search menu
play_arrow

WidgetWeb

Notiziario Regionale del 15 Maggio 2024 12:45

regia 15/05/2024


Background
share close


Speaker 0: E le notizie.

Speaker 1: E alle diciotto e quarantotto in punto la linea torna notiziario di Controradio a cura della redazione regionale e ci colleghiamo subito in apertura col nostro Domenico Guarino che da stamattina alle nove segue questo presidio diciamo accampamento degli studenti dalle nove di questa mattina in piazza San Marco di fronte al rettorato dell’Università di Firenze per dare un solido contributo alla mobilitazione internazionale a supporto della resistenza palestinese ci

Speaker 2: colleghiamo allora a Domenico buongiorno. Ecco qua una trentina di tende, tante maniere la Palestina striscioni contro lo stato di Israele si presenta così la piazza San Marco davanti al rettorato questa questa mattina con un microfono da cui si sussegono gli interventi da parte del degli studenti per come dicevi prendere parte a quella mobilitazione internazionale è cominciata dai campus statunitense poi è dilagata in tutto il il mondo per chiedere cosa? Beh per chiedere che si fermi il genocidio a Gaza e poi a Rafa che è l’università fiorentine, l’università di Firenze ma anche la sede fiorentina della scuola normale di Pisa, l’istituto universitario europeo prendono una posizione ufficiale contro il genocidio, il popolo palestinese e distetterono tutti gli accordi che sono in campo sia di cooperazione per quello che riguardi I rapporti tra le Tenei sia invece di progetti dedicati come accade ad esempio con Leonardo a delle tecnologie che vengono spacciate dicono gli studenti per essere innocui ma in realtà sono poi una escamotage per coprire la produzione di armamenti da guerra e poi vengono utilizzati anche su Gaza e presumibilmente potrebbero essere utilizzati su Rafa. Una parte massive gli studenti assicurano che rimarranno in piazza fino a quando noteranno delle risposte le tende abbiamo letto sono una sono una quarantina ma il popolo degli studenti che gira intorno a queste tende e che rappresenta da questa mattina alle nove è ben più cospicuo potremmo parlare di alcune centenari di persone.

Poco fa abbiamo raccolto il parere di uno dei portavoce della protesta ed anche della imam di Firenze che è palestinese di Hebron

Speaker 1: scusami Domenico ci sono problemi dalla regia non è partito il servizio vediamo di poterlo recuperare magari in un secondo momento se non ci sono altre cose da segnalare dal presidio? C’è? C’è?

Speaker 2: Mi dice che c’è. No? Mi dice

Speaker 3: che c’è. Perfetto. Ok. Proviamo a ascoltarlo. Per unirci ho una mobilitazione partita due settimane fa dall’università americana per chiedere la fine del genocidio del popolo palestinese a Gaza, in questo momento a Rafa, e per esigere in questo caso che l’università di Firenze rescinda tutti gli accordi con l’università israeliane che in questo momento stanno aiutando e permettendo il genocidio a Gaza e che anche esca dal comitato tecnico scientifico Leonardo Medor che è un comitato dell’industria bellica della Leonardo Spa che ha prodotto le bombe che in questo momento hanno sganciato per mesi e mesi su Gaza e anche che esca una dichiarazione della rettrice in cui condanni fermamente quello che sta succedendo a Gaza.

Ci uniamo a una protesta che non riguarda solamente Firenze o solamente l’America ma che sta riguardando tutto il mondo dall’America Australia al Sud America al Giappone e

Speaker 4: tantissime altre città italiane dal nord al sud. Certamente la presenza dei giovani, dei studenti dopo settantasè anni dell’occupazione della Palestina dimostra che I nostri giovani vogliano la pace e vogliano la libertà e questo è il

Speaker 2: messaggio più

Speaker 4: importante, manca la pace, manca la libertà lì e qui con coraggio perché purtroppo non è così facile oggi manifestare per diritti perché come se fosse stai cancellando diritti di un’altra parte. Invece qui non si vuole cancellare diritti di nessuno ma vuole acquisire diritti di un

Speaker 2: popolo che sta soffrendo da più di settanta Queste sono le voci dunque naturalmente poi nell’edizione sraio della Newsline avremo un reportaggio più ampio di quello che sta succedendo

Speaker 1: in piazza San Marco della Linea. Grazie a Domenico Guarino andiamo avanti col nostro notiziario, voltiamo pagina, avrebbe dovuto essere il giorno dell’interrogatorio in aula a Pisa di Gianluca Paul Seunghe, il trentasienne editore del Lago, accusato di aver ucciso nell’aprile dell’anno scorso la psichiatra pisana Barbara Capovani. L’imputato ha invece rinunciato a comparire il calendario dell’udienza e stato modificato con l’audizione di alcuni testimoni indicati dalla Difesa. Gli Avvocati Gabriele Parrini e D’Alessio Ratti hanno quindi chiesto di ascoltare alcuni detenuti che sono entrati in contatto con Seungo il quale ha formalmente rinunciato a sottoporsi all’esame di battimentale. La famiglia della psichiatra massacrata il ventuno aprile del duemilaventitre davanti al servizio psichiatrico di Agnus e Cura dell’Astl Toscana Nordovest che dirigeva si è poi costituita parte civile ed è assistita dal avvocato

Speaker 2: Stefano Del Corso.

Speaker 1: Ci spostiamo a Pionbino dalle 15 di oggi, meteo permettendo, la skyline della città nel Livornese cambierà per sempre. La torre di 90 metri dell’ultimo alto forno dell’acciaieria e che troneggia di fronte al porto sarà abbattuta. L’operazione vedrà impiegati sette escavatori e sarà svolta con l’ausilio di tiranti di acciaio che permetteranno l’abbattimento controllato della torre. Poi sarà smantellata anche la base della struttura dove avvenivano le colate mentre alcune parti sono state già portate via e recuperate nei giorni scorsi. Il comune nel frattempo sta lavorando per il progetto di archeologia industriale anche con la previsione della realizzazione di un museo dell’acciaio facilmente visitabili dai vacanieri che passano davanti per andare a imbarcarsi sui traghetti al porto.

Per quanto riguarda la futura acciaieria si prevede inoltre il completo revamping del treno rotaie invece nelle aree contigue si va verso la realizzazione di una acciaieria moderna ed ecosostenibili con due forni elettrici da parte della Joint venture Italo-Ucraina Metinvest Danieli, un progetto che potrà dare la svolta all’occupazione dato che ad oggi ci sono 1500 operai in cassa integrazione di cui si prevede almeno 400 saranno riassorbiti dai piani di JSW e almeno 700 subito dal progetto Metinvest e più altri nel proseguo della realizzazione di questa nuova acciaieria che accoglierà a Piombino le produzioni ucraine che devono essere trasferite per la guerra causate dall’invasione russa. E adesso apriamo la pagina della cultura. Giovedì 23 e venerdì 24 maggio presso il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato si terrà la seconda edizione di centro pecci dei lettori, un evento che nasce dall’incontro tra il festival la città dei lettori e centro pecci books leggere il presente. La seconda edizione di centro pecci dei lettori ha avuto un importante anteprima oggi con 120 studenti dell’istituto professionale Guglielmo Marconi di Prato il lavoro capillare di questa iniziativa a cura di associazione Wimbledon con la direzione di Gabriele Ammetrano ha trovato poi una sua specificità nel peci luogo che ha per vocazione la creatività e la costante sperimentazione ma sentiamo sul programma lo stesso Ammetrano

Speaker 5: intervistato da Chiara Brilli. Il Vero progetto, il vero appuntamento sarà il ventidre ventiquattro maggio al Centro Pecci di Prato, quindi Centro Pecci dei Lettori, cominceremo giovedì ventitre con Arianna Papini la mattina un trattenimento e un laboratorio per le scuole, poi Edoardo Camuri e qui l’introduzione alla realtà ci porterà in quello che è il mondo della realtà psichedelica ma si parlerà anche in qualche modo di intelligenza artificiale. Avremo poi la festa per Enrico Coveri con questa pubblicazione dei King of Colors con Silvio Balloni e Matteo Parigi Bini del gruppo editoriale e poi chiuderemo la prima giornata con Saba Anglana la signora Meraviglia un reading concerto insieme a Fabio Barovero e che l’accompagnerà dal rastiere. Il 24 avremo Emanuela Aneson e con Tangerine è un esordio della Casa editrice E.O. Verrà accompagnato da Stefano Colicelli, Cagol il direttore del Centro Pecci e poi Emiliano Dominici, Maria Malva insieme agli editori di FQ che hanno pubblicato proprio questo libro insieme a Silvia Costantino, a Francesco Quadraro quindi e poi chiuderemo la giornata del 24, l’ultima giornata del Centro Pecci dei Dettori insieme a Giobe Covatta e Paolo Catella qui accompagnati da Paolo Ender quindi un appuntamento da non da non perdere.

Questo del Centro Pecci è un appuntamento che ci che ci piace nel nel nel percorso della città dei lettori perché unisce quella che è la contemporaneità del centro Pecci a quella che è la contemporaneità

Speaker 1: letteraria della della città dei lettori. E recuperiamo adesso anche una notizia di cronaca perché parla il padre della giovane allieva della scuola maresciale dei carabinieri di Firenze, suicida il ventidue aprile scorso e dice mia figlia si è suicidata per la rigidità della scuola mentre il sindacato dei Carabinieri decide di presentare una

Speaker 0: denuncia in procura ci dice tutto Raffaele Palombo. Un atto d’accusa gravissimo quello del padre della alleva di venticinque anni della scuola Marescialli suicida il ventidue di aprile. Una lettera dove il padre Carabinieri a sua volta racconta della dispira della figlia per concludere che se un’istituzione dà più valore alla forma che alla formazione conduce al fallimento. La lettera racconta del dramma

Speaker 2: che la ragazza che

Speaker 0: faceva parte del secondo battaglione stava finendo il secondo anno di corso viveva ogni giorno. Prima di spararsi con la pistola d’ordinanza aveva raccontato ai genitori che soffriva degli schemi troppo rigidi delle regole imposte dai superiori senza valore formativo ed inutilmente punitive. La ragazza aveva buoni voti, era consapevole delle logiche e delle dinamiche della vita militare ma era convinta di andare incontro ad un percorso di crescita e invece racconta sempre il padre nella lettere cresceva il forte stress psicofisico, la perdita dei capelli, l’ansia per le regole totalizzanti. Alla mamma diceva questa scuola mi sta rovinando la vita. La lettera del padre della giovane alleva è sconvolgente, vogliamo manifestare la nostra totale disapprovazione nei confronti di un sistema costituito da gerarchi inseriti in un contesto che non manifesta valori umani ma insieme anche di grande equilibrio.

La società nella quale viviamo scrive ancora le istituzioni che serviamo con lealtà e onori hanno il dovere di interrogarci continuamente sullo stato di salute mentale del proprio personale. Nel frattempo il sindacato dei carabinieri un’arma ha deciso di presentare una denuncia su questo caso alla procura un caso analogo era già successo nel duemila diciasette il

Speaker 1: ragazzo che si sparò aveva ventidue anni. Sentiamo adesso gli avvenimenti elettorali previsti per oggi mercoledì quindici maggio in Toscana nel taquino quotidiano in onda nel nel giornale radio in vista delle amministrative ed

Speaker 6: europee dell’otto e nove giugno prossimi. Firenze torna il saccaffè con la candidata a sindaco di Italia Viva Stefania Saccardi appuntamento questa mattina in piazza Sant’Ambrogio. Sempre a Firenze all’Istituto degli Innocenti evento annuale del progetto verso Toscana duemilatrenta il rinascimento della cooperazione promosso da Conf Cooperative Toscana e Federazione Toscana BCC tra I presenti la candidata a sindaco del centro sinistra Sara Funaro. Andiamo a Matassino in provincia di Firenze al circolo Arci Bonatti un caffè con Maurizio Sarri e Valerio Pianigiani. Iniziativa elettorale a sostegno del candidato sindaco a Figline e Incisa Valerio Pianigiani per la coalizione di centro sinistra con il candidato interviene Maurizio Sarri.

Torniamo a Firenze, Teatro L’affratellamento, conferenza stampa per denunciare quanto sta avvenendo presso il podere la Mattonaia e nel quartiere tre di Firenze. Participazione di Giovanna Sesti, candidata al Consiglio Comunale per Sinistra a Progetto Comune, Dimitri Palagi, candidato sindaco sinistra a Progetto Comune. Possibile Potere al Popolo, rifondazione comunista e Firenze ambientalista e solidale. Ed ora Scandicci comitato elettorale via Giovanni Pascoli quattordici a conferenza stampa di Niki Vendola a sostegno di Claudia Sereni, candidata a sindaco al comune di Scandicci. Di nuovo a Firenze e caffè letterario delle Murate ore diciotto e quindici fare bene davvero per Firenze.

Francesco Casini presenta la sua candidatura al Consiglio comunale per la lista al centro con Saccardi presente la candidata sindaco per Italia Viva Stefania Saccardi. Ed ora a Prato Prato City via Valentini sette ore ventuno presentazione del programma elettorale del candidato a sindaco del centrodestra Gianni Cenni. Per segnalazioni di appuntamenti e partecipazioni ad eventi da parte dei candidati e delle candidate alle amministrative ed europee in Toscana scrivere a Agenda e

Speaker 1: Lezioni chiocciola contro radio punto it. E vediamo adesso che cosa ci riserva per il tempo per oggi per il proseguo della giornata sarà instabile con possibilità di rovesci sulla costa settentrionale e zone settentrionali tra nuvoloso e poco nuvoloso su quelle meridionali miglioramento dal pomeriggio sulla costa settentrionale I venti saranno moderati meridionali sulla costa deboli sulle zone interne I mari in aumento a mossi le temperature massime in calo sulle zone settentrionali è davvero tutto per oggi vi lascio a City Lights e poi a Stato Brado con Gio Barbasso vi ringrazio

Speaker 2: per l’ascolto

Speaker 0: da Sandra Salvato un buon proseguimento di giornata”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it