 18:45

regia 08/06/2024


Background
share close


Speaker 0: E il

Speaker 1: Controradio notizie. 18 e quarantasette una buona serata a tutti voi da Domenico Corrino bentrovati l’elizione serale LGR di Controradio oggi sabato otto giugno duemila ventiquattro seggi aperti per l’elezione europea e l’elezione amministrative per eleggere il settantasè membri italiani che andranno a far parte del nuovo Parlamento Europeo si vota oggi fino alle ventidue e poi domani nove giugno dalle sette alle ventitre ehm queste ore sono aperti I seggi per la tornata amministrativa anche coinvolgerà tre mila secentonovantotto comuni in tutta Italia per I rinnovi amministrativi, c’è poi le elezioni anche regionali in Piemonte. Per l’amministrativa l’eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica ventitre, l’unione di ventiquattro giugno sono cinquantuno milioni di italiani chiamati a votare per l’Europa e diciassette milioni quelle per le amministrative che riguardano I vari comuni italiani in Toscana naturalmente sono oltre duecento comuni al voto e ehm noi seguiremo le lo spoglio e sia delle europee poi dopo delle amministrative con la maratona su Controade web TV dalle ventidue quaranta cinque dal di domenica nove alle nove e trenta di martedì undici giugno tutto ma proprio tutto sulle europee sulle amministrative in diretta le interviste, commenti, gli ospiti, gli aggiornamenti in tempo reale con gli inviati di Controradio in video collegamento dai luoghi chiavi per le elezioni dei sindaci di Firenze e Prato.

Trentase ore di informazione in diretta solo su Controradio Contraria Web TV e sui nostri canali social tutte le informazioni di servizio su dove come si

Speaker 2: vota in Toscana nel servizio di Viola Giacalone. Sono centottantacinque sui complessivi duecentosettantatre pari al sessantasette virgola otto per cento del totale I comuni toscani dove sabato otto e domenica nove giugno si tengono le elezioni amministrative duemilaventiquattro in contemporanea con le europee tra questi ottantasei sotto I cinquemila abitanti sessanta cinque tra cinque e quindici mila abitanti. Trentaquattro sopra I quindici mila abitanti compresi tre capoluoghi di provincia, Firenze, Livorno e Prato. I trentaquattro comuni sopra I quindici mila oltre I tre capoluoghi sono Cortona, San Giovanni Valdarno, Bagno Arripoli, Burgo San Lorenzo, Calenzano, Castel Fiorentino, Certaldo, Empoli, Fidine, Incisa Valdarno, Fucecchio, L’Astra Signia, Ponta Sieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci, Signia, Follonica, Cecina, Colle Salvetti, Piombino, Rosignano Marittimo, Capannori, Ponsacco, Ponte Dera, San Giuliano Terme, San Minato, Monte Murlo, Aiana, Monsummano Terme, Monte Catini Terme, quale Valdelza e Poggi Bonsie. In questa tornata elettorale grazie alla norma introdotta nel gennaio scorso nei comuni fino a quindicimila abitanti I sindaci in carica si possono ripresentare anche per il terzo mandato.

Prima la soglia era cinquemila. L’otto giugno si voterà dalle quindici alle ventitre e domenica nove giugno dalle sette alle tredici gli eventuali ballottaggi per I comuni oltre I quindici mila abitanti laddove nessun candidato avrà superato il cinquanta per cento dei voti si terranno il ventitre e il ventiquattro giugno. Per I comuni sopra I quindici mila abitanti è possibile tracciare un segno solo sul nome del candidato oppure segnare su una delle liste collegate al candidato sindaco che si vuole sostenere oppure ancora sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate. In questi ultimi due casi il voto si intende espresso sia per il sindaco che per I consiglieri candidati. Possibile il voto disgiunto che significa segno sul candidato sindaco e allo stesso tempo un altro segno su una lista non collegata.

Si possono scrivere uno o due nomi di candidati consiglieri. Se I nomi sono due è importante che siano un uomo e una donna. Non valgono I nomi di due uomini o due donne. Per votare è necessario un documento di identità in corso di validità e la testa elettorale. Per chi ha smarrito la testa elettorale o ha esaurito gli spazi, gli uffici comunali sono a disposizione per il rinnovo.

Presentarsi senza prenotazione all’ufficio elettorale di Viale Guidone in cento settanta quattro nei seguenti orari. Dal lunedì al venerdì dalle ore otto e trenta alle tredici, il martedì e il giovedì

Speaker 0: anche dalle

Speaker 1: quattordici e trenta alle diciassette sono state circa novecentole rinunce sul totale di mille e quattrocentosettanta scruttatori a Firenze questo quanto si apprende da Palazzo Vecchio Le ultime rinunce sono arrivate alla tardamana e mattinata di oggi ma l’apertura dei seggi non stati trovati tutti I sostituti il voto procede regolarmente secondo quanto si apprende la comune viene lanciata comunque un nuovo appello per la ricerca di iscruttori volontari in vista al ballottaggio Sempre a Firenze quattro seggi sono dedicate agli studenti italiani in fuori sede che possono votare per le elezioni europee. Gli scritti sono quasi mille e sessenta la fluenza. Da quanto si apprende per ora è buona. In provincia di Arezzo c’è una particolarità. Ci sono quattro comuni che vanno ciascuna alle urne con un solo candidato sindaco.

La sfida quindi riguarda solamente il quorum. Si tratta di Talla dove candidata unica è l’onora Ducci, Ortignano Raggiolo in cui corre solitari Manuele Ceccherini, Sestino con Franco Dori, candidato è Castelon Fibocchi dove l’unico candidato è Marco Ermini. I candidati sindaco sono tutti al secondo mandato, tranne Ducci che si presenta per la prima volta I più grandi quattro comuni Castiglione Fibocchi con duemilacentosettantadue abitanti il più piccolo Ortignano Raggiolo con ottocentosettantasesei abitanti è venuto a mancare questa mattina lo chef Jean Michel Carassot aveva settantott’anni era malato da tempo attivo sin dagli anni ottanti a Firenze ha portato per primo in città la cucina

Speaker 0: etnica e

Speaker 3: vegetariana il ricordo di Raffaele Palumbo. Gianmice il carasso era nato nel quaranta e cinque nel Congo Belga e dopo un frecondo periodo francese si considerava un parigino si è ristabilito a Firenze, città a cui ha dato tantissimo. Tutti I fiorientini ricordano le esperienze dagli anni ottanta in poi come la stazione di Zima, il primo ristorante etnico a Firenze, il caffè Volterri, il Goghen, il primo ristorante vegetariano e poi il ristorante accanto alla sinagoga Rutt perché cosmopolita per natura Carasso fu il primo a portare in città quella che poi è stata definita la cucina etnica, ebreo di madre askenazzita e di padre Sefardita di Salonico, I nonni di origini ottomani stava naturalmente nella diversità del mondo. Lo faceva in cucina, certo da esperto della cascerutta ebraica portata all’attenzione di tutti grazie alla sua presenza al Balagan Cafe. L’estate nei giardini della sinagoga all’insegna del dialogo nella diversità.

Mangiare le cose preparate da Gian Michel in situazioni dove provvedeva al al catering a casa sua o appunto al Balagan significava veramente viaggiare, chiudere gli occhi, assaggiare e capire di essere in uno spazio di conoscenza, di viaggio molto preciso e allo stesso tempo indisponibile ad avere confini. Capace sempre di esprimere a pieno insieme di trascendere ogni senso del luogo. Culinario, culturale e civile. Sempre lontano dai riflettori preferiva dare l’anima davanti ai fornelli preparando personalmente ciclopiche, quantità di cibi raffinati e spesso dalla preparazione rigorosa e complessa. Autore di numerosi libri sulla cucina medioorientale, greca, vegana e di quel cucinare lontano scritto con Luis Agretti diventato in breve un classico.

Prima della pandemia animato sulle frequenze di controllo radio una trasmissione dove dialogava con I più grandi chef internazionali da Alan Bay a Jotti Singh. Fu quest’ultimo a dire il mondo delle spezie, un universo sterminato e Gian

Speaker 0: Michele è uno dei pochissimi a poter dire di conoscerlo. Dimmi ciò che mangi e saprò chi sei. O almeno dimmi ciò che cucini e saprò chi sei. Cioè io penso che è importante avere conoscenza degli altri attraverso

Speaker 1: le le loro abitudini più come dire più intime no? Sentivamo prima dei problemi di traffico sulla Fipili che sembra abbastanza risolta anche se non del tutto comunque vi diciamo che dal dieci giugno sono al via sulla FIPI-Li I lavori di sostituzione dei giunti logitudinali dal viadotto Iscandicci proprio sulla sovestrada tra lo svincolo di Iscandicci e lo svincolo della UNO, un intervento di manutenzione straordinaria secondo quanto spiega la metrocittà che sarà svolto in orario notturno ma senza chiudere la superstrada. L’intervento interesserà prima la carreggiata direzione finezze, successivamente la carreggiata a direzione mare per una durata complessiva stimata in venticinque settimane con l’obiettivo di anticipare la conclusione dei lavori. Un’ultima notizia prima delle previsione del tempo, un ex carabiniere, un ex chitarrista punk. Sono stati ordinati sacerdoti dal vescovo di Prato Giovanni Nervini.

Si tratta di Don Michele di Stefano trentanove anni Don Giulio Vannucci trentott’anni ha d’anneutizio a sessa diocesi Prati e se il signore non si è scelto manager o superuomo in un persona semplice e sempre generose. Questo è quanto ha dichiarato tra le altre cose il Vescovo Nervini. Siamo alle previsioni del tempo per quanto riguarda la regione Toscana. Domani il cielo sarà in prevalenza nuvoloso coperto con timide schiarite alle ore centrali della giornata, d’altrato pomeriggio è inserata possibilità di precipitazioni sparse anche a caratteri di temporale, venti deboli moridionali all’interno, moderati di scirocco lungo la costa e ma rimosse in particolare al largo, temperature minimi in aumento, le massime in calo con un punto intorno ai trenta gradi, è davvero tutto, ritroverete giustina dopo l’ottima regia in conduzione fino al GR Popolare Network delle diecianove e trenta

Speaker 0: una buona serata a tutti voi da Domenico Guarino. Ciao ciao. Contro radio Sottotitoli e revisione a cura di QTSS”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode