search menu
play_arrow

WidgetWeb

Notiziario Regionale del 09 Luglio 2024 12:45

regia 09/07/2024


Background
share close


Speaker 0: Per

Speaker 1: la nuova notizia contro radio notizie estate

Speaker 2: Mezzogiorno e quarantasette un buongiorno ai nostri ascoltatori qui in studio da Viola Giacalone e Chiara Brilli per un nuovo appuntamento con l’informazione regionale. Oggi nove luglio duemilia ventiquattro ricorre il terzo appuntamento di una lotta che in questi tre anni non

Speaker 3: si è mai fermata

Speaker 2: e che non si e che chiede risposte per il futuro di tutti e tutte non solo per gli ex dipendenti. Stiamo parlando dell’ex GKN di Campi Bisenzio. La conferenza stampa questa mattina al presidio davanti alla fabbrica promossa dall’RSU con la FIOM CGL per fare il punto sulla vertenza nel giorno in cui tre anni fa arrivarono le comunicazioni di licenziamento per mail ai lavoratori. È presentata anche la prossima mobilitazione del dodice luglio. Linea in diretta

Speaker 4: per I particolari a Raffaele Palumbo. Sì GKN tre anni dopo e il nove luglio del duemila ventuno quando quattrocentoventidue lavoratori e lavoratrici si svegliarono con una mail che annunciava la chiusura dello stabilimento di Campi Bisenzo e mandava tutti a casa quando arrivammo la mattina di lunedì trovammo centinaia di persone letteralmente sotto shock, erano tanti, c’erano tutti I lavoratori, lavoratrici che spesso erano famiglia e poi quelli dell’indotto, cinquecento in tutto, lo shock durò poco, si passò alla rabbia, dalla rabbia di una lotta che non si è mai fermata anche se ha lasciato tanti per strada oggi gli ex GKN azienda di automotive conta cento quarantapersono ancora disposta a lottare e dopo tre anni di manifestazioni, conti istituzionali, battaglie giudiziarie sempre vinte e poi concerti, festival di letteratura, una solidarietà a livello nazionale, oggi dicevamo le parole d’ordine sono tre. Uno, commissariamento su questo potrebbero esserci delle buone notizie perché con il ministro russo ci sono delle interlocuzioni ma si tratta

Speaker 1: di un

Speaker 4: fatto politico bisognerebbe derogare infatti la legge Prodi che per commissariare un’azienda prevede la presenza di duecentocinquanta lavoratori e qui come dicevamo siamo a centoquaranta. Le deroghe comunque si fanno soprattutto in un paese come il nostro. Secondo la legge regionale per la creazione di consorzi regionali pubblici tra I quali comuni, regioni, università privati, cooperative, centri di ricerca possono intervenire sulle aree industriali una legge che metterebbe ad atto la regione toscana all’avanguardia nel processo di transizione ecologica del settore dell’automotive c’è stato ieri in incontro con il presidente Gianni e anche su questo c’è uno spiraio interessante, terzo naturalmente il pagamento degli stipendi. La GKN, proprietà del gruppo britali come il Rose, anche attraverso il liquidatore Borgomeo che trasformò la GKN in QF, ha lasciato tutti a piedi e se ci sarà il commissariamento sarà la condizione indispensabile per avere un interlocutore. Dopo tre anni di sfinenti battaglie oggi I lavoratori della ex GKN avevano sul volto un leggero cauto sorriso di ottimismo anche in vista dell’incontro di venerdì dodici in terza poggi a Firenze con Valerio Mastandrea, Christian Raimo ed altri autori e musicisti che servire a dire che tre anni dopo la lotta

Speaker 3: non è ancora finita. Dalline allo studio. Iniziativa del dodici luglio che sicuramente seguiremo sulle nostre frequenze sui nostri canali cross mediali grazie a Raffaele Palumbo veniamo alla cronaca avrebbe abusato a più riprese di una trentatrienne conosciuta tramite social e poi con l’aiuto di un complice avrebbe tentato di estorcerle del denaro. Per questo un trentunenne sarebbe stato arrestato dai carabinieri di Monte Catini e accusato di sequestro di persona, violenza sessuale, eccessione di sostanze stupefacenti insieme ad un altro uomo denunciato a piede libero

Speaker 2: di tentata, estorzione. Sarà fatta l’autopsia sulla salma del detenuto tunisino di vent’anni che si è tolto la vita impiccandosi a Solli Ciano. Così ha stabilito la PM Ornella Galeotti che ha aperto un fascicolo così da poter svolgere l’esame autotico. L’autopsia dovrà verificare la natura di eventuali ulteriori lesioni oltre a quelle riconduscibili al suicidio. Nel frattempo in seguito alla riunione di giunta straordinaria sulla situazione di istituti penitenziari regionali che si è tenuta ieri pomeriggio il presidente di regione Eugenio Gianni annunciato che scriverà al ministro della Giustizia Carlo Nordio per avere I chiarimenti sul futuro del carcere fiorentino.

Gianni ha detto che la situazione a Solicciano è devastante e che non è più il caso di procedere così. Anche perché ne va dell’immagine della Toscana, anche se è competenza del governo. Scriverò al ministro sollicitandola ad avere chiarezza sugli interventi a sollicciano continua se ristrutturare il carcere, se demolirlo e ricostruirlo. Se ne parla da anni ma ora è il

Speaker 3: momento di prendere una decisione. La politica locale, la neosindaca di Firenze Sara Funaro ha convocato per il prossimo sedici luglio il primo Consiglio Comunale dell’amministrazione di recente elezione e in occasione di questo appuntamento è prevista anche la presentazione della nuova giunta comunale Tra gli altri resta il momento problematica la casella dedicata all’assessorato alla cultura. Abbiamo chiesto al filoso Sergio Givone già assessore alla cultura di Firenze di tracciare un profilo

Speaker 5: ideale del prossimo assessore. Sentiamo. Ma soprattutto una io credo quella di di chi fa cultura a nome proprio e non tanto un manager, un gestore della cultura ma un intellettuale. Insomma pure un professore, lo dico non per chi appartenga a questa schiero, a questa castama perché credo che appunto un professore, un artista, un regista ehm loro sono quelli che sanno davvero che cos’è cultura, che la fanno che si misurano a nome a nome proprio con la cultura. Loro potrebbero essere dei buoni assessori

Speaker 1: alla cultura.

Speaker 5: I manager si occupino di

Speaker 0: economia. Piuttosto che

Speaker 1: di cultura. Gli amministratori

Speaker 5: hanno molto da fare ma in altri campi. Ma intendiamoci, uno che voglia fare l’assessore alla cultura deve fare I conti con la realtà, con la realtà economica e quindi competenze manageriali le deve avere. Però è bene che queste competenze siano di altri, che qualcuno affianchi l’assessore alla cultura, ma l’assessore alla cultura faccia cultura. Il modello che sta alle spalle è quello dei direttori dei grandi musei, si è voluto qualche anno fa a fidare I grandi musei non a degli storici dell’arte ma appunto a dei a dei manager per fare più biglietti perché si trattava di sfruttare al meglio questo patrimonio ma non

Speaker 2: è questo che va fatto oggi. L’ordine dei medici di Firenze e Provincia si schiera con forza contro l’ipotesi paventata da alcuni settori del Governo nazionale di abolire l’obbligo vaccinale sotto I sedici anni. Sarebbe una prateria per I virus. Siamo molto preoccupati, dice ai nostri microfoni Pietro Dattolo, presidente dell’Ordine

Speaker 0: dei Medici di Firenze e Provincia sentiamolo. Le preoccupazioni mie di tutta la comunità scientifica sono queste cioè che è una diminuzione della copertura vaccinale potrebbe creare un’accelerazione della diffusione di malattie come il morbillo che sono malattie molto serie se si scende sotto un tasso di vaccinazione limite invece del morbillo e galoppa insomma va molto prende

Speaker 1: molto piede e

Speaker 0: il morbillo per esempio è una malattia molto seria, si stima che il morbillo faccia più di 110.000 morti ogni anno, Il morbillo è una malattia molto importante con delle importanti complicanze, quindi con un elevatissimo indice, si dice in termine tecnico, di morbidità e di mortalità. E quindi la protezione dei bambini, soprattutto I bambini sotto I cinque anni è fondamentale molto importante per limitare I danni di questa malattia per sconvigliare questa malattia purtroppo siamo ancora molto lontani dal farlo. Riguarda tutta la popolazione non solo I bambini, ne ripeto non è solo il mio pensiero, è il pensiero di tutta la comunità scettifica. I vaccini sono stata una grandissima conquista di tutta l’umanità per combattere alcune malattie terribili. Il covid è un è stato un esempio per cui l’altra riflessione che mi viene è che in Europa per esempio I due paesi che hanno l’obbligo vaccinale che sono Italia e Francia la situazione va

Speaker 2: va meglio dei paesi dove l’obbligo vaccinale non c’è. Un’informazione di servizio sulla Tramvia a Firenze per consentire I lavori di collegamento tra la linea esistente e la futura linea Fortezza Libertà San Marco. Questa settimana e la prossima la linea T1 della Tramvia sarà interrotta in orario notturno il dieci l’undici e il quindici in particolare nei tre giorni il servizio sarà limitato dalle ventune e trenta fino alla fine del servizio quindi mezzanotte e trenta nei tratti Villa Costanza Fortezza da Basso e Leopoldo Careggi con servizio sostitutivo

Speaker 3: della tratta Fortezza Leopoldo. E in conclusione uno sguardo alla cultura corpo celeste un progetto di Virgilio Sieni per l’estate fiorentina duemila ventiquattro si svolgerà nei giorni dieci quindici ventisèi trenta e trentun luglio con una pluralità di eventi dedicati al corpo fragile e alla cura della città. Alcuni luoghi del sacro dalla sinagoga Santa Croce diverranno a palcoscenici di letture, performance, lezioni, incontri e installazioni, I particolari sul nostro sito Controradio.it ma sentiamo lo stesso Virgilio Sieni.

Speaker 6: Corpo Celeste cerca di creare un contesto ovviamente in dei luoghi conosciutissimi a Firenze, da Santa Croce, San Lorenzo, Cenacoli, però purtroppo frequentati solamente da turisti l’idea di ricreare appunto quindi una geografia di ascolto, I luoghi sì conosciuti ma percettivamente non vissuti. Quindi ogni sera per cinque sere ci saranno dei momenti di riflessione con scrittori e pensatori legati al senso, usiamo un termine abusato, della cura, che significa riflettere su come l’uomo ha la necessità di aprirsi a tutte le altre cose, minerali, natura, animali, aria e quindi una riflessione importante sulla terra. In questo senso ogni sera ospiteremo un progetto di acquifera, questa associazione straordinaria di geologi che gira per il mondo alla ricerca di acqua nei territori desertificati, quindi dal Kenya alla Bolivia e poi delle performance specifice che ho commissionato a delle danzatrici dove I lavori si svolgeranno in luoghi veramente desueti, io non tendo mai a creare I palchi, a portare strutture tecnologiche

Speaker 1: mai, ma

Speaker 6: a lavorare nei luoghi così come sono. Quindi le danzatrici faranno un lavoro estremamente dettagliato con un musicista diverso. Inizia la giornata, una lezione sul gesto al quale possono partecipare tutti, poi ci sarà un secondo momento all’inizio dedicato appunto a degli incontri che faremo

Speaker 1: con le persone fragili e quindi creeremo

Speaker 6: delle piccole danze con le con le fragilità quindi ogni giornata a queste cinque

Speaker 2: momenti e quindi un modo di abitare gli spazi. Per concludere uno sguardo alle previsioni del tempo per oggi in Toscana in prevalenza sereno salvo modesta nuvolosità nel pomeriggio in Appennino, mari poco mossi e temperature massime in aumento con ponte di trentacinque trentasei gradi nelle zone interne è mezzogiorno e cinquantanove e termina qui il notiziario regionale. Ricordiamo che il prossimo appuntamento è alle diciotto e quindici.

Speaker 1: Un buon pomeriggio dalla ridazione di Controradio

Speaker 5: Controradio notizie estate

Speaker 1: Sottotitoli e revisione a cura di QTSS”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode