search menu
play_arrow

WidgetWeb

Notiziario Regionale del 26 Giugno 2024 12:45

regia 26/06/2024


Background
share close


Speaker 0: Di Contro Radio Notizie. Dodici e quaranta sellini a Firenze per le notizie corre la redazione regionale di Contro Radio Domenico Guarino in studio. Una buona mattinesa a tutti voi. La cronaca in apertura trovato dai carabinieri ieri sera nei pressi di Arcidosso in provincia di Grosseto il cadavere di Nicolás Matias del Rio, il corriere argentino di quarant’anni scomparse sulla miata il ventidue maggio mentre trasportavo un carico di borse gucci da cinque e cinquantomila euro e che sarebbe stato ucciso dopo la rapinella merce. Il corpo si trovava in un dirupo vicino ad una villetta di località case Sallustri dove le scorse settimane furono rimenuti accessori per pelletteria che la stessa casa di Modagucci ha poi confermato essere parte del carico rapinato.

La famiglia di del Rio è stata avvisata l’uomo aveva una moglie e un figlio piccolo che vivono per l’appunto sollamiata la procura di Grosseto da oggi indaga dunque per omicidio volontario incaricato I carabinieri appunto eseguire le indagini Le nuove accuse sono contro I tre in carcere cioè Johnny trentatre anni albanese, I turchi Boschurt quarantaquattro anni e ventottenne già indagati per rapine e danneggiamento, poi ci sono altri due indagati Nico Gioni, padre di e Zidane Boschurt, pariente di Ozzur. Nico Gioni e Zidane Boschurt sono indagati per rapina se questo è in persona e danneggiamento in concorso con I tre in carcere. L’accelerazione dell’inchiesta potrebbe essere venuta all’interrogatorio di ieri a Regina Cerea proprio di Claudiano Gioni il uomo che stava per scappare in aereo da Ciampino e sarebbe lui secondo quanto emerge all’inchiesta l’uomo su cui ruota gran parte della vicenda. Risulta quello salito a bordo e il furgone e il correre scomparsi. Anche l’autore ha telefonato al datore di lavoro di del Rio.

È una trentacinque albanese rimasto ferito in un agguato martedì sera alle venti e trenta all’esterno di un bar di San Fredino a settimo vicino a Cascina in provincia di Pisa è stato colpito in modo non grave ma tale a doverlo ricoverare in ospedale. L’aggressore ha sparato contro di lui almeno tre colpi con una pistola di piccolo calibro poi è scappato sulla piscina indagano I carabinieri che sospettano possa trattarsi un regolamento di conti tra malavitosi anche se il ferito risulta incensurato. Secondo quanto si è appreso tuttavia lo stesso straniero per ora non è stato collaborativo con gli inquirenti, gli spari di pistola lo hanno raggiunto ad una gamba a una mano o un’anca. Gli investigatori non hanno tenuto informazioni utili neppure dai testimoni e ritengono che il silenzio sia dovuto soprattutto al timore di subire retorsioni. La politica Questa mattina ospite negli studi della Contraria Web TV l’onorevole Emiliano Fossi, segretario toscano LPD che ha fatto il punto dopo le amministrativi ha lanciato il suo progetto di campo largo in vista delle prossime

Speaker 1: elezioni regionali. Il servizio di Raffaele Palumbo. Basta assalto alla diligenza, basta rotamazioni, veti incrociati e basta soprattutto con lo sport nazionale del DIA al PD. È uno scatto d’orgoglio quello del segretario regionale del Partito Democratico Toscano all’onorevole Emiliano Fossi. La fase dell’autosufficienza del PD è finita ma allo stesso tempo è chiaro che il nostro partito deve essere il perno, il fulcro di alleanze larghe, dice ancora Fossi.

Lo scopo è quello di costruire un campo, chiamiamolo ancora largo, in vista delle prossime elezioni regionali. Con la doppia consapevolezza di avere uno raffreddato gli entusiasmi del centro destra e due di poter dialogare con risosi potenziali alleati ora ridimensionati

Speaker 2: nelle loro

Speaker 1: aspettative. Riferimento è al Movimento Cinque Stelle e ad Italia viva. Un po’ meno vero per alleanze a verdi sinistra che forti del risultato conseguito rischiano di innescare quella politica di vetti incrociati del tipo tutto ma Italia viva no. E probabilmente questo è il fulcro del lavoro che la dirigenza del PD dovrà costruire nei prossimi mesi alla luce dei risultati toscani e nazionali delle appena passate elezioni amministrative soprattutto sulla base del nuovo peso specifico che I partiti possibili alleati del PD hanno assunto ora al netto delle crisi interne e delle crisi di leadership legge movimento Cinque Stelle e sul presidente della regione Eugenio Gianni? Su questo il segretario regionale

Speaker 3: Dem, l’onorario Emiliano Fossi è netto. Eugenio Gianni è e rimane il presidente. Noi però vogliamo partire attraverso un passaggio che è quello che inizia a parlare di proposte contenuti, idee per la foscana del futuro. Abbiamo di fronte più di

Speaker 0: un anno, dobbiamo partire da questo. Arrivano le iniziative di sinistra progetto comune sul territorio per con I cittadini in vista dell’opposizione che il partito svolgerà nei quartieri nel Consiglio Comunale di Firenze dove è stato letto Dimitri Palagi che si presentava come candidato sindaco della sinistra. Domani giovedì ventesette e giugno appuntamento in Piazza dei Ciompi sul quartiere uno, due luglio al circolarci di Castello, la seconda assemonea cittadina a Palagi. Abbiamo chiesto un commento sull’opposizione in Consiglio Comunale e già annunciati I tavoli per possibili coalizioni di

Speaker 2: centrosinistra in vista delle regionali, sentiamo? Queste lezioni che

Speaker 3: ci consegnano

Speaker 2: un Consiglio Comunale al di là del risultato dei voti e dei voti assoluti che vede il centro e sinistra appropriarsi di seggi che abitualmente andavano all’opposizione. Ci viene da dire che forse vivremo due stagioni di questo Consiglio Comunale, una che arriverà fino alle elezioni regionali, perché ormai si parla già di questo, e un’altra probabilmente dopo regionali. Quindi noi ci muoveremo all’interno del Consiglio Comunale e dei Consigli di quartiere con grande circosprezione, nel senso che non vogliamo essere strumentalizzati rispetto a una partita che è collegata ma è diversa. Noi abbiamo ricevuto un mandato molto preciso, quindi si fa opposizione per il bene della città, non per I calcoli elettorali in vista di eventuali alleazze in Regione Toscana. Quindi noi continueremo a organizzare momenti pubblici dove mettere a disposizione I nostri percorsi per qualcosa che chiaramente possa essere alternativo.

Per quanto riguarda la Regione Toscana, noi abbiamo sempre detto che c’era una disponibilità a prendere in considerazione la costruzione dei campi più ampi come è successo in altri comuni e come è stato più difficile fare all’interno del Comune di Firenze chiarisco per quanto mi riguarda questo attitolo personale poi interrimo le discussioni collettive e fuori dal centro sinistra la prospettiva del

Speaker 0: campo di costruzione di un’alternativa. E ora ci colleghiamo con Sandra Salvato che ha seguito la conferenza stampa di Publiacqua per presentare I lavori che dal primo luglio interesseranno via bolognese alla presenza di Nicola Perini che è il presidente di Publiacqua e sindacce del comune del

Speaker 3: Mugello maggiormente impattati dei lavori a

Speaker 4: tela linea Pronto? Sì. Buongiorno non so se mi sentite. Sì ti sentiamo assolutamente bene perché io non vi avevo non vi avevo preso allora partono il primo luglio nuovi lavori su via Bolognese interessato il tratto da via della pietra via Montugi successivamente dalla fine del mese di luglio e fino a dieci settembre sarà invece rinnovato l’acquedotto nel tratto compreso tra il civico 102 e il incrocio con via di Montugi Via Bolognese è uno di quegli assi viari principali del comune di Firenze ma strategico anche per tutti quei pendolari che dal Mugello tutte le mattine si dirigono verso il capoluovo e sarà quindi interdetta questa parte di strada in occasione di questi interventi al traffico veicolare, certo I mezzi pubblici e certamente di soccorso. Il rinuogo completo dell’acquedotto di via bolognese è già avviato l’estate scorsa con la realizzazione dei primi due stralci e tra quelli finanziati dal PNRR che vuole una riduzione dello spreco del quindici per cento, questo è l’obiettivo e Publiacqua di concerto con il comune di Firenze che ha individuato I mesi stivi come quelli più adatti per un lavoro così importante e anche impattante sulla viabilità proprio per la chiusura delle scuole e quindi un minor disagio dei cittadini.

Intervento lo ricordiamo interessa una direttrice dell’acquedotto troppo spesso soggetto a rotture I media spiegano da Publiacqua e del trentadue trenta tre per cento con l’obiettivo quindi non solo di mettere in sicurezza l’apprevugionamento idrico della zona ma anche di preservare la risorsa e di evitare disagio alla viabilità. Si parte il primo luglio come detto per far posto a un’altra partenza quella del tour de Francia altrimenti sarebbe partito almeno con due settimane di anticipo il primo cantiere interesserà il tratto di via Bolognese e dicevamo da via di Montugi a via della Pietra per circa cinquanta metri e prevede due turni di lavoro fino a massimo alle ore ventidue. Il secondo intervento invece dal ventinove luglio sarà organizzato su tre turni continuativi di lavoro ergo H 24 sette giorni su sette fatto salvo il diritto dei residenti di non sentire martelloni o escavatori in piena notte e che comunque avranno a disposizione il numero verde di pubblicacque e saranno informati passo passo con segnaletiche social e canali istituzionali le direttrici alternative per la viabilità individuate sono via salviati e la via Faintina e altri lavori ci spiegano sono previsti

Speaker 3: poi in zona via Masaccio

Speaker 0: e in San Nicolò e tutto. L’ultima notizia prima delle previsioni del tempo, intelligenza artificiale per l’alta formazione. Questo è il titolo del convenio promosso dalla Teneo di Firenze per domani nell’Aula Magna del retorato per discutere sui contributi positivi che l’intelligenza artificiale può portare ad esempio alla didattica senza sottovalutarne I potenziali rischi, un incontroconfronto di esperienza pilota tra realtà universitaria e istituzioni di ricerca italiane iniziativa e promossa dal gruppo di lavoro per l’innovazione digitale della didattica dell’Ateneo fiorentino le previsioni del tempo per quanto riguarda la regione toscana oggi c’è l’ovvelato a tratti nuvoloso. Sulle zone settentrionali le temperature sono in aumento valori minimi, soprattutto le massime con valori che si riavvicinano alle medie del periodo e grazie a Ragione Crescioli per l’ottima regia come sempre dopo la sigla City Lights poi il giovane Giovanni Barbasso con voi, Stato Brado, l’informazione regionale di Controradio ritorna a partita diciotte e quindici con la seconda edizione della Newsline una buona

Speaker 3: buon pomeriggio a tutti voi da Domenico

Speaker 0: Guarino. Ciao ciao.

Speaker 3: Controradio notizie”

Leggi l’articolo su: ControRadio.it

Previous episode