play_arrow

WidgetWeb

Notiziario Regionale del 17 Maggio 2024 12:45

regia 17/05/2024


Background
share close


Speaker 0: Con la

Speaker 1: nuova

Speaker 2: radio notizie sono dodici e quaranta sette, una buona mattinata a tutti voi da Domenico Guarino, bentrovati le notizie a cura della redazione per la prima edizione del GR regionale di Contro Radio, oggi venerdì diciassette maggio duemila ventiquattro di sforia di genere in arrivo una rivalutazione che porterà alla definizione di nuove linee guida impegnata su questo fronte dopo le polemiche nate per l’utilizzo all’ospedale di Careggi di Fidenz della farmaco Triptorelina è la nuova maxi commissione di ventinove membri istituita dai ministri della salute e della famiglia ma nel frattempo il timore è quello che l’obiettivo sia l’interruzione del farmaco e di fatto I piani terapeutici sarebbero già cambiando con grande preoccupazione ed assenza di risposte per giovani pazienti e per le loro famiglie. Questo secondo quanto denuncia Cinzia Messina mamma di una dieciassette anni in cura

Speaker 3: a Careggi a microfono in Chiarabrilli. Sono mesi che si specula sulla vita dei nostri figli e delle nostre figlie e nessuno ci ha mai interpellato. Noi abbiamo inviato una lettera firmata da 256 genitori di persone transgender il 26 gennaio, senza nessuna risposta, l’abbiamo rinviata il 7 febbraio, non abbiamo avuto risposta. Ci viene detto che tutto procede come prima, ma evidentemente nessun ingegno ha parlato né con le famiglie e neppure con I professionisti che lavorano al careggi. Noi vogliamo sapere in maniera chiara quali sono le basi scientifiche e giuridiche per le quali alcareggi stanno cambiando dei piani terapeutici terapeutici e sta avvenendo questo cioè vorremmo sapere su quali indicazioni la trittorelina viene sostituita con un contraccettivo quando la persona non ha fatto richiesta.

Sta interrompendo la somministrazione di un farmaco che porta consente un trentenio di studi per sostituirlo

Speaker 4: con pillole anticoncezionali. Lei ci sta dicendo che nella quotidianità

Speaker 3: della terapia le cose sono già cambiate? Assolutamente sì, sono cambiate, sono cambiate, abbiamo mandato un email ai vari dirigenti del careggi non abbiamo avuto risposte perché noi abbiamo chiesto cosa cosa avevano intenzione di fare, cosa sarebbe accaduto, non abbiamo avuto nessuna risposta, Dobbiamo tenere conto che stiamo parlando di bambini e bambine, adolescenti, ok? Quindi siamo lo sfaccello. Siamo stiamo vivendo in un paese dove le famiglie stanno pensando di trasferirsi in altri paesi

Speaker 4: e quindi non mi sembra un paese civile.

Speaker 3: Come sta vivendo sua figlia tutto questo? In realtà mia figlia ha quasi diciotta anni più che altro si vive male pensare che possa accadere tutto questo da mesi oltretutto se ne senti di ogni così dal nulla anche perché si parla come detto prima che non ci sono dati scientifici che dicano che la triptorelina possa essere funzionale ma non mi sembra ci siano dati scientifici che dicano il contrario, però io posso dirlo il contrario perché una figlia che da quando è a dodici anni assume la triptorelina molto serena non è disforica è come lei tante cosa che purtroppo da quello che si sta vedendo ora è per ideologia non perché si è preoccupati della salute dei nostri figli e delle nostre figlie così pam si è deciso che questa cosa non

Speaker 2: va più bene. Abbiamo il diritto di avere delle risposte. Sulla questione di sforia di genere dell’ospedale fiorentino in Careggi permangono forti dubbi ho fatto una seconda interrogazione nella quale chiedo se Gareggi sia rispettando puntualmente o no le nuove direttive perché vedo che c’è qualche discrepanza. A dirlo il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri intervenendo oggi a Firenze ad alcune iniziative elettorali e rivendicando la primogenitura politica che ha portato alle direttive Ricordiamo che Gaspari fu infatti il protagonista dell’interroga parlamentare da cui poi nacquero le famose ispezioni. Ma l’assessore regionale a sanità Simon Embiazzini ribadisce I nostri microfoni come sia in corso l’adeguamento delle indicazioni seguite all’ispizione ministeriale e smentisce che dal punto di vista terapeutico

Speaker 5: le cose siano state modificate sentiamo. Su caregge a me non risulpano cambiamenti insomma rispetto al a ciò che è stato fatto in questi anni sulla base anche dei protocolli e delle determine AIFA. C’è un lavoro in corso a careggi per adeguarsi alle direttive che hanno seguito l’ispezione ministeriale. Quindi noi abbiamo risposto come c’era stato prescritto dalla relazione che seguiva l’ispezione al Ministero della Salute e ora siamo nella fase della concretizzazione diciamo di quelle indicazioni e vorrei ricordare però sono indicazioni in gran parte di natura procedurale ehm l’elemento più rilevante riguarda la strutturazione del neuropsiciatra che vorrei però ricordare a tutti era comunque già

Speaker 4: parte dell’equipa multidisciplinare. Torniamo però alla questione terapeutica perché davvero La testimonianza che abbiamo raccolto ci dice di un percorso che potrebbe essere già stato interrotto sul

Speaker 5: fronte della Triptore Rinald. Questo lei me lo smentisce. No no a me non risultano di cambiamenti diciamo nella direzione che diceva salvo ovviamente balducazione delle cliniche e Questo su questo ecco non ovviamente non mi pronuncio ma non ci sono state indicazioni della della regione talvo ripeto quelle attinenti le gli elementi conosciuti che fanno riferimento alle

Speaker 1: prescrizioni alle indicazioni della redazione

Speaker 2: ministeriale Storie e voci per capire quello che è successo di Raffaele Palumbo ma lo sentiremo dopo. Ora ci colleghiamo invece con Raffaele Palumbo per la conferenza stampa di presentazione e l’iniziativa del trentunesimo anniversario della strage di Giorgofili

Speaker 1: in piazza del Duomo a Telalini Raffaele. Sì, buongiorno Domenico trentunesimo anniversario, un problema molto ricco per ricordare questo anniversario drammatico promosso dalla Regione Toscana dall’Associazione Fae Familiari delle Vittime per ricordare la strage mafiosa di via dei geogrofili a Firenze, lo scoppio del furgone imbottito di esplosivo che procurò cinque vittime e trentacinque feriti già dall’inizio della prossima settimana le prime iniziative che naturalmente colmineranno poi il giorno ventisette tra la Romola San Cacciano in Val di Pesa per quello che riguarda appunto le vittime e che afferivano quella zona e poi il la piazza della Signoria, il palazzo, il salone del Cinque Cento, il palazzo della regione saranno I luoghi di momenti teatrali, di letture, di ricordi, anche di Gioni Falcone e Paolo Borsellino e così come anche quanto mosse per la la strage per arrivare alla strage di via dei giungofoli fino a martedì ventotto quando poi ci sarà il paese nelle mani cronache di Italia in sette stragi di Marte a questo accadere al teatro delle spiagge oltre le questioni e oltre le celebrazioni e momenti istituzionali e poi naturalmente la tradizionale il tradizionale corteo all’una e quattro di notte che raggiungerà via dei giorgofili per

Speaker 2: ricordare la stagione di trentuno anni fa. Peraltro peraltro Raffaele che questo anniversario si inserisce in un quadro diremo storico giudiziario che vede la vicenda dell’Utri il il sequestro le le dichiarazioni della Procura di Firenze circa I soldi pagati da Berlusconi appunto a Dell’Utri per guadagnare il diciamo l’umertà tra virgolette sulla sulla questione proprio delle delle stragi no? Quindi un momento ulteriore di riflessione storica su un momento estremamente

Speaker 1: buio del nostro paese, no? Assolutamente, assolutamente, c’è grande attesa perché in questi giorni di celebrazioni, di presentazioni, di libri, di confronti non non ci saranno soltanto momenti appunto come dire rituali o di memorialistica ma c’erano anche dei momenti in cui si discuterà e probabilmente verranno fuori anche delle novità da parte della procura in merito a quanto dicevi prima al ruolo di Dell’Utri alla trattativa stato mafia, questione accurata con una sentenza del duemilasedici sulla strage di via dei Giorgofili per intenderci che ha dei nomi tra le vittime, ha dei nomi tra gli esecutori e ha dei nomi tra I mandanti. Tra questi crediamo naturalmente Dottorina, Bernardo Provenzano e Matteo Messina Denaro per cui ehm avremo un anniversario il trentunesimo secondo me anche il codenzo di di di notizie e di novità in merito a una delle

Speaker 2: pagine più buio non solo differenze ma proprio della storia. Del paese, certo, ad è triste in conclusione Raffaele che siamo al trentunesimo anniversario e manca ancora una verità definitiva, no? Purtroppo nel nostro paese questo tipo di vicende si trascinano per decenni e e questa è una mala constatazione al di là ovviamente delle delle celebrazioni e del ricordo che è necessario opportuno per tutto quello che dicevi. Grazie Raffaele Palumbo naturalmente un buon pomeriggio naturalmente poi sentiremo I le voci che Raffaele ha raccolto intanto sentiamo le voci che Raffaele ha raccolto o meglio un’anticipazione del podcast di Contro Radio e cosa è successo? Accura appunto in Raffaele Palumbo che potete ascoltare poi sabato alle tredici e quindici in replica la domenica diciassette e dieci e sulla frequenza di Contro Radio naturalmente ma anche in streaming su Contro Radio punto hit sulla app Contro Radio su Spotify in questa puntata la stanza del figlio ovvero la ricerca di Bisultanov sono infatti passati sette anni dalla Barbaro ci sono I Niccolocciatti in vacanza con I suoi amici Agliore De Mar in Spagna discoteca San Troper sul Bisultanov pestò Niccolò fino a farlo morire insieme con due amici venne arrestato, rilasciato, arrestato, condannato a ventitre anni poi liberato.

I genitori Niccolò vanno tutti I giorni al cimiteroio di Scandicci, Sant’Antonio sulla tomba del figlio, niente cambierà il loro dolore però un po’ di giustizia sì quella vorrebbero averla e non solo loro. Dov’è allora Raul B. Sultanov? Chi lo copre, chi lo

Speaker 6: finanzia, chi finanzia

Speaker 2: la sua latitanza? C’è qualcuno preposto

Speaker 1: che lo sta cercando. Siamo in anticipazione. Ciao Luigi, come stai? Buongiorno. Ma voi venite qui tutti I giorni?

Speaker 6: Noi veniamo tutti I giorni, sì. Io e mia moglie, il nostro saluto a Nicolò è questo, venire qua a Sant’Antonio e ambasciare quel marmo che ci divide dal Nicolò.

Speaker 2: Questo purtroppo

Speaker 6: è il saluto di noi genitori

Speaker 4: per un figlio che dal dodici agosto non

Speaker 1: c’è più. Purtroppo

Speaker 4: sì è nel cuore di sante persone e è una cosa troppo

Speaker 6: troppo dura questo, troppo indescrivibile. Il nostro percorso a livello di giustizia è un percorso che è durato sette anni. Noi dal dodici acosto il duemila diciasette che purtroppo combattiamo per arrivare a avere una giustizia. Siamo arrivati al sedici di acrila di quest’anno del duemilaventi quattro ad avere quella che è una giustizia formale, definitiva, inappellabile da parte della giustizia italiana che ha stabilito che la condanna vera per Rasulbisultano è di ventitre anni ma purtroppo è una sentenza, una condanna virtuale, formale, perché lui è latitante da oltre un anno e mezzo e quindi noi chiediamo, ci appelliamo a quelle sono le nostre istituzioni, nostre servizie affinché venga cercato venga preso e sconti la sua pena no da cittadino libero ma da carcerato come quello che deve deve essere perché commette un crimine così assurde e orrendo come

Speaker 1: quello che

Speaker 2: lui ha fatto a nostro figlio Niccolò Le mamme hanno ricominciato a donare ma nonostante questa è la quota latte donato raggiunta non sempre basta coprire fa bisogno dei piccoli, primaturi e non della Toscana per questo a banca e latte dell’azienda ospedaliera universitaria Mayor di Firenze capofilia della Rete Regionale del Latte Umano Donato della Toscana fa un appello in occasione della giornata mondiale della donazione del latte umano che ricorre domenica diciannove maggio il covid e purtroppo il calo e le nascine hanno portato un calo delle donazioni e gli ultimi anni stiamo assistendo a un nuovo aumento del numero di donatrici ma nonostante questo non sempre riusciamo a coprire I fabbi sogni questo quanto spiega la responsabile della Banca del Latte del Mayor Laura Chiesi insieme a Maria Luce Cionica nel responsabile medico e ora in conclusione di GR ci andiamo

Speaker 1: a sentire

Speaker 0: il taquino elettorale con gli appuntamenti del giorno. Gli appuntamenti della candidata sindaca del centro sinistra Sara Funaro nell’area San Salvia al campo di Vigilandia per l’iniziativa Vigilandia Tour nella sede del comitato elettorale in Valle Fratelli Rosselli otto presentazione della Piano Scuola. La candidata sindaco di Italia Viva Stefania Saccardi prosegue con il la caffè, tappa al galluzzo e incontro con gli ambulanti al mercato. E la senatore Maurizio Gasparri a Firenze al Parco delle Cascine per una passeggiata per la legalità. Partecipa anche Deborah Bergamini.

Inoltre con Marco Stella conferenza stampa sul AAAAAAAAA di dalla pomeriggio nella sede della Lega in Viale Corsica diciassette C presentazione dei candidati alle comunali tra I presenti Luca Bergamini passeggiata con il candidato sindaco Aike Schmit piazza della libertà alla fontana dalle sedici e trenta partecipano Iacopo Ferri e Marco Stella, seguirà tavola rotonda al Gran Cafè San Marco, in Piazza San Marco. Per segnalazione di appuntamenti e partecipazione ad eventi da parte dei candidati e delle candidati alle amministrative ed europee in Toscana scrivere a Agenda

Speaker 2: Elezioni, Chiacciola, Contra Radio, punto it. Previsione del tempo per controguata regione Toscana il cielo sarà poco nuvoloso, localmente nuvoloso nel nel pomeriggio possibilità ancora di isolate brevi piogge, eventi moderati da sud-ovesto sul litorale settentrionale ma in attenuazione ma rimosse, temperature in lieve cale tutto, ottimamente in regia, ragione Erkescioli, come di consueto, lo ringraziamo dopo la sigla il City Lights, poi Giovane Giobarbasso, Costato Brado, un po’ vorrei già tutti voi da Domenico Guarino.

Speaker 3: Ciao ciao.”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode